Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e proverbi sulla Fanciullezza

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla fanciullezza e sui fanciulli. La fanciullezza è il periodo intermedio tra l’infanzia e l’adolescenza che va, all'incirca, dai 6 agli 11 anni d'età. Oggi il termine "fanciullo" è utilizzato sempre più raramente, ed è sostituito da quello di "bambino" o "ragazzo". Lo stesso vale per il termine "fanciulla", oggi usato spesso con tono scherzoso per indicare una ragazza, una giovanetta o una donna nubile di qualsiasi età.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'infanzia, i neonati, i bambini, il bambino interiore (cioè il fanciullino che è dentro ognuno di noi) e il rapporto tra genitori e figli. [I link sono in fondo alla pagina].
Il primo anelito della fanciullezza è un anelito di libertà. (Vauvenargues)
Per governare un fanciullo, bisogna affamare e allattare la sua anima, a sua insaputa.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Fanciullezza. Periodo di transizione nella vita umana che sta tra l'idiozia dell'infanzia e la follia della giovinezza, a due passi dalle colpe della maturità e a tre dai rimorsi della vecchiaia.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

I fanciulli sono la delizia di Dio.
Giovanni Bosco [1]

La prima felicità di un fanciullo è di sapersi amato.
Giovanni Bosco [1]

Non so oggi ma una volta pochi momenti erano di così dolorosa e commovente gravità quanto, in una
fanciulla, l’atto di guardarsi nuda la prima volta, a fianco d’un uomo nudo, in uno specchio.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

È segno di senilità per le persone e per le civiltà tornare sempre alla propria fanciullezza, mentre è segno di apertura affezionarsi ai bambini ora viventi: avete questi, e perché state a rievocare, affranti e stupefatti, la vostra infanzia?
Aldo Capitini, La compresenza dei morti e dei viventi, 1966

Il saggio non è che un fanciullo / che si duole di essere cresciuto.
Vincenzo Cardarelli, Poesie, XX sec.

Il tempo è un fanciullo che gioca e muove pedine; del fanciullo è il regno.
Eraclito, Frammenti, VI-V sec. a.e.c.

Quanto più un uomo invecchia, tanto più si riavvicina alla fanciullezza, finché lascia questo mondo in tutto come un bambino al di là del tedio della vita e al di là del senso della morte.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

Il fanciullo parla prima come sua madre, poi come suo padre, poi come il maestro.
Pierre-Julien Eymard [1]

La serietà è apprezzabile soltanto nei fanciulli. Negli uomini saggi è il riflesso della rinuncia.
Ennio Flaiano, Autobiografia del Blu di Prussia, 1974

In verità vi dico: se non vi convertite, e non diventate come i fanciulli, non entrerete nel Regno dei Cieli.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Cosa sacra, il fanciullo
[Res sacra puer].
Giovenale, I sec. [1]

Al fanciullo si deve il massimo rispetto.
[Maxima debetur puero reverentia].
Giovenale, I sec. [1]

Gli uomini, per quanto tu oda dire: il tale ha quaranta, cinquanta, sessant'anni, o più; non è però vero che mai sieno invecchiati, ma gli hai a giudicare sempre fanciulli.
Gasparo Gozzi, L'Osservatore veneto, 1761/62

Tristo l'uomo in cui più nulla rimanga del fanciullo.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Fa' di non sentirti mai cosi vecchio che tu non possa, in qualche ora, sentirti fanciullo.
Arturo Graf, ibidem

C'è sempre un momento della fanciullezza in cui la porta si apre e lascia entrare il futuro.
Graham Greene [1]

I luoghi e gli amori della fanciullezza, ben presto dimenticati dal bambino, continuano ad ossessionare l'uomo maturo fino alla morte.
Fabrice Hadjadj, La terra strada del cielo, 2002

Le colpe delle donne, dei fanciulli, dei servi, dei deboli, dei poveri, degli ignoranti sono colpe dei mariti, dei padri, dei padroni, dei forti, dei ricchi, dei sapienti.
Victor Hugo, I miserabili, 1862

I fanciulli hanno più bisogno di modelli che di rimproveri.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

In certe fanciulle l'indignazione viene prima della indiscreta richiesta. Ma che mancanza di galanteria se quest'ultima non si manifesta neppure!
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

I fanciulli non hanno né passato né avvenire; e, cosa che a noi capita raramente, gioiscono del presente.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

I fanciulli hanno già, della loro anima, l’immaginazione e la memoria, ossia ciò che i vecchi non hanno più; e ne fanno un uso meraviglioso per i loro piccoli giochi e per tutti i loro svaghi: per sua virtù possono ripetere quanto hanno sentito dire; imitare quanto hanno visto fare; intraprendere qualsiasi mestiere, dedicandosi realmente a mille lavoretti o imitando i vari artigiani col movimento e col gesto; trovarsi a un festino e fare una buona mangiata; trasferirsi in palazzi e luoghi incantati; figurarsi, benché soli, un ricco seguito e un gran corteo; guidare eserciti, dare battaglia e godere del piacere della vittoria; conferire con i Re e i più grandi principi; essere essi stessi Re, avere dei sudditi, possedere tesori che possono realizzare con foglie d’albero o con granelli di sabbia; e, cosa che ignorano nelle età successive della loro vita, sanno essere a quella età gli arbitri della loro fortuna e i padroni della loro felicità.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Gli anni della fanciullezza sono, nella memoria di ciascheduno, quasi i tempi favolosi della sua vita, come, nella memoria delle nazioni, i tempi favolosi sono quelli della fanciullezza delle medesime.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

I fanciulli trovano il tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Quanto più presto tratterete il fanciullo da uomo, tanto più presto comincerà a diventarlo.
John Locke [1]

La principale difficoltà che incontriamo nel dire ai fanciulli la verità è questa, che nessuno riesce a dire la verità a sé stesso.
Alexander Neill, Il fanciullo difficile, 1927

Ogni opinione imposta a un fanciullo è una menzogna.
Alexander Neill, ibidem

L'educazione religiosa è fatale per la psiche del fanciullo, perché tutte quante le religioni accettano l'idea del peccato originale. Tutte si sforzano di guidare verso l'alto; tutte odiano la carne; tutte aspirano allo spirito. E tutte le religioni danno al fanciullo un senso di autodisapprovazione.
Alexander Neill, Il fanciullo difficile, 1927

Non so come io appaia al mondo, ma per quel che mi riguarda, mi sembra d'essere stato soltanto come un fanciullo sulla spiaggia che si diverte nel trovare qua e là una pietra più liscia delle altre o una conchiglia più graziosa, mentre il grande oceano della verità giace del tutto inesplorato davanti a me.
Isaac Newton, Principi matematici della filosofia naturale, 1687

Accade forse non di rado che uomini nobili e di alte aspirazioni debbano sostenere nella fanciullezza la loro lotta più ardua : o per il fatto di dover far valere il loro modo di sentire contro un padre di mente volgare, dedito all'apparenza e all'ipocrisia, o per il fatto di vivere, come Lord Byron, continuamente in lotta con una madre puerile e collerica. Se si è provato qualcosa del genere, per tutta la vita non si supererà mai il dolore di sapere chi sia stato veramente per noi il nemico più grande e pericoloso.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Noi crediamo che la fiaba e il giuoco appartengano alla fanciullezza: miopi che siamo! Come se in una qualsiasi età della vita potessimo vivere senza fiaba e senza giuoco! Certo, li chiamiamo e li consideriamo diversamente, ma proprio ciò dice che sono la stessa cosa − perché anche il fanciullo considera il giuoco come il suo lavoro e la fiaba come la sua verità.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Innocenza è il fanciullo e oblio, un nuovo inizio, un gioco, una ruota ruotante da sola, un primo moto, un sacro dire di sì.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Maturità dell'uomo: significa aver ritrovato la serietà che da fanciulli si metteva nei giochi.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

È dentro noi un fanciullino che non solo ha brividi, come credeva Cebes Tebano che primo in sé lo scoperse, ma lagrime ancora e tripudi suoi.
Giovanni Pascoli, Il fanciullino, 1897

La sostanza psichica è uguale nei fanciulli di tutti i popoli. Un fanciullo è fanciullo allo stesso modo da per tutto. E quindi, né c'è poesia arcadica, romantica, classica, né poesia italiana, greca, sanscrita; ma poesia soltanto, soltanto poesia, e...non poesia.
Giovanni Pascoli, Il fanciullino, 1897

Perdere la fanciullezza è perdere tutto. È dubitare. È vedere le cose attraverso la nebbia fuorviante dei pregiudizi e dello scetticismo.
Boris Pasternak [1]

Crede rateum ventis, animam ne crede puellis.
[Affida la nave ai venti e mai l'anima alle fanciulle].
Petronio Arbitro, I sec. [1]

Solo i fanciulli han la divina fortuna di prendere sul serio i loro giuochi. La meraviglia è in loro; la rovesciano su le cose con cui giuocano, e se ne lasciano ingannare. Non è più un giuoco; è una realtà meravigliosa.
Luigi Pirandello, I Quaderni di Serafino Gubbio, 1916/25

Il rossore si stende sulla guancia di una fanciulla come l'appannatura del fiato su un bicchiere d'acqua fresca.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Il più grand'uomo è solamente un fanciullo che la vita ha ingannato.
Jules Renard, ibidem

Voi che insegnate ai fanciulli, ricordate che quello che potreste imparar da loro è più e varrebbe meglio di ciò che loro insegnate.
Antonio Rosmini [1]

I più saggi si applicano a quello che importa agli uomini di sapere, senza considerare ciò che i fanciulli sono in grado d'imparare. Essi cercano sempre l'uomo nel fanciullo, senza pensare a quello che egli è prima di essere uomo.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Com'è possibile che un fanciullo sia allevato bene da chi non è stato bene allevato egli stesso?
Jean-Jacques Rousseau, ibidem

Osservate la natura e seguite la via che essa vi traccia. Essa esercita continuamente i fanciulli, tempra  il loro carattere con prove di ogni specie, insegna loro per tempo a conoscere pene e dolori.
Jean-Jacques Rousseau, ibidem

La sola abitudine che si deve lasciar prendere al fanciullo è di non contrarne alcuna.
Jean-Jacques Rousseau, ibidem

Non c'è che una scienza da insegnare ai fanciulli: è quella dei doveri dell'uomo.
Jean-Jacques Rousseau, ibidem

Il chiasso dei fanciulli, che si crede importuno, diventa piacevole; rende il padre e la madre più necessari, più cari l'uno all'altra; stringe fra loro il vincolo coniugale
Jean-Jacques Rousseau, ibidem

Un fanciullo diventa più prezioso col crescere dell'età. Al prezzo della sua persona si aggiunge quello delle cure che è costato.
Jean-Jacques Rousseau, ibidem

L'uomo, in generale, non è fatto per rimaner sempre nella fanciullezza. Egli ne esce al tempo prescritto dalla natura; e questo momento di crisi, benché abbastanza breve, esercita a lungo la sua influenza.
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

I fanciulli sono continuamente ebbri: ebbri di vivere.
Paul-Jean Toulet [1]

Non vi è un fanciullo, non un uomo forse, che non abbia in fondo sognato di essere un Robinson, e, se non di vivere solitario in un'isola deserta, almeno di rifare lui stesso, ripartendo dalla fonte, i propri alimenti e i propri abiti.
Maxence Van der Meersch, Perché non sanno quello che fanno, 1933

Il primo anelito della fanciullezza è un anelito di libertà.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

I fanciulli hanno bisogno di amore, soprattutto quando non se lo meritano.
Anonimo

Proverbi sui Fanciulli
  • Ai fanciulli trastulli.
  • Denari e fanciulli, bisogna ben custodirli.
  • Fanciulli, pazzi e ubriachi trovano sempre la strada.
  • Fanciullo, bocca della verità.
  • Fanciullo, insegnami a vivere.
  • Fanciullo troppo accarezzato non fu mai ben allevato.
  • I fanciulli crescono con un’oncia di carne e una libbra di malizia.
  • I fanciulli chiudono la bocca solo quando è piena.
  • I fanciulli hanno l'anima negli occhi.
  • Il fanciullo sa bene perché piange.
  • Meglio pianga il fanciullo che il padre.
  • Non v'è fanciullo che resti tale.
  • Pazzi e fanciulli dicono tutto quel che pensano.
  • Quando il fanciullo ha messo i denti comincia a chiedere il pane.
La stoltezza è legata al cuore del fanciullo, ma il bastone della correzione l'allontanerà da lui.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

Ex ore parvulorum veritas.
[Dalla bocca dei fanciulli viene sempre fuori la verità].
Detto latino

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Bambini - Neonati - Infanzia - Genitori e Figli - Bambino Interiore

Nessun commento: