Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e citazioni sulle Relazioni Tossiche

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulle relazioni tossiche (in inglese: toxic relationships), e in particolare sull'amore tossico all'interno di una coppia (coniugi, fidanzati, conviventi, ecc.) e i legami tossici familiari tra genitori e figli. 
Si può definire tossica una relazione conflittuale, e persino patogena, in cui uno (o a volte entrambi) tenta di manipolare e controllare l'altro, in cui vi è incomunicabilità, mancanza di rispetto per i sentimenti e le idee dell'altro, e in cui l'aggressività può sfociare in violenza psichica e fisica. In poche parole, una relazione tossica è quella in cui si sta male, ma da cui, spesso, non si sa come uscirne. [Aforismario]. 
Come nota Michele Mezzanotte: "«Tossico» viene dal latino toxicum (a sua volta dal greco toxicòn), che significa «veleno», legato pertanto al concetto di consumare, distruggere, morire. Quindi per definizione è tossica ogni relazione che spinge a consumarti, a distruggerti e a morire". [Il vero amore (non) è un mito, 2023].
Secondo Lillian Glass si definisce tossica: "qualsiasi relazione tra persone che non si sostengono a vicenda, dove c’è conflitto e uno cerca di minare l’altro, dove c’è competizione, dove c’è mancanza di rispetto e di coesione". [Toxic People, 1995].
Come osserva Sarah Goldberg: 
"Una relazione malata, conosciuta anche come "relazione tossica", è quel tipo di rapporto che ti prosciuga fisicamente ed emozionalmente invece di essere fonte di pace e appagamento. Le relazioni tossiche non solo ti demoralizzano, ma hanno anche un impatto negativo sulla tua spiritualità, sulla tua mentalità e sulla tua personalità. Il campanello d'allarme di una relazione di questo tipo è l'aumento del livello di sofferenza da stress: mancanza di sonno, riduzione dell'appetito, elusione, scontrosità, smemoratezza, e rabbia sono tutti sintomi di stress causati da una relazione tossica. Per guarire c'è bisogno di assistenza, compassione, e di raggiungere un compromesso da entrambe le parti per colmare i divari, riempire i vuoti, e riparare i danni causati da questa relazione disfunzionale. [Relazioni Tossiche, 2014]
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'amore difficile, sul confronto tra amore e odio, sulla possessività, la dipendenza, la violenza sulle donne e il femminicidio. [I link sono in fondo alla pagina].
Lascia le persone tossiche nel posto che gli spetta: nel tuo passato.
(Sherrie Campbell)
Quando noti che qualcuno fa qualcosa di tossico una prima volta, non aspettare una seconda volta prima di affrontarlo o di fermarlo.
Shahida Arabi [1]

Là fuori c'è un mondo tossico, gente, fate attenzione quando vi connettete online e offline. 
Tracey Bond [1]

Lascia le persone tossiche nel posto che gli spetta − nel tuo passato.
[Leave toxic people where they belong − in your past].
Sherrie Campbell [1]

La maggior parte delle persone che sono in una relazione tossica non riescono a notare gli effetti negativi che sta avendo su di loro, per due principali ragioni: o si sottovalutano così tanto da non capire che qualcuno si sta approfittando di loro, oppure lo stanno semplicemente negando a se stessi.
Sarah Goldberg, Relazioni Tossiche, 2014

Le persone tossiche si legano alle tue caviglie come blocchi di cemento e poi ti invitano a fare una nuotata nelle loro acque avvelenate.
John Mark Green [1]

L'amore tossico è il nostro desiderio di cadere, di morire, di mollare tutto. È la nostra pulsione all'autodistruzione che si mischia con l'abitudine e fa sembrare dolce il veleno, perché è un gusto che conosciamo e ci rassicura.
Thomas Leoncini, Forte come la vita, liquido come l'amore, 2021

Bisogna lottare per le proprie relazioni, ma se lottare significa fare a pezzi sé stessi e portare sulle spalle tutti i propri demoni, bisogna andarsene.
Tara Love [1]

Le persone malignamente tossiche non amano; usano. Sostituisci la parola "Amare" con la parola "Usare" e ti chiarirai la confusione tra le loro parole e le loro azioni. La prossima volta che te le sentirai dire, sostituisci la parola "Amare" con "Usare" e tutto avrà senso.
"Ti uso con tutto il cuore."
"Ti userò sempre."
"Ti uso così tanto."
"Non userò mai qualcuno tanto quanto uso te."
"Ti uso più di quanto tu possa mai immaginare."
"Ti userò per sempre."
So che non è facile da ascoltare, ma i confini più vitali dell'autodifesa emotiva iniziano con la rivelazione di una verità scomoda.
Steve Maraboli [1]

Non confondere “familiare” con “accettabile”. Le relazioni tossiche possono ingannarti anche in questo modo.
Steve Maraboli [1]

È raro che una persona tossica cambi il proprio comportamento. Più spesso, l’unica cosa che cambia è il bersaglio e la colpa che gli attribuiscono. Poiché alcune persone tossiche sono difficili da identificare, tieni presente che a volte una mentalità da vittima è un campanello d'allarme. Quindi, ascolta bene quando qualcuno ti parla della sua vita. Se l'elenco delle persone che incolpa è lungo... probabilmente è solo questione di tempo prima che tu sia inserito in quella lista.
Steve Maraboli [1]

Normalizziamo l'allontanamento dalle situazioni tossiche. Non devi resistere quando la tua salute mentale viene messa a dura prova solo perché è quello che tutti si aspettano da te. Va bene rivalutare e decidere se una situazione è ancora accettabile o meno.
Catharina Maura, La sposa sbagliata, 2022

Allontanati da coloro che ti trattano come se il tuo tempo non avesse importanza, come se i tuoi sentimenti fossero inutili o come se la tua anima fosse sostituibile.
S. Mcnutt [1]

Le relazioni tossiche sono pericolose per la salute; ti uccidono letteralmente. Lo stress accorcia la vita. Anche un cuore spezzato può ucciderti; c’è una connessione mente-corpo innegabile. Le tue discussioni e i tuoi discorsi pieni di odio possono portarti al pronto soccorso o all'obitorio. Non eri destinato a vivere nella febbre dell'ansia; urlando fino a diventare rauco in una frenetica lotta o in una fuga terribile in preda al panico, che ti lascia esausto e insensibile dal dolore. Non eravate destinati a vivere come animali che si sbranano a vicenda. Non aspettare che i tuoi capelli diventino grigi. Non incidere una tabella di marcia del dolore nelle dolci rughe del tuo viso. Non restare nel silenzio con il cuore che batte forte come una creatura intrappolata e spaventata. Per la tua vita bella e preziosa e per coloro che ti circondano, cerca aiuto o esci prima che sia troppo tardi. Questo è il tuo campanello d’allarme!
Bryant McGill [1]

In tutti i rapporti stretti (genitoriali, amorosi, fraterni, amicali, lavorativi…) si viene a contatto con la follia, con i lati più scuri, profondi e tossici dell’altro e di noi stessi. Si tratta di una dinamica inevitabile.
Michele Mezzanotte, Il vero amore (non) è un mito, 2023

Abbiamo talmente tante aspettative e false credenze sull’amore che ormai non sappiamo più discernere se il nostro sentimento sia tossico o meno.
Michele Mezzanotte, ibidem

Quando diventano tossiche, le relazioni minacciano la tua integrità emotiva distruggendoti e deframmentandoti.
Michele Mezzanotte, ibidem

Ogni relazione inevitabilmente ha una componente imperfetta e tossica, perché siamo individui imperfetti e perché ogni cura è una piccola dose di veleno.
Michele Mezzanotte, ibidem

Ogni tossicità è un’opportunità per esplorare se stessi e scoprire una nuova strada che ci può condurre verso la nostra individuazione.
Michele Mezzanotte, ibidem

Tutte le relazioni presentano degli aspetti di tossicità. Ma se questa invade la relazione e blocca gli individui siamo di fronte a un falso amore, a un rapporto che, nato per curare una ferita dell’anima, in realtà la preserva in una sorta di comfort zone. 
Michele Mezzanotte, ibidem

Non sono le persone a essere tossiche, ma il loro incontro.
Michele Mezzanotte, ibidem

Il primo passo da compiere [per uscire da una relazione tossica] è comprendere che non sono i partner a essere tossici ma la relazione. Si tratta di un passaggio mentale difficile ma senza il quale passerai molto tempo a cercare il colpevole, invece di provare a compiere un cambiamento o ad accettare che tu e il tuo partner non siete compatibili.
Michele Mezzanotte, Il vero amore (non) è un mito, 2023

Solo perché qualcuno fa parte della tua famiglia non significa che devi tenerlo con te se è tossico o violento. Non lasciare che le persone ti colpevolizzino.
Winnie Nantongo [1]

Le mosche sono fastidiose per natura e il loro comportamento non cambierà mai; possiamo solo tenerle lontane. Dovremmo fare lo stesso con le persone tossiche.
Rodolfo Peón [1]

L’amore tossico che si vive da adulti nasce in famiglia: sono gli attaccamenti morbosi infantili che mantengono nella confusione l’amare dell’adulto.
Laura Pigozzi, Amori tossici, 2023

L’amore tossico scavalca i confini, li disintegra sostenendo che fondersi sia il vero amore. Al contrario, amare smisuratamente l’altro equivale a odiarlo, così come odiare sconfinatamente l’altro cela un amore passato, infelice, occultato a volte anche a se stessi.
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore tossico si modula sull’appropriazione psicofisica del partner, si nutre della sua vitalità, vive a spese dell’altro, che invece muore. 
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore è una questione di confini, di bordi che dovrebbero restare porosi, mobili, morbidi, e consentire il passaggio di ciò che nutre, come fa la membrana di una cellula, che è definita ma non assoluta, stabile ma non necrotizzata. Nell’amore tossico, invece, i confini sono perturbati: abbattuti nell’invasione simbiotica dell’amore assoluto, oppure irrigiditi, invalicabili ed espulsivi, nell’abbandono.
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore tossico ha a che fare con queste due modalità di perturbare i confini: per simbiosi e per abbandono, forme a volte compresenti in una stessa relazione tossica. I limiti, nella simbiosi, vengono sbriciolati, e nell’abbandono si induriscono.
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore tossico è assoluto, lo s’immagina puro. È quello dell’amante, folle per la sua amata, o quello del genitore che ama così tanto il figlio che non può più esistere senza di lui
Laura Pigozzi, ibidem

Chi dipende davvero da chi? Chi non sopporta l’allontanamento! Invece chi appare il dominato potrebbe avere risorse insospettabili: è talmente forte che sopporta l’amore tossico a lungo, troppo a lungo, mostrando un’onnipotenza della sopportazione. Tollera un abuso e un altro e poi un altro ancora, fino a quello che può diventare davvero l’ultimo.
Laura Pigozzi, ibidem

Il partner tossico è quello di cui si è il cibo nell’accoppiamento, quello che fa saltare i confini tra sé e l’altro e lo assimila come nutrimento.
Laura Pigozzi, ibidem

La dipendenza che si manifesta negli amori tossici adulti non è molto diversa da quella di un neonato verso la madre: si pensa di avere bisogno dell’altro per sopravvivere. 
Laura Pigozzi, ibidem

C’è una tossicità comune negli amori dipendenti di coppia e nella fusionalità infinita nella diade madre-figlio: non di rado questa prepara quella.
Laura Pigozzi, ibidem

La struttura sotterranea di ogni tipo di amore tossico è una predilezione perversa che fa amare in maniera distorta chi si crede di odiare, o odiare chi si crede di amare. 
Laura Pigozzi, ibidem

La tossicità viene dall’amore che vuole farsi Uno, una cosa sola, quello totalizzante, non umano. È un amore che prende la sua forza persuasiva dalle prime esperienze, quelle in cui la simbiosi non finisce, e che vorrebbe riproporla nella vita adulta.
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore ha bisogno anche del mondo: gli amanti che non escono mai, che non si tengono per mano in strada, che non hanno una rete di amici, sono sempre amori dell’Uno, cioè amori tossici.
Laura Pigozzi, ibidem

Ogni abuso produce, in chi lo subisce, una certa abitudine ai rapporti tossici, perché l’essere umano è destinato a ripetere i traumi, a meno che intervenga l’esperienza di un taglio nella catena delle repliche.
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore indica il punto in cui una società si trova. Un eccesso di amore tossico che circola tra le persone segnala anche un grado elevato di tossicità nel collettivo.
Laura Pigozzi, ibidem

La tossicità è l’affidarsi in modo fanatico e assoluto a ogni partner che si presenti: famigliare, amoroso, politico, religioso. 
Laura Pigozzi, ibidem

L’amore tossico è sempre asociale: non lo troviamo solo nel partner che non vuole farsi vedere in coppia pubblicamente, ma si manifesta ogni volta che il collettivo è rinnegato, non tenuto in debita considerazione, o pervertito nella sua funzione evolutiva.
Laura Pigozzi, Amori tossici, 2023

All’inizio della relazione il narcisista perverso tende a celare l’irrequietezza e l’intolleranza con cui osserva l’altro. Ma, mano a mano che il rapporto prosegue, il narcisista perverso conquista spazi di manovra sempre più ampi e sottopone la partner a conflitti o umiliazioni di intensità crescente, come a voler misurare il proprio potere. 
Enrico Maria Secci, I narcisisti perversi e le unioni impossibili, 2014

La “vittima” s'innamora del volto buono del partner, dei suoi aspetti sentimentali e della sua transitoria sensibilità, lo idealizza e vi si dedica interamente, mentre minimizza o nega la “faccia cattiva”, la scinde dall’oggetto d’amore perché illogica e incongruente con i propri bisogni affettivi coscienti e con l’immagine specchiata dell’amore romantico. 
Enrico Maria Secci, ibidem

Il dipendente affettivo non riesce ad accettare il fatto che la relazione patologica che chiama erroneamente “amore” si distingue per la pressoché totale mancanza di reciprocità e per la forte distorsione delle proprie aspettative sull’oggetto d’amore. 
Enrico Maria Secci, ibidem

Chi si ostina nella relazione con un narcisista perverso non ha alcuna speranza di riuscita e, senza accorgersene, si sta impegnando in un atto auto-lesionista e sterile. Nessuna azione, nessuna persuasione, nessun sacrificio, cambiamento o strategia muterà il narcisista perverso in un Principe Azzurro.
Enrico Maria Secci, ibidem

“Vincere senza combattere” è un antico stratagemma dell’arte della guerra e vale quando, come accade nella dipendenza affettiva, la guerra stessa diventa l’essenza della relazione. Abbandonare il campo, dismettere ogni strategia, replica, comunicazione con l’avversario finisce per sconfiggerlo. 
Enrico Maria Secci, I narcisisti perversi e le unioni impossibili, 2014

È meglio spezzarsi il cuore una volta piuttosto che avere qualcuno che te lo spezza ogni giorno.
Anonimo

Una relazione sana non ti richiederà mai di sacrificare i tuoi amici, i tuoi sogni o la tua dignità.
Anonimo

Una relazione sana non ti butta giù, ti ispira a essere migliore.
Anonimo

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Amore Difficile e Tormentato - Amore e Odio -Dipendenza Affettiva - Possessività - Violenza PsicologicaViolenza sulle Donne

Nessun commento: