Aforismi, frasi e citazioni sui Pedanti e sulla Pedanteria

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla pedanteria e sulle persone pedanti, cioè quelle che si richiamano continuamente alle regole, osservandole e facendole osservare con scrupolo meticoloso e scarsa intelligenza, o quelle che mettono una cura eccessivamente minuziosa, meticolosa, pignola in qualsiasi cosa facciano. [Cfr. Vocabolario Treccani].
Un pedante è uno stupido adulterato dallo studio. (Miguel de Unamuno)
Non c'è correzione, per quanto marginale o insignificante, che non valga la pena di effettuare. Di cento correzioni, ognuna può sembrare meschina e pedante; insieme, possono determinare un nuovo livello del testo.
Theodor Adorno, Minima moralia, 1951

L’eccessiva sottomissione ai libri e alle opinioni degli antichi, come a eterne verità rivelate da Dio, guasta molte menti e produce molti pedanti.
Nicolas d’Ailly, Pensieri diversi, 1678

Le persone più odiose, i pedanti che hanno una opinione troppo grande di sé stessi.
Henri-Frédéric Amiel [1]

Il pedante non riesce ad aggiungere sale al proprio discorso, laddove il genio è capace di nascondervelo.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Nella povertà si trova l’onestà e la moderazione, nella pedanteria si trova l’orgoglio e l’insolenza.
Aristofane, IV sec. a.e.c. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L’uomo pedante vuole sempre essere applaudito, dagli altri o da sé stesso.
Francis Bacon [1]

Ti citano un diluvio di nomi d'autori d'ogni generazione a proposito d'ogni cianciafruscola; e guai chi s'arrischiasse a ridere di questa loro sciocca ed inopportuna ostentazione di sapere, vale a dire di questa loro pedanteria, ché la pedanteria è appunto definita una ostentazione di sapere sciocca ed inopportuna! Ne v'è modo di far loro capire che gli autori non vanno mai nominati per pompa, ma vanno solo nominati quando l'argomento il chiegga indispensabilmente e a viva forza.
Giuseppe Marco Antonio Baretti, La frusta letteraria di Aristarco Scannabue, 1763/65

La pedanteria si combina sempre con un'istruzione molto superficiale; l'uomo istruito non sarà mai un pedante.
Diane de Beausacq, Lettere di una madrina alla sua figlioccia, 1863

La pedanteria procede dalla vanità e finisce nel ridicolo.
Diane de Beausacq, ibidem

La pedanteria trasforma un uomo intelligente in uno sciocco.
Diane de Beausacq, Lettere di una madrina alla sua figlioccia, 1863

Un ignorante modesto vale più di un sapiente pedante.
[Un ignorant modeste vaut mieux qu'un savant pédant].
Simon de Bignicourt, Pensieri e riflessioni filosofiche, 1755

Uno sciocco è soltanto noioso, un pedante è insopportabile.
[Un sot n'est qu'ennuyeux, un pédant est insupportable].
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Il pedante è colui che parla e non dice mai nulla.
[La pédante est celle qui parle, et jamais ne dit rien].
Nicolas Boileau, Satire, 1660/68

Un pedante, inebriato dalla sua vana scienza, spesso non è che uno sciocco.
Nicolas Boileau, Satire, 1660/68

La pedanteria è come l’occhio di un insetto che riesce a vedere in forme infinitamente grandi solo ciò che è vicinissimo e di minime dimensioni, ma non è mai in grado di abbracciare molte cose, per tacere di un qualcosa nella sua interezza.
Johannes Brahms  (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non appena uno fa qualcosa di nuovo, sconvolge le abitudini dei pedanti, i quali fanno di tutto per sbarrargli la strada. Ma come per miracolo non ci riescono.
Georges Brassens, Le strade che non portano a Roma, 2008 (postumo)

Il pedante non usa più i piedi: va in macchina e ha il computer.
Rinaldo Caddeo, Etimologie del caos, 2003

Mi ci è voluto molto tempo per sottrarmi al fascino esercitato su di me dal gergo filosofico. Ma alla fine ci sono riuscito. Quello stile da professori, pedante, artefatto, che gira a vuoto, il cui obiettivo essenziale è nascondere, rinviare il problema, alla lunga diventa intollerabile. Ma si può capire che seduca i giovani e gratifichi i professori.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Rompere per sempre con tutto ciò che è scolastico, professorale, pedante, istruttivo, di moda, «obiettivo», «profondo», «significativo», «noto», «rinomato», ecc. ecc. ecc...
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Non potendo trovare delle persone moderate, devo rivolgermi a persone ardenti e pedanti. Quelle ardenti progrediscono, mentre quelle pedanti sono caute nell'agire.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Quando il temperamento originario prevale sulla cultura si è rozzi; quando la cultura prevale sul temperamento originario si è pedanti. Quando la cultura e temperamento si equilibrano, allora si è superiori.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Per un domestico, aver studiato all'università può andar bene; ma questo tipo di istruzione è un po' troppo pedante per un gentiluomo.
['Tis well enough for a servant to be bred at an University. But the education is a little too pedantic for a gentleman].
William Congreve, Amore per amore, 1695

Se la circospezione rende pedanti, l'entusiasmo rende imbecilli.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Il termine comune è sempre preferibile ai suoi sinonimi rari, ma un lessico preciso giustifica qualsiasi pedanteria. L'esattezza verbale è qualità estetica, mentre la rarità di una voce è fatto sociologico.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

I contemporanei rispettano i libri noiosi solo quando sono pretenziosi e pedanti. I posteri se la ridono di questi idoli polverosi, per venerare, sia ben chiaro, analoghi santoni del proprio tempo.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La pedanteria morale consiste nel trattare se stessi come l'etica kantiana esige che trattiamo gli altri.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La pedanteria è la fatuità della scienza.
Adrien Destailleur, Osservazioni morali, critiche e politiche, 1830

Solo le passioni, e le grandi passioni, possono innalzare lo spirito a cose grandi. Senza di esse, non esiste più il sublime, sia nei costumi sia nelle opere; le arti arretrano alla loro infanzia e la virtù diviene pedante.
Denis Diderot, Pensieri filosofici, 1746

La pedanteria è figlia dell'ignoranza.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Il cane è nemico del gatto, il gatto del topo, il ragno dei moscerini, il lupo delle pecore, ed io dei pedanti.
Ugo Foscolo, Opere, XIX sec.

L'ignoranza pedante ed orgogliosa deve esser combattuta con le stesse armi.
Giovanni Gaggino, Tesoro, 1900/17

Chi è saggio a cinquant'anni è saggio. Chi lo è a venti, è pedante.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Lo zelo è pedanteria interessata.
Roberto Gervaso, ibidem

Chi sa troppe cose, o le sa male o le sa con pedanteria.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Niuno oserà stimare più la memoria che il giudizio, eppure nei circoli, ed alle tavole, il dotto e l'ingegno cederà sempre all'erudito e al discreto pedantismo.
Giambattista Giovio, Pensieri vari, 1780

Da ogni ordine scaturisce alla fine la pedanteria. Per liberarsi di questa, si distrugge quello, e così si va avanti per un po', finché ci si rende conto che bisogna far ordine di nuovo.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il dilettantismo preso sul serio e la scienza esercitata meccanicamente diventano pedanteria.
Johann Wolfgang Goethe, ibidem

L'autorità, cioè il fatto che qualcosa sia accaduto, sia stato detto o deciso già una volta, ha grande valore; ma solo il pedante esige l'autorità dappertutto.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Ci son dei pedanti che sono anche birbanti, e quelli sono i peggiori di tutti.
Johann Wolfgang Goethe, ibidem

Ogni grande idea che viene al mondo come un vangelo diventa motivo di rabbia per la gente pedante e ristagnante e una stoltezza per l'uomo di molta ma superficiale cultura.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il purismo pedantesco è un assurdo rifiuto di un'ulteriore estensione del senso e dello spirito
Johann Wolfgang Goethe, ibidem

Un'attività pura media per il compimento del buono e del giusto e rarissima; di solito vediamo la pedanteria che tende a ritardare e l'insolenza che tende a precipitare.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Bisogna essere un pedante ben fastidioso per volere, tutte le volte che il cuore parla, fare interloquir la ragione.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

In realtà non c’è nulla di più pedante che ostentare spirito in società.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

La pedanteria affonda le sue radici nel cuore, non nella mente.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

Pedante: una persona con più istruzione di quanta ne possa utilizzare.
Elbert Hubbard, Il Dizionario Roycroft, 1914

Sentirsi disgustato della vita perché in un proprio lavoro si è trovato un errore che nessun altro vede; calmarsi soltanto quando se ne trova un altro, perché allora la macchia sul proprio onore viene a coincidere col riconoscimento della imperfezione degli sforzi umani: un tale talento nel tormentarsi mi sembra costituire la differenza fra l'arte e l'artigianato. Certe zucche vuote potrebbero giudicare questo un tratto di pedanteria; ma non hanno idea da quale libertà è nata questa costrizione e a quale facilità nel produrre ci guidi questa maniera di rendersi le cose difficili. Nulla di più sciocco che parlare di sofisticherie formali, là dove la forma non è il vestito del pensiero ma la sua carne.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

La pedanteria è una condizione nella quale o la mancanza dà il suo frutto o la pienezza acquieta. Come la perversione, è o un meno o un più. Dietro al pedante sta talvolta un fantasticatore, che cerca punti d'appoggio per poterlo essere veramente. Pedante non è solo colui che vive all'esterno, ma anche uno che si tutela all'esterno per perdersi meglio.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Si dovrebbe trarre piacere nel leggere le proprie opere a coloro che ne sanno abbastanza per correggerle e valutarle. Non voler essere consigliato né corretto nel proprio operato è pedanteria.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Per molti, sapiente e pedante sono sinonimi.
Jean de La Bruyère, ibidem

Ci sono ingegni, se posso dirlo, inferiori e subalterni, che sembrano fatti per essere il repertorio, il registro o il deposito di tutte le produzioni degli altri ingegni: sono plagiari, traduttori, compilatori; non pensano affatto, dicono quanto altri autori hanno pensato; e siccome la scelta dei pensieri è invenzione, la loro è cattiva, poco esatta e li induce a riportare molte cose, piuttosto che eccellenti cose; non hanno nulla di originale e di loro proprio; non sanno ciò che hanno imparato, e imparano esclusivamente ciò che tutti vogliono decisamente ignorare, una scienza arida, sfornita di attrattive e di utilità, che è esclusa dalla conversazione, che è bandita dal commercio, simile a una moneta fuori corso: si è stupefatti dalla loro lettura e insieme annoiati dal loro colloquiare o dalle loro opere. Sono proprio costoro che i potenti e il volgo scambiano per eruditi, e che i saggi rimandano alla pedanteria.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

C'è anche chi pedanteggia sulle prime pagine dei quotidiani. È come impartire precetti morali ai fanciulli stando comodamente seduti sul divano di un bordello.
Nunzio La Fauci, Foglie di cactus, 2000

Per scrivere bene, senza pedanteria, il sicuro istinto della lingua è meglio della conoscenza.
Paul Léautaud; Les propos d'un jour, 1947

Era un pedante così minuzioso che vedeva un granello di sabbia sempre prima di una casa.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Il molto leggere rende spocchiosi e pedanti; il molto vedere rende saggi, sopportabili e utili. Chi legge elabora troppo una sola idea; l’altro (l’osservatore del mondo) riceve qualcosa da tutte le parti e su tutte le parti si modella, vede come nel mondo ci si cura poco delle astrazioni dei dotti, e diventa un cittadino del mondo.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Se parlare per non dire niente è tipico dello stupido, parlare per sfoggiare la propria scienza è tipico del pedante.
[Si parler pour ne rien dire est le propre du sot, parler pour étaler sa science est celui du pédant].
Maxalexis, I falsi amici, 2009

Dar peso al minimo è pedante grettezza ma caricarlo di significati universali è indice di fervore spirituale.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La terminologia rigorosa è indispensabile nella scienza. Il rigore terminologico è una pedanteria al di fuori della scienza.
Multatuli, Idee, 1862/77

L’arte è vita; non è un ragionamento; e la bellezza non nasce mai viva da una formula, né sta al servizio d’alcun pedante.
Luigi Pirandello, Novelle e novellieri, XX sec.

Il pedante fa la ceretta al pelo dell'uovo.
Mario Postizzi, Hommelettes, 2007

Il pedante pensa sempre che l’apparenza sarà sufficiente a far sbocciare il proprio merito.
Emmeline Raymond [1]

Un pedante è un uomo che digerisce male intellettualmente.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La pedanteria si occupa talmente del modo di dire le cose e dell'effetto che devono produrre, da togliere loro, appunto, tutto l'effetto che produrrebbero se fluissero spontaneamente e senza pretese.
Pierre Reverdy, Il guanto di crine, 1927

Ci sono persone pedanti anche nella fatuità, didattiche anche nella frivolezza, che dovrebbero, in mancanza di meglio, limitarsi almeno ad essere serie.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Quello che assomiglia di più a un pallone è un pedante; ne ha il vuoto e il gonfiore.
Joseph Sanial-Dubay, Pensieri sull'uomo, il mondo e i costumi, 1813

Alla buffoneria appartiene pure la pedanteria. Essa ha origine dal fatto che si nutre poca fiducia nel proprio intelletto e non gli si vuole quindi lasciare la facoltà di riconoscere immediatamente, nel caso singolo, ciò che è giusto, ponendolo di conseguenza completamente sotto la tutela della ragione. Questo significa volere servirsi di essa ovunque, volere cioè partire sempre da concetti, regole, massime generali e volere attenersi esattamente ad esse nella vita, nell'arte e addirittura nella condotta etica, donde l’aderenza, propria della pedanteria, alle forme, alle maniere, al modo di manifestarsi e di parlare, tutte cose che in essa prendono il posto dell’essenza della cosa.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Il pedante con le sue massime generali arriva quasi sempre in eccessivo svantaggio nella vita, si dimostra sconsiderato, assurdo, inadatto.
Arthur Schopenhauer, ibidem

Quando, specialmente nelle questioni politiche, si parla di dottrinari, di teorici, di eruditi ecc., si intendono i pedanti, cioè individui che conoscono sì le cose in abstracto, ma non in concreto. L’astrazione consiste nell'ignorare le determinazioni più particolari, ma sono soprattutto queste ad essere determinanti nella pratica.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Il voler scrivere come si parla è da biasimare tanto quanto il suo contrario, cioè il voler parlare come si scrive; il che riesce pedantesco e nello stesso tempo difficile per la comprensione.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Un pedante ignorante è la cosa più intollerabile sotto il sole.
Arthur Schopenhauer, ibidem

Precisione, efficacia e serietà non sono sinonimi di pedanteria: quest’ultima è un rischio che noi italiani non correremo mai.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012

La mente dello sciocco digerisce la filosofia in follia, la scienza in superstizione, l'arte in pedanteria. Da qui, l'educazione universitaria.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Certi giovani per amore all'accuratezza diventano pedanti prima del tempo, preferiscono la lima alla penna e finiscono col non far niente.
Italo Svevo, Una vita, 1892

Il mondo intellettuale si divide in due classi: da una parte i dilettanti, dall'altra i pedanti.
Miguel de Unamuno, Del sentimento tragico della vita, 1913

Un pedante è uno stupido adulterato dallo studio.
[Un pedante es un estúpido adulterado por el estudio].
Miguel de Unamuno [1]

Nulla è più insopportabile in una conversazione che un pedante pieno di vanità e presunzione.
Étienne-François de Vernage [1]

D’orgoglio di pedanti, di sudicio di fanti son pieni tutti i canti.
Proverbio

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Zelo - Dotti - Eruditi

Nessun commento: