Aforismi, frasi e citazioni sui Cecchini

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui cecchini e sui tiratori scelti, qualifica di militari che hanno dimostrato spiccata abilità nel tiro con il fucile di precisione. Il cecchino (in inglese: sniper) opera, per lo più isolato o in piccoli gruppi, soprattutto nei centri abitati, di solito appostandosi sui tetti o sui terrazzi delle case, in modo da visualizzare i nemici rimanendo nascosto. In questa raccolta si segnalano le osservazioni sugli sniper di Chris Kyle, considerato il cecchino più letale della storia americana. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli assassini, i killer, i soldati e il fucile. [I link sono in fondo alla pagina].
Dicono del proiettile di un cecchino che se lo senti allora sei al sicuro,
perché sarà già passato. È il proiettile che non senti quello fatto per te.
(Sohni)
La mimetizzazione può essere considerata alla stessa stregua di un'arma che può fare la differenza fra un successo o un insuccesso nel compimento di una missione. Nel caso di una squadra di tiratori scelti può significare la differenza fra la vita e la morte.
Marco Costa, Psicologia militare, 2004

Agli sniper dei Marine è stata comprensibilmente dedicata un sacco di attenzione nel corso degli anni, e il loro programma di addestramento è tuttora considerato uno dei migliori al mondo.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Al corso per sniper m’insegnarono a maneggiare una serie di armi, in modo che fossi non solo preparato a usarle tutte, ma anche in grado di scegliere l’arma giusta di volta in volta.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Per essere uno sniper dei SEAL non basta affatto sparare. Nelle fasi successive dell’addestramento m’insegnarono a studiare il terreno e l’ambiente circostante. Imparai a vedere le cose con l’occhio dello sniper. Se dovessi uccidere me stesso, dove mi apposterei?
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Uno sniper dei SEAL viene addestrato a osservare. Si tratta di una capacità fondamentale. Sul campo può ritrovarsi da solo in una postazione più avanzata rispetto al grosso delle forze, con il compito di scoprire tutto quello che può del nemico. Anche se ha l’ordine di prendere posizione per eliminare un bersaglio nemico ad alta priorità, la prima cosa che dev'essere in grado di fare è osservare l’area e trasformarla in un reticolo di dati e informazioni, servendosi delle tecniche e degli strumenti più moderni
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Al corso di sniper [...] impari di quanto anticipare il tiro se il bersaglio è in movimento, se cammina o corre, a seconda della distanza. Continui a provare e riprovare finché il modo giusto ti si radica non solo nel cervello, ma anche nelle braccia, nelle mani, nelle dita.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Per operare come sniper ti ci vuole l’addestramento, è ovvio, ma anche un bersaglio da colpire. E hai bisogno di un po’ di fortuna.
Chris Kyle, ibidem

Avevo un’ottima vista quando feci il corso, ma il punto non era tanto il vedere, quanto semmai il percepire: sapere che tipo di movimento doveva attirare la tua attenzione, distinguere le sagome quasi impercettibili che potevano essere il segnale di un’imboscata pronta a scattare.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Contrariamente a quello che forse state pensando, non tutti i colpi sparati da uno sniper beccano i cattivi in testa.
Chris Kyle, ibidem

Essendo un cacciatore, sapevo sparare, sapevo far andare la pallottola dal punto A al punto B. La scuola di sniper mi ha svelato i risvolti scientifici del tiro. Uno degli aspetti più interessanti è che la canna di un fucile non dev'essere in contatto con il fusto; occorre che sia flottante, per accrescere la precisione del tiro.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

La gente crede che gli sniper riescano sempre a sparare a distanze così lunghe. Certo, spariamo ben più lontano di chiunque altro sul campo di battaglia, ma gli obiettivi sono ben più vicini di quanto si creda.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Un’altra percezione errata sugli sniper è che mirino sempre alla testa. Personalmente non punto quasi mai alla testa, a meno di non essere assolutamente sicuro di farcela. E sul campo di battaglia è raro. Preferisco di gran lunga mirare al centro del corpo. Lì ho molto spazio sul quale giocare. E, ovunque colpisca, lo tiro giù.
Chris Kyle, American Sniper, 2012

Gli strumenti più utili per essere un bravo cecchino sono quelli con cui sei nato. Nessun addestramento può cambiarli. Se i tuoi sensi sono insufficienti fin dall'inizio, non diventerai mai un grande tiratore.
Hideo Kojima, Metal Gear Solid, 1998

Per essere un buon cecchino, bisogna avere nervi d'acciaio e una grande pazienza. A volte si deve rimanere in posizione per giorni interi, senza poter muovere un muscolo. La cosa più importante è attendere il momento giusto e coglierlo al volo.
Hideo Kojima, Metal Gear Solid, 1998

Sono diventata un cecchino... nascosta, osservavo tutto attraverso il mio mirino. Ora potevo vedere la guerra non da dentro, ma da fuori, da osservatrice... Guardavo la brutalità e la stupidità della razza umana dal mirino del mio fucile.
Hideo Kojima, Metal Gear Solid, 1998

Il cecchino sa che la prima volta sbaglierà. Considerandone gli effetti, sul primo costruirà però il secondo tiro. Dare nel segno al primo colpo è fortuna, fortuitamente propiziata dall'arte. Dare nel segno al successivo è arte, necessariamente propiziata dalla fortuna.
Nunzio La Fauci, Questo quasi nulla, 2008

Una volta il medico era come un cecchino: al massimo ne faceva fuori uno alla volta. Poi è arrivata la Mutua ed è come se gli avessero messo in mano una mitragliatrice. Una strage!
Oreste Lionello (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'Assassino Seriale "Cecchino" (Sniper Serial Killer) può essere considerato un serial killer atipico. La prima, e più importante, peculiarità che distingue il "Cecchino" da altre tipologie di assassini seriali è il fatto di essere un soggetto che non è interessato al contatto fisico con le vittime, quindi non sceglie metodiche come lo strangolamento o l'uso di un'arma bianca per uccidere. Il "Cecchino" non è neanche interessato a colpire un tipo particolare di vittima, infatti la sua azione omicidiaria è il trionfo della casualità: si apposta in un luogo nascosto con il suo fucile di precisione e spara a un bersaglio, uomo o donna che sia, scelto solamente in base al criterio della sua presenza nel luogo dell'appostamento.
Vincenzo Maria Mastronardi e ‎Ruben De Luca, I serial killer, 2005

Un uomo può cambiare il mondo con un proiettile nel posto giusto.
Malcolm McDowell [1]

Non si è mai più liberi che nel momento in cui si decide di esporsi al fuoco dei cecchini.
James Nachtwey [1]

Il cecchino è la figura che incarna in maniera esemplare il carnefice. L'uomo invisibile e freddo che spara da un tetto o dalla finestra di un appartamento in alto. Selvaggio ma professionale, abituato alle sofisticate tecnologie che danno al tiro la precisione di un destino ineluttabile: il cecchino è la minaccia oscura che segna i passi di quegli uomini stanchi con una tanica d'acqua in mano, di quelle donne condannate a correre curve al riparo di lenzuola strappate e sporche. È il nemico dei bambini e di chi è debole, ama colpire l'asilo, la scuola, l'ospedale. L'essere privo di volto lo rende invincibile, il colpo secco a distanza lo fa vile. 
Luca Rastello, La guerra in casa, 1998

Il Cecchino non deve essere suscettibile a emozioni come ansia e rimorsi.
Craig Roberts [1]

Dicono del proiettile di un cecchino che se lo senti allora sei al sicuro, perché sarà già passato. È il proiettile che non senti quello fatto per te.
Sohni [1]

Un cecchino che non si sposta, non è normale. 
Vassili Zaitsev (Jude Law), in Il nemico alle porte, 2001

Il cecchinaggio è poesia al rallentatore fino a quando non premi il grilletto.
Anonimo

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Assassini e Killer - Armi e Sparare - Soldati - Fucile

Nessun commento: