Aforismi, frasi e citazioni sull'Europa

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'Europa e sugli Europei. L'Europa è uno dei più piccoli continenti del mondo, ma è tra i più ricchi di storia e cultura, oltre che tra i più popolati, con circa 738 milioni di abitanti. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'Unione Europea e sui vari stati che fanno parte dell'Europa. [I link sono in fondo alla pagina].
L'Europa non è un luogo, ma un'idea. (Bernard-Henri Levy)
L'Europa, con evidenza, non esiste. Non è né un continente né una cultura né un popolo né una storia. Non è definita da una frontiera unica né da un destino o da un sogno comuni. Invece esistono Europe, che sfuggono quando si cerca di afferrarne troppo precisamente i contorni.
Jacques Attali, Europa, Europe, 1994

Se non rafforzeremo la governance economica perderemo la battaglia per la stabilità, la crescita e l’occupazione in Europa. Se non rafforzeremo la governance economica i forti legami di oggi potrebbero diventare i legami deboli di domani. E se non rafforzeremo la governance economica perderemo credibilità sulla scena internazionale.
José Manuel Barroso, discorso, Bilancio della Presidenza belga del Consiglio, Strasburgo, 2011

L'Europa tornerà alla Fede o perirà. Perché la Fede è l'Europa e l'Europa è la Fede.
Hilaire Belloc [1]

La creatività, l'ingegno, la capacità di rialzarsi e di uscire dai propri limiti appartengono all'anima dell'Europa.
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), discorso, 2016

L'antica Grecia contava sino a sette savi: io non ne trovo alcuno in Europa.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Il sistema politico dell'Europa è cosa da far compassione: quanto più si esamina, tanto più si rimane sorpreso delle terribili conseguenze che ne derivano.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Oggidì non vi sono che due classi in Europa: quella che domanda i privilegi, e quella che li rigetta.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

L'Europa non è solo greca, né solo ebraica, e nemmeno greco-ebraica. È altrettanto decisamente romana. "Atene e Gerusalemme", certo, ma anche Roma. 
Rèmi Brague, Il futuro dell'Occidente, 1992

L'Europa non è stata una cultura più criminosa di altre, anche se ha commesso più crimini.
Rèmi Brague, su Tracce, 2009

Qualunque altra cosa ci possa dividere, l'Europa è la nostra casa comune; un destino comune ci ha legati attraverso i secoli e continua a legarci oggi.
Leonìd Brèžnev [1]

La penisola italiana una propaggine geografica dell'Europa. Come la penisola turca lo è dell'Asia. Europa Minore. 
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

L'Europa, quella che ha composto il Quintetto di Schubert o Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, aveva un'idea di eccellenza, di superamento di se stessa. L'uguaglianza forzata culturale ha ridotto l'Europa a una imbecillità.
Renaud Camus, su Foglio, 2015

Non è una teoria, un concetto o una nozione: è un fatto. I popoli europei sono sostituiti da popoli non europei. Lo comprendi dalla demografia, paragonando i non europei e gli europei dall'età: la proporzione è ancora bassa per le persone sopra i settant'anni, ma è enorme sotto i cinque.
Renaud Camus, su Foglio, 2015

Tanti che vorrebbero lasciare l’Europa. Io in Europa vorrei esserci ancora di più.
Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio, 1987

I poveri sono i negri d'Europa.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Mi sento più europeo degli ideologi che vogliono costruire un'Europa tra le nuvole anziché partire dalle realtà che sono prima di tutto nazionali.
Jean-Pierre Chevènement, su Le Figaro, 2015

L'Europa non offre ancora abbastanza macerie perché vi possa fiorire l'epopea. Tutto però fa prevedere che, gelosa di Troia e pronta a imitarla, fornirà presto argomenti così importanti che il romanzo e la poesia non basteranno più... 
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

«Se il sole e la luna si mettessero a dubitare, si spegnerebbero immediatamente» (Blake). L'Europa dubita da tempo... e se la sua eclissi ci sgomenta, Americani e Russi la contemplano sia con serenità sia con gioia.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Sul letto di morte, Filippo Secondo fece venire suo figlio e gli disse: «Ecco dove tutto ha fine, anche la monarchia». Al capezzale di questa Europa, non so quale voce mi avverte: «Ecco dove tutto ha fine, anche la civiltà».
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Stanca di durare, di intrattenersi ancora con se stessa, l'Europa è un vuoto verso il quale muoveranno ben presto le steppe... un altro vuoto, un vuoto "nuovo".
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

In futuro l’Europa passerà in second’ordine. Credo più nel futuro dell’America latina che in quello dell’Europa. Anche se i regimi sono orrendi, c’è vitalità da quelle parti. Non sono popoli logori. Qui, invece, l’Europa si è autodistrutta. Hitler ha precipitato la catastrofe.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

L'origine cristiana dell'Europa è una evidenza storica. Se l'Europa ignora le sue radici cristiane cesserà di essere una civiltà e di essere solo un mercato.
André Comte-Sponville, intervista, 2011

La tortura è stata abolita in Europa solo perché la vita moderna lo è diventata.
Carlo Dante, Aforismi, 2007

Nessun uomo è un'isola, completo in sé stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto. Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l'Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa. 
John Donne, Devotions upon Emergent Occasions, 1623

È ora di farla finita con tutte queste idee esaltate, bisogna tornare alla ragione. Tutto questo, l'estero e tutta questa vostra Europa, non è altro che una chimera...
Fëdor Dostoevskij, L'idiota, 1869

Utopia la nascita di un'Europa aperta a tutti i popoli decisi ad informare la propria condotta all'ideale della libertà? Forse è utopia. Ma ormai la scelta è soltanto fra l'utopia e la morte, fra l'utopia e la legge della giungla.
Luigi Einaudi, La guerra e l’unità europea, discorso alla Costituente, Roma, 1947

Anche se cerco di avere un pensiero universale, sono europeo per istinto e per inclinazione. 
Albert Einstein, su Daily Express, 1933

L'Europa non può dimenticare, tra le sue radici, le sue radici cristiane. Ma a cosa valgono le migliori radici se non sono più apportatrici di linfa? E come può esserci una linfa separata dalle radici che le donavano forza e colore?
Roger Etchegaray, su 30Giorni, 2004

Si tratta di rendere l'Europa una casa degna dell'uomo.
Roger Etchegaray, su 30Giorni, 2004

L'Europa ha acquisito una tale velocità, pazza e disordinata, che sfugge oggi a qualunque guidatore, a qualunque ragione e va in vertigine spaventosa verso abissi da cui è meglio allontanarsi il più rapidamente possibile. 
Frantz Fanon, I dannati della terra, 1961

Lasciamo quest'Europa che non la finisce più di parlare dell'uomo pur massacrandolo dovunque lo incontra, a tutti gli angoli delle stesse sue strade, a tutti gli angoli del mondo. 
Frantz Fanon, I dannati della terra, 1961

La purezza della razza non esiste. L'Europa è un continente di meticci.
Herbert Fisher, Storia d'Europa, 1935

L'Europa è una specie di tragedia greca.
Jean-Paul Fitoussi, intervista, 2007

In Europa, ci sono ancora milioni di giacobini da civilizzare. E questa la sua disgrazia.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

L'Europa! Ove chi fatica muore dalla fame e gli oziosi nuotano nell'abbondanza e nella lussuria, ove poche famiglie signoreggiano le Nazioni e le mantengono in un perpetuo stato di guerra colle altisonanti parole di patriottismo, lealtà, onore della bandiera, gloria militare, ove una metà del popolo è schiava e l'altra metà fa giustizia, bastonando gli schiavi quando hanno l'ardire di lamentarsi!
Giuseppe Garibaldi, Clelia o Il governo dei preti, 1870

La libertà ha sempre significato in Europa una franchigia per essere chi autenticamente siamo.
José Ortega y Gasset, La ribellione delle masse, 1930

Dio ha fatto l'Asia per gli alberi, l'Africa per le tigri, l'America per l'Europa, l'Europa per il mondo.
[Dieu a fait l’Asie pour les arbres, l’Afrique pour les tigres, l’Amérique pour l’Europe, l’Europe pour le monde].
Victor Hugo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La guerra tra europei è una guerra civile
Victor Hugo [1]

L'Europa spirituale ha un luogo di nascita. Non parlo di un luogo geografico, di un paese, per quanto anche questo senso sia legittimo; parlo di una nascita spirituale che è avvenuta in una nazione, o meglio per merito di singoli uomini e di singoli gruppi di uomini di questa nazione. Questa nazione è l'antica Grecia del VII e del VI secolo a. C.
Edmund Husserl, La crisi dell'umanità europea e la filosofia, 1935

Per quanto possa sembrare paradossale, io considero la nascita della filosofia, di una filosofia che include tutte le scienze, il fenomeno originario dell'Europa spirituale.
Edmund Husserl, La crisi dell'umanità europea e la filosofia, 1935

Dobbiamo tornare a insegnare agli europei ad amare l'Europa.
Jean-Claude Juncker [1]

O vecchio continente! | Carica d'anni, scabra, santa, eccelsa | maestra dello spirito, che filtri | profumi e sensi, dotta taumaturga, | antica Europa dalla fronte ampia!
Dezső Kosztolányi, Poesie, XX sec.

L'Europa non è un luogo, ma un'idea.
Bernard-Henri Levy, XXI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mi piacerebbe sapere che cosa accadrebbe, se tutta l'Europa fosse arcicattolica, senza protestanti che sorridessero e svegliassero le teste assennate, e senza che nessun pretaccio avesse più da vergognarsi. Se tutto fosse rimasto come alcuni secoli fa, credo che il papa sarebbe stato divinizzato, mentre i suoi escrementi sarebbero stati pesati e venduti a carati. E si sarebbe anche fatto iniziare la Bibbia così: "All'inizio il papa creò il cielo e la terra".
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Noi siamo il cuore d'Europa, ed il cuore non sarà mai né il braccio né la testa: ecco la nostra grandezza e la nostra miseria. 
Leo Longanesi, I giusti pensieri del modesto signor di Bonafede, 1926

Chi crede nell'Europa sarà contento se si farà ogni tanto un passo avanti e mezzo passo indietro. La democrazia, ha scritto Günter Grass lodandola per questo, ha il passo della lumaca.
Claudio Magris, su Corriere della Sera, 2009

L'Europa è la terra della ribellione, della critica e dell'attività riformatrice.
Thomas Mann, La montagna incantata, 1924

Uno spettro si aggira per l'Europa: lo spettro del comunismo. 
Karl Marx e Friedrich Engels, Manifesto del partito comunista, 1848

Questa è la nostra Europa: l'Europa della tradizione, della creatività, dello sviluppo. Perché tradizione non è trasmissione meccanica nel tempo di forme storiche sterili. La tradizione è la vita che fluisce nella storia. E la dimensione dell'Europa non è lo spazio, che la ridurrebbe ad un appendice della penisola asiatica, ma il tempo, la storia, la tradizione, il passato. Siamo ricchi del nostro passato, della nostra storia, della nostra tradizione.
Roberto de Mattei, conferenza, Roma, 1996

L'Europa non ha bisogno di burocrazia, ma di un'anima. E la sua anima, ossia il suo principio vitale e unificatore non può non essere che il Cristianesimo.
Roberto de Mattei, su Radici Cristiane, 2006

Le radici dell'Europa non sono le cattedrali, i monumenti, i dipinti, i borghi che la costellano, né le grandi espressioni della sua musica, della sua poesia, della sua letteratura. Tutto questo è certamente espressione della grande Civiltà cristiana di Occidente, ma le radici di questa Civiltà appartengono al patrimonio invisibile dello spirito, sono immateriali e perciò indistruttibili.
Roberto de Mattei, ibidem

Le cose in Europa sono tali che tutti gli Stati dipendono gli uni dagli altri […]. L’Europa è uno Stato composto di molte province.
[Les choses sont telles en Europe que tous les États dépendent les uns des autres. [...] L’Europe est un État composé de plusieurs provinces].
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Ci sono forse oggi dai dieci ai venti milioni di uomini, tra i diversi popoli europei, che non "credono" più "in Dio" - è troppo esigere che si facciano segno l'un l'altro? Appena si riconosceranno tali, si faranno anche riconoscere, - diventeranno subito una potenza in Europa, e, fortunatamente, una potenza tra i popoli! Tra le classi! Tra poveri e ricchi! Tra chi comanda e chi soggiace! Tra gli uomini più inquieti e quelli più quieti, più acquietanti.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Due grandi narcotici europei, l'alcool e il cristianesimo. 
Friedrich Nietzsche, Il crepuscolo degli idoli, 1888

Ci sono tre principali gruppi di uomini: selvaggi, barbari inciviliti, europei
Novalis, Frammenti, 1795-1800

In Europa, dal medio evo sino verso il secolo XVIII, non era lecito di discorrere delle religioni che non fossero la cristiana, se non come di funesti errori; ora è sorta una religione umanitaria-democratica, e questa sola è vera e buona; le altre, compresa la cristiana, sono false e perniciose.
Vilfredo Pareto, Manuale di economia politica con una introduzione alla scienza sociale, 1919

Notiamo che l'incivilimento europeo è frutto di infinite guerre e della larghissima distruzione dei deboli compiuta dai forti; con quelle sofferenze si è comprata la prosperità presente; ciò è bene o è male?
Vilfredo Pareto, ibidem

Sotto un involucro di sorriso e di bonomia, l'Italia è diventata il paese d'Europa più duro da vivere, quello in cui più violenta e più assillante è diventata la lotta per il denaro e per il successo.
Guido Piovene, Viaggio in Italia, 1957

La civiltà europea è l'unica civiltà che abbia prodotto una scienza naturale e nella quale questa scienza giuochi un ruolo addirittura decisivo. Ma questa scienza naturale è il prodotto diretto del Razionalismo; è il prodotto del Razionalismo dell'antica filosofia greca.
Karl Popper, Tutta la vita è risolvere problemi, 1994

L'Europa solo in maniera del tutto secondaria è un concetto geografico: l'Europa non è un continente nettamente afferrabile in termini geografici, ma è invece un concetto culturale e storico.
Joseph Ratzinger (papa Benedetto XVI), ectio magistralis, 2004

L'Europa ha sì inventato la guerra totale, ma ha concepito il pacifismo e la condanna cristiana della guerra; ha creato il nazionalismo ma anche l'idea federalista; ha inventato l'individualismo anarchico ma anche lo spirito dei Comuni, i sindacati, le cooperative. Tutto dunque concorre a designarla come adatta a fomentare gli anticorpi capaci di immunizzare l'umanità contro quei virus che soltanto essa ha propagato.
Denis de Rougemont, su Tempo Presente, 1956

Temo che l'Europa, per quanto intelligente, sia sempre stato un paese di orrori. 
Bertrand Russell, Elogio dell'ozio, 1935

Uccidendo i suoi ebrei, l'Europa si è suicidata. 
George Steiner, Discorso, 1969

L'Europa è stata creata dalla storia. L'America è stata creata dalla filosofia.
[Europe was created by history. America was created by philosophy].
Margaret Thatcher [1]

Il problema non è se la maggioranza degli europei diventa musulmana, ma piuttosto quale forma di Islam è destinata a dominare in Europa: l'Islam della sharia o l'euroislam. 
Bassam Tibi, su Corriere della sera, 2004

L'Europa diventerà quello che in realtà è, cioè un piccolo promontorio del continente asiatico?
[L'Europe deviendra-t-elle ce qu'elle est en réalité, c'est-à-dire: un petit cap du continent asiatique?].
Paul Valéry, Varietà, 1924/44

L'Europa non ha forse altri modi d'evitare di essere decomposta dall'influenza americana che attraverso un contatto nuovo, vero, profondo, con l'Oriente.
Simone Weil [1]

Oggi l'Europa è ancora l'ultimo baluardo dell'individualismo, e forse l'iperteso spasmo dei popoli, il nazionalismo gonfiato, con tutta la sua violenza, è pur sempre una ribellione inconscia, in certo qual modo febbricitante, un ultimo disperato tentativo di difendersi dall'appiattimento. Ma proprio la forma spastica di difesa rivela la nostra debolezza. Già il genio della monotonia è all'opera per cancellare l'Europa, l'ultima Grecia della storia, dalla lavagna epocale.
Stefan Zweig, La monotonizzazione del mondo, 1925

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Unione Europea

Nessun commento: