Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sulla Psiche

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla psiche e sull'apparato psichico. Il termine "psiche" deriva dal greco psykhḗ, e etimologicamente significa "soffio", "respiro" che anima e vivifica un corpo.

Come osserva Umberto Galimberti: "I latini tradussero «psiche» con anima mantenendo il dualismo platonico di anima e corpo che René Descartes riformulerà nel dualismo res cogitans e res extensa, dove vige la distinzione tra il mentale e il fisico. Con la nascita della psicologia scientifica nel secolo XIX, il termine «anima» fu abbandonato, perché gravido di implicanze filosofiche, metafisiche e morali, per adottare il termine «psiche», più neutro e più tecnico". [Dizionario di psicologia, UTET 1992]. Nella psicologia moderna, ma anche nell'uso comune, il termine "psiche" indica il complesso delle funzioni e dei processi mentali che consentono all'individuo di avere consapevolezza di sé e del mondo esterno, e che ne determinano la personalità. 

Scrive Sigmund Freud: "Se qualcuno dovesse domandare cosa sia in fin dei conti lo psichico, sarebbe facile rispondergli rinviando ai suoi contenuti. Le nostre percezioni e rappresentazioni, i nostri ricordi, sentimenti e atti di volontà: tutto ciò appartiene allo psichico. Ma se viene posto l’ulteriore quesito, se tutti questi processi non abbiano una caratteristica comune, che ci consenta di cogliere con più precisione la natura, o come anche si suol dire, l’essenza dello psichico, rispondere diventa più difficile". [Alcune lezioni elementari di psicoanalisi, 1938].

Sulla differenza tra psiche e anima, scrive Vittorino Andreoli: "Bisogna chiarire che alcune funzioni, associate all'anima nel linguaggio dei filosofi antichi, vanno invece attribuite alla mente, alla psiche. Sarebbe auspicabile separare i termini: mente e psiche designano attività del cervello, e quindi di una struttura biologica fatta di cellule e di molecole, mentre le parole spirito e anima dovrebbero essere riservate ai credo religiosi, convinti dell’esistenza di un quid che trascende ciò che è terreno". [I segreti della mente, 2013].

Il termine "mente", spesso usato come sinonimo di "psiche", si riferisce in particolare alle funzioni cognitive e ha maggiore attinenza col pensiero. Per questo motivo alla "mente" (intesa come sinonimo di "intelletto") è stata dedicata una raccolta di citazioni a parte.

Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla mente sull'inconscio, la psicologia, la personalità e l'animo umano. [I link sono in fondo alla pagina].
La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo,
e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi
e più soggettivi recessi dell'anima. (Carl Gustav Jung)
Nell'unità della personalità non esistono contrasti, non esiste ambivalenza, non esistono due anime. Chi afferra le finezze e le sfumature della coscienza nega che qualcuno nell'inconscio sia diverso da com'è nella coscienza. Si tratta di una divisione artificiosa dovuta al fanatismo per l’analisi.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

La dimensione dell'Io deve essere nata con lo specchiarsi dentro una superficie d'acqua o in superfici riflettenti. L'uomo è l'unico essere vivente che usa lo specchio per un'analisi del proprio corpo e per poterlo cambiare. Lo specchio diventa la metafora stessa della psiche, del vedersi da fuori di sé e quindi giudicarsi.
Vittorino Andreoli, Le nostre paure, 2010

Alcune funzioni, associate all'anima nel linguaggio dei filosofi antichi, vanno attribuite alla mente, alla psiche. Sarebbe auspicabile separare i termini: mente e psiche designano attività del cervello, e quindi di una struttura biologica fatta di cellule e di molecole, mentre le parole spirito e anima dovrebbero essere riservate ai credo religiosi, convinti dell’esistenza di un quid che trascende ciò che è terreno.
Vittorino Andreoli, I segreti della mente, 2013

Amore e Psiche. La fanciulla modellata da Antonio Canova è in abbandono completo, dolcissimo, mentre il riccioluto cupido quasi si limita a sostenerla, senza tracce evidenti di passione. Amore è di marmo, Psiche no.
Dino Basili, L'amore è tutto, 1996

Il contatto umano di base − l'incontro degli occhi, lo scambio di parole − è per la psiche ciò che l'ossigeno è per il cervello. Dunque, se ti senti abbandonato dal mondo, interagisci con chiunque puoi.
Martha Beck [1]

Per scandagliare la psiche Freud lancia sonde, Dostoevskij si tuffa.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

La psiche è piena di categorie opposte, contrastanti, dissonanti, antagoniste, mutualmente esclusive. Quanto più si riesce a conciliare gli opposti, tanto più si è liberi, forti, produttivi, sani e sereni.
Bruno Cancellieri (Aforismi inediti su Aforismario)

Ritengo che i migliori interpreti della psiche umana non siano tanto gli psicologi quanto gli artisti. Un poeta o uno scrittore attraverso la loro sensibilità e sofferenza personale sono capaci di cogliere in profondità aspetti universali dell’esistenza umana.
Aldo Carotenuto, La nostalgia della memoria, 1988

È carente la capacità di entrare in contatto con i misteri della psiche, con le sue richieste di integrazione: occorre impararne il linguaggio.
Aldo Carotenuto, Il fascino discreto dell'orrore, 1997

Nient'altro che aria, vento insomma, o tutt'al più fumo - così i primi greci consideravano la psiche, e si dà loro volentieri ragione ogni volta che si è stanchi di rovistare nel proprio io o in quello degli altri alla ricerca di profondità insolite e, se possibile, sospette.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Che cosa resterebbe della «psiche» se si eliminassero i sentimenti falsi? Ma questo genere di sentimenti sono frutto della singolare condizione dell’uomo, che non ha un posto fisso nella natura e deve giocare doppiamente d’astuzia: per istinto e per ragione. È l’animale meno sincero che si possa immaginare.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Quando la vita delle donne è in stasi, è nel tedio, allora è tempo per la Donna Selvaggia di emergere; è tempo per la funzione creativa della psiche di inondare il delta.
Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi, 1992

L'intuito è il tesoro della psiche femminile. È come uno strumento divinatorio, come un cristallo attraverso il quale si vede con misteriosa visione interiore.
Clarissa Pinkola Estés, ibidem

Esistono tante forme di cicatrici quanti sono i tipi di ferite inferte alla psiche.
Clarissa Pinkola Estés, ibidem

Se restiamo troppo a lungo con la madre protettiva dentro la psiche, ci ritroviamo a ostacolare tutte le sfide che ci si pongono e a bloccare pertanto ogni ulteriore sviluppo.
Clarissa Pinkola Estés, ibidem

Riparare l'istinto ferito, bandire l'ingenuità, apprendere gli aspetti più profondi della psiche e dell'anima, trattenere quel che abbiamo appreso, non volgerci altrove, proclamare a gran voce che cosa vogliamo… tutto ciò richiede una resistenza sconfinata e mistica.
Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi, 1992

Le relazioni sono l'ossigeno della psiche.
Jane Fonda [1]

La salute mentale si produce soltanto quando tutte le istanze nella nostra psiche, le pulsioni, l'Io razionale e gli ideali coincidono sensibilmente e adattandosi al mondo esterno risolvono i conflitti inerenti alla situazione totale.
Anna Freud, L'adolescenza come disturbo evolutivo, 1966

Il tratto distintivo dello psicoanalista è la rigorosa convinzione del determinismo della vita psichica. Per lui, nelle manifestazioni della psiche, non esiste nulla di insignificante, nulla di arbitrario e casuale; laddove gli altri, di solito, ne escludono la presenza, egli vede dappertutto una diffusa motivazione.
Sigmund Freud, Cinque conferenze sulla psicoanalisi, 1909

Se si esige che tutto ciò che accade nella psiche debba per forza esser noto alla coscienza, si avanza in effetti una pretesa insostenibile.
Sigmund Freud, Metapsicologia, 1915

Perché la vita psichica non si addormenta? Probabilmente perché qualcosa non lascia in pace la psiche. Su di essa agiscono stimoli ai quali bisogna reagire. Il sogno è quindi il modo con il quale la psiche reagisce agli stimoli che agiscono durante lo stato di sonno.
Sigmund Freud, Introduzione alla psicoanalisi, 1915/32

L’Io non solo non è padrone in casa propria, ma deve fare assegnamento su scarse notizie riguardo a quello che avviene inconsciamente nella sua psiche.
Sigmund Freud, ibidem

Di ciò che chiamiamo la nostra psiche (o vita psichica) ci sono note due cose: innanzitutto l’organo fisico e il suo scenario, il cervello (o sistema nervoso) e, in secondo luogo, i nostri atti di coscienza che sono dati immediatamente e che nessuna descrizione potrebbe farci comprendere più da vicino. Tutto ciò che sta in mezzo fra queste due cose ci è sconosciuto, e non è data una relazione diretta fra i due estremi del nostro sapere.
Sigmund Freud, Compendio di psicoanalisi, 1938

La bellezza dell’anima, che sola supera il fascino di Afrodite, si rivelerà un’immaginazione estetica della psiche e nell'ammaliante potere delle sue immagini. Si rivelerà nei modi in cui la psiche dà forma ai propri contenuti – ad esempio, nella maniera in cui l’anima contiene l’erotico. Ma, soprattutto, la bellezza della psiche si riferisce al significato del bello in rapporto agli eventi psicologici. Quando siamo toccati, mossi, e aperti dalle esperienze dell’anima, scopriamo che ciò che vive in essa non soltanto è interessante e significativo, necessario e accettabile, ma è anche attraente, amabile e bello.
James Hillman, Il mito dell’analisi, 1984,

Nella nostra società, le discipline che si occupano dello studio e della terapia della psiche ignorano un fattore che altre culture considerano il nucleo della personalità e il depositario del destino individuale: l'oggetto centrale della psicologia, la psiche o anima, non entra nei libri ufficialmente dedicati al suo studio e alla sua cura!
James Hillman, Il codice dell'anima, 1996

La bellezza è in se stessa una cura per il malessere della psiche.
James Hillman, ibidem

Diventa sempre più difficile dividere con un taglio netto psiche e mondo, soggetto e oggetto, qui dentro e là fuori. Non so più con certezza se la psiche è dentro di me o se io sono nella psiche come sono nei miei sogni, nelle atmosfere del paesaggio e nelle strade della città, come sono nella «musica sentita così intimamente / da non sentirla affatto, ma finché essa dura, / tu sei la musica».
James Hillman, Il codice dell'anima, 1996

Nella cultura di oggi le due parole «anima» e «mente» vengono quasi sempre nettamente separate: ed è giusto che sia così. Il concetto di anima è infatti religioso, e indica senza equivoci un principio trascendente che ha come più apprezzata prerogativa quella di sopravvivere alla morte del corpo. Il concetto di mente, o psiche, è invece laico, e interessa allo psicologo in quanto sinonimo di «vita psichica».
Giovanni Jervis, Prime lezioni di psicologia, 1999

Ci succede, nei riguardi della psiche, quello che ci succede nei riguardi del mondo: una sistematica del mondo è al di là della portata umana, e perciò non abbiamo che regole da artigiani e aspetti di interessi. Ognuno si ritaglia dal mondo il suo proprio settore, ed istituisce per il suo mondo privato il suo sistema privato, sovente con pareti impermeabili, cosicché dopo qualche tempo gli sembra di aver compreso il senso e la struttura del mondo. Ma ciò che è finito non comprenderà mai ciò che è infinito.
Carl Gustav Jung, La struttura della psiche, 1927/31

La psiche, specchio del mondo e dell’uomo, presenta una tale varietà che la si può considerare e giudicare da infinite parti.
Carl Gustav Jung, ibidem

Sebbene il mondo, quale appare alla psiche, sia solo una parte del mondo, a qualcuno esso potrebbe tuttavia sembrare, appunto perché parte, più comprensibile che il mondo intero. Chi così pensasse non si renderebbe conto che l’anima è l’unica immediata apparenza del mondo, ed è quindi la condizione indispensabile di un’esperienza del mondo.
Carl Gustav Jung, ibidem

Alcuni, com'è noto, vorrebbero limitare la psiche alla coscienza, e identificarla con questa. Io non credo che in tal modo ci possiamo cavare d’impaccio. Ammettendo che esistano cose che sono al di là della nostra percezione possiamo parlare anche di fatti psichici la cui esistenza non ci è direttamente accessibile.
Carl Gustav Jung, ibidem

Dobbiamo distinguere nella psiche tre strati: 1) la coscienza; 2) l’inconscio personale, che consiste di tutti quei contenuti che sono divenuti inconsci о perché hanno perduto la loro intensità e quindi sono caduti in dimenticanza, о perché la coscienza si è ritirata da loro (rimozione), e di quei contenuti, in parte percezioni sensoriali, che per la loro troppo scarsa intensità non hanno mai raggiunto la coscienza eppure sono penetrati in qualche maniera nella psiche; 3) l’inconscio collettivo, che è un patrimonio ereditario di possibilità rappresentative non individuale, ma comune a tutti gli uomini e forse a tutti gli animali, e costituisce la vera e propria base della psiche individuale.
Carl Gustav Jung, La struttura della psiche, 1927/31

Come oltre l'individuo esiste una società, così oltre la nostra psiche personale esiste una psiche collettiva, l'inconscio collettivo, che cela parimenti in sé grandi attrattive.
Carl Gustav Jung, L'Io e l'inconscio, 1928

Io sono dell'opinione che la psiche sia la cosa più potente del mondo. Essa, anzi, è la madre di tutte le cose umane, della cultura e della guerra mortifera.
Carl Gustav Jung, Sul rinascere, 1940/50

I tentativi compiuti negli ultimi tre secoli per comprendere la psiche rientrano in quel possente ampliamento della conoscenza della natura che ci ha avvicinati al cosmo in misura quasi inimmaginabile
Carl Gustav Jung, Riflessioni teoriche sull'essenza della psiche, 1946

Ogni scienza è funzione della psiche, e ogni conoscenza ha nella psiche le sue radici. Essa è il più grande di tutti i prodigi cosmici e la conditio sine qua non del mondo come oggetto.
Carl Gustav Jung, ibidem

La psiche è il perno del mondo; non soltanto è l’unica grande condizione per cui esiste un mondo in generale, ma rappresenta anche, oltre a questo, un intervento nell’ordinamento naturale esistente, e nessuno saprebbe dire con certezza dove si trovino i limiti estremi di questo intervento.
Carl Gustav Jung, Riflessioni teoriche sull'essenza della psiche, 1946

La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi recessi dell'anima.
Carl Gustav Jung, Ricordi, sogni, riflessioni, 1961

Almeno gli psicopatici hanno la certezza di avere la "psiche".
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

La logica umana ha bisogno del verosimile. La psiche ha bisogno invece del plausibile.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Per staccarsi dagli altri animali, per sovrastarli e dominarli, l'uomo doveva creare in sé un'altra belva, più segreta, più raffinata e più feroce, della quale tuttavia sarebbe stato non meno vittima che padrone: così è nata la psiche.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

La psiche è una finzione... pardon! una funzione.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

L'avvicinare certi uomini è talora molto pesante. Sembrano portare in sé una carica negativa che si avverte anche nel fisico; comunicano una repulsione che si materializza nella testa come senso di pesantezza. Squilibrio fisico o psichico? Sembra l'uno e l'altro, ma è certo che la loro psiche è anomala nel senso negativo.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Mente - Inconscio - Personalità -  Animo Umano

Nessun commento: