Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni sull'Australia

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'Australia, il più grande Paese dell'Oceania, con capitale Canberra. L'Australia è il sesto Paese del mondo per estensione, ma gran parte della sua superficie è desertica, tant'è che la maggior parte dei suoi 25 milioni di abitanti risiede lungo le coste. Le città più importanti dell'Australia sono: Sydney (con oltre 5 milioni di abitanti), Melbourne, Brisbane, Perth e Adelaide.
Questa è una caratteristica dell’Australia: ci sono un sacco
di cose da scoprire, ma distanze siderali da coprire.
Non riuscirete mai a vederne neanche la metà. (Bill Bryson)
L'Australia è come Jack Nicholson: ti viene incontro ridendoti forte in faccia in un modo alquanto minaccioso e coinvolgente.
Douglas Adams [1]

La costa meridionale dell'Australia è uno dei litorali più pittoreschi del mondo, con le sue scogliere frastagliate a strapiombo sull'oceano, messe a dura prova dalle ondate gigantesche sollevate dai Roaring Forties, [...] i venti provenienti dall'Antartide, capaci di soffiare a velocità impressionanti.
Sergio Bambarén, L'onda perfetta, 1999

L’Australia è uno dei pochi paesi che si rivelano più spettacolari quando li si vede dal vivo piuttosto che in fotografia o in cartolina.
Sergio Bambarén [1]

Quelli che dicono: 'Non c'è nulla da temere dai ragni', di sicuro non sono mai stati in Australia.
Cate Blanchett [1]

L’Australia si comporta bene. È stabile, pacifica e buona. Non ha colpi di stato, non esaurisce le riserve ittiche con una pesca dissennata, non finanzia despoti impresentabili, non produce cocaina in quantità imbarazzanti, non usa la propria influenza in maniera arrogante e inappropriata.
Bill Bryson, In un Paese bruciato dal sole, 2000

L’Australia è la sesta nazione più grande del mondo e la sua isola più estesa. È l’unica isola a essere anche un continente, e l’unico continente a essere anche una nazione. È stato il primo, e ultimo, continente a essere conquistato dal mare. L’unica nazione nata come prigione.
Bill Bryson, ibidem

Uno degli effetti della scarsa attenzione per l’Australia è che resta sempre una piacevole sorpresa scoprirla sul posto. 
Bill Bryson, ibidem

L’Australia è la casa della più grande cosa vivente esistente sulla terra, la Grande Barriera Corallina, e del più famoso e stupefacente monolito, l’Ayers Rock (o Uluru per usare quello che è oggi il suo nome ufficiale, rispettoso della tradizione aborigena). Un posto dove si trovano più creature letali che in qualunque altra parte del mondo. I dieci serpenti più velenosi del mondo sono tutti australiani. Cinque delle sue creature - ragno dei cunicoli, medusa a scatola, blue-ringed octopus, zecca ixodes holocyclus, pesce pietra - sono le più letali del loro tipo nel mondo.
Bill Bryson, ibidem

L’Australia è un paese dove anche il più tenero dei bruchi può stendervi con un pizzico tossico, dove le conchiglie non solo vi pungeranno ma talvolta vi punteranno. Raccogliete un innocuo cono su una spiaggia del Queensland, seguendo l’impulso che in genere sentono anche i turisti innocenti, e scoprirete che il piccolino che ci abita non è soltanto sorprendentemente lesto e irritabile, ma insolitamente velenoso. Se non siete stati punti o infilzati a morte in qualche maniera inattesa, potreste sempre finire fatalmente masticati da squali o coccodrilli, o trascinati controvoglia in mare aperto da correnti irresistibili, o lasciati a barcollare verso una morte infelice nel rorido entroterra. È un posto duro.
Bill Bryson, ibidem

In breve, non esisteva al mondo un posto simile a questo. E non esiste tuttora. L’ottanta per cento di ciò che vive in Australia, piante e animali, non si trova da nessun’altra parte. Per di più, si manifesta con un’abbondanza tale che appare incompatibile con l’asprezza dell’ambiente.
Bill Bryson, ibidem

Non puoi dire di essere stato in Australia finché non hai attraversato l’interno.
Bill Bryson, ibidem

L’Australia è il più secco, piatto, caldo, arido, sterile e climaticamente aggressivo di tutti i continenti abitati. (Solo l’Antartide è più ostile alla vita.) È un posto così inerte che persino il suolo è, tecnicamente parlando, un fossile. Eppure brulica di innumerevoli vite.
Bill Bryson, ibidem

Occorse diverso tempo ai primi colonizzatori europei del paese per riuscire a farsi una ragione del vuoto supremo dell’Australia, dell’irritante inutilità di una simile massa di terra.
Bill Bryson, ibidem

L’Australia è un paese sorprendentemente vuoto eppure allo stesso tempo pieno di roba. Roba interessante, roba antica, roba non immediatamente spiegabile. Roba ancora da trovare. Datemi retta, questo è un posto interessante.
Bill Bryson, ibidem

L’Australia esiste su dimensioni del tutto uniche. Non è solo una questione di distanza bruta - anche se siamo al di là del bene e del male - ma dell’incredibile vuoto che riempie tutta quella distanza.
Bill Bryson, ibidem

Questa è una caratteristica dell’Australia: ci sono un sacco di cose da scoprire, ma distanze siderali da coprire. Non riuscirete mai a vederne neanche la metà. 
Bill Bryson, ibidem

Il vuoto monumentale dell’Australia è difficile da spiegare. È di gran lunga e larga la nazione con la minor densità di popolazione. 
Bill Bryson, ibidem

Forse è tutto quel vuoto intimidatorio che rende gli australiani delle creature tanto socievoli.
Bill Bryson, ibidem

Qui [in Australia] è tutto comodo, pulito e familiare. A parte la tendenza tra gli uomini di una certa età a indossare calze fino al ginocchio con i pantaloncini corti, queste persone sono proprio come voi e me.
Bill Bryson, ibidem

[In Australia] le persone sono molto gradevoli: allegre, estroverse, sveglie e immancabilmente cortesi. Le loro città sono sicure e pulite e quasi sempre costruite sull’acqua. Hanno una società che è prospera, ordinata ed egualitaria d’istinto. Il cibo è ottimo. La birra fresca. Il sole splende quasi sempre. Ci sono caffè a ogni angolo. Rupert Murdoch non vive più qui. La vita non potrebbe andare meglio di così.
Bill Bryson, ibidem

Personalmente ritengo che gli australiani dovrebbero essere molto orgogliosi di essere riusciti, partendo da condizioni improbe, in un posto remoto e pieno d’insidie, a dare vita a una società prospera e dinamica.
Bill Bryson, ibidem

La cordialità degli australiani - per quanto mi risulta, del tutto sincera e spontanea - non smette mai di stupire o gratificare.
Bill Bryson, ibidem

Adelaide è la più ignorata delle principali città australiane. Puoi passare intere settimane in Australia e non sospettare nemmeno della sua esistenza, perché di rado fa notizia o ricorre nelle conversazioni di chicchessia. Per dirla con un’equazione: sta all’Australia, come l’Australia sta al mondo - un posto ritenuto piacevole ma lontanissimo e di rado tenuto in considerazione.
Bill Bryson, ibidem

È così che va in Australia. È piena zeppa di cose interessanti, ma allo stesso tempo è così vasta e deserta e proibitiva che in genere ci vuole un bella dose di fortuna per trovarle.
Bill Bryson, ibidem

Una delle cose più singolari che può fare un osservatore esterno è guardare gli australiani autovalutarsi. Sono un popolo straordinariamente autocritico. Lo si nota con regolarità sui giornali, alla televisione e alla radio: hanno sempre la convinzione che per quanto buone possano essere le cose in Australia, rimanga sempre qualcosa da migliorare.
Bill Bryson, ibidem

Una volta che lasciate l’Australia, l’Australia cessa di esistere. Che pensiero triste e strano è questo. Ma ovviamente lo posso capire. L’Australia è in gran parte vuota e lontana, tanto lontana. La sua popolazione non è numerosa e, di conseguenza, il suo ruolo nel mondo è periferico.
Bill Bryson, In un Paese bruciato dal sole, 2000

Perdersi in Australia ti dà un bellissimo senso di sicurezza.
[Being lost in Australia gives you a lovely sense of security].
Bruce Chatwin, Le vie dei canti, 1987

In America sono importanti solo gli scrittori di successo, in Francia sono importanti tutti gli scrittori, in Gran Bretagna nessuno scrittore è importante; e in Australia bisogna spiegare che cos'è uno scrittore.
Geoffrey Cottrell [1]

L’Australia illustra nella sua forma più estrema la corsa sfrenata in cui è coinvolto il mondo moderno. Da un lato i problemi ambientali australiani, come nel resto del mondo, stanno accelerando esponenzialmente. Dall’altro stanno aumentando anche la pubblica consapevolezza e le iniziative private e governative volte a frenare il degrado ambientale. Quale di questi due concorrenti vincerà la corsa?
Jared Diamond [1]

I giornalisti che incontro al Festival degli scrittori di Sydney non mi domandano cosa penso dell'Australia e questa ariosa libertà dà il senso di un grande Paese, di vasti orizzonti anche interiori, ben diversi dalla soffocante insicurezza che si respira nei luoghi in cui [...] si è troppo presi da se stessi e dall'immagine di sé che si dà agli altri.
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

La visione italiana dell'Australia, rassegna talora polemica di impressioni di viaggiatori di passaggio, mette in guardia da opinioni affrettate. Forse Salgari, che naturalmente non aveva mai avuto la possibilità di andarci, ha descritto l'Australia, nelle avventure del Continente misterioso e dei Pescatori di Trepang, meglio di alcuni che l'hanno vista. Ma Salgari, a suo modo e nella sua misura, era un genio...
Claudio Magris, ibidem

[In Australia] si ha la sensazione di trovarsi in un Paese aperto e vigoroso, nella fase forse più felice dello sviluppo capitalista. Superato il tumultuoso e selvaggio periodo dell'accumulazione iniziale, con la sua grande espansione, la sua forza creativa, le sue brutalità e le sue ingiustizie, l'Australia sembra vivere una stagione di energia produttiva ordinata e civile.
Claudio Magris, ibidem

In questo quinto continente si ha la sensazione di molti spazi - non solo materiali - non ancora occupati, di un tempo scandito con un ritmo più tradizionale; il futuro in qualche modo sembra più stabile e l'estrema varietà multietnica e multiculturale si presenta come una realtà ovvia e armoniosa
Claudio Magris, L'infinito viaggiare, 2005

Non ti preoccupare del fatto che il mondo possa finire oggi. In Australia è già domani. 
Marcie, in Charles M. Schulz, Peanuts, 1950/2000

Anche in quest’epoca in cui viaggiare è relativamente facile, dove il mondo è diventato un posto piccolo, un villaggio globale, l’Australia è ancora un "posto maledettamente lontano".
Carole Matthews [1]

Da qualunque parte del mondo si provenga, il viaggio per Down Under (gli antipodi, cioè l'Australia) è molto lungo, quindi è inevitabile che esistano notevoli differenze, sia culturali sia geografiche, con il resto del mondo.
Barry Penney, Australia. Guida rapida a usi, costumi e tradizioni, 2005

Gli australiani sono in genere cordiali e generosi. Forse hanno preso il meglio delle culture degli immigrati, mescolandole con il meglio della cultura aborigena e di quella dei primi colonizzatori - e conservando naturalmente anche un poco del peggio. Ma gli australiani sono in gran parte aperti, onesti e schietti, e si aspetteranno o presumeranno che lo siate anche voi.
Barry Penney, ibidem

A partire dal 1945, dopo la fine della seconda guerra mondiale, l'Australia fu meta di un imponente flusso migratorio di diseredati provenienti dall'Europa, e questa immigrazione segnò l'inizio di quello che era destinato a diventare uno degli esperimenti di multiculturalismo più straordinari del mondo.
Barry Penney, ibidem

Oggi l'Australia vanta un tenore di vita fra i più alti al mondo, buona cucina e buon vino, una grande tradizione sportiva e un multiculturalismo vivace e stimolante, e nutre una profonda simpatia per i visitatori.
Barry Penney, ibidem

La vita dei primi colonizzatori in Australia era dura e difficile, e il risultato è un'etica che coniuga lavoro sodo e grande voglia di divertirsi. Gli australiani lavorano per vivere.
Barry Penney, ibidem

La maggioranza degli australiani non rinuncia volentieri al tempo dedicato a "vivere". È per questo che lavorano: per vivere - per godersi il bel tempo, le spiagge, gli sport e per socializzare.
Barry Penney, ibidem

Sebbene sia possibile vivere in Australia senza conoscere nessun aborigeno - e, per chi vive nelle grandi città, senza neppure vederne uno -, i problemi degli aborigeni sono sempre là. La maggioranza degli australiani non sopporta e prova imbarazzo per il fatto che nel loro paese ci sia una sottoclasse svantaggiata ed emarginata che, nonostante le enormi somme di denaro stanziate dai governi recenti a suo favore, vive ai margini della società.
Barry Penney, Australia. Guida rapida a usi, costumi e tradizioni, 2005

In Australia ci si annoia, al massimo si può fare un po' di surf e l'unica valida alternativa è bere.
Jean Reno [1]

Le uniche volte in cui un australiano cammina è quando la sua macchina finisce la benzina.
Barry Richards [1]

Gli australiani hanno uno spirito libero e la capacità di pensare fuori dagli schemi, ed è per questo che mi piace così tanto l’Australia.
Brian Schmidt [1]

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Stati Uniti d'America - Europa - Africa

Nessun commento: