Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sulla Carne

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul mangiare carne (o bistecche), e proverbi sugli insaccati (salsicce, prosciutto, salame, ecc.). La carne è un alimento costituito dalla massa muscolare di vari animali, ed è considerata molto nutriente soprattutto per il suo contenuto proteico; nello stesso tempo, però, la carne (e in particolar modo le carni rosse) sono considerate un alimento "a rischio" per la presenza di grassi saturi, che sono stati associati al colesterolo e ai disturbi coronarici.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul mattatoio, il macellaio, le grigliate, il vegetarianismo e il veganismo. [I link sono in fondo alla pagina].
Mangiare carne è digerire le agonie di altri esseri viventi.
(Anonimo - attribuito a Marguerite Yourcenar)
Le sostanze animali esercitano sullo stomaco un'azione assai più stimolante che le vegetabili, esse riparano più completamente e sostengono più fermamente le forze. Gli uomini che mangiano carne sono senza confronto più forti e più attivi di quelli che non ne fanno uso.
Ferrante Aporti, Elementi di pedagogia, 1847

Di carne ne mangio poca. È un piccolo pacchetto di proteine troppo costoso per gli equilibri del nostro pianeta.
Margaret Atwood, intervista, su Vanity Fair, 2010

Basta con i piaceri della carne! Facciamo godere anche le verdure!
Bagatto, in Andrea Giardina, Il piccolo libro del sesso, 2000

Quando le persone mangiano carne, lo vedo un po' come fumare. È una sorta di roulette russa. Potresti non prendere il diabete ma le chance di contrarlo sono una su tre. Potresti non prendere il cancro, ma le chance, se sei un uomo, sono una su due. Per una donna, una su tre. Le chance di prendere peso sono due su tre.
Neal Barnard, in What the Health, 2017

L'industria della carne ha provocato, fra gli statunitensi, più morti di tutte le guerre di questo secolo. Se la carne è la vostra idea di «cibo vero per gente vera», farete meglio a vivere in un luogo veramente vicino a un ospedale veramente efficiente.
Neal Barnard, ibidem

Non mangiare carne è una scelta indispensabile per un animalista: come si fa a preoccuparsi per la sorte degli animali e per la loro sofferenza, e poi a mangiarseli tranquillamente, sapendo quale terribile percorso li ha portati a diventare l'arrosto o la cotoletta che ci vengono serviti in tavola?
Marina Baruffaldi, Manuale del giovane animalista, 1997

La civiltà industriale e tecnologica ha permesso all'umanità di sconfiggere o quasi la morte precoce. Nel corso degli ultimi cento anni la popolazione terrestre ha potuto triplicarsi. E tuttavia gli uomini continuano oggi ancora a nutrirsi come una volta, come sempre, di carne sanguinante, oggi ancora continuano a fondare la loro sussistenza sulla morte di altri esseri viventi.
Giorgio Bassani, Di là dal cuore, 1984

L'industria della carne ha provocato, fra gli statunitensi, più morti di tutte le guerre di questo secolo. Se la carne è la vostra idea di «cibo vero per gente vera», farete meglio a vivere in un luogo veramente vicino a un ospedale veramente efficiente.
Neal D. Barnard [1]

La gente a cui piacciono le salsicce e rispetta la legge non dovrebbe mai guardare come entrambe vengono fatte.
Arthur Bloch, Il principio della salsiccia, La legge di Murphy II, 1980

La maggior parte della gente non vuole farsi domande sulla carne. Per i miei vicini (e per i miei amici, e per me durante gran parte della mia vita) la carne non è carne, è un’astrazione. La gente non pensa a un animale quando usa la parola "carne".
Bill Buford [1]

Si potrà parlare di civiltà solo quando si considererà cannibalismo non solo mangiare i nostri simili, ma carne in generale.
Wilhelm Busch [1]

Non puoi considerarti ambientalista se mangi la carne.
James Cameron [1]

La causa principale del fallimento di una cena, non è la mancanza di carne, né di bevanda, ma di conversazione.
Lewis Carroll, Sylvie e Bruno, 1889

La gente mangia carne e pensa: "Diventerò forte come un bue". Dimenticando che il bue mangia erba.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Si sa che cosa sono le carni in genere: quel che c’è di più devitalizzato, di più sporcato dai medicinali (antibiotici, estrogeni, tranquillanti, antitiroidei) tra i prodotti alimentari.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Argomentando della tossicità delle carni, non va trascurato quel che l’analisi non può rivelare: l’energia negativa di cui è imbevuta ogni molecola di un essere sensibile trattato come una quantità inanimata, il concentrarsi in chi se ne ciba dei residui psichici del suo terrore e della sua disperazione.
Guido Ceronetti, ibidem

Siamo immersi in un’esaltazione continua e rabbiosa della sopraffazione, dell’uomo sulla bestia e di chiunque sopra chiunque, e il nutrimento carneo è visto come il fondamento necessario di tutta la gerarchia della paura, è l’olio benedetto che consacra i re della vita.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

Solo un vero vegetariano è capace di vedere le sardine come cadaveri e la loro scatola come una "bara di latta"; un mangiatore di carne neanche se lo chiudono nel frigorifero di una macelleria avrà la sensazione di coabitare con dei cadaveri squartati.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

C'è come un velo sulla retina dei non vegetariani, quasi un materializzarsi di un velo sull'anima, che gli impedisce di vedere il cadavere, il pezzo di cadavere cotto, nel piatto di carne o di pesce.
Guido Ceronetti, ibidem

Descartes (Passions de l'àrne, art. 97) dice che l'amore, quando non è triste né troppo forte, è utile alla salute: il polso batte bene, al petto si prova un calore dolce e «la digestione delle carni si fa rapidamente nello stomaco» (mentre l'odio le fa vomitare). Implicitamente è riconosciuta l'indigeribilità delle carni, se occorre essere felicemente innamorati perché lo stomaco le trovi possibili. Omnia vincit amor.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Non mangiare carne è un'etica assoluta: per chi sia cosciente di quel che significa allevare-macellare-trafficare carni, e non è disposto ad approvare tutto, e tuttavia non si astenga, non ci sarà perdono.
Guido Ceronetti, La pazienza dell'arrostito, 1990

Meglio chi mangia carne seicento volte l'anno di chi la mangia, tanto per consentire, una volta la settimana: nel carnivorismo cieco, totale, tigresco, c'è una specie di innocenza, è materia che divora se stessa; in quello sporadico c'è l'uomo e la sua colpa.
Guido Ceronetti, La pazienza dell'arrostito, 1990

Mi stupisco quando vedo gente giovane mangiare carne. Mi sembra talmente cosa d'altre epoche! La gioventù carnivora non è coi tempi, ha uno stomaco da secolo XIX che carnivorizzò l'Europa. Cibarsi di pezzi di animali macellati è un'anomalia, fuori della dieta vegetariana non c'è giovinezza vera. La carne è per lo più un'angosciata abitudine dei vecchi.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Salvate il mondo. Mangiate esclusivamente carne umana.
Guido Ceronetti, L'occhio del barbagianni, 2014

L'unico momento buono per mangiare cibi salutari è mentre aspetti che la bistecca sia pronta.
Julia Child [1]

È quasi impossibile quantificare il dolore e la sofferenza inferti a degli esseri viventi in virtù del soddisfacimento della fame di carne e di denaro – e ciò ha delle conseguenze per i consumatori. Mangiando carne, a livello spirituale facciamo nostra anche la sofferenza patita dall'animale maltrattato. La verità è che vogliamo non vederla, non rendercene conto e non darle peso. Ma dovremmo farlo – per amor nostro.
Ruediger Dahlke, Vegan per tutti, 2015

In fin dei conti mangiare carne significa fare un banchetto funebre in senso doppio. Si ingerisce qualcosa di morto e la morte stessa e, muniti di forchetta e coltello, si lavora alacremente in direzione della propria morte.
Ruediger Dahlke, ibidem

Ho sempre mangiato la carne con un pizzico di cattiva coscienza.
Albert Einstein, in Archivio Einstein, 1953

Lascia che gli stoici dicano ciò che vogliono, noi non mangiamo per vivere bene, ma perché la carne è salata e l'appetito è acuto.
Ralph Waldo Emerson, Saggi, 1841/44

Inverti la psicologia del tuo piatto facendo della carne il contorno e delle verdure il piatto principale.
Bobby Flay [1]

Ormai il nostro sostentamento proviene dalla sofferenza. Sappiamo che se qualcuno vuole mostrarci un film sulla produzione della carne, sarà un film dell'orrore. Forse sappiamo più di quanto ci interessi ammettere, e lo confiniamo nei recessi più bui e nascosti della memoria.
Jonathan Safran Foer, Se niente importa, 2009

Quando mangiamo carne prodotta in allevamenti industriali viviamo, letteralmente, di corpi torturati. Sempre più, quel corpo torturato sta diventando il nostro.
Jonathan Safran Foer, ibidem

Nulla di ciò che facciamo può provocare direttamente tanta sofferenza negli animali quanto nutrirsi di carne, nessuna delle nostre scelte quotidiane ha più impatto sull'ambiente.
Jonathan Safran Foer, ibidem

Pensa all'ambiente e alla scarsità di cibo: non c'è differenza etica tra mangiare carne e buttare un'enorme quantità di cibo nella pattumiera, perché gli animali che mangiamo trasformano solo una piccola frazione del cibo che ingeriscono in calorie di carne: ci vogliono da sei a ventisei calorie di mangime perché un animale produca una sola caloria di carne.
Jonathan Safran Foer, Se niente importa, 2009

La carne alla brace rappresenta il global food per eccellenza, indifferente a frontiere e razze, confessioni religiose e conto in banca. Basta che si sparga nell'aria un certo profumino e siamo tutti lì davanti alla griglia.
Licia Granello [1]

Un tempo si diceva: sei vegetariano o "addirittura" vegano? Attento alla salute. Oggi il discorso è capovolto: mangi carne? Attento alla salute.
Lorenzo Guadagnucci [1]

La carne mi ripugna, non tanto per l’odore, ma per il pensare da dove viene, quali sofferenze ha sopportato l’essere vivente, un mammifero come me, a cui apparteneva.
Margherita Hack [1]

La carne morta dovrebbe essere sepolta, non mangiata.
Chrissie Hynde [1]

Da un lato, [la carne] è una piccola leccornia per gli uomini, dall'altro infinite e terribili sofferenze per gli animali.
Helmut F. Kaplan [1]

Se tu sapessi come viene prodotta la carne, probabilmente salteresti il tuo pranzo.
K. D. Lang [1]

Le verdure sono interessanti, ma mancano di significato se non sono accompagnate da un buon pezzo di carne.
[Vegetables are interesting but lack a sense of purpose when unaccompanied by a good cut of meat].
Fran Lebowitz [1]

L'omo e li animali sono proprio transito e condotto di cibo, sepoltura d'animali, albergo de' morti, facendo a sé vita dell'altrui morte, guaina di corruzione.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

La carne in scatola americana la mangio, ma le ideologie che l'accompagnano le lascio sul piatto.
Leo Longanesi, Parliamo dell'elefante, 1947

Non mi aspetto che tutti rinuncino a mangiare carne, penso non sia realistico, ma sarebbe importante far capire alla gente che la carne non è qualcosa che devono mangiare per stare in salute, ogni giorno, come fanno adesso.
Bill Maher, in Meat the truth – Carne, la verità sconosciuta, 2007

Stanati inganni (e danni) del marketing del carrello onnivoro, continuare a dire che le proteine sono un'esclusiva della carne è sempre più anacronistico, oltre che un falso nutrizionale.
Maurizio Martucci, Alimentazione: la moda del crudismo Veg, su il Fatto Quotidiano, 2014

Non credo che mangiare un po' di carne di tanto in tanto sia rischioso per la salute, ma non mi risulta nemmeno che faccia bene, pur avendo studiato a lungo la letteratura a sostegno di entrambe le ipotesi. Dato che ogni boccone di carne comporta la morte di un animale, non credo vi siano più dubbi sul fatto che cercare di limitare la propria dieta agli alimenti vegetali sia una scelta ragionevole.
Jeffrey Moussaieff Masson, Chi c'è nel tuo piatto?, 2009

I deboli sono carne che i forti mangiano.
David Mitchell [1]

Se qualcuno di voi desidera salvare il mondo, tutto ciò che deve fare è smettere di mangiare carne.
Paul McCartney [1]

Volentieri sollevo la questione se gli uomini ci abbiano davvero guadagnato acquisendo l’abitudine di mangiare la carne degli animali, anziché nutrirsi del loro latte e dei frutti della terra. Sono convinto che la loro salute sia peggiorata.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

In genere si pensa che la carne non abbia nulla a che fare con gli animali. [...] La gente non si rende conto del modo raccapricciante e spaventoso in cui gli animali finiscono nel piatto...
Morrissey [1[

Riconosciamo la carne per quello che è realmente: il cadavere carico di antibiotici e di pesticidi di un animale torturato.
Ingrid Newkirk [1]

L’America sta diventando una piatta società di vegetariani, astemi e puritani. Io credo nella carne rossa, nel vino e nelle donne.
Jack Nicholson [1]

Ho detto molte volte che la carne è una cosa cattiva. Non mi capiscono. Loro pensano che la carne sia una cosa indispensabile. Vogliono sempre carne. Quando hanno finito di mangiare loro ridono.
Vaclav Nižinskij, Diari, 1919 (postumo 1936)

La carne mi disgusta perché so come uccidono gli animali e quanto essi piangano.
Vaclav Nižinskij, ibidem

Chi ama il cibo ama la carne.
Anne Plantagenet [1]

Tu ti chiedi per quale motivo Pitagora si astenesse dal mangiar carne? Io per parte mia mi domando stupito quale evenienza, quale stato d'animo o disposizione mentale abbia spinto il primo uomo a compiere un delitto con la bocca, ad accostare le labbra alla carne di un animale morto e a definire cibo e nutrimento, davanti a tavole imbandite con corpi morti e corrotti, membra che poco prima digrignavano i denti e gridavano, che potevano muoversi e vedere. Come poteva il suo sguardo tollerare l'uccisione delle vittime sgozzate, scuoiate, smembrate, il suo olfatto resistere alle esalazioni, come ha fatto il senso di contaminazione a non dissuadere il palato, a contatto con le piaghe di altri esseri, nel ricevere i succhi e il sangue putrefatto di ferite mortali?
Plutarco, Del mangiare carne, II sec.

Dite che sono selvatici i serpenti, le pantere e i leoni, mentre voi stessi uccidete altre vite, senza cedere affatto a tali animali quanto a crudeltà. Ma per loro il sangue è un cibo vitale, invece per voi è semplicemente una delizia del gusto.
Plutarco, ibidem

L'uomo mangia a sazietà cibi macchiati delle stragi di animali rendendosi molto più feroce delle fiere selvagge. Il sangue e le carni sono cibi per il lupo e il serpente, non per gli esseri umani.
Plutarco, Del mangiare carne, II sec.

Se i muri delle industria della carne diventassero trasparenti, in senso letterale o anche in senso figurato, non continueremmo a lungo ad allevare, uccidere e mangiare animali come stiamo facendo.
Michael Pollan [1]

La mancanza di informazione o di interesse caratterizza anche il nostro più intimo contatto con gli animali, il fatto cioè che li mangiamo. Mangiare la carne di un altro animale è a tal punto parte della nostra vita di tutti i giorni, almeno nei paesi sviluppati, che molte persone non fanno una precisa associazione tra la carne che mangiano e l'animale da cui proviene.
Tom Regan, Diritti animali, obblighi umani, 1976

Dicono che la carne rossa faccia male, ma io non ho mai visto una tigre dall'aspetto malato.
[They claim red meat is bad for you. But I never saw a sick-looking tiger].
Chi-Chi Rodriguez [1]

[Da quando ho smesso di mangiarla], l'odore della carne mi sembra ripugnante, sento la puzza di sostanze putrefatte. Il mio corpo la rifiuta. Credo che sia come quando uno smette di fumare: quando trovi qualcuno che ti fuma accanto, stai malissimo.
Red Ronnie, intervista, su Corriere della Sera, 1996

Non dimentichiamoci che per noi italiani la carne è un mito, uno status symbol: i miei genitori non la mangiavano mai, non se la potevano permettere e noi siamo cresciuti imbottiti di polpette. È stata una conquista. La mia è stata quella di riuscire a farne a meno.
Red Ronnie, ibidem

Nella misura in cui l'uomo è veramente «civilizzato», non da scuole di cucina ma da scuole di pensiero, dovrebbe abbandonare le barbare abitudini dei suoi antenati carnivori e progredire gradualmente verso un più puro, più semplice, più umano e quindi più civilizzato sistema dietetico.
Henry Stephens Salt, L'etica vegetariana, 1914

Radicchio o bistecca, viviamo della morte degli altri.
Camillo Sbarbaro, Fuochi fatui, 1956

Non c'è un solo argomento né un singolo fatto che possa essere offerto a favore del mangiare carne, che non possa essere offerto, con uguale forza, a favore del cannibalismo.
Herbert Shelton, Nutrizione superiore, 1960

La carne contamina i nostri pasti. Per quanto cerchiamo di nascondercelo, rimane il fatto che il pezzo forte del nostro pranzo ci arriva dal macello grondante di sangue.
Peter Singer, Liberazione animale, 1975

Uccidere un animale è di per sé un atto che turba. È stato detto che, se dovessimo uccidere personalmente per procurarci la carne, saremmo tutti vegetariani.
Peter Singer, ibidem

Quali che siano le possibilità teoriche di allevare gli animali senza sofferenza, la realtà è che la carne venduta nelle macellerie e nei supermercati proviene da animali che hanno sofferto mentre venivano allevati. Così, la domanda che dobbiamo porci non è «È giusto mangiare carne?», ma: «È giusto mangiare questa carne?». Io penso che in questo caso coloro che sono contrari all'uccisione senza necessità degli animali e coloro che rifiutano soltanto l'inflizione di sofferenza debbano unirsi e dare la stessa risposta negativa.
Peter Singer, Liberazione animale, 1975

Se è sbagliato mangiare animali, come mai sono fatti di carne?
Tom Snyder [1]

Si continua tranquillamente a mangiare carne fin quando nel piatto non si vede nient’altro che una bistecca laddove, in realtà, c’è soltanto un pezzo di cadavere.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Ipocrisia gastronomica: gli stessi che inorridirebbero se gli si proponesse di assaggiare anche solo un pezzetto di carne di cane o di gatto, ingurgitano poi, senza battere ciglio, ali di gallina, zampe di coniglio, fegati di cavallo, tentacoli di polpo e via dicendo; il tutto, come se si trattasse di semplici verdurine.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il grande crimine di questi tempi – crimine che ci porta dalla stupidità al sadismo, dritti verso il baratro dell'apocalisse – è il crimine dell'industria alimentare della carne.
Susanna Tamaro, discorso, Giornata per la Coscienza degli Animali, 2010

Mia nonna non mangiava carne. "Non posso" diceva, "è carne di martire". Effettivamente, come altro si potrebbe definire la carne di quei corpi devastati dalla sofferenza?
Susanna Tamaro, ibidem

Quella che chiamiamo eufemisticamente "carne" sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra, 2004

Uno degli argomenti che vengono ancora oggi usati in Occidente per giustificare il massacro annuo di centinaia di milioni di polli, agnelli, maiali e bovi è che per vivere si ha bisogno di proteine. E gli elefanti? Da dove prendono le proteine gli elefanti?
Tiziano Terzani, ibidem

Non è vero, come sostengono alcuni, che sia stata la Bibbia col suo divino invito all'uomo a moltiplicarsi nel mondo su cui lui, solo lui, ha «il dominio» a creare la violenza carnivora della razza umana. I cinesi sono arrivati alla stessa violenza senza la Bibbia, e per millenni questa di cucinare con raffinata tortura ogni animale è stata parte della loro cultura, una parte fra l'altro che nessun regime e nessuna ideologia politica hanno mai osato sfidare.
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra, 2004

Il consumo di carne è un lusso a cui ci siamo troppo abituati. «Che nessuno tocchi le nostre bistecche!», «Giù le mani dai nostri barbecue!», ma una volta appurato che tutta questa carne è una delle cause principali della distruzione della Terra, non faremmo meglio a ripensarci?
Marianne Thieme, in Meat the truth – Carne, la verità sconosciuta, 2007

Come potrà mai praticare l'autentica compassione chi mangia la carne di un animale per nutrire la propria?
Thiruvalluvar, II sec. [1]

Il cibarsi di carne è un residuo della massima primitività; il passaggio al vegetarismo è la prima e più naturale conseguenza della cultura.
Lev Tolstoj [1]

Se tutti coloro che si cibano di carne dovessero uccidere animali in prima persona, la maggior parte degli esseri umani smetterebbe di mangiarne.
Lev Tolstoj [1]

La carne è un alimento di qualità inferiore, poiché la sua decomposizione, più rapida di quella della frutta e dei vegetali, porta ad uno stato di putrefazione all'interno dell'intestino.
Thomas Tryon [1]

Il fegato, l'organo più direttamente responsabile nel gestire l'invasione delle sostanze tossiche, si sovraccarica quando mangiamo carne, in particolare quella degli animali imprigionati nei moderni allevamenti. I loro corpi infelici sono così carichi di tossine, ormoni artificiali della crescita, farmaci e residui chimici, steroidi, tumori e malattie croniche che ingerirli sottopone il fegato a un lavoro erculeo e senza fine.
Will Tuttle, Cibo per la pace, 2005

Mangiamo meno animali, o nessuno!
Kirsten Vangsness, in Meat the truth – Carne, la verità sconosciuta, 2007

Da sempre, appena sono stato in grado di scegliere il mio cibo, non tocco un boccone di carne e, anzi più passa il tempo, più l’idea stessa mi ripugna. Non metto in dubbio che il suo gusto possa risultare piacevole. Ma può il criterio della bontà del gusto giustificare eticamente ogni atto con il quale ci procuriamo il cibo?
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, Verso la scelta vegetariana, 2012

Gli adulti che mangiano molta carne spesso hanno sviluppato questa abitudine da bambini. È infatti nell'infanzia che si acquisiscono gli stili che poi ci accompagneranno per tutta la vita. Quindi educare i nostri bambini a mangiare in modo sano equivale a dotarli di una difesa fondamentale e duratura contro molte malattie, tra cui il cancro.
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, ibidem

In generale, il 30% dei tumori è dovuto a un’alimentazione troppo ricca di grassi di origine animale. Inoltre alcune forme, come il cancro intestinale, sono direttamente correlate al consumo di carne.
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, ibidem

Oggi abbiamo dati sufficienti per dimostrare che il consumo di carne, oltre a essere dannoso per la salute dell’uomo, è nocivo anche per l’equilibrio ambientale e per la sopravvivenza dell’umanità.
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, ibidem

Rinunciare alla carne è per me innanzitutto un modo di contribuire ad alleviare le sofferenze inutili degli altri animali.
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, ibidem

Il consumo di carne è il primo fattore responsabile dell’ingiustizia alimentare e fa sì che metà del mondo si ammali e muoia per troppo cibo e l’altra metà per la sua scarsità. Mangiare meno carne nel mondo occidentale è un obiettivo etico sostenuto ormai da molti studiosi, intellettuali, economisti e ambientalisti nel mondo.
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, Verso la scelta vegetariana, 2012

Un vegano che guida un Hummer contribuisce meno all'emissione di gas serra rispetto a un mangiatore di carne che va in bicicletta.
Paul Watson [1]

I nostri discendenti pronunceranno la parola "carnivoro" con disgusto, e ci giudicheranno come oggi noi giudichiamo i cannibali.
Dennis Weave [1]

Non è niente di meno che una forma di violenza, tentare di abituare i bambini ai veleni tossici, al gusto sgradevole e alla consistenza sgradevole della carne animale.
Jon Wynne-Tyson [1]

La carne, il sangue, i visceri tutto ciò che ha palpitato e vissuto gli ripugnava in quei periodo della sua esistenza, poiché alla bestia duole morire come all'uomo, e gli dispiaceva digerire agonie.
Marguerite Yourcenar, L'opera al nero, 1968

Mi dispiace "digerire agonie".
[Il me déplaît de "digérer des agonies"].
Marguerite Yourcenar, A occhi aperti, Conversazioni con Matthieu Galey, 1980

Considerata la disgustosa origine della carne, la crudeltà di incatenare e di uccidere delle creature, è necessario astenersi dal mangiare carne.
Manusmrti (Leggi di Manu), ca. II sec. a.e.c. - III sec. e.c.

Per procurarsi della carne è sempre necessario ferire delle creature viventi e questo è un ostacolo per il raggiungimento della beatitudine celeste; si eviti dunque di mangiare carne.
Manusmrti (Leggi di Manu), ca. II sec. a.e.c. - III sec. e.c.

Chi si astiene dal mangiare la carne martoriata degli animali uccisi avrà lo spirito santo e la verità.
Zarathustra, VI sec. a.e.c. [1]

Ci sono mangiatori di carne assai meno violenti di certi vegetariani e di certi animalisti.
Anonimo

Mangiare carne è digerire le agonie di altri esseri viventi.
Anonimo (attribuito a Marguerite Yourcenar - cfr. citazioni precedenti)
Radicchio o bistecca, viviamo della morte degli altri.
(Camillo Sbarbaro)
Proverbi sulla Carne
  • Carne che si ritira non vale mezza lira.
  • Carne cruda e pesce cotto, purché la carne non sia di porco.
  • Carne cruda e pesce cotto.
  • Carne di porco: né troppo, né poco.
  • Carne di vacca e vino senz'acqua ti ridanno le forze.
  • Carne e vino fanno sangue.
  • Carne fa carne e il vino fa la forza.
  • Carne fa carne, pane fa panza, vino fa danza.
  • Carne giovane e pesce vecchio.
  • Carne grassa non ha mai bene se magra non diviene.
  • Carne intorno all'osso e terra senza sasso.
  • Carne vaccina svergogna chi la cucina.
  • Carne vecchia fa buon brodo.
  • Chi lava la carne gli toglie il sapore.
  • Chi non carneggia non festeggia.
  • Chi vuol mettere troppa carne al fuoco fatica parecchio e conclude poco.
  • Chi vuol mettere troppa carne al fuoco ne cuoce poca e male.
  • Cima di spalla arrosto viene sempre al primo posto, coda chiama un risottino e costata stufatino, la bistecca vuol filetto, cuor di coscio oppur garretto, il costato e il collo lodo per avere il miglior brodo, piede lesso coi nervetti son diletto dei diletti.
  • Doppia festa senza carne è mezza Quaresima.
  • Il cane rode l’osso perché la carne la mangia il padrone.
  • Il pane fa ingrassare e il vino mette allegria.
  • La carne migliore è quella intorno all'osso.
  • La troppa carne in pentola non cuoce.
  • Non c’è carne senz'osso, né pesce senza lisca.
  • Troppa carne al fuoco o brucia o non cuoce.
Proverbi sulle salcicce
  • Al cielo non s’appendono salsicce.
  • Chi attacca al cielo una corona di salsicce puo` chiedere parecchie grazie.
  • Chi cerca le salsicce nel canile o non conosce il cane o non conosce la salsiccia.
  • Con le salsicce ci s’abitua male.
  • Le salsicce, le uova e i fegatelli sono i migliori ortaggi.
  • Non si danno salsicce in guardia ai cani.
  • Non si trovano le salsicce appese ai pioppi.
  • Salsiccia lunga e predica corta.
  • Se le salsicce fossero bombarde tutti andrebbero alla guerra.
  • Una salsiccia fa buono un cavolo.
Proverbi sul Prosciutto e il Salame
  • Chi attacca in cielo un salame ha una settimana di bel tempo.
  • Col prosciutto vai bene per il mollo e per l’asciutto.
  • Del prosciutto vai all'osso e del lardo alla cotenna.
  • Fa più lume un salame appeso a una trave che sette candelabri sulla tavola.
  • Il prosciutto più è vecchio e più è saporito.
  • Il salame è il miglior frutto che si coglie.
  • La miglior bandiera è quella del prosciutto.
  • Prosciutto col fico e il vino è l’amico.
  • Quando non c’è la fame non piace né prosciutto né salame.
Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Mattatoio - Macellaio e Macelleria - Grigliata e BarbecueVegetarianismo

Nessun commento: