Aforismi, frasi e citazioni sul Narcisismo

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul narcisismo, inteso in senso generico come tratto della personalità di un individuo, e sul narcisismo patologicoDisturbo narcisistico di personalità.
Il narcisismo può essere definito come un'elevata ammirazione e considerazione di sé stessi, delle proprie qualità fisiche e intellettive, a discapito di quelle degli altri, percepite con indifferenza o disprezzo. Il termine (introdotto da Havelock Ellis e da Paul Näcke nel 1898 per indicare quella «perversione sessuale in cui l'oggetto preferito dal soggetto è il proprio corpo») deriva dal nome di Narciso, personaggio della mitologia greca indifferente all'amore delle ninfe (tra cui Eco), e innamorato della propria immagine, che vede riflessa in un uno specchio d'acqua, nel quale finisce per affogare nell'intento di contemplarla da più vicino.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui narcisisti, la vanità e l'egocentrismo. [I link sono in fondo alla pagina].
La condizione essenziale per la conquista dell'amore
è il superamento del proprio narcisismo. (Erich Fromm)
Molte persone non sanno amare, non si innamorano mai, e talvolta pongono difficoltà anche inconsapevoli ad accettare di essere una metà adatta solo a un'altra metà. Non c'è dubbio che di questo atteggiamento fa parte il narcisismo.
Vittorino Andreoli, Le nostre paure, 2010

La forma patologica del narcisismo nasconde un intimo tradimento dell'amore per se stessi. Narciso è incapace di tradire la propria immagine nella misura in cui non sa separarsene.
Aldo Carotenuto, Amare tradire, 1991

Nel momento in cui la vanità è accompagnata da un profondo narcisismo, ossia da un morboso amore per la propria immagine, in questi casi, la vanità inizia a trasformarsi in patologia, e l'individuo che ne è afflitto focalizza tutto il proprio interesse e ogni sua energia su di sé. Si tratta di un ripiegamento sterile e dannoso perché fa sì che il bisogno di apparire e di piacere si trasformi in un'autentica ossessione.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

Inutile e Illusorio pensare di poter avere noi stessi come referenti, come unici interlocutori e termini di confronto, si finirebbe con il convincersi di essere "sufficienti a noi stessi". La vita dovrebbe fondarsi su un'umile constatazione, che nulla ha in comune con la vanità e il narcisismo: in questo mondo siamo soli e per vivere abbiamo bisogno degli altri.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

La diagnosi di Disturbo Narcisistico di Personalità non è così semplice. Se il clinico si aspetta una persona che entra nello studio e proclama «io sono il migliore di tutti», bene, le cose non vanno così. È molto più facile che il paziente presenti una vaga insoddisfazione, sintomi ansiosi o ipocondriaci trattati con distacco, quasi una fastidiosa incrinatura in un sistema di vita altrimenti privo di graffi.
Giancarlo Dimaggio e Antonio Semerari, I disturbi di personalità, 2003

L’uomo dispone in origine di due oggetti sessuali: se stesso e la donna che si prende cura di lui; con ciò postuliamo che un narcisismo primario sia presente in ogni essere umano, narcisismo che può rivelarsi per alcuni l’elemento dominante della scelta oggettuale.
Sigmund Freud, Introduzione al narcisismo, 1914

Il narcisismo di una persona suscita una grande attrazione su tutti coloro i quali, avendo rinunciato alla totalità del proprio narcisismo, sono alla ricerca di un amore oggettuale.
Sigmund Freud, Introduzione al narcisismo, 1914

La persona innamorata è umile. Chi ama ha perduto, per così dire, una parte del proprio narcisismo e può riconquistarlo solo se è amato a sua volta.
Sigmund Freud, Introduzione al narcisismo, 1914

Il narcisismo è l’essenza di ogni grave patologia psichica. Per una persona affetta da narcisismo c’è una sola realtà: quella dei suoi propri processi mentali, delle sue sensazioni e dei suoi bisogni. Il mondo esterno non è conosciuto o percepito obiettivamente, cioè come esistente nei suoi propri termini, condizioni e necessità.
Erich Fromm, Psicoanalisi della società contemporanea, 1955

Il narcisismo è il polo opposto dell’obiettività, della ragione e dell’amore.
Erich Fromm, ibidem

Il narcisismo è il primo stadio dello sviluppo umano, e la persona che in età adulta ritorna a questo stadio è incapace di amare.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

La condizione essenziale per la conquista dell'amore è il superamento del proprio narcisismo.
Erich Fromm, ibidem

Il polo opposto del narcisismo è l'obiettività; è la facoltà di vedere la gente e le cose così come sono, obiettivamente, e di essere in grado di separare questo quadro obiettivo da un quadro formato dai propri desideri e timori.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

L'amore, essendo subordinato all'assenza relativa del narcisismo, richiede lo sviluppo dell'umiltà, dell'obiettività e della ragione. La propria intera vita dev'essere dedicata a questo scopo.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

La capacità d'amare dipende dalla propria capacità di emergere dal narcisismo e dall'attaccamento incestuoso per la propria madre e il proprio clan; dipende dalla propria capacità di crescere, di sviluppare un orientamento produttivo nei rapporti col mondo e se stessi. Tale processo di evoluzione richiede una qualità, come condizione necessaria: la fede. La pratica dell'arte d'amare richiede la pratica della fede.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Si può descrivere il narcisismo come uno stato di esperienza in cui la persona percepisce come realtà totale soltanto il "suo" corpo, i "suoi" bisogni, i "suoi" sentimenti, i "suoi" pensieri, la "sua" proprietà, qualsiasi cosa e qualsiasi persona "gli" appartengano, mentre tutto il resto - persone e cose, che non fanno parte della persona o non sono oggetto dei suoi bisogni - non interessa, non è completamente reale, è percepito solo attraverso una conoscenza intellettuale, è "affettivamente" privo di peso e di colore.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

È un luogo comune che l'amore spesso si trasformi in odio, anche se sarebbe più esatto dire che non è l'amore a subire questa trasformazione, ma il narcisismo ferito della persona che ama, e cioè che è il non-amore a causare l'odio.
Erich Fromm, ibidem

Nella moderna società occidentale esiste una strana interconnessione fra il narcisismo delle celebrità e le esigenze del pubblico che vuole essere in contatto con la gente famosa, perché la vita della persona media è vuota e noiosa. I mass media vivono proprio di questo, vendere la gloria, e così tutti sono soddisfatti: l'esecutore narcisista, il pubblico, il mercante di pubblicità.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Un alto grado di narcisismo è molto frequente fra i leader politici; si potrebbe considerarlo una malattia - o una risorsa - professionale, soprattutto per quelli che devono il loro potere all'influenza che esercitano sulle masse.
Erich Fromm, ibidem

Nel narcisismo di gruppo, dove l'oggetto non è l'individuo ma il gruppo cui appartiene, l'individuo può essere pienamente consapevole del proprio narcisismo ed esprimerlo senza restrizioni. Affermare che la «mia patria», (o la mia religione, o la mia nazione) sono le più meravigliose, colte, potenti, pacifiche, eccetera, non solo non suona pazzesco, ma passa per espressione di patriottismo, fede, lealtà, oltre che per valutazione realistica e razionale, essendo condivisa da parecchi membri dello stesso gruppo. Grazie a questo consenso, la fantasia si trasforma in realtà: per la maggioranza, infatti, la realtà è costituita dal consenso generale, e non è fondata sulla verifica critica, sulla ragione
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Il narcisismo è egoismo frivolo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il colmo del narcisismo: invidiare se stessi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il narcisismo è in realtà una maschera intelligente adottata per mascherare il suo esatto contrario, che è un profondo pozzo di odio per sé stessi, un pozzo di bassa autostima, piuttosto che di alta autostima. Questo aiuta a spiegare perché i narcisisti sono così sensibili alle critiche, perché tendono a sdegnarsi se criticati: la loro autostima è in realtà molto più fragile di quanto sembri, e una volta sfidata, quella maschera cade a pezzi.
Jeffrey Kluger (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il narcisismo è indispensabile alla bellezza e allo spirito.
Karl Kraus, Die Fackel, 1906/13

Sono talmente egocentrico che riesco a mettere in ombra anche il mio narcisismo.
Franz Krauspenhaar, Forforismi, 2011

Pensavo che il narcisismo riguardasse l'amore di sé, fino a quando qualcuno non mi ha detto che c'è un rovescio della medaglia... è amore di sé non corrisposto.
Emily Levine [1]

Si dà torto a se stessi quando non si è ancora abbastanza sani e maturi da riconoscere le ragioni dell'altro. Nell'accusare se stessi vi è presunzione narcisista.
Davide Lopez, Al di là della saggezza, al di là della follia, 1976

Il termine narcisismo descrive una condizione sia psicologica che culturale. A livello individuale indica un disturbo della personalità, caratterizzato da un esagerato investimento nella propria immagine a spese del sé. I narcisisti sono più preoccupati di come appaiono che non di cosa sentono.
Alexander Lowen, Il narcisismo, 1983

Quanto più grande è la negazione dei sentimenti, tanto maggiore è la gravità del disturbo narcisistico.
Alexander Lowen, ibidem

A livello culturale il narcisismo può essere visto come una perdita di valori umani: viene a mancare l’interesse per l’ambiente, per la qualità della vita, per i propri simili.
Alexander Lowen, Il narcisismo, 1983

Una società che sacrifica l’ambiente naturale al profitto e al potere rivela la sua insensibilità per le esigenze umane. La proliferazione delle cose materiali diventa la misura del progresso nel vivere, e l’uomo viene opposto alla donna, il dipendente al datore di lavoro, l’individuo alla comunità. Quando la ricchezza occupa una posizione più alta della saggezza, quando la notorietà è più ammirata della dignità e quando il successo è più importante del rispetto di sé vuol dire che la cultura stessa sopravvaluta l’“immagine”, e deve essere ritenuta narcisistica.
Alexander Lowen, Il narcisismo, 1983

Il narcisismo più diffuso consiste nel compiaciuto specchiarsi nelle proprie idee (sbagliate).
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Le ragazze si caratterizzano per le civetterie e i ragazzi per le spacconate. Ognuno ha il narcisismo che si merita.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Via il narcisismo - Stare in coppia non deve essere strumentale alla propria immagine. L'altro non è uno specchio che deve darci mille convalide e farci l'applauso. Il centro della coppia non sei tu, siete voi due, cosa che non nega l'esistenza individuale. Anzi, se vissuta bene la arricchisce.
Raffaele Morelli, Come essere single e felici, 2003

La cultura attuale dell'apparire, per come ci viene trasmessa, in particolare, attraverso la televisione, funziona da cassa di risonanza del narcisismo.
Willy Pasini, La vita è semplice, 1998

L'intimità implica una solida autonomia, necessaria per vivere senza timore la relazione con l'altro. Inoltre, intimità sottintende la capacità di scoprirsi, di mostrare all'altro le proprie fragilità e debolezze, cosa che il narcisismo personale non tollera.
Willy Pasini, L'autostima, 2001

L'essere umano ha ben il diritto di amarsi e stimarsi a sazietà; ma deve guardarsi dal razionalizzare il suo narcisismo e dall'attribuire un senso alla serie di casi che, sovraccaricando di una libbra la sua massa cerebrale, gli ha conferito la supremazia sui viventi.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Tutti i veri successi nel lavoro dipendono da un genuino interesse nel materiale con il quale il lavoro viene fatto, La tragedia di molti uomini politici fortunati è la graduale sostituzione del narcisismo all'interesse per la comunità e per gli statuti che essi difendono.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

La conoscenza di sé non rappresenta quasi mai il primo passo verso un miglioramento, ma spesso l'ultimo verso il narcisismo.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Il narcisismo e l'autoinganno sono meccanismi di sopravvivenza senza i quali molti di noi potrebbero semplicemente gettarsi da un ponte.
Todd Solondz [1]

Abbiamo cercato di esaltare il narcisismo come ultima passione, ma anch'essa è ricaduta nell'indifferenza generale.
Silvia Vegetti Finzi (a cura di), Storia delle passioni, 1995

Detesto il narcisismo ma apprezzo la vanità.
Diana Vreeland [1]

− Lei di che religione è?
− Io? Come nascita sono di confessione ebraica, ma poi crescendo mi sono convertito al narcisismo.
Paula Wilcox e Woody Allen, in Scoop, 2006

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Narcisisti - Vanità - Egocentrismo

Nessun commento: