Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sui Generali

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui generali. Nell'esercito e nei corpi armati dello Stato, il generale rappresenta il grado degli ufficiali appartenenti alla categoria più alta della gerarchia militare. Le cariche, in ordine crescente, sono: generale di brigata; generale di divisione; generale di corpo d’armata (che sostituisce il grado più elevato in tempo di pace); generale d’armata (il grado più elevato in tempo di guerra).
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui comandanti, i capitani, la vita militare, l'esercito, i soldati e la guerra. [I link sono in fondo alla pagina].
I soldati vincono le battaglie e i generali se ne prendono il merito.
(Napoleone Bonaparte)
Foto: Vasilij Vereščagin, Napoleone assiste alla battaglia di Borodino, 1897
Generali e medici entrano in Paradiso attraverso la porta dei fornitori.
Tristan Bernard [1]

Un soldato è uno il cui sangue fa la gloria del generale.
Henry George Bohn [1]

I soldati vincono le battaglie e di solito i generali se ne prendono il merito.
[Les soldats généralement gagnent des batailles; les généraux en obtiennent le crédit].
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Il generale più grande è quello che commette meno errori.
Napoleone Bonaparte, ibidem

Io non ho mai dato istruzioni di dettaglio ai miei generali; ma ordinavo loro soltanto di vincere.
Napoleone Bonaparte, ibidem

II più gran generale, con soldati senza entusiasmo, non è che un ignorante.
Napoleone Bonaparte, ibidem

Il terreno è la scacchiera di un generale; è la sua scelta che decide della sua abilità o ignoranza.
Napoleone Bonaparte, ibidem

La grande arte è cambiare durante la battaglia. Guai al generale che si presenta sul campo di battaglia con un sistema.
[Le grand art, c'est de changer pendant la bataille. Malheur au général qui arrive au combat avec un système].
Napoleone Bonaparte, ibidem

Molto si apprezza che i giovani studino la guerra nei libri; questo è un buon mezzo per avere dei cattivi generali.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Generali: non vedono l'ora che l'atomo sia bandito per tornare a farsi le loro belle guerre convenzionali, studiate a Modena, a Saint-Cyr, a West Point...
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

In caso di guerra contano l'improvvisazione della truppa e la fortuna dei generali.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Oh, uno stetoscopio, uno stetoscopio finissimo, per diagnosticare i generali nel grembo materno!
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Ha l’arguzia della sua malvagità, la smemoratezza della sua età, la limitatezza della sua stirpe e la brutalità del suo mestiere: un grande generale.
Elias Canetti, ibidem

Non si è uomini d’ingegno perché si hanno molte idee, come non si è buoni generali perché si hanno molti soldati.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Le battaglie si vincono con i massacri e con le manovre. Più grande è il generale, maggiore è il suo contributo alle manovre e minore è la richiesta di massacri.
[Battles are won by slaughter and maneuver. The greater the general, the more he contributes in maneuver, the less he demands in slaughter].
Winston Churchill, The World Crisis, 1923/31

Un generale non si arrende mai, neanche all'evidenza.
Jean Cocteau [1]

Generale, dietro la stazione / lo vedi il treno che portava al sole, / non fa più fermate neanche per pisciare, / si va dritti a casa senza più pensare, / che la guerra è bella anche se fa male, / che torneremo ancora a cantare / e a farci fare l'amore, l'amore dalle infermiere.
Francesco De Gregori, Generale, 1978 

La peggiore calamità dopo un generale stupido è un generale intelligente.
[La pire calamité après un général bête, c'est un général intelligent].
Charles de Gaulle [1]

Per effetto della tecnologia il coraggio militare cessa di esistere: i generali avranno l'occasione di brillare per coraggio civile.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Un grande dottore uccide più gente che un grande generale.
Gottfried Wilhelm Leibniz (attribuita)

I generali non sanno che le battaglia le vincono gli storici
Leo Longanesi [1]

Un artista abbandonato dalla fantasia è come un generale a cui sia stato tolto il comando: un rudere che, quasi sempre, si sfoga blaterando.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

I soldati dovrebbero temere il loro generale ancor più del loro nemico.
[Les soldats devraient craindre leur général encore plus que leur ennemi].
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Disavventure, eventi imprevisti, situazioni aperte, svelano la bravura di un generale, mentre il successo nasconde la sua debolezza, i suoi punti deboli.
Orazio [1]

Non è un buon soldato quello che non sogna di diventare un generale.
Aleksandr F. Pogosski [1]

Il dovere di un generale non è solo quello di pensare alla vittoria, ma di sapere quando rinunciare.
Polibio, Storie, II sec. a.e.c.

In una guerra civile, un generale deve sapere esattamente quando passare dall'altra parte.
Henry Reed [1]

Il cosiddetto dio degli eserciti è sempre dalla parte della nazione che ha la migliore artiglieria, i migliori generali.
Ernest Renan, Dialoghi e frammenti filosofici, 1876

Nessuno si stupisce che un generale o un ammiraglio famoso sia povero; anzi, la povertà, in tali circostanze, in un certo senso è in se stessa un onore.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Un giovane generale che ha bisogno di una vittoria, spesso combatte senza motivo molte sanguinose battaglie. Il vantaggio di un generale esperto è che non è obbligato a combattere per mostrare al mondo l'arte di vincere.
Friedrich Schiller, Don Carlos, 1787

Rispetto l'opinione degli individui in generale e l'opinione dei generali in particolare.
Aurélien Scholl [1]

Il coraggio del soldato dipende dalla prudenza del generale.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.
La peggiore calamità dopo un generale stupido
è un generale intelligente. (Charles de Gaulle)
Dopo aver analizzato le situazione per rilevarne i vantaggi, il generale deve creare le circostanze che contribuiscano a realizzare i suoi obiettivi, schierando le truppe nel modo più opportuno.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Cinque qualità pericolose possono riscontrarsi nel carattere di un generale. Sono queste: Se è troppo temerario, può venire ucciso. Se tiene troppo alla vita, sarà fatto sicuramente prigioniero. Se è iroso, cede alle provocazioni. Se tiene tropo al proprio decoro, è sensibile alle calunnie. Se è di natura compassionevole, puoi farlo vivere nel tormento. Questi cinque tratti caratteriali per un generale sono difetti. Per le operazioni militare sono catastrofi. La rovina dell’esercito e la morte del generale stesso sono il risultato di tali difetti.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Di solito, chi ha occupato per primo il campo di battaglia e attende il nemico, è riposato; chi invece arriva più tardi e si impegna all’ultimo momento nella battaglia, è affaticato. Per questo il generale esperto non va, ma fa in modo che sia il nemico a venire: non si lascia condurre da lui.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Il generale esperto attacca la strategia del meno esperto. Questa è la prima cosa da fare.
Sun Tzu, ibidem

Il generale esperto crea situazioni grazie alle quali non potrà essere battuto, e non si lascia sfuggire alcuna occasione di porre in condizioni di inferiorità il nemico.
Sun Tzu, ibidem

Il generale esperto si equipaggia in patria ma si approvvigiona a spese del nemico. Così l’esercito non manca mai di cibo.
Sun Tzu, ibidem

Il generale esperto non va, ma fa in modo che sia il nemico a venire: non si lascia condurre da lui.
Sun Tzu, ibidem

Il generale esperto induce il nemico a muoversi, e ad assumere un certo schieramento. Lo adesca con qualcosa che il nemico è sicuro di prendere e, attirandolo, con l’illusione di un piccolo vantaggio, lo aspetta in forze. È per questo che il generale esperto prepara la vittoria studiando la situazione. Non si affida ai
subordinati.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Il generale esperto logora il nemico tenendolo costantemente sotto pressione. Lo fa correre dappertutto adescandolo con vantaggi illusori.
Sun Tzu, ibidem

L’invincibilità, dipende soltanto da noi stessi; la vulnerabilità del nemico dipende soltanto da lui. Ne consegue che in una guerra un abile generale può rendersi invincibile, pur se non può indurre un nemico a diventare vulnerabile.
Sun Tzu, ibidem

L’obbiettivo essenziale della guerra è la vittoria, non le operazioni prolungate. Per questo, un generale che conosce l’arte della guerra diventa giudice della sorte del suo popolo e arbitro dei destini della nazione.
Sun Tzu, ibidem

Se il generale è incapace di controllare la propria impazienza e lancia le truppe all'assalto delle mura come uno sciame di formiche, ne farà massacrare un terzo senza prendere la città. Simili attacchi sono manifestazioni di stupidità assassina.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Che motivo hanno, tutti, di parlare di genio militare? È forse un genio l'uomo che ordini tempestivamente di far affluire le gallette? O al tale andare a destra o al talaltro a sinistra? Li chiamano geni solo perché gli uomini d'arme sono circonfusi da un'aureola di gloria e di potere, e la turba di vigliacchi adula ed esalta il potere attribuendogli le qualità del genio, che in realtà non possiede.
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1867

Un buon generale non solo non ha bisogno né della genialità né di qualsivoglia altra virtù; al contrario, è bene che manchi delle migliori, delle più elevate qualità umane, come l'amore, la poesia, la finezza di sentimenti, il dubbio filosofico, la capacità speculativa. Dev'essere un uomo limitato, fermamente convinto che ciò che fa è molto importante (altrimenti il suo mestiere gli verrebbe a noia): solo a queste condizioni sarà un valido uomo d'armi. Dio ci scampi se sarà, in senso compiuto, un uomo: se proverà affetto per qualcuno, se conoscerà sentimenti pietosi, se distinguerà il giusto dall'ingiusto. Si capisce perché, fin dall'antichità, sia stata creata per loro la teoria dei geni, perché in mano loro sta il potere? Il merito del successo nelle imprese militari non dipende da costoro, ma dall'uomo che in mezzo alle file grida "Urrà!" Solo in quelle file si può prestare servizio con la certezza di esser utili!
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1867

Per gli storici, i principi e i generali sono dei geni; per i soldati sono sempre dei vigliacchi.
Lev Tolstoj, ibidem

Tra le parole pronunciate dai grandi generali, ce ne sono alcune che furono dette in modo brusco. Tuttavia le si dovrebbe prendere ugualmente in considerazione.
Yamamoto Tsunetomo, Hagakure, 1709/16 (postumo 1906)

Quando esamino la fama conquistata dagli eroi e le vittorie dei grandi generali, non invidio i generali.
Walt Whitman [1]

Il generale è fondamentalmente un uomo di pace, tranne che fra le mura domestiche.
Oscar Wilde [1]

Il vecchio generale: «In tutta la mia vita ho ricevuto solo due medaglie: una alla memoria e l’altra... Cazz... non me lo ricordo più!»
Anonimo

La guerra è una cosa troppo grave per affidarla a dei generali.
Anonimo [2]

Perché i generali sono così stupidi? Perché sono reclutati tra i colonnelli.
Anonimo

Al soldato il bottino, al generale la gloria.
Proverbio

Sotto un generale energico non vi son soldati deboli.
Proverbio

È facile reclutare un migliaio di soldati, ma è difficile trovare un generale.
Proverbio cinese

Il valore di un generale risiede nella sua strategia e non nel suo coraggio.
Proverbio cinese

Un esercito di ciechi, al seguito di un generale cieco, è condannato alla sconfitta.
Proverbio cinese

Un generale esperto ne vale due.
Proverbio cinese

I generali trionfano, i soldati cadono.
Proverbio giapponese 

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Variazione a una frase di Georges Clemenceau: "La guerra è una cosa troppo seria per affidarla a dei militari".
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Capitano - Comandante - Militare - Esercito - Soldati

Nessun commento: