Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sull'Onnipotenza

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'onnipotenza, sul sentirsi onnipotenti e sull'onnipotenza divina, che in varie religioni è uno dei più importanti attributi della divinità. Il termine "onnipotente" deriva dal latino omnipŏtens, composto da omni- "onni" e potens "potente", e indica la qualità di chi può tutto.
In genere, si definisce onnipotente la divinità; tuttavia, nel linguaggio comune è abbastanza diffusa l'espressione "essere affetti da delirio di onnipotenza", per descrivere chi si crede invincibile, chi è convinto di poter superare qualunque ostacolo e raggiungere qualunque obiettivo. In psichiatria, il delirio di onnipotenza costituisce un disturbo psicologico.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul potere, i potenti, il delirio e la megalomania. [I link sono in fondo alla pagina].
I deliri di onnipotenza, anche se piacevoli, non cessano di essere deliri
e, a effetto concluso, presentano il conto. (Umberto Galimberti)
La presenza del divino nel mondo dovrebbe servire a calmare l'orgoglio sviscerato e il senso di onnipotenza umana che esaltano il potere e il dominio.
Vittorino Andreoli, L'uomo di vetro, 2008

L'uomo, invece di mostrare la propria fragilità, esprime arroganza e inimicizia, si circonda di odio e di voglia di vendetta. Trasforma nel peggiore dei modi un sentimento di insufficienza e di limite, fino al delirio di onnipotenza per cui egli non ha bisogno di nessuno, mentre tutti dipendono da lui.
Vittorino Andreoli, ibidem

Senza cultura è come essere in un deserto a piangere la distruzione della società, attuata per consentire a pochi idioti di esprimere il loro delirio di onnipotenza.
Vittorino Andreoli, Il denaro in testa, 2011

L'alterigia è un'infatuazione, è la condizione dello stupido che si veste di onnipotenza, pensando che l'altro sia più stupido di lui. E quasi sempre non è vero.
Vittorino Andreoli, La gioia di vivere, 2016

L'onnipotenza logora chi non ce l'ha...
Federico Buffa [1]

Il desiderio di onnipotenza che in misura maggiore o minore appartiene a tutti noi, deve quotidianamente scontrarsi con la realtà della vita, che ci sottopone la relazione interpersonale e il confronto con i nostri - nonché altrui - più deplorevoli aspetti di personalità.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

L’ambizione è all'origine dei disastri. È questo che rende la gente infelice, ansiosa di superarsi. Tutto il male deriva da questa volontà di superamento, da questa infermità mentale, da questa onnipotenza.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

Se fossi onnipotente − Dio o Diavolo −, eliminerei l'uomo.
Emil Cioran, ibidem

L'artista deve essere nella sua opera come Dio nella creazione, invisibile e onnipotente. Si deve sentire ovunque ma non si deve mai vedere.
Gustave Flaubert [1]

L’impotenza di Dio è infinita.
Anatole France, Il giardino di Epicuro, 1895

Contro lui stesso la sua impotenza è infinita.
Anatole France, Sopra la pietra bianca, 1905

Nella fase animistica l'uomo si attribuisce l'onnipotenza; la cede agli dèi in quella religiosa, senza tuttavia rinunciarvi seriamente, giacché si lascia la facoltà di guidare, in base ai suoi desideri, gli dèi, con varie influenze.
Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913

L'onnipotenza dell'uomo non trova più posto nella visione scientifica del mondo, giacché egli ammette la propria piccolezza, è rassegnato alla morte ed è sottomesso a tutte le necessità della natura. Tuttavia una parte dell'originaria credenza nella propria onnipotenza sopravvive con la fiducia nella potenza dell'intelletto umano, che impugna le leggi della realtà. 
Sigmund Freud, ibidem

Solo in un campo, in quello dell'arte, si è conservata sino ai nostri giorni «l'onnipotenza del pensiero». Solo nell'arte succede ancora che un uomo, consumato dai desideri, riesca a creare qualcosa che somigli al soddisfacimento e che, in virtù dell'illusione artistica, questo spasso, come fosse una cosa reale, dia luogo a conseguenze affettive. 
Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913

La facoltà di pensare obiettivamente è ragione; l'atteggiamento emotivo che va di pari passo alla ragione è quello di umiltà. Essere obiettivi, usare la propria ragione, è possibile solo se si è raggiunto un vero atteggiamento di umiltà, se ci si è staccati dai sogni di onniscienza e onnipotenza che si hanno da bambini.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

L'esperienza di controllo assoluto su un altro essere, di onnipotenza per quanto lo (o la) riguarda, crea l'illusione di trascendere i limiti dell'esistenza umana, particolarmente per coloro che conducono una vita squallida e improduttiva.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Sostanzialmente il sadismo non ha scopi pratici; non è «banale», ma «devozionale». "È la trasformazione dell'impotenza nell'esperienza dell'onnipotenza": è la religione di chi è psichicamente zoppo.
Erich Fromm, ibidem

I deliri di onnipotenza, anche se piacevoli, non cessano di essere deliri e, a effetto concluso, presentano il conto.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

L'attribuire onnipotenza alla ragione è un esempio di idolatria cattivo come l'adorazione del legno o della pietra credendo che siano Dio.
Mohandas Gandhi, su Young India, 1919/32

Onnipotente è la donna che, a tavola, ci fa sentire lupi; a letto, leoni.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Come è inetto lo zelo più volenteroso degli uomini di fronte all'onnipotenza dell'entusiasmo indiviso!
Friedrich Hölderlin, Iperione, 1797

Se pensi che tutto accada per colpa tua vuol dire che ti credi onnipotente. 
Gregory House (Hugh Laurie), in Dr. House - Medical Division, 2004/12

Guai al popolo che per la speranza di una grandezza impossibile o per semplice disperazione giunge a considerare il suo «Capo» come un essere provvidenziale e sacro, dotato di un potere magico e di un'onnipotenza miracolosa. 
Karl Jaspers [1]

L'uomo sarebbe onnipotente se potesse esser disperato tutta la sua vita, o almeno per lungo tempo, cioè se la disperazione fosse uno stato che potesse durare.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Il denaro, in quanto possiede la proprietà di comprar tutto, di appropriarsi di tutti gli oggetti, è dunque l'oggetto in senso eminente. L'universalità della sua proprietà costituisce l'onnipotenza del suo essere, esso è considerato, quindi, come ente onnipotente. 
Karl Marx, Manoscritti economico-filosofici del 1844 (postumo, 1932)

La plebe è tumultuante per abito, malcontenta per miseria, onnipotente per numero.
Giuseppe Mazzini, Lettera a Carlo Alberto, 1831

Quando qualcuno non ha proprio nulla da insegnare a nessuno, l’unica attività a cui si dedica assiduamente con ostinazione, determinazione e zelo è il mettersi a fare il maestro di vita onnisciente ed onnipotente con chiunque gli arrivi a distanza di tiro.
Massimo Roberto Modenese (Aforismi inediti su Aforismario)

− Non sei onnipotente! − Beh, lo diventerò!
Natalie Portman e Hayden Christensen, in George Lucas, Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith, 2005

È difficile fare un lavoro di gruppo quando si è onnipotenti.
[I'm not good in groups. It's hard to work in groups when you're omnipotent].
Q, in Star Trek - The Next Generation, 1987-1994

Io non credo al fascino: ma certo l'onnipotenza d'uno sguardo sarà sempre il più inesplicabile dei misteri.
Antonio Ranieri, Ginevra o l'orfana della Nunziata, 1839

Si era convinti di avere a capo un uomo onnipotente e poi si scopre che si trattava semplicemente di un uomo capace di tutto.
Giuseppe Rosato, Diamoci da dire, 2007

Il potere, come la vanità, è insaziabile. Niente di meno che l'onnipotenza potrebbe soddisfarlo completamente.
Bertrand Russell [1]

A sedici anni ci si sente onnipotenti ed eterni e non c'è nulla che faccia davvero paura.
Roberto Saviano, su L'Espress, 2015

Che stagione l'adolescenza. Senti di poter esser tutto e ancora non sei nulla e proprio questa è la ragione della tua onnipotenza mentale.
Eugenio Scalfari, L'uomo che non credeva in Dio, 2008 

Il destino è onnipotente, perciò combattere con esso sarebbe la più ridicola di tutte le presunzioni,
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

L'uomo è debole, la donna è forte, l'occasione è onnipotente.
Ivan Turgenev, Fumo, 1867
Il limite di Dio è la sua onnipotenza:
qualunque cosa faccia, poteva farla meglio. (Pino Caruso)
L'uomo che altro cerca se non di essere, qualora fosse possibile, il solo a cui tutto è sottomesso, in una perversa imitazione dell'onnipotenza divina?
Agostino d'Ippona, La vera religione, 391

È da pazzi dubitare della onnipotenza e della giustizia di Dio.
Agostino d'Ippona, Sul libero arbitrio, 388/395

L’impotenza umana, invasa dalla presunzione, contesta l’onnipotenza di Dio.
Agostino d'Ippona, La città di Dio, 413/426

Io sono piccolo, fragile, indifeso. Posso sbagliare, commettere errori, anche per ingenuità, leggerezza. Allora, prendo tutto me stesso e mi abbandono all'universale fluire delle cose, perché in fondo sono solo un minuscolo granello dell'universo. Affido a Dio queste mie paure. E se davanti alla sua onnipotenza, riesco a riconoscere la mia infinita piccolezza, cosa mai può essere la mia ansia, o la mia paura del futuro, cosa potrà mai farmi la sofferenza?
Giovanni Allevi, In viaggio con la Strega, 2008

Nel pensiero teologico, come nel pensiero filosofico, cʹè una corrente cristiana di teologia debole, che non concede a Dio lʹonnipotenza, che vede anche in Dio un limite. La risposta odierna, credo, è piuttosto il silenzio di Dio.
Corrado Augias e Remo Cacitti, Inchiesta sul cristianesimo, 2009

Se a Dio si attribuiscono onniscienza, onnipotenza, infinita bontà, infinito amore e ogni altra umana qualità portata al suo massimo grado, Dio altro non è che l'oggettivazione idealizzata di quanto di meglio l'uomo riesca a sentire e a esprimere. In due parole: in quell'idea di Dio l'uomo proietta il meglio di sé.
Corrado Augias e Vito Mancuso, Disputa su Dio e dintorni, 2009

L'idea di un Dio, un essere onnisciente, onnipotente, e che inoltre ci ama, è una delle più azzardate creazioni della letteratura fantastica. 
Jorge Luis Borges [1]

Dio è onnisciente, onnipresente, onnipotente, solo che non mette mai in pratica queste sue magnifiche qualità, forse l'età l'ha reso troppo pigro.
Carl William Brown, Aforismi contro il potere e l'autorità della stupidità, 2015

Il limite di Dio è la sua onnipotenza: qualunque cosa faccia, poteva farla meglio.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Quando si è onnipotenti, ubiqui, onniscienti è facile montarsi la testa.
Pino Caruso, ibidem

Se Dio è onnipotente, come può esistere il diavolo?
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Il dio buono non era attrezzato per creare: possiede tutto, fuorché l'onnipotenza. Grande per le sue deficienze (bontà e anemia vanno di pari passo), è il prototipo dell'inefficacia: non può aiutare nessuno...
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Non riesco a persuadermi che un Dio benefico e onnipotente abbia volutamente creato gli icneumonidi con l'espressa intenzione che essi si nutrano entro il corpo vivente dei bruchi.
Charles Darwin, lettera ad Asa Gray, 1860

Un essere potente e sapiente come un dio, che ha potuto creare l'universo, appare al nostro spirito limitato onnipotente e onnisciente, e offende la nostra comprensione l'idea che la sua benevolenza non debba essere illimitata, poiché quale beneficio potrebbe avere la sofferenza di milioni di animali inferiori per un tempo quasi infinito?
Charles Darwin [1]

La prova decisiva dell'onnipotenza di Dio è che non ha bisogno di esistere per salvarci.
[It is the final proof of God's omnipotence that he need not exist in order to save us].
Peter De Vries [1]

È l'onnipotenza di Dio a renderci così impotenti.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ho qualche difficoltà a credere che Dio in ogni istante si interessi di me e di miliardi di altre persone. Ne dubito non per l'enormità dell' impresa (Dio è onnipotente), ma per le tonnellate di noia.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

O Signore, Tu sei forte, e io sono debole. Perché mi hai dato il dolore da sopportare? Tu sei grande e onnipotente, mentre io non sono nient’altro che una minuscola creatura che striscia davanti al Tuo trono. Perché mi hai schiacciato col Tuo piede?
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

Dio è onnipotente, onnisciente e onnibenevolo... c'è scritto sull'etichetta. Se hai una mente capace di credere simultaneamente a tutti e tre i divini attributi, ho un magnifico affare da proporti. Niente assegni, prego. Contanti e in banconote di piccolo taglio.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Da un punto di vista logico non è per niente scontato che la dottrina della onnipotenza di Dio sia razionalmente plausibile o fondata in modo apodittico, mentre per contro la dottrina della limitatezza divina sarebbe una indifendibile stravaganza.
Hans Jonas, Il concetto di Dio dopo Auschwitz, 1984

La onnipotenza divina può coesistere con la bontà assoluta di Dio solo al prezzo di una totale noncomprensibilità di Dio, cioè dell'accezione di Dio come mistero assoluto.
Hans Jonas, ibidem

Solo di un Dio totalmente incomprensibile si può affermare che è assolutamente buono e cooriginariamente assolutamente onnipotente e che, nonostante ciò, sopporta il mondo così com'è.
Hans Jonas, ibidem

Dio dovrebbe essere incomprensibile se con la bontà assoluta gli venisse attribuita anche l'onnipotenza.
Hans Jonas, ibidem

Dopo Auschwitz possiamo e dobbiamo affermare con estrema decisione che una Divinità onnipotente o è priva di bontà o è totalmente incomprensibile
Hans Jonas, ibidem

Il male c'è solo in quanto Dio non è onnipotente. Solo a questa condizione possiamo affermare che Dio è comprensibile e buono e che nonostante ciò nel mondo c'è il male.
Hans Jonas, Il concetto di Dio dopo Auschwitz, 1984

Un Dio che è onnisciente e onnipotente, e che non si cura nemmeno di far sì che le sue intenzioni vengano intese dalle sue creature: e questo sarebbe un Dio di bontà?
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Come? Un Dio che ama gli uomini a condizione che abbiano fede in lui, e che fulmina con sguardi terribili e minacce chi non crede in questo amore! Come? Un amore messo in clausole sarebbe il sentimento di un Dio onnipotente! Un amore che neppure è riuscito a padroneggiare il senso dell'onore e l'eccitata sete di vendetta!
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Trovo strano si possa pensare che una divinità onnipotente, onnisciente e benevola abbia preparato il mondo, da nebulose senza vita, in tanti milioni di anni, per poi ritenersi soddisfatta dall'apparizione finale di Hitler, Stalin e dalla bomba H.
Bertrand Russell, Perché non sono cristiano, 1957

Mi stupisco si possa credere che questo mondo, con tutti i suoi difetti, debba essere quanto di meglio onnipotenza e onniscienza siano state in grado di costruire in milioni di anni. Francamente non posso crederlo. Se voi aveste l’onnipotenza, l’onniscienza e milioni di anni a vostra disposizione, non fareste di meglio?
Bertrand Russell, Perché non sono cristiano, 1957

Mi risulta difficile accettare che qualcuno capace di ragionamenti elaborati e con una mentalità non sottomessa all'assolutismo del Potere, per quanto paternalistico esso possa essere, veda nell'esistenza di un Dio onnipotente, al cui capriccio creatore apparterremmo, una prospettiva cosmica desiderabile.
Fernando Savater, La vita eterna, 2007

Il creatore non ha semplicemente creato il mondo, ma anche la possibilità: egli avrebbe dunque dovuto stabilirla in modo che potesse consentire un mondo migliore. Ma contro una tale veduta del mondo in quanto opera riuscita di un essere onnisciente, infinitamente buono e per di più onnipotente, grida da un lato troppo forte la miseria di cui il mondo è pieno, e dall'altro l'evidente imperfezione, anzi buffonesca deformità, della più perfetta delle sue apparenze, quella umana. Qui è un'irrimediabile dissonanza.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Perfetto, onnipotente, con tutta l’eternità a disposizione – e questo è il risultato!
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Perché svilire la straordinarietà di questo mondo, il suo terribile mistero e la sua crudele bellezza, con idee puerili come quella che lo vorrebbe creato da un dio invisibile e onnipotente?
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Sei giorni per creare il mondo sono davvero un po’ troppi per un dio onnipotente, ma, visto il risultato, sarebbe stato meglio se ne avesse impiegato anche qualcuno in piú.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Più di un filosofo è giunto alla strabiliante conclusione che neppure un dio potrebbe trasgredire le leggi fondamentali della logica e della matematica vigenti nel nostro mondo; per cui, anche all'onnipotente, a esempio, non sarebbe dato affermare che 2 + 2 fa 5. Ciò, com'è noto, è privilegio esclusivo della creatura umana.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Con la sua onnipotenza Dio ha deciso non solo di non esistere, ma anche di non essere mai esistito.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

I ragionamenti tortuosi allontanano da Dio; l'onnipotenza, messa alla prova, caccia gli stolti.
Libro della Sapienza, Antico Testamento, I sec. a.e.c.

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Potenza - Potere - Potenti - Delirio - Megalomania

Nessun commento: