Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni di Federico Moccia

Selezione di frasi e citazioni di Federico Moccia (Roma, 1963), scrittore, giornalista, sceneggiatore, regista e autore televisivo italiano, diventato famoso dopo il successo del suo primo romanzo d'amore Tre metri sopra il cielo, che ha venduto milioni di copie in tutta Europa e in altre parti del mondo.
Ho imparato che si dovrebbe sorridere per quello che è stato
e non soffrire per quel che non sarà più. Ma c'è un momento,
non so quanto duri, in cui questo non è ancora possibile.
(Federico Moccia)
Tre metri sopra il cielo
© Il Ventaglio, 1992 © Feltrinelli, 2004

Era lì, in alto, irraggiungibile. Lì dove solo gli innamorati arrivano: "Io e te, tre metri sopra il cielo".

Disillusa, da sola, così come si era illusa. Rimase lì con un bicchiere vuoto fra le mani e qualcosa di più difficile da riempire dentro. Lei, semplice concime di quella pianta che spesso fiorisce sopra la tomba di un amore appassito. Quella rara pianta il cui nome è felicità.

È ora di tornare a casa. È ora di ricominciare, lentamente, senza strappi al motore. Senza troppi pensieri. Con un’unica domanda. Tornerò mai lassù, in quel posto così difficile da raggiungere. Lì, dove tutto sembra più bello. E nello stesso istante in cui se lo chiede, purtroppo, sa già la risposta.

Ho voglia di te
© Feltrinelli, 2006 - Selezione Aforismario

Mi sa che qualcuno si è sbagliato a legare il motorino..." "Macché, scemo. Si chiama 'la catena degli innamorati'. Si mette un lucchetto intorno a questa catena, lo si chiude e si butta la chiave nel Tevere." "E poi?" "Non ci si lascia più." "Ma come nascono queste storie?" "Non lo so, questa esiste da sempre...

Quando stai male, quando vedi nero, quando non hai futuro, quando non hai niente da perdere, quando... ogni istante è un peso. Immenso. Insostenibile. E sbuffi in continuazione. E vorresti in tutti i modi liberartene. In qualsiasi modo. Nel più semplice, nel più vigliacco.

Datemi un perché, un semplice perché, un qualsiasi perché. Ma che sciocco. Si sa. Quando finisce un amore si può trovare tutto, tranne che un perché.

Nella vita cerchiamo sempre una spiegazione. Perdiamo tempo cercando un perché. Ma a volte non c'è. E per triste che sia, è proprio quella la spiegazione.

Con una persona che non conosci a volte ti trovi meglio, ti racconti più facilmente.

Non c'è mai un perché a un ricordo. Arriva all'improvviso, così, senza chiedere permesso. E non sai mai quando se ne andrà. L'unica cosa che sai è che purtroppo tornerà di nuovo.

L'amore è quando non respiri, quando è assurdo, quando ti manca, quando è bello anche se è stonato, quando è follia... 

La bellezza di un amore la vedi perfettamente solo quando lo hai perso.

Scusa ma ti chiamo amore
© Rizzoli, 2007 - Selezione Aforismario

Di mal d'amore non si guarisce tanto facilmente. E non ci sono medicine. Né rimedi, non si sa quando passa, non si sa nemmeno quanto fa male. Fa bene solo il tempo e tanto, perché più è stata grande la bellezza di un amore, tanto più sarà lunga la sofferenza quando questo finisce.

In amore il dolore è proporzionale alla bellezza della storia che hai vissuto.

Il passato, a volte, rende scomodi i cuscini.

Ci si trova per caso. Ci s'incontra con un bacio.

L'amore è come un fulmine: non si sa dove cade finché non è caduto.

Quando si incontra una donna che vale... non vale più la pena di perdere altro tempo.

L'amore non è e non può essere semplice affetto, non è abitudine o gentilezza, l'amore è follia, è il cuore che batte a duemila, la luce che scende di sera in pieno tramonto, e la voglia di alzarsi al mattino solo per guardarsi negli occhi.

Forse bisogna viaggiare prima di capire qual è la meta giusta per noi.

Il cuore ha gambe che non vedi.

I sogni non costano nulla e nessuno li può far sgomberare.

Il successo non è niente se non si ha con chi dividerlo.

L'arte di vincere la si impara nelle sconfitte.

Abbracciati, innamorati, avvinghiati, come amorevoli edere alla faccia del tempo, dei giorni, di quello che sarà dei venti.

La luna è un'altalena tra le nuvole di una notte stellata.

L'uomo si adatta a tutto. Supera dolori, chiude storie, ricomincia, dimentica, finisce persino per annacquare grandi passioni. Ma a volte basta un niente per capire che quella porta non è mai stata chiusa a chiave.

Stelle, bellissime stelle. Nude stelle in quel cielo notturno. Lontane stelle. Dannate stelle che sanno.

La felicità non dev'essere un punto d'arrivo, ma uno stile di vita.

Non esistono insuccessi, solo occasioni per imparare qualcosa di nuovo.

Cercasi Niki disperatamente
© Rizzoli, 2007 - Selezione Aforismario

Una storia non è fatta solo di un inizio e di una fine. C'è sempre qualcosa che la precede e qualcuno che la seguirà, oltre l'ultima parola.

Una storia è un viaggio. E, quando non puoi partire davvero, quando mancano le mappe, ecco la fantasia. 

Una storia non è mai solo tua. È come un sasso gettato nell'acqua. Non sai dove arriveranno i cerchi e forse nemmeno quanto ci metterà a toccare il fondo. Sai solo che un fondo c'è, da qualche parte laggiù e, quando il sasso lo raggiungerà, forse i cerchi non avranno ancora terminato la loro corsa, non avranno smesso di cercare mete. 

A volte è difficile capire una persona, anche se la conosci bene. Se poi è una ragazza, è veramente difficile. Se poi quella ragazza l'hai vista per soli cinque minuti, allora è veramente impossibile. 

Ho imparato che si dovrebbe sorridere per quello che è stato e non soffrire per quel che non sarà più. Ma c'è un momento, non so quanto duri, in cui questo non è ancora possibile. 

Credo che l'amore sia come un flusso che non s'interrompe mai. Va e viene. Fa dei giri larghi, a volte sparisce dalla visuale, ma c'è. Non c'è un prima. Non c'è un poi. C'è il mentre. 

Penso che, quando qualcuno se ne va, lì per lì restano solo le ore. Ore come scogli mentre nuoti, a cui vai incontro per riposare un po'. Ore come appigli in un mare sospeso d'incredulità. 

Penso a quello che non abbiamo più, a quante volte avremmo dovuto meritarcelo invece di darlo per scontato.

La vita è come un gioco a scacchi. Solo che è come se qualcuno, approfittando di un momento di distrazione, ti avesse rubato un pezzo. Quello sul quale facevi più affidamento.

Ci sono gesti, piccoli, anzi più piccoli sono meglio è, dopo i quali nulla è più come prima. Gesti immediati, che non ti aspetti, senza i quali nulla inizierebbe. Gesti senza un perché ma che di perché ne creano molti.

La notte. Buio. Il cuscino è un'autostrada dove corrono i pensieri che di giorno stavano nascosti nel garage della paura o del molto da fare o della paura di incontrarli sul serio. 

Di notte sogni le cose che di giorno non avrai mai.

Chissà se ha capito che il vento non è un nemico, ma una spinta. Che solo se c'è il vento puoi andare controvento e alzarti in volo. Chissà.

L'uomo che non voleva amare
© Rizzoli, 2012

Non basta andare all’altro capo del mondo per allontanarsi da un dolore o da chi ci ha feriti, perché a volte tutto è incredibilmente dentro di te.

A volte ci si ama più di quello che si vorrebbe ammettere e oltre ogni possibile orgoglio.

Il ricordo da solo non è vita.

Non c’è lontananza che l’amore non possa colmare.

Quell'attimo di felicità
© Mondadori, 2013 - Selezione Aforismario

Ogni giorno è diverso, ogni giorno conta, è unico, anche se a volte tutto questo noi non lo consideriamo.

L'amore è fatto di cose stupide, di quelle cose che non hanno senso, magari, che fanno sorridere o scuotere la testa ma che in quei momenti diventano bellissime.

L'amore è quei messaggi che non vogliono dire niente ma che dicono tutto, che non ci fai caso quando arrivano ogni giorno ma che diventano un'ossessione quando cominciano a mancare.

Se fossimo tutti innamorati, questo mondo sarebbe bellissimo.

L'amore ti rende idiota ma bello, la mancanza d'amore ti rende idiota e distruttivo.

Le parole non bastano mai quando ami.

La nostra vita è fatta di risparmi, pensiamo sempre che ci sarà un momento migliore, che varrà la pena di vivere, che le cose cambieranno. Domani, aspettiamo sempre un domani che potrebbe anche non arrivare.

Spero solo che almeno Dio ci sia, se no questa vita è proprio una grande fregatura. 

Spesso vedi certi che sono veramente brutti eppure hanno delle donne inspiegabilmente belle al loro fianco… Cioè, ci sono cose che non mi spiego in questa vita.

Quanto sono belli i dettagli delle donne. In un attimo ne hai mille.

L'Alzheimer ha un lato positivo: ogni giorno ti sembra di farti un sacco di nuovi amici.

Se una persona ti ama non c'è ragione di essere gelosi, perché per lei ci sei tu e basta. Se invece non è così… Be', non potrai comunque cambiare niente quindi è inutile essere gelosi.

L'amore ti travolge, non guarda in faccia nessuno, ti fa fare follie, ti fa sentire felice come non potevi neanche immaginare di poterlo essere e poi ti butta giù.

L'importante quando finisce una storia è non ricaderci. Cioè, se hai capito che non va, che ti annoi, che discutete sempre, che non ti tira più, perché allora torniamo indietro? Perché facciamo questa gran cazzata? Perché un giorno non sappiamo resistere e ricomponiamo il numero? Che ce le siamo già dimenticate tutte quelle rotture di coglioni? Niente, non c'è niente da fare, siamo abituati all'idea di essere coppia.

Per me non ci può essere amore senza libertà… Se no non è vero amore.

Quell'attimo di felicità… quando ha piovuto fino a un attimo prima, devi uscire e decidi di non portare l'ombrello. E appena sei fuori compare l'arcobaleno e subito dopo il sole. E di colpo capisci cos'è la fiducia.

Quell'attimo di felicità… quando hai finito quello che dovevi e magari hai fatto una grande fatica e non eri sicuro di riuscirci. Invece sì, ce l'hai fatta. E ti senti un campione, ma uno di quelli che vince in segreto, correndo di notte su una pista deserta senza pubblico.

Quell'attimo di felicità… quando, dopo aver pensato per mesi a che regalo farle, ti fermi e capisci che è proprio la giornata che deve diventare un regalo. E allora programmi tutto, dalla mattina alla sera, perché ogni istante sia per lei una sorpresa irripetibile. E speri che lei possa amarti ancora di più.

Quell'attimo di felicità… quando, dopo un giorno che aspetti e continui a controllare l'icona delle notifiche di Facebook sperando che segnali “1” quella dei messaggi, finalmente succede. Lei ha visualizzato. E ha risposto e ha scritto qualcosa che ti fa sentire un sacco importante.

Quell'attimo di felicità… quando sei al telefono e le stai raccontando la tua giornata. Lei ti chiede: “Dove sei ora?”, e mentre tu glielo stai spiegando arriva lei in auto e ti sorride.

Quell'attimo di felicità… quando hai poca batteria nel cellulare ma lei telefona e tu speri che la carica resista quel tanto che basta perché lei possa dirti “ti amo”. E succede e ti dice “ti amo” e dopo solo un istante il cellulare muore e magari avresti voluto dire anche tu qualcosa d'amore e invece rimani lì, con il tuo sorriso ebete…

Note
Leggi anche le citazioni degli scrittori italiani: Riccardo BertoldiAlessandro D'AveniaFabio Volo

Nessun commento: