Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sui Rapporti Sessuali

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sul rapporto sessuale, denominato anche con diversi sinonimi: coito, amplesso, accoppiamento, atto sessuale, ecc. Tra i sinonimi volgari più  diffusi vi sono scopar*, fotter* e chiavar*.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul sesso, lo scopare, il fare l'amore, l'orgasmo e sul confronto tra il sesso e l'amore. [I link sono in fondo alla pagina].
Dipingere un quadro, comporre un'opera, sono tutte cose
che fai per riempire il tempo tra una scopat* e l'altra.
(Chuck Palahniuk)
Fare sesso è come giocare a bridge: se non hai un buon partner, è meglio che tu abbia una buona mano.
Woody Allen [1]

L'atto sessuale è nel tempo ciò che la tigre è nello spazio.
Georges Bataille, La parte maledetta, 1949

Mai versato un euro per una prestazione sessuale. Mai. La gioia e la soddisfazione più bella sono la conquista. Se tu paghi una donna, che soddisfazione può esserci?
Silvio Berlusconi, citato su il Giornale,  2009

Il coito si è ridotto, per la stragrande maggioranza degli utenti, a pura rappresentazione mimica, a ripetizione pedissequa e meccanica di positure, gesti, atti, trabalzamenti, in vista dell'evacuazione seminale, unico fine ormai riconoscibile e legalmente esigibile.
Luciano Bianciardi, La vita agra, 1962

Gli uomini che sono andati a letto con la stessa donna, anche se non contemporaneamente, sono tutti imparentati fra di loro.
Luciano Bianciardi, Non leggete i libri, fateveli raccontare, 1967

Gli specchi, e la copula, sono abominevoli, perché moltiplicano il numero degli uomini. 
Jorge Luis Borges, Finzioni, 1944

I cantanti che prolungano arbitrariamente gli acuti per guadagnare l'applauso, i maschi che protraggono per vanità l'acme sessuale, tolgono alla musica e al sesso la qualità essenziale: la misura.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

I rapporti sessuali che si hanno nel sogno sono meno soddisfacenti di quelli reali, perché sono quasi sempre incompleti; ma lasciano al risveglio la bocca più dolce. Proprio perché non del tutto appagati o perché non sono seguiti da alcuna delusione.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Di movimento naturale non ci resta che l’atto sessuale. E forse neanche quello.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

La donna vuole la parità sessuale. Ma non siamo pari: c’è una bella differenza fra tenere aperto il sacco e sbadilarci dentro.
Palmiro Cangini (Paolo Cevoli) [1]

Una ragazza timorata di Dio, quando consuma con l'uomo che ama l'atto carnale, prova cento volte più piacere di una ragazza priva di pregiudizi.
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1960/62 (postumo)

Nulla esiste al mondo di più importante del rapporto intersessuale. Esso è l'origine di tutto ciò che può accadere.
Manlio Cecovini, Dizionarietto di filosofia quotidiana, 2002

La gratitudine reciproca è il segno della riuscita e dell'effetto benefico provocato da un atto sessuale. Però non scandagliare troppo la sincerità di questa gratitudine. Fermarsi alla superficie del sorriso e delle parole.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Evacuando si può pensare alla vita e alla morte, mangiando si può pensare a tutto, ma molto male, nel coito non si può e non si deve pensare a nient'altro. È svuotamento mistico. Ma per tutti.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

A questo mondo non ho visto che pranzi senza digestione, cene senza gioia, conversazioni senza confidenza, intimità senza amicizia, accoppiamenti senza amore.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795/1953 (postumo)

Ci sono prestazioni che perdoniamo solo a noi stessi: se immaginassimo gli altri nel pieno di un certo grugnito, ci sarebbe impossibile tendere ancora loro la mano.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

La vita è stupenda nel senso in cui è stupendo l'atto sessuale: durante, non dopo. Appena ci si mette al di fuori della vita e la si guarda dall'esterno tutto crolla, tutto sembra inganno, come dopo l'amplesso. Ogni piacere è stupendo e irreale, ed è così per ogni atto di vita.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Dicono alcuni che l'amore è il coito. Sarebbe come dire che il mangiare è il cacare. Certo che il cibo finisce, in parte, nel cesso − ma non si mangia pel cesso come non si fa all'amore pel coito, sebbene ci si finisca.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Sarebbe possibile il rapporto sessuale, se si potessero vedere i microbi sulla pelle dell'amante?
Franz Fischer, Aforismi, 1979

Il detto «dopo il coito ogni animale è triste» (post coitum omne animal triste) riflette questa situazione relativamente al sesso senza amore, il quale è una «esperienza culminante» di intensa eccitazione, e quindi elettrizzante e piacevole, ma necessariamente seguita dalla delusione. La gioia nel sesso può essere sperimentata solo qualora l'intimità fisica sia accompagnata dall'intimità amorosa.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Nessuna posa è più ridicola dell'amplesso. Ma nessuna più piacevole.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

A letto, meglio una donna che finge bene di una che fa sul serio male.
Roberto Gervaso, ibidem 

La donna che a letto vuol essere "rispettata" non merita d'essere portata a letto.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Se, dopo il coito, l'animale è triste, l'uomo non vede l'ora d'andarsene.
Roberto Gervaso, ibidem

L'obiettivo di ogni rapporto sessuale deve essere la procreazione; la ricerca del piacere passa quindi in secondo piano, lasciando spazio alla responsabilità e all'impegno.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), I valori della vita, 1993

L'unico atto sessuale contro natura è quello che non è possibile eseguire.
[The only unnatural sex act is that which you cannot perform].
Alfred Kinsey, su Time, 1966

Un nuovo studio dice che la perdita di peso può migliorare le performance sessuali di un uomo. Specialmente se a perdere peso è la sua donna.
Jay Leno [1]

Il giorno successivo all'operazione per l'impianto di un bypass, il dottore venne a visitarmi e mi disse: «Fra breve lei potrà riprendere ad avere rapporti sessuali». Obiettai: «Sono anni che me lo dicono».
David Letterman (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Che Dio, o qualunque cosa sia, abbia indotto l’uomo alla procreazione mediante il piacere del coito è cosa da ricordare a proposito del massimo principio della morale di Kant.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

L'amplesso col quale l'amore mantiene attaccati gli esseri l'uno all'altro contro la solitudine, non portava il suo aiuto all'uomo, ma al pazzo, al mostro incomparabile, preferibile a ogni cosa, che ogni essere è per se stesso e che blandisce nel proprio cuore.
André Malraux, La condizione umana, 1933

Biologicamente e intrinsecamente la donna è più dotata dell'uomo per l'attività sessuale, in quello che concerne e la frequenza del coito e la frequenza dell'orgasmo.
Kate Millett, La politica del sesso, 1970

Le donne sono frigide se non lo fanno, puttan* se lo fanno.
Kate Millett, ibidem

La vera potenza sessuale è riuscire a farlo sempre con la stessa donna. Il massimo sarebbe di non accorgersi che è sempre la stessa.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

L'essere più solo è un bambino, che ascolta il coito dei genitori nella stanza accanto.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

È strano come il carattere di una persona si rifletta nell'atto sessuale. Se uno è nervoso, timido, impacciato, pauroso, l'atto sessuale è lo stesso. Se uno è rilassato, l'atto sessuale è gradevole. 
Anaïs Nin, Il Delta di Venere, 1978 (prefazione)

Al giorno d'oggi seguire l'istinto è la maniera più sicura per non arrivare all'atto sessuale. Per farlo, infatti, occorrono volontà e determinazione razionali.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Che la vita sia una lotta per la vita si vede bene nei rapporti sessuali di uomini e donne, dove, malgrado tutti gli sforzi castigatori dell'ideale cavalleresco, malgrado le esigenze sociali di conformismo e stabile rassegnazione, malgrado ogni cosa, è sacrosanto che si rifiuti l'altro se non dà il piacere richiesto e liberatore.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La donna che fa il figlio, trova in questo la sua pace; l'uomo, se non trovasse la pace nel semplice coito, non la troverebbe mai.
Cesare Pavese, ibidem

Perché a ciascuno la propria sorella appare un angelo, un giglio, ecc.? Perché non gli càpita di entrare con lei in rapporti sessuali. Apri questi rapporti con la più angelica delle donne e troverai la vacca e l'incosciente.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La stessa copula è appena un contatto, un contatto di sfregamento ravvicinato, ma non una penetrazione reale, almeno di un corpo da parte di un altro corpo.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Cogito ergo sum disse la donna. Coito ergo sum le rispose l'uomo.
Paola Poli (Aforismi inediti su Aforismario)

Le donne preferiscono gli uomini che le prendono senza comprenderle, agli uomini che le comprendono senza prenderle.
Marcel Prévost, XX sec. [1]

Niente riflette l'ostinata e miracolosa insensatezza della vita meglio dell'atto sessuale. Pensiamo al giudizio che ne darebbe una pianta...
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Coito ergo sum.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

La donna è come un’auto da corsa. Nelle mani di un esperto pilota va su di giri e può dare il meglio delle sue prestazioni.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

È inevitabile: il rapporto sessuale è l'incontro di due mondi sentimentali. Nel momento in cui questi mondi si scontrano oppure trovano una identificazione, tanti problemi vengono a galla; non nell'atto sessuale in sé, ma nella mente dei due individui che lo compiono.
Francesca Sanvitale, su Elle, 1987

Il coito, l'atto che talvolta viene definito «la piccola morte», è piuttosto un leggero attacco di apoplessia.
Pauline Shapler, La guida femminista, XX sec.

È estremamente ingenuo che le donne si aspettino di essere considerate alla pari degli uomini... persistendo in un comportamento subumano (cioè animalesco) durante il rapporto sessuale. Mi riferisco... a quel grossolano ansimare, rantolare, gemere, mugolare, dibattersi, graffiare, morsicare, strillare, con l'immancabile interiezione di «Oh mio Dio... Oh mio Dio», il tutto parte così prevedibilmente integrante del prima, durante e dopo-rapporto.
Terry Southern (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Diventerò moralista il giorno in cui uno mi dimostrerà di aver pensato durante il coito alla generazione futura.
Italo Tavolato, Contro la morale sessuale, 1913

Ogni animale è triste dopo l'amplesso, tranne la donna e il gallo.
Publio Terenzio Afro, II sec. a.e.c. (attribuito)

Doppo c’Adamo cominciò cco Eva / tutte le donne se sò fatte fotte.
Giuseppe Gioachino Belli, Chi rrisica rosica, 1830, in Sonetti, 1830/49

Maniglia mi racconta estatico la sua ultima conquista. "Pensa che dopo aver ballato tutta la sera nel più bel locale di Cervinia, alle due del mattino siamo usciti, e come due ragazzini abbiamo giocato per un'ora a tirarci le palle di neve, poi naturalmente siamo finiti a letto." A scopar*? "No, con la polmonite."
Romano Bertola, Includetemi fuori, 2003

Se dovesse scoppiare una guerra atomica, questo paese verrebbe raso al suolo nel giro di tre minuti. Bene, fai in tempo a scopar* tua moglie. Due volte.
Roy Chubby Brown [1]

L'amore non è che il risultato di un incontro casuale. La gente gli dà troppa importanza. Per questo motivo una buona scopat* è tutt'altro che da disprezzare.
Charles Bukowski, Musica per organi caldi, 1983

Nove volte su dieci gli uomini chiavan* così male che se [le donne] fossero andate a farsi un giro in funivia col vento dentro le cosce avrebbero goduto di più...
Aldo Busi, Sodomie in corpo 11, 1988

È stata una scopata retorica, come andare a letto con i fratelli Karamazov!
Margherita Buy, in Carlo Verdone, Maledetto il giorno che t'ho incontrato, 1992

Scopar* non è cosa di cui parlare in presenza dell'altro sesso e tuttavia è precisamente quella la circostanza in cui farlo.
George Carlin [1]

Che vi ha di più sconcio della pompa di un matrimonio? Ecco che in presenza di un mondo di gente, il sindaco chiede allo sposo “siete voi contento di fotter* la signora Tale?” − Ed a questa: siete voi contenta di esser fottut* dal tale? − Poi si fa un pranzo in omaggio di un maschio che monta una femmina. Che c'è mai da far festa? Per la probabile nascita, forse, di un nuovo infelice?... Eppure quando si ha voglia d'alleggerirsi l'intestino retto, ci si nasconde. E il fotter* non è un pari officio?
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Pagare una donna per fare l'amore, c'è qualcosa di più insensato? Ma come, io faccio la fatica di scopart* e ti devo anche pagare?
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

L'erotismo è un fatto mentale, scopar* un fatto fisiologico, un mero sfregar di mucose.
Massimo Fini, ibidem

Scopar* ha perso ogni attrattiva, se mai l'ha avuta, da quando da proibito è diventato obbligatorio.
Massimo Fini, ibidem

Se potesse l'uomo farebbe volentieri a meno di scopar*. È un dovere biologico e sociale, una fatica, uno stress, implica un'erezione problematica, costringe il maschio a mettersi alla prova, a sottoporsi al giudizio della donna per qualcosa che, in definitiva, va a vantaggio molto più di lei che di lui.
Massimo Fini, ibidem

Gli animali hanno una "stagione degli amori", si accoppiano solo in un determinato periodo dell'anno. L'uomo no, non più. Ciò proprio grazie all'erotismo, che è una costruzione culturale e mentale e permette all'uomo di superare quei limiti dell'istinto cui gli animali invece non possono derogare.
Massimo Fini, ibidem

I mammiferi, prima di accoppiarsi, si annusano. Hanno le loro buone ragioni. Se la cosa non va rinunciano e si rivolgono altrove. Dovremmo ritrovare anche noi il codice degli odori invece di spruzzarci ossessivamente di profumi e di lavande come si fa con i cadaveri. Si eviterebbero molti equivoci e molte unioni sbagliate.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Tutte o quasi tutte scopan*, le più belle un po' meno delle brutte, perché sono belle e allora hanno l'idea di dover scegliere. Ma le altre, quelle che si devono contentare del primo che le invita a letto, scopan* continuamente.
Ennio Flaiano, Appunti, 1950/72 (postumo in Diario degli errori)

C'è scopar* e chiavar*. Scopar* significa mettere ordine e pulizia nella donna, ma chiavare significa aprire una serratura con la chiave giusta, e questo è l'amore.
Ennio Flaiano, Frasario essenziale per passare inosservati in società, 1969 (postumo)

Si potrebbe dire che lo scopo ultimo del sesso non ha uno scopo. Scopo perché scopo. Scopar* è uno scopo più che sufficiente.
Jacopo Fo, Lo zen e l'arte di scopare, 1995

Gli attori recitano per scopar*, le attrici scopano per recitar*.
Daniele Formica [1]

Quand'è che gli uomini si sentono soddisfatti? Quando fanno tredici al Totocalcio, ottengono una promozione, arrivano fra i primi mille alla Maratona di New York, quando se ne escono con una battuta e tutti ridono, vincono la trattativa sul prezzo di una casa o di un paio di scarpe, quando entrano al bar e gli basta dire: "Il solito", quando incontrano per caso dopo vent'anni una loro ex che gli confida: "Nessuno mi ha mai più scopat* come mi scopav* tu".
Chiara Gamberale, Le luci nelle case degli altri, 2010

Chi dice che comandare è meglio che fotter* è un gran bugiardo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

È necessario riconoscere, nel profondo del cuore, che la gente è fatta per scopar*. È il nostro fine principale nella vita e tutte le altre attività, suonare la tromba, passare l'aspirapolvere, leggere polizieschi, mangiare mousse al cioccolato, sono solo modi per passare il tempo in attesa di poter scopar* di nuovo.
Cynthia Heimel, Consigli sessuali per le ragazze, 1983

Ballare è come scopar*, non importa che spettacolo si dà... basta concentrarsi su come ci si sente.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

Il sesso è tutto nella testa. Battiti del polso e secrezioni non hanno niente a che fare col sesso. È per questo che tutti i best-seller sul sesso non valgono un cazz*. Insegnano alla gente a scopar* con i genitali, non con la testa.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

Ciò che distingue una scopat* dall'altra non è tanto la scopat* in sé quanto la fantasia.
Erica Jong, Paracadute e baci, 1984

− Un matrimonio non finisce mai solo per un'infedeltà: quello è un sintomo che qualcos'altro non va.
− Ah sì? Beh, quel sintomo si scop* mia moglie.
Bruno Kirby e Billy Crystal, in Harry, ti presento Sally, 1989

Sarebbe meno impegnativo, vessatorio, disorientante e faticoso per un maschio sano scopar* mille donne nel corso della vita che cercare di farne felice una, e le probabilità di insuccesso sarebbero inferiori.
Irma Kurtz, Mantalk, 1986

L'omo ha desiderio d'intendere se la femmina è cedibile alla dimandata lussuria, e intendendo di sì e come ell'ha desiderio dell'omo, elli la richiede e mette in opera il suo desiderio, e intender nol pò se non confessa, e confessando fott*. 
Leonardo da Vinci, Codice Arundel, 1478-1518

Non credete all'uomo femminista. È solo un espediente per scopar* di più.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Tu che mi parli del mandorlo in fiore / e poi controlli l'ora e mangi una mela, / corri a perdifiato e io corro con te, / salti, giochi, mi tendi la mano, leggi un libro... / Come cazz* si fa a scopar* in questa maniera?
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Dipingere un quadro, comporre un'opera, sono tutte cose che fai per riempire il tempo tra una scopat* e l'altra.
Chuck Palahniuk, Soffocare, 2002

Se il chiavar* non fosse la cosa più importante della vita, la Genesi non comincerebbe di lì.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

In fondo, il piacere di chiavar* non supera quello di mangiare. Se il mangiare fosse impedito come l'altro, sarebbe nata tutta un'ideologia, una passione del mangiare, con norme cavalleresche.
Cesare Pavese, ibidem

Quell'estasi che dicono − il vedere, il sognare quando chiav* − non è nulla di più che il piacere di addentare una nespola o un grappolo d'uva. Se ne può fare a meno.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Stupefacente! Sbalorditivo! Ancora non riesco ad abituarmi all'idea fantastica che quando guardi una ragazza, stai guardando qualcuno che, garantito, ha addosso... una fic*! Tutte hanno la fic*! Là, sotto il vestito! Fich*! Per scopar*!
Philip Roth, Lamento di Portnoy, 1969

Un uomo non avrebbe i due terzi dei problemi che ha se non continuasse a cercare una donna da scopar*. È il sesso a sconvolgere le nostre vite, solitamente ordinate.
Philip Roth, L'animale morente, 2001

Una bella ragazza deve solo dedicarsi a fotter* e mai a generare.
Donatien Alphonse François de Sade, La filosofia nel boudoir, 1797

In cambio di denaro, tu puoi offrire – e altri possono richiedere – le tue proprietà, le tue creazioni, le tue conoscenze, la tua intelligenza, la tua forza, il tuo coraggio, la tua fantasia, la tua abilità – tutto, ma non puoi offrire o richiedere, e questo in molti paesi del mondo, una prestazione sessuale. Puoi farlo gratis – sempre che tu non arrechi danno o oltraggio ad altri – con chiunque, ovunque e nel modo che piú ti aggrada – ma, legalmente, mai a pagamento. Leggi cosí ottuse puzzano di moralismo lontano un miglio, e spesso di moralismo religioso.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Scopar* bene, / scopar* bene, / questa è la prima cosa, / cercare un'altra donna, / un'altra casa / che non sia troppo vuota, / per ritornare di sera / e non sentirsi ancora soli, / ancora più soli. 
Antonello Venditti, Dimmelo tu cos'è, 1982

Quante sigarette fumo tra una scopat* e l’altra? Sei o sette stecche.
Dario Vergassola [1]

Credo che l'uomo vada giudicato da come scop*, insomma dal cazz*. E poi un vero uomo deve garantire alla donna ogni comfort.
Julija Voznesenskaja, Il Decamerone delle donne, 1987

Si nasce, ci si accoppia, si muore. Come insetti organizzati, niente di più, niente di meno.
Paolo Zagari, Il tradimento preventivo, 2012

È la voglia di fotter* che fa arrossire la gente, non il pudore.
Anonimo (attribuito Jean-Baptiste Boyer d'Argens), Thérèse Philosophe, 1748

− Vuoi scopar*?
− Sembra quasi che tu stia cercando di convincermi a furia di chiacchiere, brutto bastardo.
Anonimo (barzelletta australiana)

Una volta o l'altra alla maggior parte degli uomini è accaduto un rapporto sessuale tristemente simile al tentativo di spingere un'ostrica attraverso la toppa di una serratura.
Anonimo

Dopo l'accoppiamento ogni animale è triste.
(Post coitum omne animal triste)
Detto latino

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Sesso - Sesso e Amore - Fare l'Amore - Orgasmo

Nessun commento: