Stupidario Giuridico - Gaffe, lapsus e strafalcioni giuridici

Stupidario Giuridico, ovvero: gaffe, lapsus e strafalcioni nel campo del diritto e della legalità. Su Aforismario trovi anche uno stupidario generico e uno stupidario medico. [I link sono in fondo alla pagina].
Spero che questa condanna gli serva da monitor. (Stupidario giuridico)
A questo punto del dibattimento è troppo tardi per cambiare linea difensiva: “rien va più”.

A un primo esame sembra che il soggetto sia stato prima assassinato con un’arma da fuoco e successivamente bruciato vivo.

Agli arrestati sono stati contestati gravissimi capi di amputazione

Abbiamo a che fare con un cliente insolubile.

All'arrivo della seconda lettera, i carabinieri hanno individuato il mittente: si tratta di un anonimo già noto in paese.

Avendo visto il ladro solo di spalle, mentre fuggiva, avrei difficoltà a riconoscerlo in viso.

Avvocato, io voglio una soluzione con formula piena!

Bisogna prima ponderare bene i fatti; non si può decidere così, al priore.

Capisco la posizione della parte civile, ma cerchiamo di non uscire dal seminario.

Caro collega, se verba volant, carta canta.

Caro signore, lei rischia una denuncia per circoncisione di incapace!

Cercò più volte di illudere la sorveglianza.

Certi avvocati dovrebbero essere irradiati dall'album!

Ci sono certi avvocatini alle prime armi che scimmiettano Perry Mason.

Ci sono colleghi che non hanno paura di cementarsi in cause impossibili.

Circa la natura maligna del suo tumore, il mio cliente è in grado di esibire i risultati dell'autopsia che ha fatto pochi giorni fa.

Col passare dei giorni, questo omicidio si sta rivelando un mistero davvero insolvibile.

Dalla maniera di fare si capiva che era un fuorestiero.

Dapprincipio non ho voluto immischiarmi e li ho lasciati litigare in santa pace.

Detto inter nobis.

Di fronte a certi casi umani è impossibile spiaccicare una sola parola.

Di questo darò una dimostrazione irrifiutabile.

Dico questo senza malizia: abside iniuria verbis.

Domani andiamo dall'avvocato per fare la separazione sensuale.

Dopo aver lasciato cadere il coltello, l’uomo è scappato a gambe elevate.

Dopo la sentenza le polemiche si erano assopite.

Durante il dibattimento in aula, i due detenuti venivano alle mani coi piedi.

E così la vicenda ha avuto un tragico epigono.

È sempre quel mascalzone del pubblico ministero che cerca di intorpidire le acque.

È un avvocato particolarmente versato in tutte le branchie del diritto.

Forse i tempi non erano ancora maturi per questa norma. È stato, se questa corte mi perdona il gioco di parole, un tipico caso di legislatio praecox.

Gli è stata rinvenuta addosso una pistola col numero di matricola abrasato.

Ha detto proprio così. L’ho sentito con questi occhi!

Ha sparato ai vicini in preda a un ictus di follia.

Ho sentito dei rumori perché la notte dormo con un orecchio solo.

I carabinieri e i pompieri dicono di no, ma io sono sicuro che è stato un incendio doloroso.

I genitori riferiscono che il ragazzo già da due anni assumeva sostanze psicotiche.

I ladri sono riusciti a illudere la sorveglianza.

I tre sono entrambi pregiudicati.

Ieri, in occasione della commemorazione dell’anno giudiziario…

Il cadavere, al piede destro, aveva una sola scarpa.

Il cadavere presentava evidenti segni di decesso.

Il camioncino, inoltre, risultava privo degli adesivi posteriori forforescenti.

Il colpevole è stato finalmente individuato: si tratta di un insospettabile pregiudicato.

Il comportamento dei colleghi di parte civile è stato, secondo noi, rimproverevole.

Il derubato, però, pur essendo anziano, non è rimasto inerte.

Il ladro fu colto in fragranza di reato.

Il ladruncolo, nonostante i cani da guardia, due grossi ariani...

Il maniaco da vent'anni teneva la moglie rilegata in casa.

Il mio cliente col suo gesto ha dato al denunciante un autentico schiaffo morale… anzi, un “calcio morale”.

Il mio cliente, dopo essere vissuto per quasi un anno seduto su una spada di Damocle…

Il mio cliente non può certo vantare grandi ricchezze, né un nobile albero geologico.

In ogni tribunale servirebbero traduttori dall'inglese, dal francese, o, viceversa, dal tedesco.

L’abbiamo soccorso subito, ma respirava così piano che abbiamo pensato che fosse già morto.

L'assassino è stato travolto da un lapsus di follia.

L’autorità giudiziaria ha posto in stato di fermo quattro detenuti.

L’avvocato ha detto che ora mi debbo presentare a una corte di Assisi.

L'imputato ha dichiarato di avergli sparato un colpo di avvertimento, colpendolo al torace.

L’istanza del sindaco, pertanto, va respinta perché la frase “il primo cittadino ha un’intelligenza fuori del comune”, pur prestandosi a un evidente doppio senso, di per sé non si può recepire univocamente come un insulto.

La denuncia alla procura per le irregolarità nell'assegnazione dei loculi è rimasta lettera morta.

La giuria si è espressa all'unanimità meno due.

La polizia intervenne con l’uso di gas saporiferi.

La poveretta, durante la sparatoria, è stata colpita da una pallottola vacante.

La procura in questo periodo è scossa da violente lotte intestinali.

La retata non ha dato gli esiti sperati perché alla riunione c’erano dieci assenti.

La tesi dell’accusa, se vera, non è completamente sbagliata.

Le fiamme hanno provocato incendi danni.

Lo spaccio ha luogo notte e giorno alla luce del sole.

Mi hanno sospeso la patente dicendo che ero ubriaco, a me che sono analcolico.

Mi trovavo in banca con mia moglie e mia cognata, e alla rapina abbiamo assistito ambetré.

Noi commercianti, con questo racket continuo, siamo nell'occhio del ciclope.

Non ho potuto inseguire gli scippatori a causa del traffico cianotico.

Ormai, dopo tre anni di suppliche e ricorsi, non voglio più vivere di allusioni.

Per questo problema ci vorrebbe una legge con effetto radioattivo.

Per risolvere la disputa ci vuole una persona super partner.

Perse il controllo dell’auto e finì sulla banchina spargitraffico.

Prima di ricorrere in appello vorrei tastare le acque.

Purtroppo, come ben sappiamo, nemo propheta in casa.

Purtroppo in questo periodo la cancelleria è obesa dalle richieste.

Quando ho visto quei due entrare in banca con le armi spianate ho tremato, anche se io non sono un tipo spaventoso.

Quando il giudice ha dichiarato la mia condanna, ho sentito un groppone alla gola.

Quei due sono entrati nel mio negozio camuffati da clienti.

Quello che sostiene l’accusa è alquanto impossibile.

Questo, vostro onore, significa mettere il carro sopra i buoi.

Resta ancora da stabilire con certezza se l’uomo che ha commesso questo delitto è colpevole o innocente.

Secondo il magistrato, per poter procedere contro questo tipo di reato serve una legge ad O.k.

Si è arrabbiato e gli ha tirato un oggetto contrundente.

Si rimane in attesa dei rilievi della scientifica per sapere se ci sono orme dell’accusato sul manico del coltello.

Sono innocente, e non voglio diventare il capro respiratorio della situazione.

Sono riuscita a prendere il numero di targa, anche se per lo spavento avevo perso i sensi.

Sono stato interpellato per cercare di redimere la faccenda.

Sono stato interrogato come testimone oculistico.

Sono stato minacciato con un coltello di grosso calibro.

Spero che questa condanna gli serva da monitor.

Stanotte, nel cuore del quartiere più elegante della città, è stato perpetuato un orribile delitto.

Subito dopo, l’ambulanza è ripartita a sirene spietate.

Subito fuori della banca la rapina ha avuto il suo tragico epigono.

Trattasi di associazione di stampa mafiosa.

Trattasi di soggetto avvezzo a delinquenziare.

Una vicenda che ricorda il romanzo “Delitto e Castigo”, dello scrittore Leòn Tolstuà.

Viene quasi da rimpiangere i tempi della sacrosanta inquisizione.

Volendo citare Plinio l’Anziano...

Note
  1. Libro consigliato: Massimo Della Pena (con disegni di Marco Scalia), Stupidario giuridico.  Mondadori, 1993
  2. Vedi anche: Stupidario - Stupidario Medico

Nessun commento: