Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni sulle persone Transgender

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulle persone transgender (in italiano: transgenere), cioè quegli individui la cui identità di genere non corrisponde al genere e/o al sesso che è stato determinato loro alla nascita; le persone che presentano un atteggiamento sociale e sessuale che combina caratteristiche del genere maschile e di quello femminile, senza identificarsi interamente in nessuno dei due (persone non-binarie), e le persone che si identificano in modo transitorio o persistente con un genere diverso da quello assegnatogli (persone transgender binarie).

Le persone transgender vengono chiamate transessuali se il loro comportamento sessuale è caratterizzato dalla non accettazione del proprio sesso e dall'identificazione in quello opposto, o che hanno assunto, attraverso la transizione, i caratteri somatici dell'altro sesso.

Il termine opposto di transgender è cisgender, il quale indica tutte le persone la cui identità di genere corrisponde al sesso e al genere assegnato. Da notare che le persone transgender e non binarie possono avere un qualsiasi orientamento sessuale, esattamente come le persone cisgender. Secondo la definizione "critica" di Susan Stryker riportata nel libro Storia transgender (2017):
"Il termine transgender è usato per riferirsi alle persone che si sono discostate dal genere al quale sono state assegnate alla nascita, persone che, in altre parole, hanno valicato i confini (da cui il prefisso trans-) che la loro cultura ha imposto per delimitare e definire quel dato genere. Alcune persone si discostano dal genere al quale sono state assegnate alla nascita perché sentono di appartenere a un altro genere e perché sanno che, vivendo quello d’elezione, la loro vita sarebbe migliore. Altre vogliono tradire il genere assegnato loro alla nascita per lanciarsi verso nuovi orizzonti, verso spazi ancora indefiniti o concretamente inesplorati; altre persone, invece, vogliono semplicemente sfidare le aspettative sociali legate al genere a loro originariamente imposto". 
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla transessualità, l'omosessualità, la bisessualità, l'omofobia, l'identità di genere e la teoria del gender. [I link sono in fondo alla pagina].
La persona transgender sfugge a ogni ambito sociale, a ogni
dispositivo istituzionale, persino al linguaggio. Transgender
è "uomo e donna", "né uomo né donna". (Michela Marzano)
I documentari sulle donne transgender amano mostrarci sedute davanti allo specchio mentre ci trucchiamo. In realtà, una transizione di genere è per lo più una questione di scartoffie.
Samantha Allen, M to (WT)F, 2022

Per il semplice uomo della strada non vi sono che due sessi: ogni persona è o maschio o femmina, o Adamo o Eva. Quando si sa di più, più si dubita, e il più smaliziato si rende conto che ogni Adamo contiene elementi di Eva e ogni Eva reca tracce di Adamo, tanto sul piano fisico quanto su quello psicologico.
Harry Benjamin, Il fenomeno transessuale, 1968

Quello che vorrei è che [noi transgender] non fossimo oggetto di feticismo, ma che invece venissimo protette e rispettate.
Leyna Bloom, intervista, 2019
 
La bellezza è d’obbligo per una donna come è obbligatorio per una donna trans essere cis passing [2]: le nostre identità non sono valide se fuori dal concetto di norma. È difficile decostruire qualcosa in cui siamo immersə dalla nascita: la nostra cultura patriarcale, sessista, omolesbotransfobica, abilista, grassofobica, razzista, capitalistica e violenta.
Daphne Bohémien, Trauma, 2023

Essere un maschio brutto è un discorso, ma una donna brutta non viene perdonata dalla società, a maggior ragione se è trans!
Daphne Bohémien, ibidem

Il problema è che veniamo cresciutə come persone cisgender ed eterosessuali, così quando finalmente iniziamo a rispecchiare i nostri veri corpi e a riconoscerci passiamo il resto della vita a sentirci solə, sbagliatə, una falla nel sistema, un glitch [3] che rovina la visione di un mondo perfetto e prestabilito, una questione da risolvere.
Daphne Bohémien, ibidem

Mi metto a letto nel buio, mi avvolgo stretta nelle coperte come un bruco nel bozzolo e aspetto che passi tutto, spesso immaginando una metamorfosi che so che non avverrà spontaneamente, perché io non sono un maledettissimo bruco che diventerà farfalla.
Daphne Bohémien, ibidem

Viviamo in una società che stereotipizza la figura della donna trans, che la relega a sex worker, ma è tempo di cambiare questa narrazione, e non solo. Dobbiamo creare safe spaces perché l’arte non è solo bellezza o intrattenimento, è anche uno strumento politico, come lo sono i nostri corpi. 
Daphne Bohémien, Trauma, 2023

Donna o uomo? Sono colpevole di provocare confusione, e sarò punita. La sola cosa che vedo in me è che sono "altro", sono diversa, e lo sarò sempre. Non riuscirò mai a rifugiarmi nel conforto dell'uniformità.
Leslie Feinberg, Stone Butch Blues, 2004

Per i transgender la chirurgia non è una necessità medica. Il desiderio non equivale alla necessità.
Walt Heyer, Papers Genders, il mito del cambiamento di sesso, 2013

Rifiutare tuo figlio perché gay o transgender non lo renderà etero. Succederà solo che lo perderai.
Amanda M. Lyons, Inanna Rising, 2015

Le persone transgender sono coloro che vivono e pensano a se stesse come a un genere diverso da quello che è stato assegnato loro alla nascita. Una persona nata maschio che vive come donna è una donna transgender. Una persona nata femmina che vive come uomo è un uomo transgender. 
M.V. Lee Badgett, Economia Queer, 2020

Le persone transgender affrontano ostacoli ingiustificati quando effettuano la transizione sul posto di lavoro, come per esempio nell’accesso a spazi separati per genere (come i bagni) o nell’ottenimento di documenti che consentano di specificare la propria identità di genere. I datori di lavoro e i governi non si stanno muovendo con l’urgenza con cui dovrebbero per smantellare queste barriere.
M.V. Lee Badgett, ibidem

A livello globale, il compito di decidere che cosa conti come malattia è nelle mani dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che ha raggiunto una conclusione simile: essere lesbiche, gay o bisessuali oppure essere transgender o non conformi al genere (l’Oms la chiama «incongruenza di genere») non è una malattia o un disturbo.
M.V. Lee Badgett, Economia Queer, 2020

Gay, lesbica, bisessuale, transgender... le persone sono solo persone.
Judith Light [1]

Io non sono una donna e non voglio esserla. Non sono neanche un uomo, come specificamente lo sono gli altri. Dovremmo trovare una terminologia adatta a noi. Neanche transessuale o ermafrodito. Siamo delle piccole meteore che cadono sulla Terra. Non è che io voglia fare la bestia rara o che voglia essere un idolo. Siamo dei flash, belli. Che il mondo strumentalizza. C'è chi si castra, chi vuole diventare donna, per raggiungere un obiettivo razionale perché la società vuole delle suddivisioni. Penso di essere una delle poche che è rimasta quella che è e che vuole vivere per quella che è. Perché io voglio pisciare con il mio pene, non con una vagina artificiale. 
Lola, in Silvano Agosti, D'amore si vive, 1984

La cultura transgender rifiuta l’idea di “passaggio”: la transizione da “lui” a “lei” o da “lei” a “lui” sarebbe solo la prova di un assoggettamento ai discorsi e alle pratiche che cercano di normalizzare l’esistenza assegnandole un’identità specifica. 
Michela Marzano, Papà, mamma e gender, 2015

La persona transgender sfugge a ogni ambito sociale, a ogni dispositivo istituzionale, persino al linguaggio. Transgender è "uomo e donna", "né uomo né donna".
Michela Marzano, ibidem

C’è pressoché in ogni cultura, la consapevolezza dell’esistenza di una certa zona indistinta fra i sessi che va dal travestitismo (persone che si vestono come gli appartenenti al sesso opposto) fino al transessualismo (in cui si affronta una serie di procedure per “diventare” del sesso opposto). Quali che siano i fattori evolutivi retrostanti, una notevole varietà di culture ha fatto propria l’idea che sia possibile che certe persone nascano in un corpo, ma desiderino vivere in un altro.
Douglas Murray, La pazzia delle folle, 2019

Non solo un certo tipo di ambiguità di genere o fluidità di genere è comune alla maggior parte delle culture, ma è difficile pensare a una cultura nel mondo che non includa – e consenta – un qualche tipo di ambiguità di genere. Non è un’invenzione della tarda modernità.
Douglas Murray, La pazzia delle folle, 2019

L’essere umano è già fluido, da sempre: per il sapere psicoanalitico il confine tra uomo e donna è poroso e mobile, pensare di fissarlo nella scelta definitiva di un genere potrebbe non solo irrigidire un confine che rigido non è, ma anche immaginare che esista un prototipo di uomo o di donna a cui aspirare.
Laura Pigozzi, Amori tossici, 2023

Il dichiararsi non appartenente né all’uno né all’altro sesso, o identificarsi nel sesso opposto, descrive perfettamente lo stato di transizione di un adolescente che può credere di abbassare il proprio livello di angoscia definendosi sotto un’etichetta, come è accaduto storicamente a ogni generazione per distinguersi da quella precedente.
Laura Pigozzi, ibidem

Forse varrebbe la pena di chiedersi se non ci sia, nella volontà di cambio di genere, la ricerca rassicurante di un punto fermo, cioè di essere fissato nell’assoluto di una definizione precisa, benché opposta a quella che la biologia ha deciso.
Laura Pigozzi, Amori tossici, 2023

Fino a poco tempo fa, le questioni transgender venivano presentate come meramente personali, come un qualcosa da esperire nella propria sfera privata, da gestire tra sé e sé, spesso nella più completa solitudine e non come questioni, invece, interconnesse a un contesto sociale più ampio. Per fortuna, tutto questo sta cambiando.
Susan Stryker, Storia transgender, 2017

Chi sentiva il bisogno di resistere al genere assegnato alla nascita o la necessità di vivere come membro di un altro genere ha incontrato significative forme di discriminazione e pregiudizio, compresa l’aperta condanna espressa dalle diverse religioni.
Susan Stryker, ibidem

Dal momento che la maggior parte della gente riscontra grandi difficoltà nel legittimare l’umanità di un’altra persona quando di quest’ultima non ne riesce a riconoscere il genere, l’incontro con persone che cambiano il proprio genere o che lo sfidano può esser vissuto come un qualcosa di orrorifico, come un incontro con una creatura non solo disumana ma mostruosa.
Susan Stryker, ibidem

Alle persone percepite come non umane a causa della loro espressione di genere non solo viene negata la possibilità di soddisfare i propri bisogni di base, come quello di un impiego e una casa, ma anche quella di esser parte della società.
Susan Stryker, ibidem

All’interno della società moderna e della moderna burocrazia, ogni singola procedura amministrativa può rendere la vita estremamente difficile per chi attraversa i confini sociali del genere assegnato alla nascita.
Susan Stryker, ibidem

Binarismo di genere: si tratta dell’idea per cui esisterebbero solamente due generi sociali, l’uomo e la donna, basati su due e solo due sessi, il maschio e la femmina. Al contrario, la storia delle persone trans ci insegna che sia il genere, sia il sesso, possono essere non binari.
Susan Stryker, ibidem

Tutte le persone, a prescindere che siano cis o trans, sono soggette a pratiche non consensuali di assegnazione di un ruolo sociale basato sul genere, pratiche che privilegiano alcune persone, discriminandone, invece, altre.
Susan Stryker, ibidem

Nonostante le persone nascano con determinate caratteristiche corporee che la cultura dominante chiama “sesso”, non c’è essere umano che nasca bambino o bambina, uomo o donna; al contrario, a tutte le persone viene assegnato un genere con il quale si identificano (oppure no) attraverso un complesso processo di socializzazione.
Susan Stryker, ibidem

La cultura odierna non solo cerca di ridurre l’ampio spettro delle tipologie dei corpi vivibili a due e solo due generi, uno dei quali ha un maggiore controllo sociale rispetto all’altro, ma opera affinché sia diffusa la convinzione che questi due soli generi dipendano dal significato che attribuiamo al sesso biologico. Le vite che non si conformano a questo schema dominante sono generalmente viste come vite che non valgono la pena d’essere vissute e, quindi, di scarso valore.
Susan Stryker, ibidem

Per la maggior parte delle persone vi è un senso di congruenza tra la categoria assegnata alla nascita e a cui sono state socializzate, e come si considerano. L’esistenza delle persone transgender dimostra che non sempre questo accade e che è possibile, invece, formare un proprio senso di sé, un senso altro rispetto ai membri del genere assegnato alla nascita, che è possibile sentire d’appartenere a un’altra categoria di genere, resistendo alle categorizzazioni in generale. 
Susan Stryker, ibidem

Le persone transgender, a volte, esperiscono grandi difficoltà sociali e psicologiche quando non incarnano il ruolo di genere che le altre persone, invece, si aspettano che ricoprano: in particolare, quando queste aspettative sono radicate in credenze scientifiche, culturali o religiose circa cosa sia naturale, normale o divinamente determinato.
Susan Stryker, Storia transgender, 2017

Le persone cambiano continuamente molte cose personali. Si tingono i capelli e si mettono a dieta fino quasi a morirne. Prendono steroidi per costruire muscoli e si fanno protesi al seno e interventi al naso per assomigliare alle loro star del cinema preferite. Cambiano nomi, specializzazioni, lavoro, mariti e mogli. Cambiano religioni e partiti politici. Si trasferiscono in ogni parte del paese o del mondo, cambiano persino nazionalità. Perché il genere è l'unica cosa sacra che non dovremmo cambiare? Chi ha stabilito quella regola?
Ellen Wittlinger, Parrotfish, 2007

Il genere sta tra le orecchie, il sesso tra le gambe.
Slogan del movimento transgender

Il sesso è quello che faccio senza vestiti, l’espressione di genere è quello che faccio con i vestiti addosso
Slogan del movimento transgender

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Cis passing: Termine che indica le persone transgender e talvolta non binarie che passano per cisgender. 
  3. Glitch: guasto, difetto, problema tecnico.
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: TransessualitàOmosessualità - Bisessualità - Omofobia - Identità di GenereTeoria del Gender

Nessun commento: