Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sulla Diffamazione

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sulla diffamazione, parola che deriva dal latino, composta da "dis-" e "fama", che indica la diffusione di notizie, vere o false che siano, disonorevoli per la reputazione di qualcuno. In ambito giuridico, la diffamazione può costituire un vero e proprio reato "consistente nel recare offesa all'altrui reputazione comunicando a due o più persone, a voce o per iscritto, e fuori della presenza della persona offesa, oppure diffondendo, per mezzo della stampa, notizie di fatti che possano comunque ledere o diminuire la stima morale o intellettuale o professionale che la persona gode nell'ambiente in cui vive: dare querela per diffamazione". [Vocabolario Treccani].

A mo' d'introduzione, riportiamo un brano autobiografico di Jean-Jacques Rousseau che può essere considerato una sorta di "preghiera del diffamato": "Protettore degli oppressi, Dio di giustizia e di verità, ricevi questo deposito che mette sul tuo altare e affida alla tua provvidenza uno sconosciuto sfortunato, solo, senza appoggi, senza difensori su questa terra, oltraggiato, deriso, diffamato, tradito da tutta una generazione; da quindici anni perseguitato da trattamenti peggiori della morte, da indegnità mai udite sinora tra gli uomini, senza mai averne potuto conoscere né il motivo né la causa. Mi si rifiuta ogni spiegazione, mi si toglie ogni possibilità di comunicazione; dagli uomini, inaspriti dalla loro stessa ingiustizia, non aspetto altro che affronti, menzogne e tradimenti. Provvidenza eterna, sei la mia sola speranza; degnati di prendere il mio deposito sotto la tua custodia e di consegnarlo in mani giovani e fedeli, che lo trasmettano esente da manipolazioni a una generazione migliore". [Rousseau giudice di Jean-Jacques, postumo, 1780/82].

Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla calunnia, la maldicenza, il disonore e la reputazione. [I link sono in fondo alla pagina].
La diffamazione è un pettegolezzo reso noioso dalla morale! (Oscar Wilde)
Una parte considerevole della politica è competizione, spregiudicata lotta per il potere dove, come ne Il principe di Machiavelli, la denuncia morale è uno strumento per scatenare l’aggressività. È incredibile che la gente non capisca, non voglia capire che quando in un movimento, in un partito politico, il capo, il demagogo urla: «facciamo giustizia», di solito non ha nemmeno lontanamente in mente la giustizia morale. Il suo vero scopo è minare la legittimità di chi è al potere per rovesciarlo e prendere il suo posto. La calunnia, la satira, la diffamazione, il linciaggio morale, sono stati e sono strumenti abituali di conquista del potere.
Francesco Alberoni, Valori, 1993

Ci sono alcuni critici [...] che distruggono, con le loro parole, con i loro scritti, qualsiasi opera capiti nelle loro mani. E più l'altro ha valore, più merita, più lo colpiscono, lo insultano, lo diffamano. Non potendo sfogare il loro odio con il rogo, lo soddisfano con la calunnia.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

L’uomo diffama sé stesso quando prova ripugnanza per un suo simile o addirittura gli si rivolta contro per danneggiarlo
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Assente. Soggetto agli attacchi degli amici e dei conoscenti; diffamato; calunniato; denigrato in tutti i sensi e in ogni occasione. Ha, purtroppo, sempre e inevitabilmente torto.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Diffamare. Mentire a proposito di qualcuno e dire la verità a proposito di un altro.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Nel ventenni o della Dittatura nella società letteraria la diffamazione aveva, in ordine crescente di accusa, i seguenti gradi: ebreo, omosessuale, antifascista. L'ultimo conduceva all'ostracismo. A distanza di cinquant'anni i primi due hanno diluito la la loro virulenza. Il terzo si è capovolto ma rimane il più distruttivo.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

La fine corona l'opera, e la buona morte onora tutta la vita, la cattiva diffama.
Pierre Charron, Della saggezza, 1601

Vi prego d'essere scrupolosamente geloso della purezza del vostro carattere morale. Serbatelo immacolato, intatto, incontaminato, e non sarà sospettato da nessuno. La diffamazione e la calunnia non attaccano mai dove nessun lato debole loro si presenta. E l'una e l'altra ingrandiscono, ma non creano giammai.
Philip Dormer Stanhope Chesterfield, Lettere al figlio, 1737/68 (postumo)

Chi non accettasse di mentire vedrebbe la terra sfuggirgli sotto i piedi: noi siamo biologicamente costretti al falso. Non esiste eroe morale che non sia puerile o inefficace o inautentico; giacché la vera autenticità è la sozzura nella frode, nelle convenienze dell'adulazione pubblica e della diffamazione segreta. Se i nostri simili potessero prendere atto delle nostre opinioni su di loro, l'amore, l'amicizia, la devozione sarebbero depennati per sempre dai dizionari.
Emil Cioran, Sommario di decomposizione, 1949

Se diffamate la saggezza, è perché non potete accedervi.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

L’uomo è abituato alla propria cattiveria e soprattutto al bisogno di diffamare gli altri.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

L'amore più passionale non avvicina due esseri quanto la diffamazione.
Emil Cioran (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non capisco perché, se ottieni un risarcimento in una causa per diffamazione, poi dovresti dare i soldi in beneficenza. [...] Io, se vincessi una causa per diffamazione, mi procurerei il numero di chi mi ha diffamato per mandargli sistematicamente su WhatsApp le foto degli alberghi in cui sono andato a sputtanarmi i suoi soldi.
Diego De Silva, Superficie, 2018

La mia anima mi parlò e mi consigliò di amare tutto quello che gli altri odiano, e di favorire colui che gli altri diffamano.
Kahlil Gibran, La mia anima mi consigliò, Poesie in prosa, 1934 (postumo)

Il migliore fra gli uomini è colui che arrossisce quando lo lodi e rimane in silenzio quando lo diffami.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Raramente si riflette a fondo su quanto grande sia la forza delle parole. Sono convinto che un uomo possa diventare cattivo perché la gente lo definisce cattivo. E quanti riescono a mantenersi sulla retta via soltanto perché il mondo intero dice che essi la percorrono! Un motivo di più per condannare la diffamazione.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

La diffamazione è la vendetta del codardo e la dissimulazione della sua difesa.
Samuel Johnson [1]

Qualunque sia la diffamazione che i miei nemici diffondono su di me, non sento il bisogno di giustificarmi nei loro confronti. Mentre la discrezione mi obbliga a tacere, il mio dovere mi obbliga a impedire loro di fare ulteriori danni.
Toussaint Louverture [1]

Non raccontar mai come una volta ti sia capitato di essere diffamato o ingiuriato: c'è troppa gente che se la gode all'idea di saperti bistrattato. Qui non si applica l'adagio di Bernardo di Chiaravalle: "se non puoi scusare l'atto, scusa l'intenzione": nessuno penserà mai che tu abbia potuto avere buone intenzioni o incorrere in disattenzioni veniali.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, XVII sec.

Esagera le malefatte del tuo avversario, e le terribili conseguenze se restano impunite. Per non sembrare personalmente interessato, depreca le pene troppo severe e fa' appello alla clemenza nei suoi confronti (bada che questo ti riesca poco convincente). Rivanga ogni aspetto del suo passato che si possa interpretare male. E poi, cogliendo l'occasione, lo spingi in giudizio nelle peggiori condizioni per difendersi.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, XVII sec.

Si dovrebbero annientare i piccoli ladri, i piccoli calunniatori, i piccoli maligni e diffamatori − non gli assassini non si può aver pietà per zanzare e pulci. Persone spregevoli c persone terribili.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

La persona corretta che viene diffamata non può uscirne distrutta; tuttavia ne esce annerita, come accade al legno verde che non è combustibile.
Gianfranco Ravasi, Le parole del mattino, 2011

La malvagità impiegata a diffamare un uomo prova che egli non è diffamato a causa della sua malvagità.
Jean-Jacques Rousseau, Rousseau giudice di Jean-Jacques, 1780/82 (postumo)

Colui che si sente degno d'onore e di stima, e che il pubblico misconosce e diffama a suo piacere, con che tono si renderà da solo la giustizia che gli è dovuta? Deve vantarsi delle qualità che sente in sé, e che gli altri rifiutano di vedere? Vi sarebbe più bassezza che orgoglio a prostituire cosi la verità: lodarsi, allora, anche con la più rigorosa giustizia, sarebbe piuttosto degradarsi che rendersi onore, e conoscerebbe molto male gli uomini chi credesse di poterli emendare di un errore, del quale si compiacciono tanto, con le sue sole proteste. Un silenzio fiero e sdegnoso è in questo caso più appropriato.
Jean-Jacques Rousseau, Rousseau giudice di Jean-Jacques, 1780/82 (postumo)

Che cos'è la diffamazione? Un verdetto di "colpevole" pronunciato in assenza dell'imputato, a porte chiuse, senza difesa o appello, da un giudice interessato e prevenuto.
Philibert Joseph Roux [1]

Chi mi sottrae il mio buon nome, mi deruba di ciò che altrui non arricchisce, e rende me ben povero.
[He that filches from me my good name, Robs me of that which not enriches him, And makes me poor indeed].
William Shakespeare, Otello, ca. 1604

C'è differenza tra pettegolezzo e diffamazione. Il pettegolezzo è una cosa deliziosa. La storia che si studia non è altro che un pettegolezzo. Ma la diffamazione è un pettegolezzo reso noioso dalla morale!
Oscar Wilde, Il ventaglio di Lady Windermere, 1892

Chi fa un cattivo processo alle intenzioni, apre la via alla diffamazione.
[Qui fait un mauvais procès d'intention, ouvre la voie à la diffamation].
Serge Zeller, Les Belles Lettres, 1958 
L'amore più passionale non avvicina due esseri quanto la diffamazione.
(Emil Cioran)
O credenti, non scherniscano alcuni di voi gli altri, ché forse questi sono migliori di loro. E le donne non scherniscano altre donne, ché forse queste sono migliori di loro. Non diffamatevi a vicenda e non datevi nomignoli. Com'è infame l'accusa di iniquità rivolta a chi è credente! Coloro che non si pentono sono gli iniqui.
Corano, VII sec. a.e.c.

Non dare ascolto ad alcun miserabile spergiuro, al diffamatore, seminatore di maldicenza, a quel grande nemico del bene, trasgressore, peccatore, arrogante e persino bastardo.
Corano, VII sec. a.e.c.

Guai ad ogni diffamatore maldicente, che accumula ricchezze e le conta; pensa che la sua ricchezza lo renderà immortale? No, sarà certamente gettato nella Voragine.
Corano, VII sec. a.e.c.

Proverbi sul Diffamare
  • Chi è diffamato, è mezzo impiccato.
  • Chi mal cerca fama, sé stesso diffama.
  • Guardati dal diffamare, perché le prove sono difficili.
  • Il diffamato è quasi impiccato.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Calunnia - Maldicenza - Disonore - Reputazione

Nessun commento: