Aforismi, frasi e frammenti di Talete

Raccolta di aforismi, frasi e frammenti di Talete (Mileto ca. 624 a.e.c. - ca. 545 a.e.c.), filosofo, matematico, astronomo e politico greco, considerato uno dei Sette savi, autorevoli personaggi dell'antica Grecia vissuti tra il VII e il VI sec. a.e.c.
Ha scritto Diogene Laerzio in Vite dei filosofi (III secolo): "Si tramanda che Talete era solito dire di essere grato alla sorte per questi tre motivi: "Primo perché nacqui uomo e non bestia; secondo perché uomo e non donna; terzo perché Greco e non barbaro". Principio dell'universo egli disse l'acqua, concepì il mondo animato e pieno di demoni, Dicono pure che abbia scoperto le stagioni dell'anno e che abbia diviso l'anno in 365 giorni. Si narra che, tratto di casa da una vecchia per contemplare gli astri, cadde in un fosso, e la vecchia ai suoi gemiti disse: "Tu, o Talete, non sai vedere le cose che sono tra i piedi e credi di poter conoscere le cose celesti?". Dicono che incitandolo la madre a prendere moglie abbia risposto: "Non è ancora tempo"; insistendo ancora, quando egli aveva oltrepassato la giovinezza: "Non è più tempo". Era solito dire che in nulla la morte differisce dalla vita. "E tu allora perché non muori?" gli si diceva; "Perché non vi è differenza", rispondeva".
Su Aforismario trovi anche una raccolta di massime e sentenze dei sette savi. [Il link è in fondo alla pagina].
Non abbellire la tua immagine; sia bello invece il tuo agire. (Talete)
Chi non sa controllarsi è pericoloso per sé e per gli altri.

Felice è chi è sano di corpo, ricco di risorse spirituali, bene educato di natura.

Felice quella famiglia che, senza possedere grandi ricchezze, tuttavia non soffre la povertà.

Il modo migliore per vivere una vita ottima e onesta è quello di non fare quello che si rimprovera agli altri. 

Il modo più facile di sopportare una disgrazia è vedere un nemico stare peggio.

La cosa più bella è il mondo, perché opera divina.

La cosa più difficile è conoscere sé stessi.

La cosa più dolce è ottenere quel che si desidera.

La cosa più facile è dare consigli agli altri.

La cosa più forte è il destino, perché tutto domina.

La cosa più grande è lo spazio, perché tutto comprende.

La cosa più piacevole è ottenere ciò che si desidera.

La cosa più saggia è il tempo, perché tutto ricorda e rivela.

La cosa più strana è vedere un tiranno vecchio.

La cosa più veloce è l'intelletto, perché tutto attraversa 

La speranza è il solo bene che è comune a tutti gli uomini, e anche coloro che non hanno più nulla la possiedono ancora.

L'essere più antico è Dio, perché increato.

L'ignoranza è un vizio.

Meglio essere invidiato che essere oggetto di compassione.

Molte parole non sono mai indizio di molta sapienza. 

Non abbellire la tua immagine; sia bello invece il tuo agire.

Non esser pigro, anche se sei ricco.

Non essere ricco tramite l'ingiustizia.

Ognuno deve attendersi dai figli ciò che ha dato ai genitori.

Tutto è pieno di dèi.

Nessun commento: