Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni sul Diploma e la Laurea

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sul diploma (attestato rilasciato a chi ha conseguito un titolo di studio) e sui diplomati, sulla laurea e sui laureati. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla scuola, l'università, l'istruzione e gli esami. Inoltre, trovi una raccolta di frasi di auguri da inviare a neodiplomati e neolaureati. [I link sono in fondo alla pagina].
Il diploma o la laurea di una persona non significano nulla
per me finché non vedo cosa è in grado di farci. (Henry Ford)
Certificato di Laurea. Si attesta che il possessore del presente certificato ha conseguito la Laurea in Spaziotempo ed è autorizzato a esercitare il controllo totale su ogni evento della propria vita, oltre che su un numero indefinito di vite simultanee nelle quali potrà soffermarsi a piacimento per approfondire la propria conoscenza. Inoltre potrà scegliere liberamente di gioire o di soffrire, e di attirare a sé gli spiriti guida che riterrà utili alla propria formazione e al proprio svago. Il certificato è soggetto alle seguenti limitazioni: AUTO-IMPOSTO. Controllate: tutti avete questo certificato in tasca.
Richard Bach, Il libro ritrovato, 2004

Davanti alle domande più difficili, i grandi maestri non dicono mai "Studia la filosofia" o "Prendi una laurea", ma "Lo sai già".
Richard Bach, ibidem

Mio nonno un giorno mi riprese: "Rocco, devi scegliere! O il calcio o la scuola”. Gli risposi: "Il calcio”. Lui me lo diede nel culo e mi fece arrivare a scuola. Me lo diede così forte che uscii col diploma. 
Rocco Barbaro [1]

Non posso darti un cervello, ma posso darti un diploma.
L. Frank Baum [1]

Ogni giorno, andando in ufficio, vedo il mio lattaio che placidamente mastica un chewing gum dietro una siepe di formaggini. Mi domando: cos'è che ci fa così diversi io e lui? È forse il fatto di possedere due lauree o d’aver letto duemila libri? No! Questi sono discorsi da reazionari. La verità è che siamo tutti uguali. Perciò vada al diavolo lui con le sue lauree e i suoi libri!
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

L'intelligenza non è una questione di diploma. Può accompagnarla, ma non è il suo elemento primario.
Christian Bobin, L'insperata, 1994

Il galantuomo laureato è quasi sempre un furfante mancato, un ladro senza iniziativa, un manigoldo senza coraggio.
Libero Bovio, Don Liberato si spassa, 1941

Ospedali e galere e puttane: ecco le università della vita. Ho preso diverse lauree. Chiamatemi dottore.
Charles Bukowski, A sud di nessun nord, 1973

Verrà un giorno in cui tutti saranno costretti a laurearsi. Deprimente meriggio dell’umanità quando il sapere non sarà che carta straccia, e noi non avremo altra possibilità che chiedere asilo agli aborigeni australiani, sempre che nel frattempo non siano stati indotti a studiarsi in chiave antropologica ed etnografica.
Piero Buscioni, Aforismi per la fine del mondo, 2018

Ci son quelli che hanno ricevuto un'educazione liberale all'università dell'Irragionevole, e hanno ottenuto il diploma nella scienza dell'ipotetico, che sono i loro studi fondamentali.
Samuel Butler [1]

Certo, anche all’Università possono oggi arrivare, sia pure in numero così esiguo, i figli dei poveri: e quasi sempre essi sono, come le statistiche dimostrano, i migliori studenti. Ma quando questo avviene, è il frutto di lunghi e oscuri sacrifici, abnegazione di certi genitori operai, che per molti anni si consumano nelle fatiche più insalubri e lesinano il pane sul desco familiare pur di riuscire a tirar su un figlio «dottore»; ferrea volontà di certi giovani, che per comprarsi i libri da studiare la notte, sono disposti il giorno a servire nei più umili lavori manuali. Ma questi sono eroismi eccezionali: e non si riesce a comprendere come si possa chiamare allo stesso modo fabbro della propria fortuna il figlio dei poveri che può arrivare alla cultura solo a prezzo di questi eroismi, e il figlio dei ricchi, che può considerare la laurea una specie di diploma di famiglia, trasmissibile di padre in figlio, come ornamento decorativo di una agiatezza che lo assiste e lo accompagna fin dalla culla, e che lo aiuta a spianargli tutti gli ostacoli, compreso il difetto di vocazione e perfino quello di intelligenza.
Piero Calamandrei, Contro il privilegio dell’istruzione, 1946

Una volta per avere del tempo libero bisognava aspettare la pensione. Adesso basta aspettare di essere laureati.
Fabio Carapezza [1]

Questi laureati sono come il vino falso, fabbricato a milioni di ettolitri, al quale il trafficante attacca certe etichette: barbera, grignolino, barolo, freisa, valpolicella. Così abbiamo il medico, l’architetto, il professore di lettere, lo psicologo, l’avvocato, il farmacista, il matematico, l’economista. Hanno idee chiare: far soldi, farli presto. Se ci riescono, i loro bisogni supereranno sempre i guadagni fatti per soddisfarli; se non ci riescono è il dramma sociale, l’ululato del lupo famelico per la città sprangata.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Ma è sensato volere ancora un figlio laureato, professionista di distinte professioni, cento anni dopo, in un Paese ostruito dalle lauree, attanagliato dalle professioni, disfatto dai tecnici, guidato dai fuoricorso, incessantemente stuprato dagli uomini di legge?
Guido Ceronetti, ibidem

Vogliono, tutti, i figli laureati, l’ingorgo panscientifico, l’eruzione faustiana, il crogiuolo dell’Intellettuale, il rialzo dei terreni dove scintillerà l’Ateneo; il sovrumano Luna Park accademico, il travaso dei gerghi tecnici nel linguaggio autentico, il potere culturale, porta del Potere.
Guido Ceronetti, ibidem

Se cento lauree possono dare accesso a posizioni di ricchezza e di potere (non parlo che di questo scopo, perché nel mondo non è se non vulgo), un milione di lauree svalutate generano al massimo, e via via meno fruttuose, complicità col potere; lo irradiano scialbamente su tutto. Solo chi ha il coraggio di contrastare la corsa alle lauree, non ha intenzione di manovrarle.
Guido Ceronetti, ibidem

«Mi mancano soltanto duemila esami. Non posso smettere adesso, a un passo dalla laurea». Parlano così quelli che a quarant’anni, scoperto di non avere laurea, ma diritto a prendersela, si sono iscritti all'Università.
Guido Ceronetti, ibidem

Un padre responsabile, almeno per scarico di coscienza, sconsiglierà ai suoi figli l’Università, si sforzerà piuttosto di fargli imparare un mestiere. Il mestiere libera, non la laurea.
Guido Ceronetti, ibidem

Il mestiere vendica delle lauree inutili; meglio se accompagnato dallo studio, come raccomandavano gli antichi rabbini. Legatore di libri, agricoltore, falegname, creatore di giocattoli e di strumenti musicali, apicultore...
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Tre ragazzi su dieci non arrivano al diploma. Alle aule scolastiche preferiscono quelle parlamentari.
Cicciogia [1]

Quanto maggiore è l'importanza di un'attività intellettuale, tanto più ridicola è la pretesa di certificare la competenza di chi la esercita. Un diploma di dentista è degno di rispetto, uno di filosofo è grottesco.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Io penso che un uomo senza utopia, senza sogno, senza ideali, vale a dire senza passioni e senza slanci sarebbe un mostruoso animale fatto semplicemente di istinto e di raziocinio, una specie di cinghiale laureato in matematica pura.
Fabrizio De André [1]

A trent’anni dalla laurea, ancora sogno che mi mancano quattro esami per finire.
Diego De Silva, Superficie, 2018

I diplomi sono per chi non ha talento. Hai talento? Non preoccuparti di superare l'esame di maturità.
Pierre Desproges, Fondi di cassetto, 1990

Quando gli ignoranti diplomati proliferano, la stupidità fiorisce felicemente.
Jean-Luc Dion [1]

Studia, studia, ma fa'. Perché con una laurea in mano riuscirai a mungere meglio la mucca. E se ne accorgerà anche la mucca. 
Luigi Einaudi [1]

Diploma: permesso di dimenticare − o perlomeno − di non imparare più.
[Diplôme: permis d'oublier ou - à tout le moins - de ne plus apprendre].
Georges Elgozy, Lo spirito delle parole o l'Antidizionario, 1981

Le qualità di carattere stanno per noi più in alto di quelle di un astratto intelletto o di una vana creatività artistica. Un uomo che, semi-illetterato. ha vivo il sentimento di onore e di fedeltà, per noi vale di più di un accademico laureato narcisista pronto ad ogni cortigianeria pur di farsi avanti.
Julius Evola, Sintesi di dottrina della razza, 1941

Ricordo bene quanto ho lavorato per ottenere una vera laurea a Princeton, mentre altri signori sullo stesso palco ricevevano il diploma ad honorem senza aver fatto nulla – avevo la sensazione che una laurea «onoraria» togliesse valore alla laurea intesa come «conferma dello svolgimento di un dato lavoro». Giurai a me stesso che se mai me ne avessero offerta una non l’avrei accettata.
Richard Feynman, lettera a George W. Beadle, 1967

Mio padre diceva sempre: «Prenditi un pezzo di carta (una laurea) e poi farai quel che ti piace». Se gli avessi dato retta!... Mah, forse ora farei quel che piace agli altri.
Ennio Flaiano, Autobiografia del blu di Prussia, 1974 (postumo)

Tra pochi anni avremo un milione di studenti universitari. Questo fa pensare a un milione di laureati ogni anno. Il che significa l'intera massa qualificata tra un decennio. La cronaca dovrà registrare fatti di questo genere: Lite tra dottori per futili motivi − O anche: Uccide tre dottori piombando sul marciapiedi. E infine: Falso analfabeta smascherato.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1959/72 (postumo, 1986)

Voi donne non amate mica il marito ma il matrimonio. Vi piace essere sposate come a noi uomini piace essere laureati, diplomati, specializzati. Io sono laureato in legge, per esempio. Io non amo mica la legge, amo la mia laurea.
Ennio Flaiano, ibidem

Diploma: segno di sapere. Non prova niente.
[Diplôme: signe de science. Ne prouve rien].
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1850/80 (postumo 1913)

La nostra scuola produce diplomati che non trovano lavoro, oppure licenzia giovani meno preparati dei loro coetanei stranieri; la nostra università non inserisce i laureati nel circuito scientifico, ma li parcheggia in attesa della cooptazione del barone di turno. Insomma, scuola e università sembrano non rispondere più alle esigenze dei cittadini.
Giovanni Floris, La fabbrica degli ignoranti, 2008

Il diploma o la laurea di una persona non significano nulla per me finché non vedo cosa è in grado di farci.
[A man's college and university degrees mean nothing to me until I see what he is able to do with them].
Henry Ford [1]

Ogni anno, tantissimi ragazzi stupidi si diplomano al liceo. E se possono farlo loro, puoi farlo anche tu.
John Green [1]

La laurea non è la fine; è l'inizio.
[Graduation is not the end; it's the beginning].
Orrin Hatch [1]

La laurea è un pezzo di pergamena che si dà ai diplomati all'Università per coprire le loro nudità intellettuali.
Robert Hutchins [1]

Mia madre era fissata col pezzo di carta. Mi diceva sempre: “Figlio mio, al giorno d’oggi non vai da nessuna parte senza un certificato di invalidità”.
Bruce Ketta [1]

Non si finisce mai di imparare. La tomba sarà il mio diploma.
[I am learning all the time. The tombstone will be my diploma].
Eartha Kitt [1]

Non ho mai assistito a una lezione. Il fatto che l'università mi abbia dato una laurea è un'accusa contro il nostro sistema educativo.
Kevin Kline [1]

Il problema di imparare dall'esperienza è che non riceverai mai un diploma.
Doug Larson [1]

L'Italia è il paese dei diplomi, delle lauree, della cultura ridotta soltanto al procacciamento e alla spasmodica difesa dell'impiego. 
Carlo Levi, Cristo si è fermato a Eboli, 1945

La laurea è una cresima dello spirito.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766-1799 (postumo 1902/08)

Affiderò questa faccenda al mio avvocato, appena si laurea.
Groucho Marx, in La guerra lampo dei fratelli Marx, 1933

Si lasci l'istruzione agli sciocchi! Una ragazzina che abbia conseguito un qualche diploma, anche se in seguito dovesse dimenticare tutto ciò che ha appreso, temo che resterebbe in lei, come in un vaso incantevole che contenne un giorno un liquido nauseabondo, il cattivo odore del finto sapere che un tempo ha ingurgitato.
Henry de Montherlant, Le ragazze da marito, 1936

Il progresso è innegabile. Ora anche gli ignoranti sono laureati.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Essere autodidatti non è un disonore, ma avere un diploma è un'altra cosa.
Hugh Nibley [1]

La missione principale di un buon docente dovrebbe essere principalmente quella di ricondurre la scuola e l’università alla loro funzione essenziale: non quella di sfornare diplomati e laureati, ma quella di formare cittadini liberi, colti, capaci di ragionare criticamente e autonomamente.
Nuccio Ordine, Classici per la vita, 2016

La scuola è fatta per avere il diploma. E il diploma? Il diploma è fatto per avere il posto. E il posto? Il posto è fatto per guadagnare. E guadagnare? È fatto per mangiare. Non c'è che il mangiare che abbia fine a se stesso, sia cioè un ideale. Salvo in coloro, in cui ha per fine il bere.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Molti stupidi si laureano per non avere dubbi.
Enzo Raffaele, Aforismi sovrani, 2014 

Non c'è nulla di più ingiusto di una scuola che promuove tutti: così si squalifica il valore dello studio, e se il diploma vale poco, chi si farà strada più facilmente dopo gli studi saranno i figli dei ricchi e dei potenti.
Federico Rampini, Alla mia Sinistra, 2011

Quand'anche un uomo possedesse tante stellette quanto un albero di natale e si fosse laureato con il massimo dei voti, se però a partire dal giorno della laurea avesse smesso di leggere lasciando che il suo cervello si arrugginisse, sarà solo un ignorante conclamato o lo diventerà presto.
Ranganathan, Le cinque leggi della biblioteconomia, 1931

Perché pensi di essere stupida, Jane? Non hai mica una laurea e non insegni logica, ti pare?
Ronald Reagan, in Bonzo la scimmia sapiente, 1951

È un fenomeno classico che la decadenza degli studi sia accompagnata dall'inflazione dei diplomi e dei titoli.
Jean-François Revel, La cabala dei devoti, 1962

Lo chiamiamo il Laureato, perché è ignorantissimo! Ha un’ignoranza enciclopedica: non sa niente di tutto! Di cose di cui io non ne ho la minima idea, lui ne sa ancora meno!
Francesco Salvi [1]

Laurea è dispensa da imparare: il pezzo di carta su cui ci si siede per difendere l'alfine acquisito diritto all'ignoranza.
Camillo Sbarbaro, Fuochi fatui, 1956/67

A volte sempre che sia stato ieri. Il diploma del liceo appena preso, i saluti, ma soprattutto quella sensazione che si ha a 17 o 18 anni e cioè che nessuno ti sia mai stato cosi amico, ti abbia amato cosi profondamente o col quale tu abbia riso cosi forte. A volte sembra che sia stato ieri, e a volte sembrano i ricordi di qualcun altro... 
Lucas Eugene Scott (Chad Michael Murray), in One Tree Hill, 2003-2012

Il mestiere di presidente della Repubblica e quello di pubblicitario hanno in comune di non richiedere né studi né diplomi. 
Jacques Séguéla, Non dite a mia madre che faccio il pubblicitario... Lei mi crede pianista in un bordello, 1979

Sono laureato ma guardi, è un errore di gioventù del quale sono profondamente consapevole. Ho inoltrato una richiesta per rinunciare al mio titolo accademico: significa che, tempo due settimane, c’ho praticamente la quinta elementare.
Pietro Sermonti, in Smetto quando voglio, 2014

Quando un uomo, insegnando ciò che non sa a qualcuno che non ha alcuna attitudine ad apprenderlo, gli dà un diploma, quest'ultimo ha completato degnamente la sua educazione di uomo.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Laurea Si ottiene con troppa facilità.
Umberto Simonetta e Maurizio Costanzo, Dizionario delle idee correnti, 1975

Ti fanno entrare a forza nella loro società malata e schiavizzante; ti ficcano nelle loro scuole e ti obbligano a studiare per prendere un diploma, il quale ti consentirà di trovarti un lavoro e di guadagnare per pagare tutto ciò che serve per continuare a far parte del loro club fin quando non crepi. Ma se non prendi bei voti, se non hai un buon reddito, se, come loro, non ti fai una famiglia, se non condividi i loro valori e non rispetti tutte le loro regole, ecco che ti danno del fallito, ti considerano un perdente e un disadattato, ti emarginano o ti puniscono. Ma che razza di scherzo è mai questo? Possibile che nessuno si senta preso in giro e che tutti, tranne poche eccezioni, trovino tutto ciò normale? Ma soprattutto, quanto beoti bisogna essere per voler rinchiudere in questo manicomio anche i propri figli?
Giovanni Soriano, L'inconveniente umano, 2022

Miracoli della tecnologia: milioni di ignoranti che, terminate le scuole (ché si può benissimo essere diplomati e ignoranti), non avrebbero più letto né scritto un solo rigo in vita loro, grazie ai social network leggono ogni giorno con spasmodica curiosità ciò che altri ignoranti come loro hanno scritto. Questo sì che è progresso culturale!
Giovanni Soriano, ibidem

Molti degli uomini e delle donne di maggior successo al mondo non si sono mai laureati, ma hanno frequentato la scuola della vita.
Brian Tracy [1]

I laureandi di Harvard pensano che inventare un lavoro sia meglio che trovare un lavoro.
Douglas Urbanski, in The Social Network, 2010

Il diploma è il nemico mortale della cultura.
[Le diplôme est l'ennemi mortel de la culture].
Paul Valéry, Le bilan de l'intelligence, 1935 (conferenza)

L'istruzione non è più la formazione della mente, ma l'acquisizione di un diploma, è il minimo esigibile che diviene l'oggetto degli studi.
Paul Valéry, Variété, 1931/36 

Il caroprezzi colpisce anche la scuola. Con quello che costano libri, diari e zainetti, conviene comprarsi direttamente il diploma.
Dario Vergassola, Un annetto buono, 2009

Il giorno in cui ci sarà il diploma di pittura, ci saranno pittori ma non più artisti.
Jipe Vieren [1]

Se continua l'inflazione dei voti, una laurea triennale avrà la stessa credibilità di un diploma di scuola superiore.
Walter E. Williams [1]

La vita è una scuola in cui non ci si diploma mai. 
Nina Yemorowska [1]

− Ma è un idiota, per cominciare.
− È laureato a Harvard.
− Sì, potrà: anche Harvard fa i suoi sbagli... Sai, ci insegnava Kissinger.
Woody Allen e Diane Keaton, in Io e Annie, 1977

− Si guadagna bene a fare il medico?
− Sai come si dice? Una volta laureato, guadagno assicurato.
Todd Field e Tom Cruise, in Eyes Wide Shut, 1999

Matrimonio dopo il diploma: I promossi sposi.
Aforismario (Giochi di Parole con Titoli di Libri)

Aria d'importanza, diploma d'ignoranza.
Proverbio

La laurea non fa il dottore.
Proverbio

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Scuola - Università - Istruzione - EsamiFrasi di Auguri per Diploma e Laurea

Nessun commento: