Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e proverbi sul Re

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sul Re e sui sovrani in genere. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla regina, la monarchia, i prìncipi, il trono e la corona. [I link sono in fondo alla pagina].
Presto ci saranno soltanto cinque re nel mondo: il Re d’Inghilterra,
il Re di Cuori, il Re di Picche, il Re di Fiori e il Re di Denari.
(Faruq I Re d'Egitto)
È proprio dei re agire bene e sentirsi dire male.
Antistene, Frammenti, V-IV sec. a.e.c.

Il mondo ha molti re e un sol Michelangelo.
Pietro Aretino, Lettere, 1538/57

Il privilegio di trovarsi dappertutto a casa propria appartiene solo ai re, alle puttane e ai ladri.
Honoré de Balzac, Splendori e miserie delle cortigiane, 1838/47

Un sovrano deve promettere soltanto ciò che vuole mantenere.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

L'etichetta è la prigione del re.
Honoré de Balzac, ibidem

I sovrani devono perdonare gli errori, ma mai dimenticarli.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

Quando si regna si deve governare con la testa, mai con il cuore.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

I re e i mariti ingannati sono sempre gli ultimi ad avvedersi del loro ridicolo.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Un re non deve discendere al di sotto delle disgrazie.
Napoleone Bonaparte, ibidem

Un sovrano ha sempre torto a parlare in collera. 
Napoleone Bonaparte, ibidem

Quando un sovrano conosce gli uomini che vogliono disfarsi di lui, dovrebbe prima d'ogni cosa disfarsi di loro. 
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

“Il re è nudo!” gridò il bambino. Non era vero, ma nessuno della folla ebbe cuore di contraddire un
bambino cieco.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

La figlia del re, giocando con una delle sue cameriere, le guardò la mano, e dopo aver contato le sue dita esclamò con sorpresa: "Come! Anche voi avete cinque dita come me?!". E le ricontò per sincerarsene.
[Madame, fille du Roi, jouant avec une de ses Bonnes, regarda à sa main, et après avoir compté ses doigts, comment, dit Enfant avec surprise, vous avez cinq doigts aussi, comme moi; et elle recompta pour s’en assurer].
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri. Caratteri e aneddoti, 1795 (postumo)

La guerra è un gioco, che i re, se i loro sudditi fossero saggi, non giocherebbero mai.
William Cowper, The Task, 1785

È sorte di re fare il bene ed essere denigrato.
Epitteto, in Arriano di Nicomedia, Manuale, II sec.

Il mondo intero è in rivolta. Presto ci saranno soltanto cinque re nel mondo: il Re d’Inghilterra, il Re di Cuori, il Re di Picche, il Re di Fiori e il Re di Denari.
[The whole world is in revolt. Soon there will be only five Kings left: the King of England, the King of Spades, the King of Clubs, the King of Hearts, and the King of Diamonds].
Faruq I d'Egitto [2] (cfr. proverbio)

Dio che salva il re non può fare a meno di aiutare la polizia.
Edward Morgan Forster, Passaggio in India, 1924

Quando Faruk [2] venne detronizzato, un viaggiatore di commercio osservò giudiziosamente: "Sbaglia chi fa il re al giorno d'oggi".
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

I desideri fanno diventare schiavi i re e la pazienza rende re gli schiavi.
Al-Ghazali [1]

Ogni uomo può diventare un re se regna su se stesso, se onora Dio, se è benigno con il prossimo, se odia l'ingiustizia, se è sereno nelle avversità, se è pronto ad andare in guerra contro le armate delle tenebre.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

A ognuno un suo modo di maestà. Siano tutte le azioni, se non di re, almeno degne d'un re, secondo la sfera di ognuna; regale il modo di procedere, entro i limiti di una saggia sorte; sublimi le azioni, elevati i pensieri. E in tutte le sue imprese, cerchi di apparire re per i propri meriti, se non per regalità, poiché la vera sovranità consiste nell'integrità dei costumi
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Difficile dire quanto un re abbia ad essere piccolo perché l'adulazione non lo proclami un gran re. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Non meraviglia che ci siano stati nel mondo tanti re pessimi; anzi meraviglia che ce ne siano stati alcuni buoni, mentre, nella loro condizione, era quasi impossibile riuscire altro che pessimi.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Nulla più della mendicità somiglia alla condizione di re.
Erasmo da Rotterdam, Colloqui, 1522

Preferirei essere un mendicante e spendere i miei soldi come un re, piuttosto che essere un re e spendere come un mendicante.
Robert Green Ingersoll [1]

Non c'è re che non abbia avuto uno schiavo tra i suoi antenati, e nessuno schiavo che non abbia avuto un re tra i suoi.
Helen Keller [1]

A un Re nulla manca se non le delizie di una vita privata; di una così grande perdita lo può consolare unicamente il fascino dell’amicizia e la fedeltà degli amici.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Il piacere di un Re che meriti di essere tale sta nell'esserlo meno qualche volta; nell'uscir di scena, abbandonare le calze di seta e i coturni per interpretare con una persona di fiducia una parte più familiare.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Le corti sarebbero deserte e i Re quasi soli, se l’umanità fosse umile e disinteressata.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Saper parlare ai Re, è forse questo il punto in cui si compie tutta la prudenza e tutta l’abilità del cortigiano.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Se gli uomini sono del tutto incapaci, sulla terra, di una gioia più genuina, più lusinghiera e più emozionante della consapevolezza di essere amati, e se i Re sono uomini, possono mai acquistare a un prezzo troppo alto il cuore dei loro popoli?
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

La politica tradizionale degli Stati e le rivalità dei prìncipi costituivano i capitali fattori degli avvenimenti. Quasi sempre, l'opinione delle folle non contava. Oggi le tradizioni politiche, le tendenze individuali dei sovrani, le loro rivalità, pesano poco. La voce delle folle è diventata preponderante. Detta ai re la loro condotta; e non più nei consigli dei prìncipi, ma nell'anima delle folle, si preparano i destini delle nazioni.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Anche le repubbliche sono a volte governate da re nudi.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Quando i re sono nudi anche i servi si tolgono in fretta la livrea.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

La puntualità è la cortesia dei re.
Luigi XVIII, XIX sec. (attribuito)

Il re, che è quasi sempre l’uomo più ricco e sempre poi il più potente di una nazione, è anche quegli che ha più gravi responsabilità, doveri più svariati e più difficili da adempiere. "Chi più ha, più deve dare".
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

Dal re fino al contadino tutti gli uomini si possono chiamare operai della società, dacché tutti prestano la loro opera per il bene pubblico.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

La maggior parte dei sudditi crede di essere tale perché il re è il Re, non si rende conto che in realtà è il re che è Re perché essi sono sudditi.
Karl Marx, Il Capitale, 1867/94 [3]

Nessuno può battere in eleganza un re in esilio.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

Se il re ama la musica il regno sarà ben governato. 
Mencio, III sec. a.e.c. [1]

L’anarchico, oltre ad essere il più grande ribelle ha pure il vanto di essere un Re. Il Re di sé stesso s’intende!
Renzo Novatore, su Cronaca Libertaria, 1917 

Se stai bene di stomaco e di petto, se non sei tormentato dalla gotta, tutte le ricchezze del re non potrebbero aggiungere nulla alla tua felicità.
Quinto Orazio Flacco, Epistole, 20 a.e.c.

Il potere dei re si fonda sulla ragione e sulla follia del popolo, ma molto più sulla follia.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Gli uomini s'impegnano a correr dietro a una palla e a una lepre: anche i re si divertono a questo modo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Il re è attorniato da persone che pensano soltanto a distrarlo e a impedirgli di pensare a lui stesso: giacché, per quanto re, se ci pensa, è infelice.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

I re dispongono del loro regno, ma i papi non possono disporre del proprio.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

I re in questo mondo dovrebbero imitare Dio, la loro misericordia dovrebbe essere al di sopra delle loro opere.
William Penn [1]

Re Edoardo VIII abdicò al trono d’Inghilterra per amore della Duchessa di Windsor. Ma, rinunciare a una corona per coronare il proprio sogno d’amore, fa di qualunque uomo che ama un re.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Se il Re di diverte o no pochi lo sanno e non è necessario che si sappia; ad ogni modo, come uomo non può ballare, se non alla presenza dei suoi Ministri responsabili e delle loro irresponsabili mogli, o come Re, non solo non governa ma non regna neppure, salvo che per regnare s'intenda constatare il risultamento della più semplice delle operazioni dell'aritmetica.
Nicola Santamaria, Atlantide, 1881

La salute supera tutti gli altri beni esterni, a tal punto, che davvero un mendicante sano è più felice di un re ammalato.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Le corti dei re sono piene di persone, ma prive di amici.
Seneca il Vecchio [1]

Ci si trascina di notte per le vie e si parla tra sé. Il dialogo alligna di giorno e risuona dei suoi traffici ignobili. Di notte si monologa. Come dei re.
Manlio Sgalambro, Del pensare breve, 1991  

Potrei essere rinchiuso in un guscio di noce e tuttavia ritenermi Re di uno spazio infinito, se non fosse che faccio brutti sogni.
[I could be bounded in a nutshell and count myself a king of infinite space, were it not that I have bad dreams].
William Shakespeare, Amleto, 1602

La volgarità in un re lusinga la maggioranza della nazione.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Colui che uccide un re e colui che muore per un re sono egualmente idolatri.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

A re malvagio, consiglier peggiore.
Torquato Tasso, Gerusalemme liberata, 1581

Le prosperità dei cattivi re sono funeste ai popoli.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Gli sguardi affabili adornano il viso dei re.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Chi dev'essere il favorito del re? Il popolo.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

I re sono, con i loro ministri, nella situazione dei cornuti con le loro mogli: non sanno mai quel che accade.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

I buoni re sono i soli pericolosi nemici della moderna democrazia.
Oscar Wilde, Vera, o i Nichilisti, 1880

Ognuno nasce re, e la maggior parte muore in esilio, come la maggior parte dei re.
Oscar Wilde, Una donna senza importanza, 1893

L'umanità non sarà mai libera finché l'ultimo re non sarà strangolato con le budella dell'ultimo prete.
Anonimo (attribuito a Denis Diderot e altri - vedi Citazioni errate)

Le roi est mort, vive le roi!
The king is dead, long live the king!
[Il re è morto, viva il re].
Motto per la proclamazione di un nuovo Re

Proverbi sui Re
  • A casa sua ciascuno è re.
  • A re morto, reame rivolto.
  • Al re si dà quel che chiede, da Dio si prende quel che manda.
  • Anche il re caca di dietro.
  • Anche il re non può far sempre come vuole.
  • Bando di re, fottitura di popoli.
  • Chi non è buono per il re non è buono neppure per la regina.
  • Chi vuol regnare deve se stesso dominare.
  • Comanda più la regina del re.
  • Dinanzi al re si tace o si dice quel che a lui piace.
  • I re che durano sono cinque: i re di cuori, di fiori, di picche, di quadri e il re d’Inghilterra.
  • I re comandano e i popoli si scannano.
  • Il più grande re è il signore di sé stesso.
  • Il re è nudo. [4]
  • Il re nasce e muore come tutti.
  • Il re non letterato è un asino coronato.
  • Il re va dove può, non dove vuole.
  • L’erba voglio non nasce neanche nel giardino del re.
  • La parola del re è comandamento.
  • La parola del re è giuramento.
  • Le preghiere del re sono ordini.
  • Non andare dal re se non sei chiamato.
  • Non c’è re tanto potente al quale non manchi qualcosa.
  • Nuovo re, nuova legge.
  • Ogni re e ogni papa ogni giorno piscia e caca.
  • Ogni re porta la sua legge.
  • Per proverbio dir si suole che tre cose il re non ha: di mangiare il pan condito come noi dall'appetito, di veder levarsi il sole e sentir la verità.
  • Più d’un re è finito servo.
  • Quando il re starnuta tutta la corte dice: – Salute!
  • Quello che vuole il re vuole la legge.
  • Ringraziamo Dio di quello che ci dona e il re di quello che ci lascia.
  • Sotto i panni il re è un uomo come un altro.
Nel paese dei ciechi, l'uomo con un occhio solo è re.
Proverbio (cit. in Minority report, 2002 - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

La giustizia è la forza dei re.
Proverbio cinese

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Faruq I re d'Egitto: detronizzato nel 1952
  3. Un'altra traduzione della frase di Marx è: "Un dato uomo è re soltanto perché altri uomini si comportano come sudditi nei suoi confronti. Viceversa, essi credono di essere sudditi, perché egli è re".
  4. "Il re è nudo": Fa riferimento alla fiaba di Andersen: I vestiti nuovi dell’imperatore. Due impostori offrono a un sovrano vanesio vesti bellissime, ma, a loro dire, visibili solo dalle persone intelligenti. Per apparire tali tutti ammirano e lodano, finché un bambino enuncia la verità: – Ma se non ha niente indosso!. Allora tutti s’accorgono dell’inganno. Il detto, tuttora molto noto, e` usato per alludere a una verità che appare improvvisamente chiara e che nessuno vedeva o voleva vedere, pur avendola sotto gli occhi, ingannato dalle convenzioni, dall'opportunismo, dal conformismo, ecc. [Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
  5. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Regina - Monarchia - Principe - Trono - Corona

Nessun commento: