Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi sull'Estetica e il Bello Artistico

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'estetica, sul bello (e il brutto) nell'arte e sull'aspetto estetico degli oggetti in genere. L'estetica è la dottrina della conoscenza sensibile e del bello, naturale o artistico.

La parola "aesthetica" ha origine dalla parola greca αἴσθησις, che significa "sensazione", e dal verbo αἰσθάνομαι, che significa "percepire attraverso la mediazione del senso". Originariamente l'estetica infatti non è una parte a se stante della filosofia, ma l'aspetto della conoscenza che riguarda l'uso dei sensi. La nascita dell'estetica si fa di solito risalire al 1750 con la pubblicazione del libro Aesthetica da parte di Alexander Gottlieb Baumgarten, che la definì come "scienza del Bello". [Wikipedia].

Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla bellezza considerata in generale, sul gusto estetico, sull'arte, il sublime, il kitsch e la critica d'arte. [I link sono in fondo alla pagina].
L’estetica è più alta dell’etica, appartiene a una sfera più spirituale.
Discernere la bellezza di una cosa è l’approdo più bello
cui possiamo giungere. (Oscar Wilde)
Il compito dell'arte è quello di stabilirsi nella creazione estetica delle più profonde esperienze psichiche e personali di un essere umano, capace di rendere quelle stesse esperienze intelligibili e generalmente riconoscibili all'interno dell'intera struttura di un mondo ideale.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Le forme d'arte sono inesauribili; ma tutte conducono per la stessa strada dell'emozione estetica allo stesso mondo dell'estasi estetica.
Clive Bell [1]

A teatro ho visto una commedia così brutta, che da una poltrona si è alzato un dottore che ha gridato: «C’è un attore in sala?»
Milton Berle [1]

L'attività estetica, nel suo aspetto di controllo e freno di se medesimo, si suol chiamare il gusto.
Benedetto Croce, Il carattere di totalità della espressione artistica, 1917

A differenza dell'arte di altre epoche, l'arte attuale è inintelligibile senza l'estetica dottrinaria che la puntella.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Il giudizio estetico, nel tempo, si rivela affetto da presbiopia incurabile e congenita.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

L'estetica, come la storia, offre verità senza dare ricette.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Le estetiche indicano all'artista in quale ambito dell'universo si trova la bellezza che cerca, ma non gli garantiscono che riuscirà a catturarla.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La bellezza delle opere non è relativa. Relativa è solo la loro estetica.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

Più che di nuove teorie, l'estetica ha bisogno di uno schema che ordini quelle esistenti, affinché in una stessa frase non si mescolino giudizio estetico, constatazione storica, regolarità sociologica, legge scientifica e gusto personale.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Nella sua opera l'autore esprime simultaneamente se stesso e qualcosa. L'estetica classica dimenticava la prima cosa, quella romantica la seconda. L'estetica moderna, attenta unicamente all'espressione, le dimentica entrambe.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

L'estetico è la manifestazione sensibile e profana della grazia.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

L'estetica è la riflessione di chi non ha gusto sulle misteriose riuscite di chi ne è provvisto.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

L'estetica non può fornire ricette, perché non c'è un metodo per fare miracoli.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

La magniloquenza delle teorie estetiche cresce con la mediocrità delle opere, come quella degli oratori con la decadenza della loro patria.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

L'arte è una qualità che permea un'esperienza; non è l'esperienza stessa se non per metafora. L'esperienza estetica è sempre più che estetica.
John Dewey, L'arte come esperienza, 1934

L'amore per la bellezza è gusto. La creazione della bellezza è arte.
[Love of beauty is taste. The creation of beauty is art].
Ralph Waldo Emerson [1]

Forse il successo dell'arte corrente, così antiestetica, dipende da questo: davanti a tale spazzatura, a tale puerilità, chiunque può pensare 'so farlo anch'io, e dunque anch'io sono un artista'.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

L'arte contemporanea? Un aborto estetico.
Fausto Gianfranceschi, ibidem

Si è tentati di rispondere, a chi chiede che cosa sia l'estetica, che è la disciplina che tratta di tutti quegli argomenti che si lasciano identificare come cosa sua. Un po' come dire: l'estetica è ciò che noi vogliamo che l'estetica (così chiamata convenzionalmente) sia. Ma anche: l'estetica è ciò che di volta in volta si è deciso che l'estetica (anche se non chiamata così) fosse. In breve: l'estetica è l'estetica.
Sergio Givone, Prima lezione di estetica, 2010

Avviso ai professori d'estetica: Nulla par bello se non interessa.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Non soltanto il bello dà della materia artistica, ma anche il brutto. Ciò che in generale si chiama brutto può nella natura diventare una grande bellezza.
Paul Gull [1]

Poiché l'arte è l'espressione della bellezza e la bellezza può essere compresa solo nella forma degli elementi materiali della vera idea che contiene, l'arte è diventata quasi esclusivamente femminile. La bellezza è donna, e anche l'arte è donna.
Remy de Gourmont [1]

Mio Dio! come varia la bellezza nella natura e nell'arte. In una donna la carne deve essere come il marmo; in una statua il marmo deve essere come la carne.
Victor Hugo [1]

Quando si arriva al punto di imbrogliare per la bellezza, si è diventati artisti.
Max Jacob [1]

L'esteta ha con la bellezza lo stesso rapporto che ha il pornografo con l'amore e il politico con la vita.
Karl Kraus, Di notte, 1918

L'anima umana ha bisogno della bellezza ancor più del pane.
D. H. Lawrence [1]

La Bellezza soltanto è divina e visibile a un tempo, ed è per questo che essa è la via al sensibile, è [...] la via che mena l'artista allo spirito.
Thomas Mann, La morte a Venezia, 1912

Perché pensare che la bellezza, la cosa più preziosa del mondo, se ne stia come un sasso sulla spiaggia, a farsi raccogliere per ozio dal primo sbadato passante? La bellezza è qualcosa di strano e meraviglioso che l’artista plasma dal caos del mondo nel tormento della propria anima. E quando l’ha creata, non a tutti è dato comprenderla. Per riconoscerla devi ripetere l’avventura dell’artista. È una melodia quella che lui ti canta, e per riudirla in cuor tuo ti occorrono esperienza, sensibilità e immaginazione.
William Somerset Maugham, La luna e sei soldi, 1919

Il giudizio estetico risiede nella mente dell'occhio.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Arte e letteratura hanno la stessa sorgente, che è spirituale, e il medesimo fine, che è estetico. Punto e basta.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Per il fatto che da millenni abbiamo scrutato il mondo con pretese morali, estetiche e religiose, con cieca inclinazione, passione o paura, e abbiamo straviziato negli eccessi del pensiero non logico, questo
mondo è diventato a poco a poco così meravigliosamente variopinto, terribile, profondo di significato, pieno d'anima e ha acquistato colore - ma i coloristi siamo stati noi: l'intelletto umano ha fatto comparire il fenomeno e ha trasferito nelle cose le sue erronee concezioni fondamentali.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

I giudizi estetici (il gusto, il disagio, la ripugnanza, e così via) sono ciò che costituisce il fondamento della tavola dei valori. Questa a sua volta è il fondamento dei giudizi morali.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Vi sono due estetiche. L'una parte dagli effetti dell'arte e conclude alle cause corrispondenti; con questo procedimento essa si trova sotto l'incanto dell'arte, ed è essa stessa una specie di poesia e di ebbrezza, un risonare dell'arte dentro le corde della scienza. L'altra estetica parte dagli inizi molteplicemente assurdi e puerili dell'arte; non è in grado di dedurne gli effetti reali, e perciò tenterà di moderare in generale il sentimento dell'arte e di rendere sospetti in ogni modo quegli effetti, quasi fossero mentiti o morbosi. Di qui risulta chiaro quale estetica giovi all'arte e quale no, e in che misura ambedue possano essere scienza.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

La bellezza è la nostra arma contro la natura; con essa creiamo oggetti dandogli limite, simmetria e proporzione. La bellezza ferma e congela il flusso di fusione della natura.
Camille Paglia [1]

La sfera estetica è passaggio necessario alla moralità, tanto che solo come uomo estetico l'uomo è veramente uomo.
Luigi Pareyson, Estetica dell'idealismo tedesco, 1950

L'unica educazione possibile è l'educazione estetica.
Luigi Pareyson, ibidem

L'arte è un'invenzione dell'estetica, che a sua volta è un'invenzione dei filosofi... Ciò che chiamiamo arte è un gioco.
Octavio Paz [1]

Tutta la poesia, la musica e l'arte di ogni specie, testimoniano il continuo innamoramento dell'uomo per la bellezza, il suo disperato tentativo di indurre la bellezza a vivere con lui e ad arricchire la sua vita.
John Bertram Phillips [1]

Bellezza? Per me è una parola senza senso, perché non so da dove venga il suo significato né dove porti.
Pablo Picasso [1]

L'etica è l'estetica di dentro.
Pierre Reverdy, Il mio libro di bordo, 1948

La bellezza nell'arte spesso non è altro che bruttezza dominata.
Jean Rostand [1]

Il piacere estetico per il bello, per gran parte consiste nel fatto, che noi, entrando nello stato di pura contemplazione, siamo momentaneamente esentati da ogni volizione, cioè da tutti i desideri e le preoccupazioni, ci liberiamo quasi di noi stessi; non siamo più l’individuo che conosce allo scopo del suo continuo volere, il correlato della cosa particolare, per il quale gli oggetti diventano motivi, bensì l’eterno soggetto della conoscenza, libero dalla volontà, il correlato dell’idea; e sappiamo che questi momenti in cui noi, liberati dal terribile impulso della volontà, emergiamo per così dire dalla pesante atmosfera terrestre, sono i più felici da noi conosciuti.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Il piacere estetico è essenzialmente uno e identico, sia che sia causato da un’opera d’arte sia che sia provocato direttamente dall’intuizione della natura e della vita. L’opera d’arte è semplicemente un mezzo per agevolare quella conoscenza, nella quale consiste quel piacere.
Arthur Schopenhauer, ibidem

Nessuno è divenuto artista per lo studio dell'estetica.
Arthur Schopenhauer, ibidem

Definendo bello un oggetto, esprimiamo con ciò che esso è oggetto della nostra contemplazione estetica, e ciò implica, da un lato che la sua vista ci rende oggettivi, cioè che noi contemplandolo prendiamo coscienza di noi non più come individui, ma come puri soggetti di conoscenza, priva di volontà; e d’altro lato che noi nell’oggetto non conosciamo la cosa singola, ma un’idea, e ciò può accadere soltanto a condizione che la nostra contemplazione dell’oggetto non sia sacrificata al principio di causa, non segua la relazione di quello con qualcosa al di fuori di esso (relazione che dipende sempre, in ultima analisi, dalle relazioni con la nostra volontà), ma che poggi sull’oggetto stesso.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Bisogna essere dotati di una certa sensibilità estetica per poter cogliere e apprezzare il bello del brutto.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

L'arte è l'imposizione di un modello sull'esperienza, e il nostro godimento estetico è il riconoscimento di questo modello
[Art is the imposing of a pattern on experience, and our aesthetic enjoyment is recognition of the pattern]
Alfred North Whitehead, in Lucien Price, Dialoghi di Alfred North Whitehead ,1954

L’estetica è più elevata dell’etica, appartiene a una sfera più spirituale. Discernere la bellezza di una cosa è l’approdo più bello cui possiamo giungere.
[Aesthetics are higher than ethics. They belong to a more spiritual sphere. To discern the beauty of a thing is the finest point to which we can arrive].
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

L’Estetica, in realtà, sta all’Etica nell’ambito della civiltà cosciente, come nell’ambito del mondo esterno, il sesso sta alla selezione naturale. L’Etica, come la selezione naturale, rende possibile l’esistenza. L’Estetica, come la selezione sessuale, rende la vita piacevole e bellissima, la colma di nuove forme, le dona progresso, varietà e cambiamento.
Oscar Wilde, ibidem

La Bellezza ha tanti significati quanti umori ha l’uomo. La Bellezza è il simbolo dei simboli. La Bellezza rivela tutto perché non esprime niente.
Oscar Wilde, ibidem

È la forma che crea, non solo il temperamento critico, ma anche l’istinto estetico, quell’istinto infallibile che ci rivela ogni cosa sotto la luce della bellezza. Comincia con l’adorazione della forma e non ci sarà segreto nell’arte che non ti verrà svelato.
Oscar Wilde, ibidem

Il critico estetico, fedele solo al principio della bellezza in tutte le cose, sarà sempre alla ricerca di impressioni nuove.
Oscar Wilde, ibidem

La musica non può mai rivelare il suo ultimo segreto. In questo sta anche la spiegazione del valore del limite nell’arte. Lo scultore si arrende volentieri davanti all’imitazione del colore, e il pittore davanti alle reali dimensioni della forma, perché rinunciando ad esse riescono a evitare una rappresentazione troppo definita del Reale, che finirebbe per essere una semplice imitazione e una realizzazione troppo definita dell’Ideale, che sarebbe troppo puramente intellettuale. È attraverso la sua stessa mancanza di compiutezza che l’Arte si completa nella bellezza, e si rivolge così non alla facoltà di riconoscimento né alla facoltà della ragione, ma esclusivamente al senso estetico. Questo, mentre accetta sia la ragione che il riconoscimento come tappe della comprensione, le subordina entrambe a un’impressione puramente sintetica dell’opera d’arte come tutto e, prendendo ogni elemento emozionale estraneo che l’opera possieda, utilizza la sua stessa complessità come mezzo per aggiungere una più ricca unità all’impressione ultima.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Certamente il primo passo nella critica estetica è costituito dal rendersi conto delle proprie impressioni.
Oscar Wilde, Penna, matita e veleno, 1889

Tutto ciò che è bello appartiene alla stessa epoca.
Oscar Wilde, ibidem

Etica ed estetica son tutt'uno.
Ludwig Wittgenstein, Quaderni, 1914/16

La bellezza è la vocazione conferita all'artista dal Creatore nel dono del talento artistico.
Karol Wojtyła (papa Giovanni Paolo II) [1]

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Bello Naturale - Arte - Sublime - Kitsch - Gusto Estetico - Critica d'Arte

Nessun commento: