Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sull'Assoluto

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'assoluto, inteso in senso generico come ciò che è libero da qualsiasi limitazione, restrizione o condizione; in senso filosofico come ciò che ha realtà per sé stesso, che non dipende da altro ed è incondizionato: in senso religioso, con iniziale maiuscola, per intendere la divinità.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul tutto, sull'infinito, sull'eternità e su Dio. [I link sono in fondo alla pagina].
Chi non ha il gusto dell'assoluto si accontenta
di una tranquilla mediocrità. (Paul Cézanne)
Ciò di cui siamo innamorati non è, in realtà, una persona empirica, ma il tramite verso una potenza trascendente, una porta verso l’Assoluto. Il desiderio della persona amata è il desiderio di questo Assoluto intravisto, ma anche irraggiungibile Facendo all'amore noi cerchiamo di colmare questa distanza, di raggiungere e di fonderci permanentemente con la totalità.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Non c'è riposo per lo spirito che nell'assoluto, per il sentimento nell'infinito, per l'anima nel divino, e per la coscienza nel perfetto.
[Il n'y a de repos pour l'esprit que dans l'absolu, pour le sentiment que dans l'infini, pour l'âme que dans le divin, et pour la conscience que dans le parfait].
Henri-Frédéric Amiel, Grani di miglio, 1854

Chi ha il gusto per l'assoluto rinuncia persino alla felicità.
[Qui a le goût de l’absolu renonce par là au bonheur].
Louis Aragon, Aurélien, 1944

L'assoluto non ha bisogno di niente. Né di dio, né di angeli, né di uomini, né di spirito, né di principio, né di materia, né di continuità.
Antonin Artaud, Eliogabalo o l'anarchico incoronato, 1934

L'assoluto è un'astrazione e l'astrazione richiede una forza che è contraria al nostro stato d'uomini degenerati.
Antonin Artaud, ibidem

[La condizione umana]. Una fune tesa tra due infiniti: l'Essere assoluto e l'assoluto Nulla.
Abdur Rahman Badawi, XX sec. [1]

I nobili sentimenti portati all'assoluto producono risultati simili a quelli dei più grandi vizi.
Honoré de Balzac, La cugina Bette, 1846

Come sembra semplice la vita quando ti adatti alle mode prescritte senza cercare l'assoluto che devasta!
Thérèse B. Bayol, Les sœurs d'Io, 1979

La coppia felice che si riconosce nell'amore sfida l'universo e il tempo; è sufficiente a sé stessa, realizza l'assoluto.
[Le couple heureux qui se reconnaît dans l'amour défie l'univers et le temps; il se suffit, il réalise l'absolu].
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949
 
Chi umanizza l'arte raggiunge il più alto grado di comicità, ossia misura l'assoluto col metro del relativo.
Carlo Belli, Kn, 1935

Il relativo porta al comico. Siamo quindi per l'assoluto.
Carlo Belli, Kn, 1935

Assoluto. 1. Sul piano filosofico è qualcosa che esiste senza riferimento ad alcunché e per scopi deplorevolmente egoistici. Assoluta certezza significa in genere un discreto grado di probabilità.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911
 
L'assoluto è un viaggio senza ritorno.
Leon Bloy, Diario, 1892-1917

Il silenzio è la forma più elevata di pensiero, ed è sviluppando in noi questa muta attenzione alla luce del giorno che troveremo il nostro posto nell'assoluto che ci circonda.
Christian Bobin, L'ottavo giorno della settimana, 1986

La donna non è il quinto elemento ma il primo, perché essa è complice dell'assoluto.
Jacques de Bourbon Busset [1]

L'assoluto: ecco un concetto che assolutamente mi sfugge.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

L'assoluto, se esiste, non è nell'ambito della nostra conoscenza; noi possiamo giudicare le cose soltanto dalle relazioni che hanno tra loro.
Georges-Louis Leclerc de Buffon, Storia naturale, 1749-1789

Fascino delle case vuote. Forse è la possibilità per l'immaginazione di riempirle secondo il proprio arbitrio. Forse perché tutto ciò che è nudo - il corpo umano, il deserto, il mare, il silenzio - si avvicina a un assoluto.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Si può comprendere ed amare ciò che è caduco, solo se esiste l’eterno, e ad esso aneliamo. Si può anelare all’eterno, solo conoscendo e disperatamente amando ciò che è caduco. L’assoluto e il transeunte, il finito e l’infinito, l’uno senza l’altro sono niente.
Piero Buscioni, Aforismi per la fine del mondo, 2018

L’Assoluto è un dio immanente che si evolve, ha perso l’eterna immutabile presenza, si adatta benissimo al concetto di progresso, di scienza e di società capitalistica.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Se l’Assoluto è Dio, Hegel ha scoperto l’acqua calda.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

L’assoluto si è secolarizzato e si è impadronito della minaccia di Dio senza riflettere su ciò che fa; l’assoluto minaccia, castiga, è inesorabile.
Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio, 1987

Non c'è una conoscenza dell'assoluto, ma ci sono conoscenze assolutamente certe. 
Ernst Cassirer [1]

Chi non ha il gusto dell'assoluto si accontenta di una tranquilla mediocrità.
[Celui qui n'a pas le goût de l'absolu se contente d'une médiocrité tranquille].
Paul Cézanne [1]

Mi sono attaccato alle apparenze quando ho capito che non c’era assoluto se non nella rinuncia.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

L’«assoluto» è una presenza dissolvente nel sangue.
Emil Cioran, ibidem

Il rigetto volontario e lucido dell’assoluto è la via della resistenza a Dio - a profitto dell’illusione, cioè dell’essenza di ogni vita.
Emil Cioran, ibidem

La passione dell’assoluto in un’anima scettica! Un saggio innestato su un lebbroso! Tutto ciò che non è o assoluto o verme è ibrido. Poiché io non posso essere custode dell’infinito, non mi resta che custodire cadaveri.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Nulla può soddisfarti, neppure l’Assoluto – soltanto la musica, questa lacerazione dell’Assoluto.
Emil Cioran, Il crepuscolo dei pensieri, 1940

Tutto ciò che è assoluto − personale o astratto − è un modo per evitare problemi.
Emil Cioran, Sommario di decomposizione, 1949

Che sia passione del rimorso o sia insensibilità, non ho tentato niente per salvare il poco di assoluto che questo mondo racchiude.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Mi sono immerso nell’assoluto da fatuo, ne sono uscito da troglodita.
Emil Cioran, ibidem

Quando sfioro il Mistero senza riuscire a riderne, mi chiedo a che cosa serve quel vaccino contro l’assoluto che è la lucidità.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Noi ci affermiamo in quanto dietro a una realtà data ne perseguiamo un'altra, in quanto oltre l'assoluto stesso cerchiamo ancora.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Un'umanità che si rimpinza produce scettici, mai santi. L'assoluto? Una questione di dieta.
Emil Cioran, ibidem

Tutto si può soffocare nell'uomo, salvo il bisogno di assoluto, che sopravvivrebbe alla distruzione dei templi e perfino alla scomparsa della religione sulla terra. 
Emil Cioran, Storia e utopia, 1960 
 
Se l'umanità si è dedicata così a lungo all'assoluto, è perché non poteva trovare in se stessa un principio di salute. La trascendenza possiede virtù curative: sotto qualsiasi veste si presenti, un dio significa un passo verso la guarigione.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Benedetto il tempo in cui qualche solitario poteva scandagliare il proprio abisso, senza essere preso per un ossesso o per un demente. Il suo equilibrio non era affetto da un coefficiente negativo, come avviene con noi. Sacrificavano dieci o vent'anni, o tutta una vita, per un presentimento, per un baleno di assoluto.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Più si cerca l'assoluto più si sprofonda nel dubbio, per il disappunto di non poterlo raggiungere.
Emil Cioran, ibidem

L'assoluto è inseguimento.
Emil Cioran, ibidem

L'amarezza è appannaggio di chi, avendo barato nei suoi rapporti con l'assoluto e con se stesso, non sa più a che cosa aggrapparsi, a che cosa rivolgersi.
Emil Cioran, ibidem

Proprio perché ci dà l'illusione della permanenza, proprio perché promette ciò che non può mantenere, l'idea di assoluto è sospetta, per non dire perniciosa. Colpiti alla radice, fatti assolutamente per non durare, deperibili fin nell'essenza, non di consolazione abbiamo bisogno ma di guarigione. L'assoluto non risolve le nostre perplessità né sopprime i nostri mali: non è che un ripiego e un palliativo.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Il giorno in cui lessi l'elenco pressappoco completo delle parole di cui dispone il sanscrito per designare l'assoluto, capii che avevo sbagliato strada, paese e idioma.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il più delle volte il "mistero" (come l'"assoluto") corrisponde a una mania dello spirito. è una parola di cui dovremmo servirci solo quando non si può fare altrimenti, in casi davvero disperati.
Emil Cioran, ibidem

Ogni generazione vive nell'assoluto: si comporta come se fosse giunta all'apice, se non alla fine, della storia.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Non ho incontrato una sola mente disturbata che non sia stata curiosa di Dio. Si deve concluderne che esiste un legame fra la ricerca dell’assoluto e la disgregazione del cervello?
Emil Cioran, Confessioni e anatemi, 1987

Il problema con l'assoluto è che quando lo abbandoni, cadi necessariamente nel relativo.
Jean-Claude Clari [1]

C'è solo una massima assoluta, è che non c'è niente di assoluto.
[Il n'y a qu'une maxime absolue, c'est qu'il n'y a rien d'absolu].
Augusto Conte, Corso di filosofia positiva, 1830-1842

Tutto è relativo, e solo questo è assoluto.
Augusto Conte [1]

Ogni epoca dà valore assoluto ai propri episodi.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92
 
Ogni epoca è un assoluto che divora se stesso.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem
 
Nel mondo del relativo, la parola è luce della realtà; in quello dell' assoluto, la realtà è luce della parola.
Maura Del Serra, Aforismi, 1995

Chiamo assoluto tutto ciò che contiene in sé la natura pura e semplice che si cerca.
René Descartes (Cartesio), Regole per la direzione dello spirito, 1629

Mai un trionfo è così decisivo, non raggiungiamo mai l'assoluto.
Léo-Paul Desrosiers [1]

Vi è forse un'altra ascesi che è quella della rinuncia all'assoluto e della accettazione del particolare, del relativo, dell'effimero come tali, sapendo che sono tali.
Andrea Emo, Quaderni, 1927/81 (postumo)

Soltanto l'assoluto e l'universale può morire; noi moriamo in quanto siamo il morire dell'assoluto.
Andrea Emo, ibidem
 
Conosci te stesso. Chi vuole conoscere se stesso urterà fino dall'inizio contro le porte dell' assoluto.
Andrea Emo, Quaderni, 1927/81 (postumo)

L'essere assoluto, il Dio dell'uomo, è l'essere stesso dell'uomo. 
Ludwig Feuerbach, L'essenza del Cristianesimo, 1841
 
Il filosofo assoluto diceva di sé, o almeno pensava - e la considerazione era fatta dal pensatore, naturalmente, non dall'uomo: «La vérité c'est moi»; detto analogo a quello: «L'État c'est moi» del monarca assoluto o a quello del Dio assoluto: «L'etre c'est moi ». Il filosofo umano dice invece: anche nel pensare, anche da filosofo, io sono uomo con gli uomini. 
Ludwig Feuerbach, Principi della filosofia dell'avvenire, 1843

Non c'è niente di definitivo e di assoluto se non le leggi della bellezza.
Eugène Fromentin, Un anno nel Sahel, 1859

Vi sono cose che non si possono comprendere. Il Dio che il più povero intelletto potrebbe analizzare non mi soddisferebbe. Perciò non cerco di analizzarlo. Vado oltre il relativo, all'assoluto, e la mia mente si placa.
Mohandas Gandhi, Un ateo con Gandhi, 1958

Se pensassi all’assoluto, cesserei di fare qualunque sforzo anche per vivere.
Paul Gauguin [1]

Tutto è relativo. Ma io vorrei esser assoluto.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Se pretendi il bene assoluto, la purezza assoluta, la sincerità assoluta su questa Terra, rischi il tonfo nell'Inferno.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Dell’assoluto in senso teoretico non oso parlare; posso però affermare che, chiunque l’abbia scorto nel fenomeno e non l’abbia poi mai perso di vista, ne sperimenterà grandissimo vantaggio.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Ogni essere è un assoluto, nessuna esperienza è trasmissibile, il mondo deve essere costantemente ricreato.
Pierre de Grandpré, La pazienza dei giusti, 1966

Si può benissimo provare la sensazione dell'assoluto mentre ci si rade o si mangiano delle gaufre.
Marcel Havrenne [1]

Dell'assoluto, bisogna dire che è essenzialmente risultato, che solo alla fine è ciò che è in verità; e appunto in questo consiste la sua natura: essere qualcosa di effettivo, soggetto, o divenire-se-stesso.
Georg Wilhelm Friedrich Hegel, Fenomenologia dello spirito, 1807

Spacciare il proprio assoluto per la notte in cui, come si suol dire, tutte le vacche sono nere, è l'ingenuità dovuta alla vacuità di conoscenza.
Georg Wilhelm Friedrich Hegel, ibidem

Il potere assoluto e la fede assoluta sono strumenti di disumanizzazione. Dunque la fede assoluta corrompe in modo altrettanto assoluto quanto il potere assoluto. 
Eric Hoffer, Riflessioni sulla condizione umana, 1973

L’amore è l’assoluto, è l’infinito; la vita è il relativo e il limitato. Da qui derivano tutte le segrete e profonde lacerazioni dell’uomo, quando l’amore s’introduce nella sua vita, che non è abbastanza grande per contenerlo.
[L'amour, c'est l'absolu, c'est l'infini ; la vie, c'est le relatif et le limité. De là tous les secrets et profonds déchirements de l'homme quand l'amour s'introduit dans la vie. Elle n'est pas assez grande pour le contenir].
Victor Hugo, Oceano, XIX sec. (postumo 1989)

Se l'«esperienza» è un riposare nell'assoluto, l'«intuizione» non può essere che la via indiretta verso l'assoluto, passando per il mondo. Ogni cosa, in fondo, tende al punto d'arrivo, e questo è uno solo. Una tesi conciliante, però, è possibile, se si afferma che tale divisione ha luogo soltanto nel tempo, che essa avviene, perciò, in ogni istante, ma in realtà non si verifica affatto.
Franz Kafka, Quaderni in ottavo, 1916/18

Nella solitudine si trova l'Assoluto, ma anche il pericolo assoluto. Nella società, la relatività e il pericolo relativo; ma anche − si noti bene! − anche il più che relativo pericolo di non arrivare all'Assoluto, di non scoprire mai l'esistenza, di non aver mai la propria vita determinata in rapporto ad esso, anche se uno sia lungi dall'esserlo.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834-1855 (postumo 1909/49)

Per un uomo è fantastica presunzione voler essere l'Assoluto; ma la verità è d'intendere ch'esso è la misura con cui ci si deve misurare e per propria umiliazione e per proprio incitamento; perché se è umiliante vedere quanto si è lontani da esso, esso deve anche stimolarci a tendere a Lui.
Søren Kierkegaard, ibidem

Il Cristianesimo è l'Assoluto, ovvero insegna ch'esiste qualcosa di assoluto, ed esige perciò che la vita del cristiano esprima ch'esiste qualcosa di assoluto.
Søren Kierkegaard, ibidem

Tanto lontana è l'umanità dall'ideale che non appena in ogni generazione c'è qualcuno un po' più vicino ad esprimere ch'esiste l'Assoluto, costui finisce calpestato dai contemporanei.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834-1855 (postumo 1909/49)

Se non sappiamo fare l'amore con quell'assoluto accanto al quale ogni altra storia scompare, non dovremmo mai avventurarci nell'amore.
Søren Kierkegaard [1]

La sola antitesi assoluta all'assoluto, sono le scemenze.
Søren Kierkegaard [1]

Cosa sono la bellezza o la bruttezza di fronte all'amore? Cos'è la bruttezza di un viso di fronte al sentimento nella cui grandezza si rispecchia l'assoluto stesso? 
Milan Kundera, Amori ridicoli, 1968 
 
Noi proviamo l’idea dell’assoluto coll’idea di Dio, e l’idea di Dio coll’idea dell’assoluto. Iddio è l’unica prova delle nostre idee, e le nostre idee l’unica prova di Dio. Da tutto ciò si conferma ciò che ho detto altrove che il primo principio delle cose è il nulla.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817-1832 (postumo 1898-1900)

Riconoscendo tutto per relativo, e relativamente vero, rinunziamo a quell’immenso numero di opinioni che si fondano sulla falsa, benché naturale, idea dell’assoluto.
Giacomo Leopardi, ibidem

La letteratura, come le religioni, ha sempre aspirato all'assoluto, dimenticando il presente crudele, quotidiano, l'unico che alla fine conta per l'uomo.
Serge Losique, Dalla Z alla A, 1968

Che cos'è l'individualità, se non l'espressione del nostro egoismo? E finché l'anima non ha scosso da sé l'ultima traccia di egoismo non può confondersi con l'Assoluto.
William Somerset Maugham, Il filo del rasoio, 1944

I propri valori supremi sembrano sempre assoluti – anche quando si ripudia l’assoluto.
Simon May [1]

Durante le estasi ci si denuda per vedere l'assoluto. 
Alda Merini, Aforismi e magie, 1999

Realizzando i propri desideri, cioè realizzando sé stesso, l'uomo realizza l'assoluto.
Henry de Montherlant, La petite infante de Castille, 1929 

Certe anime vanno verso l’assoluto come l’acqua va al mare.
[Certaines âmes vont à l'absolu comme l'eau va à la mer].
Henry de Montherlant, Les Jeunes Filles, 1936/39

La relatività umana è la proiezione dell'assoluto.
Luigi Ferlazzo Natoli, Aforismi per un anno, 2002

L'obiezione, il saltare di lato, la gaia diffidenza, il piacere della beffa sono segni di salute: tutto ciò che è assoluto appartiene alla patologia.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Tutto ciò che è assoluto, deve essere bandito dal mondo e abbandonato. È in questo mondo, con il mondo che bisogna vivere.
Novalis [1]

Noi cerchiamo dovunque l’assoluto e dovunque troviamo solo cose.
Novalis [1]

Ciò che l'uomo ha di più nobile è il grido dell'assoluto
Plinio Corrêa de Oliveira [1]

Niente è più vicino all'assoluto di un amore in divenire.
Jean d'Ormesson [1]

Sii semplicemente attento e presente, osserva, aspetta… e l’Assoluto ti accadrà; perché continuando a osservare, scomparirai. Dimenticandoti degli altri, dimenticherai il tuo stesso ego.
Osho, Discorsi, 1953-1990

Il cuore non si arresta mai da nessuna parte… È soddisfatto soltanto quando arriva all’Assoluto. E solo il cuore può avere la fiducia che quel viaggio richiede.
Osho, ibidem

L'amore di un bambino è un assoluto. Si deve rispondere con l'assoluto o con niente. Non ci sono vie di mezzo.
Hélène Ouvrard, L'herbe et le varech, 1978

Il sesso è talmente 1'assoluto della carne che di essa può fare anche a meno, così come lo spirito è talmente l'assoluto dell'anima che dell'anima fa a meno già da un pezzo.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

È bene quando una persona contraddice le nostre aspettative, quando è diversa dall’immagine che ce ne siamo fatta. Appartenere a un tipo significa la fine dell’uomo, la sua condanna. Se non si sa, invece, come catalogarlo, se sfugge a una definizione, è già in gran parte un uomo vivo, libero da se stesso, con un granello in sé di assoluto.
Boris Pasternak [1]

Con le sue oscure tempeste, le sue vertigini suicide, il suo divorare l'assoluto, la giovinezza è l'età meno fatta per la felicità.
Louis Pauwels, Ciò in cui credo, 1974

Se una cosa dovrebbe ormai essermi chiara, è questa: ogni fregata da me presa, è originata dal mio abbandono voluttuoso all'assoluto, all'ignoto, all'inconsistente.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935-1950 (postumo 1952)

Non si può giungere all'assoluto per gradi.
Cesare Pavese, ibidem

Se la società non può realizzare l'assoluto, in quanto un suo individuo può sempre recalcitrare, nemmeno l'individuo lo può nel tempo, perché, raggiunto l'assoluto in un suo momento, un istante dopo può decadere.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935-1950 (postumo 1952)

La felicità assoluta si trova solo tra gli sciocchi.
Pierre Perret, L'oiseau dans l'allée, 1977

È difficile mettere un po' di assoluto nello stagno delle rane.
Pablo Picasso [1]

L'assoluto non è alla portata dell'uomo, ma è nel cuore dell'uomo.
Daniel Pons [1]

Non esiste assolutamente nessuna cosa che sussista in sé nel campo in cui esiste l'Assoluto, né nel presente, né nel passato, tanto meno nel futuro. Colui che afferma che il mondo è adesso esistente "con" l'esistenza dell'Assoluto commette un grave errore, poiché nel campo in cui l'Assoluto è, non c'è né spazio né tempo. 
'Ayn al-Qudat al-Hamadani, XII sec. [1]

Non accettare mai ultimatum, saggezza convenzionale o assoluti.
Christopher Reeve [1]

Tutte le grandi cose dell’umanità sono state realizzate in nome di principi assoluti.
Ernest Renan [1]

L'assoluto, oggi, ha poco più significato del suo avverbio.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La passione, il dolore, sono elementi che racchiudono un po' di assoluto, fanno sì che ci sia più del sé quotidiano. 
Yasmina Reza [1]

È grazie allo spazio e al tempo, cioè grazie al corpo, che siamo protetti dal contatto con l'Assoluto. Quando questo involucro si dissolverà e resteremo nudi di tutto, non sappiamo se raggiungeremo la pace delle paci o se invece saremo esposti al vortice senza fine, all'orrore stesso.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Non scrivere né per te né per gli altri, né per l'oggi né per il domani, né per il guadagno né per la gloria: insegui il tuo piccolo assoluto.
Mario Andrea Rigoni, ibidem
 
Il dono di sé si esprime nell'assoluto, nella vita di tutti i giorni, diventiamo meschini, iniziamo a contare, a calcolare.
Hélène Rioux [1]

Dinanzi a un mistero assoluto, nessuno ha il coraggio di disobbedire.
Antoine de Saint-Exupéry, Il piccolo principe, 1943

Se c'è qualcosa di cui la filosofia è mortalmente nemica, in quanto esercizio intellettuale, questa è la religione, l'irrazionalità, la superstizione, le chiese come istituzioni monopolizzatrici di verità indiscutibili, l'obbedienza intellettuale assoluta, l'obbedienza intellettuale all'Assoluto.
Fernando Savater, Dizionario filosofico, 1999

Notiamo di sfuggita questo curioso segno della nostra epoca: l'unico assoluto consentito è l'assoluta insistenza sul fatto che l'assoluto non esiste.
Francis Schaeffer [1]

Se ogni cosa la butto in ridere e al tempo stesso la prendo molto sul serio, è perché ho una grande venerazione per l'eterno conflitto tra la vita e l'arte, tra l'assoluto e il relativo, tra la testa e la pancia, ecc... Tipo: non c'è filosofia capace di far passare il mal di denti...
Charles Simić, Il mostro ama il suo labirinto, 2008

Chi comprende la realtà suprema non considera nessuno come importante o insignificante, poiché riconosce che tutte le anime sono il supremo assoluto.
Philippe Sollers, Passione fissa, 2000

Questa è la nostra maledizione, aspirare senza sosta all'assoluto, perderlo continuamente e sopravvivergli sempre.
[Telle est notre malédiction, d'aspirer sans cesse à l'absolu, de le perdre sans cesse et d'y survivre toujours].
Isabelle Sorente, L, 2002

Si permette, a chi cerca l'assoluto, di peccare nel gusto?
Maria Luisa Spaziani, Aforismi, 1993

Nel tragico assoluto la colpa criminale dell'uomo è di essere, di esistere. La sua sola presenza e la sua identità sono trasgressioni. Il tragico assoluto è quindi un'ontologia negativa. 
George Steiner, Nessuna passione spenta, 1996

Il pensiero assoluto è antisociale, antigregario, forse autistico. È una lebbra che cerca l'isolamento. 
George Steiner, ibidem

L'aspirazione all'assoluto può rovinare un pomeriggio.
Luigi Trucillo, Navicelle, 1995

Ogni assoluto trasferito in terra produce mostri, despoti, violenze, regimi totalitari. 
Marcello Veneziani, Alla luce del mito, 2017

La verità non ha seguaci. Se ha seguaci, non è la verità, ma un "assoluto", cioè un ideale comunicabile e condividibile: propagandabile.
Cesare Viviani, Il sogno dell'interpretazione, 1989

L'assoluto è sottrarsi (anche solo in parte) alla relativizzazione del vissuto.
Cesare Viviani, ibidem

La verità è a ogni livello, s'intende quella relativa all'esistenza umana, e ciascuno la vede dal proprio grado di evoluzione. Ciò perché nel cammino attraverso lo spazio e il tempo la luce giunge ovunque ma in maniera diversa e relativamente alla posizione di ciascuno. La verità assoluta, che coincide con Dio, si vedrà soltanto nell'identificazione con l'Assoluto.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

L'uomo non può pensare alla propria vita se non come a un pellegrinaggio. Homo viator. Pellegrino dell'Assoluto.
Karol Wojtyła (papa Giovanni Paolo II) [1]

Contrariamente a quello che spesso vien detto, la Matematica dell'Infinito non mette in crisi il concetto di Dio. Infatti il concetto di Infinito Assoluto sfugge totalmente all'analisi e al rigore logico-matematico. Tutto ciò che l'intelletto umano può analizzare è l'Infinito Potenziale e i Transfiniti. L'Assoluto no.
Antonino Zichichi, L'infinito 1988

Che cos'è l'Assoluto? Qualcosa che troviamo nelle fugaci esperienze, come il sorriso di una bella donna o persino il sorriso di una persona che fino a poco tempo fa ci era sembrata bruta e repellente. È in questi miracolosi, ma estremamente fragili momenti che viene alla luce, attraverso la nostra realtà, un'altra dimensione. L'Assoluto come tale può facilmente disgregarsi, può troppo facilmente sfuggirci tra le mani, dobbiamo maneggiarlo con cautela, come una fragile farfalla.
Slavoj Žižek, Il fragile assoluto, 2000

L'essere umano che aspira all'Assoluto: un moscerino in volo verso la Luna.
Aforismario, Taccuino elettronico, 2009/...

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Tutto - Infinito - EternitàDio

Nessun commento: