Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni di Raymond Queneau

Selezione di frasi e citazioni di Raymond Queneau  (Le Havre, 1903 - Parigi, 1976), scrittore, poeta e drammaturgo francese.
Foto di Raymond Queneau
Spesso mi capita di non pensare a niente. È già meglio che non pensare affatto.
(Raymond Queneau)

Il pantano
Le Chiendent, 1933

Il piatto pieno nasconde il piatto vuoto, come l'essere nasconde il nulla.

Gli ultimi giorni
Les Derniers Jours, 1937

La filosofia viene con l'età. Quando abbiamo visto guerre, naufragi e torture, allora cominciamo a filosofeggiare.

Colpita dall'amore, è caduta tra le sue braccia.

È come un animale, l'età. È un animale che cresce, cresce e cresce e alla fine ti mangia vivo.

Pierrot amico mio
Pierrot mon ami, 1942

L'errore, il delitto e l'adulterio: ecco tutto quello che rende gli uomini interessanti. Su grande scala, la cosa diventa smosciante; sul piano dell'individuo, è dilettevole.

La politica, le guerre, gli sport: nessun interesse. Quello che mi allappa, a me, sono i fatti di cronaca e i processi. Grossa bestiaccia la società.

Gli individui, come si comportano, questo si, mi dice qualche cosa. Il resto: balle, nuvole, fumo. La prova: appena si è in più d'uno a discutere, si dicon balle. Bisogna essere in due per commettere un assassinio, e appena c'è un terzo in una coppia, sono corna.

Ah! il grande amore, viene, non si sa quando, non si sa come, ed è la cosa migliore, non si sa per chi.
[Ah! la grande amour, ça vient, on ne sait pas quand, on ne sait pas comment, et qui mieux est, on ne sait pas pour qui].

– Spesso mi capita di non pensare a niente. – È già meglio che non pensare affatto.
[Ca m'arrive souvent de ne penser à rien. – C'est déjà mieux que de ne pas penser du tout].

Purtroppo, quando si arriva a una certa età non resta molto di quello che uno ha conosciuto in gioventù.

Suburbio e fuga
Loin de Rueil, 1944

I grandi dolori sono muti.
[Les grandes douleurs sont muettes].

Non conoscerò mai la felicità sulla terra, sono troppo stupido.

Esercizi di stile
Exercises de Style, 1947

Tanto gentile la vettura pare che va da Controscarpa a Ciamperretto che le genti gioiose a si pigiare vi van, e va con esse un giovinetto. Alto ha il collo, e il cappello deve stare avvolto di un gallone a treccia stretto: potrai tu biasimarlo se un compare iroso insulta, che gli pigia il retto? Ora s’è assiso. Sarà d’uopo almeno ritrovarlo al tramonto, quando poi non lontano dal luogo ove sta il treno s’incontri con l’amico, che gli eroi della moda gli lodi, e non sia alieno dall’ aumentare li bottoni suoi.

Segni, cifre e lettere 
Batons, chiffres et lettres, 1950-1965

La grande storia vera è quella delle invenzioni; sono le invenzioni quelle che provocano la storia, sul fondo dei dati statistici, biologici e geografici.

L'ortografia è più di una cattiva abitudine, è vanità.

Zazie nel metro
Zazie dans le métro, 1959

L'essere o il nulla, questo è il problema. Salire, scendere, andare, venire, tanto fa l'uomo che alla fine sparisce.
[L'être ou le néant, voilà le problème. Monter, descendre, aller, venir, tant fait l'homme qu'à la fin il disparaît].

Perché non si dovrebbe sopportare la vita quando basta un nulla per togliervela? Un nulla la mena, un nulla l’emana, un nulla la mina, un nulla l’allontana. Chi altrimenti sopporterebbe i colpi della sorte e le umiliazioni d’una bella carriera, gli imbrogli dei droghieri, le tariffe dei macellai, l’acqua dei lattai, i nervi dei genitori, le furie dei professori, gli strilli dei sergenti, la turpitudine degli assicurati, i gemiti degli assassinati, il silenzio degli spazi infiniti, l’odore dei cavolfiori o la passività dei cavalli di legno, se non si sapesse che la malvagia e proliferante condotta di poche infime cellule (gesto) o la traiettoria di una pallottola tracciata da un anonimo involontario irresponsabile potrebbe venire inopinatamente a far sì che tutti quegli affanni svaporassero nell’azzurro del cielo?

Le opere complete di Sally Mara
Le œuvres complètes de Sally Mara, 1962

L'umorismo è un tentativo di scrostare i grandi sentimenti della loro stupidità.
[L'humour est une tentative pour décaper les grands sentiments de leur connerie].

Non che pensi male delle suorine, ma ha ben altre cose da fare a questo mondo una persona di sesso femminile. 

I fiori blu
Les fleurs bleues, 1965

Ci sono sogni che si snodano come incidenti senza importanza, cose che nella vita ad occhi aperti neppure se ne riterrebbe il ricordo, eppure ti occupano al mattino quando li afferri mentre si spingono in disordine contro la porta delle palpebre.

Le notizie di oggi sono la storia di domani.
[Les actualités d'aujourd'hui, c'est l'histoire de demain].

L'istruzione! Vede cos'è l'istruzione, signore? S'impara quel tanto a scuola, si fatica, e non poco, per imparare quel tanto a scuola, e poi, vent'anni dopo, o magari prima, non è più così, le cose sono cambiate, non... se ne sa più niente. Allora non valeva la pena. È per questo che mi piace più pensare che imparare.

Una storia modello
Une historie modele, 1966

La paremiologia lo insegna: i popoli felici non hanno storia. La storia è la scienza della sventura umana.
[La parémiologie l'enseigne: les peuples heureux n'ont pas d'histoire. L'histoire est la science du malheur des hommes]

Icaro involato
Le vol d'Icare, 1968

Che bella cosa il buon senso. Come è detto non so dove, è la cosa meglio distribuita al mondo.
[Quelle belle chose, le bon sens. Comme il est dit quelque part, c'est la chose au monde la mieux partagée].

Gli uomini sono volubili. È davvero pazzo chi si fida.
[Les hommes sont volages. Bien folle est qui s'y fie].

Diario
Journal 1939-1940, 1986

Avere un sistema ne limita l'orizzonte; non averne uno è impossibile. È meglio averne diversi.

L'infinito non esiste. L'universo è finito anche se illimitato. Non c'è posto per Dio.
[L'infini n'existe pas. L'univers est fini quoique illimité. Il n'y a pas de place pour Dieu].

Non si può dire nulla di Dio, anche se non esiste.
[On ne peut rien dire de Dieu, même qu'il n'existe pas].

Note
Leggi anche le citazioni degli scrittori francesi: Louis AragonAndré Breton - Pierre Drieu La Rochelle