Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni sulla Transessualità

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla transessualità e sui transessuali, persone la cui identità di genere non corrisponde al proprio sesso anatomico. Il termine "transessuale" è stato coniato nel 1949 dal dottor David Cauldwell, ma è diventato di uso comune dopo la pubblicazione del libro Il fenomeno transessuale (The Transsexual Phenomenon, 1966) del dott. Harry Benjamin.
Seppure i termini "transessuale" e "transgender", siano spesso considerati sinonimi, in realtà hanno significato diverso. In pratica, le persone transessuali si distinguono dalle persone transgender per la volontà di intraprendere un percorso di affermazione di genere fisica e sociale, iniziando una terapia ormonale e sottoponendosi a interventi chirurgici per la riassegnazione del sesso. Come sottolinea la psicologa Ines Testoni nel libro Il terzo sesso (2023): 
"A livello linguistico è stata operata una distinzione tra transessualismo e transgenderismo. Il primo riguarda coloro che intendono affrontare o hanno già affrontato un percorso medico di transizione per modificare i propri connotati sessuali, mentre il secondo viene utilizzato per indicare le persone che si identificano con il genere opposto al loro sesso, ma che non vogliono necessariamente sottoporsi all’operazione chirurgica per la riassegnazione del sesso. Transgender, però, può essere utilizzato anche in un senso più ampio, come termine «ombrello» che contiene sia il concetto di transessuale sia quello di transgender".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui transgender, la bisessualità, l'omosessualità, l'identità di genere, la teoria gender, l'omofobia e la transfobia. [I link sono in fondo alla pagina].
Nelle tenebre del nostro profondo, giace repressa la specie,
che è transessuale, e il desiderio di transessualità. (Mario Mieli)
Diceva che non valeva la pena per lei vivere se non poteva essere una ragazza. Che cosa fareste voi domattina se vi svegliaste con il corpo del sesso opposto mentre tutta la vostra personalità è rimasta la stessa? Riuscite a immaginare quanto vi sentireste in trappola? Riuscite a immaginare il desiderio disperato di poter recuperare un corpo appropriato? Ecco come si sente Hailey. È intrappolata in un corpo sbagliato dal quale desidera uscire.
Jackie Blaine, in Law & Order, 1999/...

Le trans devono passare la vita a gestire la propria indomita virilità, le donne a gestire la femminilità degli uomini, gli uomini a gestire la virilità delle donne: un inferno per ogni genere. 
Aldo Busi, Casanova di se stessi, 2000

Il bambino transessuale, come del resto l'adulto transessuale, è pienamente identificato con il ruolo della donna, ha modi, interessi e fantasie femminili e manifesta apertamente il desiderio che il suo corpo diventi un corpo femminile. Trasgressione, violazione perversione.
Anita Casadei, Piero Petrini e Arianna Orlandi, Trasgressione, violazione perversione, 2011

Da un punto di vista clinico il transessuale appare confuso riguardo alla propria identità di genere e la sua convinzione sembra più un tentativo di risolvere questa confusione. Il transessuale non riesce a negare né che sia un uomo né ad accettare che sia una donna.
Anita Casadei, Piero Petrini e Arianna Orlandi, ibidem

La costante recriminazione del transessuale è generalmente una variante della dichiarazione "ho un'anima femminile intrappolata in un corpo maschile".
Anita Casadei, Piero Petrini e Arianna Orlandi, Trasgressione, violazione perversione, 2011

Un bimbo ha chiesto alla mamma: «Mamma, perché ci sono uomini che si vestono da donne?» «Ehi, cosa sono queste parole? Lo saprai quando sarai grande! E poi te l’ho detto mille volte: io non sono la mamma, sono il papà!»
Giorgio Faletti [1]

La natura psicogena del transessualismo non è ancora stata chiarita, anche se sembra che disturbi della fase orale e un rapporto particolarmente aggressivo e distruttivo con il seno materno portino questi individui a una forte identificazione vicariante con la femminilità in generale.
Umberto Galimberti, Dizionario di psicologia, 1992

A differenza del travestito, il transessuale rifiuta il suo sesso e ne persegue la trasformazione.
Umberto Galimberti, ibidem

Un trans è una donna col belino oppure un uomo che parla tanto.
Beppe Grillo, in Grillo vs Grillo, 2017

Oggi alcune donne che si vedono in giro sono in realtà uomini, e alcune persone che sembrano uomini sono in realtà, donne. Sono comunemente chiamati gender variant, transessuali o transgender.
Walt Heyer, Papers Genders, il mito del cambiamento di sesso, 2013

La transizione da un genere all'altro è molto difficile, dal punto di vista emotivo, fisico e sociale. Questo contribuisce a un pericoloso cocktail che può sfociare nel suicidio.
Walt Heyer, ibidem

Alcuni transgender pensano che basti loro avere un aspetto magnifico perché tutti i loro problemi abbiano fine. Sbagliato. Ho scoperto che anche quando il maschio diventato femmina ha un bellissimo aspetto esteriore, l'invisibile intimità della psiche rimane confusa e inquieta.
Walt Heyer, ibidem

Molti transessuali sono in uno stato di bisogno dal punto di vista psicologico. Sgomitano per essere ammessi all'intervento chirurgico, prendendo per buona la menzogna secondo la quale la vita sull'altro versante sarà rosea. Non hanno la minima idea se la chirurgia sia giusta o sbagliata e non comprendono quanto i loro disturbi psicologici siano profondi.
Walt Heyer, ibidem

Gli psicologi potrebbero almeno mettere in guardia i pazienti, facendo presente che il cambiamento di genere non è sempre la risposta giusta e che la chirurgia può portare al suicidio, all'insoddisfazione, al rimpianto, a problemi medici e al desiderio di tornare al proprio genere di nascita.
Walt Heyer, ibidem

Non ci sono dubbi che la chirurgia di riattribuzione del sesso (SRS) distrugga organi sessuali sani, crei sterilità permanente e comporti dei rischi per la salute. Non può cambiare il sesso, ma solo creare l'illusione del cambiamento.
Walt Heyer, Papers Genders, il mito del cambiamento di sesso, 2013

Dio mi ha benedetto rendendomi transessuale per lo stesso motivo per cui ha fatto il grano ma non il pane e il frutto ma non il vino: affinché l’umanità potesse partecipare all’atto della creazione.
Julian K. Jarboe, Everyone on the Moon Is Essential Personnel, 2020

È ampiamente accettato che il transessualismo rappresenta un disturbo fondamentale nella percezione che una persona ha di sé.
Anne Lawrence, su Archives of Sexual Behavior, 2008

Il mondo perfetto non è quello dove tutti hanno diritto a farsi operare per diventare uomo o donna. Il mondo perfetto sarebbe quello in cui, davvero, chi ha un disturbo d'identità come l'ho avuto io possa vivere serenamente, senza essere condizionato da questo manicheismo maschi o femmine, femmine o maschi perché, alla fine, se ci pensi, tutta questa ossessione per i genitali è limitata e superficiale. Gli esseri umani sono molto di più di un pene o una vagina.
Lea T, intervista, 2012

Mi definisco una donna, ma sono anche fiera del mio passato transessuale: ne sono così orgogliosa che me lo tatuerei in fronte, per quanto ne sono felice. Non rinuncerei a nessuna lacrima che ho pianto lungo il cammino. E questo ti rende una donna tre volte più forte, perché va contro il mondo.
Lea T, intervista, 2017

Diciamoci la verità: in Italia una ragazza trans e di colore è considerata una escort. [...] il transessualismo è sempre stato un tabù, una realtà offuscata.
Lea T, intervista, 2017

La società cisgender è sempre stata portata a escludere e discriminare i transessuali e ha sempre cercato di annullare la visibilità delle donne transessuali come donne. Anche se noi esistiamo da millenni. 
Lea T, intervista, 2019

Diventare donna è di particolare interesse solo per un maschio transessuale. Per le donne effettive è semplicemente una buona scusa per non giocare a calcio.
Fran Lebowitz, Metropolitan Life, 1974

I transessuali sono gloriosi e splendenti miracoli di Dio, che noi uomini non possiamo non trovare attraenti. Con i loro capelli biondi, il rossetto lucente e le borsette Gucci, continuano a conquistarci. La loro natura sessuale è rivelata solo dai polpacci muscolosi, rafforzati da anni di rugby.
Sa'ilele Malielegaoi [1]

Accade che ci siano ragazzi, poi uomini, che sentono fin dall’inizio di essere prigionieri di un corpo sbagliato, perché dentro di sé si sentono ragazze, anzi sono ragazze. Esattamente come accade che ci siano ragazze, poi donne, che sentono fin dall’inizio di essere prigioniere di un corpo sbagliato, perché dentro di sé si sentono ragazzi, anzi sono ragazzi.
Michela Marzano, Papà, mamma e gender, 2015

Forse si dovrebbe fare lo sforzo, almeno una volta, di ascoltare le persone transessuali, e ascoltarle veramente. Capendo quanta sofferenza c’è nella vita di chi, fin dalla più tenera età, sente in maniera profonda e permanente – non è che lo si sente talvolta, un giorno sì e l’altro no – che c’è qualcosa che non va, qualcosa che non torna, qualcosa andato storto.
Michela Marzano, ibidem

Per le persone transessuali, di assurdo c’è solo il fatto di ritrovarsi fin dalla nascita all’interno di un corpo che non corrisponde a quello che provano dentro. Di assurdo, in tutta questa vicenda, c’è solo un “brutto scherzo della natura”, come dicono molte di loro.
Michela Marzano, ibidem

Le persone transessuali soffrono a causa di un divario profondo tra “identità psicologica” e “sesso anatomico”, tra soma e psiche. Non si sentono a loro agio in quell’essere “uomini” o “donne” in cui la società li identifica e definisce, e desiderano solo rimettere a posto le cose. Non hanno alcuna volontà di sovvertire le norme o “l’ordine naturale delle cose”. Cercano solo di ritrovare una certa armonia con loro stessi.
Michela Marzano, ibidem

Quanto al sesso “transessuale”, ovviamente non esiste. Una persona transessuale è una persona che “passa da un sesso all’altro”, è una persona che soffre di un disordine dell’identità di genere e che cerca il modo per non soffrire più ricongiungendo il soma alla psiche.
Michela Marzano, Papà, mamma e gender, 2015

Io credo che il superamento delle attuali categorie separate e antitetiche della sessualità sarà transessuale e che nella transessualità si coglierà la sintesi una e molteplice delle espressioni dell’Eros liberato.
Mario Mieli, Elementi di critica omosessuale, 1977

Io credo che l’omosessualità racchiuda, tra i propri segreti, la possibilità di intendere l’ermafroditismo psichico-biologico non tanto in quanto bi-sessuale, ma in quanto erotico in senso nuovo (e anche remoto), polisessuale, trans-sessuale.
Mario Mieli, ibidem

La società induce i transessuali manifesti a sentirsi monosessuali e a celare il loro reale ermafroditismo. Ma, a dire il vero, così la società si comporta con tutti: infatti siamo tutti, nel nostro
profondo, transessuali, siamo stati tutti bambini transessuali e ci hanno costretto a identificarci con un ruolo monosessuale specifico, maschile o femminile.
Mario Mieli, ibidem

Se né l’omosessualità né l’eterosessualità manifeste corrispondono necessariamente a caratteristiche psichiche, somatiche e ormonali specifiche, sia il desiderio gay che quello per l’altro sesso sono espressioni del nostro essere transessuale profondo, tendenzialmente polimorfo, costretto dalla repressione ad adattarsi a una monosessualità che lo mutila.
Mario Mieli, ibidem

La determinazione del sesso «definitivo» e manifesto alla nascita significa soltanto in genere la sua «predominanza» nell'individuo, ma non elimina affatto la presenza sessuale «opposta».
Mario Mieli, ibidem

Coloro che si sanno transessuali, oggi, manifestano la bisessualità-transessualità latente in tutti. La loro condizione li avvicina o li conduce alla coscienza, potenzialmente rivoluzionaria, del fatto che ogni essere umano, embriologicamente bisessuale, conserva in sé per tutta la vita, dal punto di vista biologico e psicologico, la presenza dell’altro sesso.
Mario Mieli, ibidem

Nelle tenebre del nostro profondo, giace repressa la specie che è transessuale e il desiderio di transessualità.
Mario Mieli, ibidem

La liberazione dell’Eros e la realizzazione del comunismo passano necessariamente e gaiamente attraverso la (ri)conquista della transessualità e il superamento dell’eterosessualità quale oggi si presenta.
Mario Mieli, ibidem

Il nostro profondo è più che omosessuale, è transessuale, è polimorfo, e si svela pertanto attraverso esperienze varie, quanto sono varie le resistenze che si oppongono a una sua liberazione.
Mario Mieli, ibidem

L’obiettivo (è il caso di ribadirlo?) non è affatto quello di ottenere un’accettazione dell’omoerotismo da parte dello status quo etero-capitalistico: bensì di trasformare la monosessualità in Eros davvero polimorfo, molteplice; di tradurre in atto e in godimento quel polimorfismo transessuale che esiste in ciascuno di noi in potenza e represso.
Mario Mieli, Elementi di critica omosessuale, 1977

La bisessualità raddoppia le possibilità che l’eterosessualità offre a ognuno di trovare un partner adeguato. E la transessualità addirittura le quadruplica. Se la storia personale e le circostanze contingenti lo rendono conveniente, ciascuno può, potenzialmente, proporsi come uomo o come donna, sia a un uomo che a una donna.
Diana Nardacchione, Misandroginia, in AA. VV., We Will Survive!, 2020

Cinzia: "Sono un transessuale... Adesso che lo sai, vuoi ancora sposarmi? L'amore ha molte forme!"
Rat-Man: "Sì, ma a me non interessa quello a forma di banana!".
Leo Ortolani, Rat-Man, 1989/...

Nulla definisce meglio la decadenza dell'Occidente che la nostra tolleranza dell'omosessualità aperta e del transessualismo.
Camille Paglia [1]

Non ho niente contro chi va con i trans. Però personalmente mi imbarazza fare sesso con una donna che ce l’ha più grande del mio.
Daniele Raco [1]

L'esito più evidente della disforia di genere è il transessualismo, segno di una forte discrepanza tra l'identità di genere e il sesso anatomico, con conseguente avvicinamento, per quanto possibile, al sesso cui si "sente" di appartenere. In altre parole, queste persone hanno l'impressione che il loro corpo sia "sbagliato" rispetto a come si sentono, a come vorrebbero essere e a come desidererebbero essere considerate.
Elisabetta Ruspini, Le identità di genere, 2003

Alla donna, per essere perfetta, manca soltanto il pene. Di qui l’irresistibile attrazione esercitata su così tanti uomini dalle trans, che incarnano, seppure in modo un po’ approssimativo, quell’ideale.
Giovanni Soriano, L'inconveniente umano, 2022

Le persone trans non sono le uniche a dissociarsi - ma spesso lo facciamo molto bene. Siamo un tipo di persone che non hanno bisogno di stare in un corpo o nel mondo. Il corpo sembra sbagliato. Il mondo ci tratta come se fossimo sbagliate. La dissociazione può essere debilitante. Ma a volte non lo è. [...] Voglio salvare almeno certi tipi di dissociazione dal lessico della psichiatria. Voglio trovare dei modi per cui questa disabilità può diventare abilitante. Un modo per scoprire cose sul mondo. 
McKenzie Wark, Raving, 2023

Qualunque siano i nuovi abiti dell'imperatore, mutilarsi i genitali non lo rende un'imperatrice.
[Whatever new clothes the emperor has, mutilating his genitals doesn't make him an empress].
Milo Yiannopoulos [1]

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Transgender - Bisessualità - Omosessualità - Identità di GenereTeoria Gender - Omofobia e Transfobia

Nessun commento: