Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi rivoluzionarie di Che Guevara

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Che Guevara, nome con cui è universalmente conosciuto Ernesto Guevara de la Serna (Rosario 1928 - La Higuera 1967), rivoluzionario, guerrigliero, scrittore e medico argentino, divenuto un'icona dei movimenti rivoluzionari di sinistra. Così scriveva Che Guevara alla madre in una lettera del 1959:
"In me si è sviluppato molto il senso del collettivo contrapposto all'individuale; sono sempre lo stesso solitario di un tempo alla ricerca della mia strada, senza aiuto personale, ma possiedo ora il concetto del mio dovere storico. Non ho casa, né moglie, né figli, né genitori, né fratelli, i miei amici sono amici finché la pensano politicamente come me e ciononostante sono contento, mi sento qualcosa nella vita, non solo una potente forza interiore, che ho sempre sentito, ma anche una capacità di comprensione degli altri e un assoluto senso fatalistico della mia missione che mi toglie ogni timore".
Foto di Che Guevara
Siate sempre capaci di sentire nel più profondo di voi stessi ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo: è la qualità più bella di un rivoluzionario.
(Che Guevara)

Scritti, diari, lettere e discorsi rivoluzionari
1959-1967 - Selezione Aforismario

Credo nella lotta armata come unica soluzione per i popoli che lottano per liberarsi e sono coerente con le mie idee.

Non sono Cristo né un filantropo, io sono tutto il contrario di un Cristo [...]; io combatto per le cose in cui credo con tutte le armi a mia disposizione e cerco di lasciare morto l'altro, invece di lasciarmi mettere in croce o in qualsiasi altro luogo.  
 
Io non sono un liberatore: i liberatori non esistono. Sono i popoli che si liberano da sé. 
[No soy un libertador. Los libertadores no existen. Son los pueblos quienes se liberan a sí mismos].
 
La mia casa ambulante avrà ancora due gambe e i miei sogni non avranno frontiere.

A volte, per avere smarrito la strada si deve retrocedere.

Bisogna avere una grande dose di umanità, un gran senso di giustizia e di verità per non cadere in eccessi di dogmatismo, in freddo scolasticismo, nell'isolamento dalle masse. Bisogna lottare ogni giorno perché questo amore per l'umanità vivente si trasformi in fatti concreti, in atti che servano di esempio, di mobilitazione.

Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza.
[Hay que endurecerse, pero sin perder la ternura jamás].

Bisogna pagare qualunque prezzo per il diritto di mantenere alta la nostra bandiera.
[Hay que pagar cualquier precio por el derecho a mantener enhiesta nuestra bandera].

C'è soltanto una cosa più grande dell'amore per la libertà, l'odio per coloro che te la tolgono.
[Sólo hay una cosa más grande que el amor a la libertad, el odio a quien te la quita].

Come può, un giovane, mettersi a pensare cosa dev'essere la gioventù? Faccia semplicemente ciò che pensa: questo deve essere ciò che fa la gioventù.

Credo nella lotta armata come unica soluzione per i popoli che lottano per liberarsi.

Davanti a tutti i pericoli, davanti a tutte le minacce, le aggressioni, i blocchi, i sabotaggi, davanti a tutti i seminatori di discordia, davanti a tutti i poteri che cercano di frenarci, dobbiamo dimostrare, ancora una volta, la capacità del popolo di costruire la sua storia.[

È di questo che abbiamo bisogno: tenenti, capitani o come li si voglia chiamare − senza titoli militari se lo desiderano − purché sia gente che vada avanti, che sia di esempio.

È triste non avere amici, ma è ancora più triste non avere nemici.
[Es triste no tener amigos, pero es aún más triste no tener enemigos].

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.
 
Il guerrigliero è un riformatore sociale, che prende le armi rispondendo alla protesta carica d'ira del popolo contro i suoi oppressori, e lotta per mutare il regime sociale che mantiene nell'umiliazione e nella miseria tutti i suoi fratelli disarmati. 
 
Il desiderio di sacrificare una vita intera al più nobile degli ideali non serve a nulla se si agisce da soli.
 
Il destino può essere raggiunto con la forza di volontà.
[El destino se puede alcanzar con la fuerza de voluntad].

Il nostro sacrificio è cosciente; è un tributo da pagare per la libertà che stiamo costruendo. La strada è lunga e in parte ignota; conosciamo bene i nostri limiti. Ma faremo l'uomo del XXI secolo: noi stessi.

Il silenzio è una discussione condotta con altri mezzi.
[El silencio es una discusión llevada a cabo por otros medios].

Il socialismo economico senza morale comunista non mi interessa. Lottiamo contro la miseria, ma allo stesso tempo combattiamo contro l'alienazione.
[El socialismo económico sin la moral comunista no me interesa. Luchamos contra la miseria pero al mismo tiempo luchamos contra la alienación].

Il vero rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d'amore. È impossibile concepire un rivoluzionario autentico privo di questa qualità.

In qualunque luogo ci sorprenda la morte in battaglia, che sia la benvenuta.

In una rivoluzione, se è vera, si vince o si muore.
[En una revolución se triunfa o se muere, si es verdadera].
 
L'angoscia irrazionale o il volgare passatempo rappresentano delle comode valvole di sfogo per l'inquietudine umana; si combatte l'idea di rendere l'arte un'arma di denuncia. Se si rispettano le regole del gioco, si ottengono tutti gli onori; quegli stessi che otterrebbe una scimmia esibendosi in piroette. L'accordo è di non cercare di fuggire dalla gabbia invisibile.

L'argilla fondamentale del nostro lavoro è la gioventù: in essa riponiamo le nostre speranze e la prepariamo perché un giorno prenda la bandiera dalle nostre mani.
[La arcilla fundamental de nuestra obra es la juventud, en ella depositamos nuestra esperanza y la preparamos para tomar de nuestras manos la bandera].

L'aspetto fondamentale per il quale la gioventù deve indicare la strada è proprio quello di essere avanguardia in ognuna delle attività che le competono. 

L'odio come fattore di lotta; l'odio intransigente contro il nemico, che permette all'uomo di superare le sue limitazioni naturali e lo converte in una efficace, violenta, selettiva e fredda macchina per uccidere. I nostri soldati devono essere così.

L’unico modo di conoscere davvero i problemi è accostarsi a quanti vivono quei problemi e trarre da essi, da quello scambio, le conclusioni.

La caratteristica positiva della guerriglia consiste nel fatto che ogni individuo è disposto a morire non per difendere astrattamente un ideale, ma per farlo diventare realtà.

La civiltà occidentale nasconde, dietro la facciata, un branco di sciacalli e di iene.

La colpa di molti nostri intellettuali e artisti risiede nel loro peccato originale; non sono autenticamente rivoluzionari.

La democrazia non è compatibile con l'oligarchia finanziaria.

La nostra libertà e il suo supporto quotidiano hanno il colore del sangue e sono gonfi di sacrificio.

La personalità svolge un ruolo di mobilitazione e direzione per il fatto di incarnare le più alte virtù ed aspirazioni del popolo e non si allontana dal cammino.

La rivoluzione è qualcosa che si porta nell'anima, non nella bocca per vivere di essa.

La rivoluzione si fa attraverso l'uomo, però l'uomo deve forgiare giorno dopo giorno il proprio spirito rivoluzionario.

La storia del capitalismo è la storia della pirateria organizzata da pochi che si appropriano del lavoro di molti.

La vera rivoluzione dobbiamo cominciare a farla dentro di noi.

La rivoluzione non è una mela che cade quando è matura. Devi farlo cadere.

Le rivoluzioni non si esportano. Le rivoluzioni nascono in seno ai popoli.

Molto più importante di una buona remunerazione è l'orgoglio di servire il prossimo.
 
Molto più decisivo e molto più durevole di tutto l'oro che si può accumulare è la gratitudine di un popolo. 

Nella nostra ambizione di rivoluzionari, cerchiamo di camminare il più velocemente possibile, aprendo nuove strade, ma sappiamo che dobbiamo trarre nutrimento dalle masse e che queste potranno avanzare più rapidamente solo se le stimoliamo con il nostro esempio.

Noi socialisti siamo più liberi perché siamo più completi, siamo più completi perché siamo più liberi.

Non abbiamo il diritto di credere che la libertà possa essere conquistata senza lotta.

Non esiste un piccolo nemico o una forza trascurabile.

Non dobbiamo creare docili salariati del pensiero ufficiale, né «borsisti» che vivano al riparo dei finanziamenti statali, beneficiando di una libertà tra virgolette. È tempo ormai che siano i rivoluzionari a intonare il canto del popolo. 

Non si vive celebrando le vittorie, ma superando le sconfitte.
[No se vive celebrando victorias, sino superando derrotas].

Nonostante la carenza di istituzioni, che deve essere superata gradualmente, ora sono le masse a fare la storia, come insieme cosciente di individui che lottano per una causa comune. 

Non possiamo essere certi di avere qualcosa per cui valga la pena vivere se non siamo disposti a morire per essa. 

Non si persegue il progresso per costruire belle fabbriche ma per fare belle persone. A che serve il progresso se fa poveri, schiavi, morti? Il capitalismo non è progresso, è sfruttamento di una classe sull'intero pianeta.

Non vi è altra definizione del socialismo, valida per noi, che l'abolizione dello sfruttamento dell'uomo da parte dell'uomo.

Ognuno di noi, solo, non vale nulla.

Per costruire il comunismo, contemporaneamente alla base materiale, bisogna creare l'uomo nuovo.

Questo è uno dei compiti della gioventù; stimolare, dirigere con l'esempio, la produzione dell'uomo di domani; e in questa produzione, in questa direzione, è compresa la produzione propria, perché nessuno è perfetto, anzi, al contrario. 

Ricordatevi che l'importante è la rivoluzione e che ognuno di noi, da solo, non vale nulla.
[Acuérdense que la Revolución es lo importante y que cada uno de nosotros, solo, no vale nada].

Se fremi d'indignazione ogni qualvolta si commette un'ingiustizia, allora sei un mio compagno. 
 
Questo è forse uno dei grandi drammi del dirigente: egli deve unire a uno spirito appassionato una mente fredda, e prendere decisioni dolorose senza contrarre un muscolo.

Se non c'è caffè per tutti, non ci sarà caffè per nessuno.

Seguire o farsi seguire può essere un compito talvolta difficile, ma è enormemente più facile che non spingere gli altri a camminare per una strada ancora inesplorata, sulla quale nessuno ha fatto il primo passo. 

Si può e si deve essere spontanei e allegri, ma si deve essere profondi allo stesso tempo.

Siate sempre capaci di sentire nel più profondo di voi stessi ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo: è la qualità più bella di un rivoluzionario.
[Sean siempre capaces de sentir en lo más hondo cualquier injusticia cometida contra cualquiera en cualquier parte del mundo. Es la cualidad más linda de un revolucionario].

Tutti devono migliorare le proprie qualità attraverso il lavoro, i rapporti umani, lo studio approfondito, le discussioni critiche; è questo che trasforma la gente.

Tutti i popoli del mondo devono unirsi per raggiungere la cosa più sacra, che è la libertà.

Un popolo che non sa né leggere né scrivere, è un popolo facile da ingannare.

Un popolo senza odio non può vincere un nemico brutale. 

Fino alla vittoria sempre.
[Hasta la victoria siempre].
 
Patria o morte.
[Patria o muerte].

Siamo realisti, esigiamo l'impossibile. 
(attribuito)

Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso.
(attribuito - vedi: "Citazioni Errate" su Aforismario) 

Ogni vero uomo deve sentire sulla propria guancia lo schiaffo dato sulla guancia di un altro uomo.
(attribuito - vedi "Citazioni Errate" su Aforismario)

Vale la pena lottare solo per le cose senza le quali non vale la pena di vivere.
(attribuzione incerta)

Addio figli miei, Aleida, Fidel fratello mio.
[Ultime parole prima di morire] [1]

Note
  1. Secondo alcune testimonianze, le ultime parole di Che Guevara sarebbero state quelle rivolte al suo uccisore (Félix Rodríguez), che si mostrava esitante: "Lei è venuto a uccidermi. Stia tranquillo, lei sta per uccidere un uomo".
  2. Leggi anche le citazioni degli autori argentini: Jorge Luis BorgesJulio Cortázar

Nessun commento: