Antidizionario dell'Ornitorinco - A-L

Qui di seguito trovi le definizioni che vanno dalla lettera A alla lettera L dell'Antidizionario dell'Ornitorinco, il glossario a uso di cinici navigati e disillusi alle prime armi creato da Aforismario.
Antidizionario dell'Ornitorinco A-L
A
Abitante. Ciò che è di troppo in ogni paese.

Adulatore. 1. Colui che ci dice in faccia ciò che non ci direbbe dietro le spalle. 2. Colui che dice, senza pensarle, le cose che l'adulato pensa di sé stesso senza dirle.

Adulazione. Acqua di colonia da fiutare ma non da inghiottire.

Adulterio. 1. Medicina indispensabile di ogni buon matrimonio. 2. Una rivincita della natura sulle leggi.

Adulto. Bambino gonfio d'anni.

Abbandonare. Fare un piacere a qualcuno liberandolo della vostra presenza.

Abitudine. Surrogato della felicità.

Adulazione. Cibo per gli sciocchi.

Affari. I quattrini degli altri.

Aforisma. 1.Saggezza predigerita. 2. Piccolo pensiero presuntuoso. 3. Una mezza verità o una verità e mezzo.

Agnostico. Chi ha sufficiente coraggio per non credere in dio, ma non ancora abbastanza per negarlo.

Alcol. Aspirina dell'anima.

Alcolizzato. Uno che beve più del suo medico.

Allegria. Ingrediente principale nel composto della salute.

Allenatore. Un uomo che guadagna il proprio pane con il sudore degli altri.

Alpinismo. Dodici ore di contemplazione delle proprie scarpe fra il terriccio e il pietrame.

Alta società. Branco sofisticato composto da due potenti tribù: i noiosi e gli annoiati.

Amante. Specie di moglie e di marito che col tempo diventa insopportabile.

Amare. Scegliersi la propria sofferenza.

Ambasciatore. Un onest'uomo mandato a mentire all'estero per il bene del suo paese.

Ambizione. 1. Semplice vanità passata di grado. 2. Ultimo rifugio del fallito.

America. Il risultato di un errore di navigazione.

Amicizia. 1. Contratto col quale ci impegniamo a rendere piccoli favori a qualcuno, affinché questi ce ne renda di grandi. 2. Tacito accordo fra due nemici di voler collaborare per un bottino comune.

Amico. Uno che ti nuoce del tutto disinteressatamente.

Amore. 1. Egoismo a due. 2. L'essere cretini insieme. 3. Nevrosi passeggera guaribile con il matrimonio. 4. Un'altra parola per porcherie. 5. L'infinito alla portata dei barboncini. 6. Un'acqua nel buco che termina necessariamente in un buco nell'acqua. 7. Un prolungato malinteso tra una signora e un signore. 8. Un dono degli dèi che facilmente si trasforma in un castigo di Dio. 9. Una febbre passeggera che comincia con un fremito e finisce con uno sbadiglio. 10. Un delitto in cui non si può fare a meno di un complice.

Amore a prima vista. Diffusa malattia degli occhi.

Amore di sé. Una storia d'amore che dura una vita.

Amore platonico. 1. Nome demenziale per la reciproca attrazione fra un'impotenza e una frigidità. 2. Intervallo tra la presentazione e il primo bacio.

Analfabeta. Persona capace di non saper leggere e non saper scrivere.

Anarchia. 1. Stato di salute delle moltitudini. 2. La vittoria dell'intelligenza sulla certezza.

Angelo. La donna che si vorrebbe. (Vedi Demonio).

Anima. Un travisamento del corpo.

Anniversario. Eco del tempo che passa.

Anno. Serie di trecentosessantacinque delusioni.

Annoiarsi. Masticare tempo.

Ansia. Fanatismo del peggio.

Anticonformista. Il più ridicolo dei conformisti.

Appendice. Piccolo tratto dell’intestino la cui funzione principale è quella di provocare un’appendicite.

Architetto. Professionista che disegna un progetto della vostra casa e progetta disegni sul vostro denaro.

Architettura. 1. Scultura abitata. 2. L'arte di sprecare spazio.

Archivio. Un posto dove si possono smarrire le cose con metodo.

Arrivista. Uno al quale non perdoniamo di essere arrivato dove non siamo arrivati noi.

Arte. 1. Un modo per entrare in contatto con la propria follia. 2. La menzogna che mente di meno.

Artista. 1. Chi sa fare della soluzione un enigma. 2. Chi non prostituisce mai la propria arte, eccetto che per denaro. 3. Chi produce cose di cui la gente non ha alcun bisogno. Ascoltare. 1. L'eroismo dei chiacchieroni. 2. Pensare ai fatti propri mentre qualcuno ci parla.

Assassinio. Forma estrema di censura.

Assurdità. Affermazione o credenza che è in aperta contraddizione con le nostre opinioni.

Astrologia. Cancro inventato da ratti astuti che rosicchiano degli asini abbastanza creduloni da credere di poter essere dei leoni.

Ateismo. Salute mentale recuperata.

Ateo. 1. Chi non ha mezzi invisibili di sostentamento. 2. Credente divenuto adulto. 3. Uno che crede nell'al di qua.

Attore. 1. Chi fa delle facce per guadagnarsi da vivere. 2. Uno che, per essere sé stesso, finge di essere un altro.

Autobiografia. Rivelazioni sulla cattiva memoria dell'autore.

Autobus. Veicolo che ha sempre dei posti vuoti quando va nella direzione opposta.

Autopsia. L'ultima indiscrezione del medico.

Avaro. Chi vive in continua miseria per paura della miseria.

Avventura. Disavventura vista dal lato buono.

Avvocato. 1. Esperto nell'aggirare le leggi. 2. Gentiluomo che salva i vostri beni dai vostri nemici e se li tiene per sé.

B
Bacio. Espediente geniale per impedire agli innamorati di dire troppe stupidaggini.

Ballo. Poesia dei piedi.

Bambino. 1. Fabbricante di ricordi. 2. Delinquente innocente condannato alla vita. 3. Un mostro che gli adulti fabbricano con i loro rimpianti.

Banca. 1. Luogo dove si depositano i propri soldi per metterli al sicuro da sé stessi. 2. Posto dove vi prestano denaro se potete dimostrare di non averne bisogno.

Banchiere. Un professionista che vi presta l'ombrello quando splende il sole e ve lo richiede non appena comincia a piovere.

Basilica. Sinonimo pomposo di chiesa.

Bellezza. 1. La migliore lettera di raccomandazione. 2. Bene fragile. 3. Una promessa di felicità. 4. Trappola in cui ogni uomo di buon senso sarebbe felice di cadere. 5. Il potere con cui una donna incanta un amante e terrorizza un marito. 6. Abito indossato da alcune donne per alcuni anni.

Best-seller. La tomba dorata d'un talento mediocre.

Biblioteca. Troppi volumi e pochi libri.

Bigamia. Una donna di troppo. (Vedi monogamia).

Bigamo. Peccatore il cui castigo è avere due suocere.

Birra. La prova che Dio ci ama e vuole che siamo felici.

Bisessualità. Caratteristica che raddoppia le proprie possibilità di un appuntamento il sabato sera.

Blasfemia. Preghiera d'ateo.

Bomba atomica. Invenzione che rende superflue tutte le altre invenzioni.

Bontà. Cattiveria che dorme.

Borghesia. Insieme d’individui scontenti di ciò che hanno e soddisfatti di ciò che sono.

Borsa. Termometro dell'opinione pubblica.

Brevità. Anima della saggezza.

Buona educazione. Saper nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

Burocrazia. 1. Gigantesco meccanismo azionato da pigmei. 2. Condurre gli affari dello Stato nella peggior possibile maniera e nel più lungo tempo possibile. 3. Una difficoltà per ogni soluzione. 4. Incapacità addestrata.

C
Caccia. Una forma collaterale della pazzia umana.

Caffè. Bevanda che fa dormire quando non la si prende.

Calamità. La sfortuna che colpisce noi e il colpo di fortuna che capita agli altri.

Calciatore. Gladiatore inzaccherato il cui unico fine nella vita è infilare un surrogato del cranio umano in mezzo a due pali.

Calcio. Ultima rappresentazione sacra del nostro tempo.

Calcolo delle probabilità. Dimostrazione dell'improbabilità di ogni calcolo.

Camaleonte. Animale politico.

Campagna. Luogo umido dove gli uccelli svolazzano crudi.

Cane. 1. Un sorriso e una coda che si agita. 2. Un lupo sentimentale.

Capelli. Unica cosa che interessa alle donne della testa di un uomo.

Capolavoro. 1. Una battaglia vinta contro la morte. 2. Un tentativo riuscito.

Capolavoro letterario. Un vocabolario in disordine.

Casa. 1. Macchina per abitare. 2. Luogo dove un uomo è padrone di dire ciò che gli pare, tanto nessuno lo ascolta.

Caso. Causa ignorata di un effetto noto.

Castità. 1. Il piacere di non godere. 2. Forma religiosa d'impotenza.

Cattolicesimo. Confessione religiosa che insegna a elemosinare il paradiso perché a meritarselo sarebbe troppo scomodo.

Cavalleria. Atteggiamento dell'uomo davanti a una donna che non conosce.

Celebrità. Attributo di colui che lavora tutta la vita per essere riconosciuto, e va in giro con gli occhiali neri per non farsi riconoscere.

Celibe. Un uomo che ha perso l'occasione di fare infelice una donna.

Cervello. Apparato col quale si pensa di pensare.

Charme. Un modo di ottenere in risposta un sì senza aver formulato nessuna chiara domanda.

Cibo. La forma più primitiva di conforto.

Cinema. 1. Il modo più diretto per entrare in competizione con Dio. 2. Una donna nuda e un uomo con la pistola.

Cinico. 1. Mascalzone che, a causa di un difetto alla vista, vede le cose come realmente sono e non come dovrebbero essere. 2. Chi conosce il prezzo di tutto e il valore di nulla. 3. Chi non ha ancora perduto la fede nella cattiveria degli uomini.

Cinismo. 1. Riuscito tentativo di vedere il mondo com’è realmente. 2. Tentazione comune a tutte le intelligenze.

Cinquant'anni. Giovinezza della vecchiaia (v. quarant'anni)

Cipolla. Verdura che conosce le uniche genuine lacrime di donna.

Circo equestre. Uno svago costituito da una serie di piccole tristezze.

Citazione. Ripetizione erronea di parole altrui.

Clacson. Strumento inventato per offrire ai pedoni almeno una piccola chance di cavarsela.

Classico (libro). Qualcosa che tutti vorrebbero aver letto e nessuno vuol leggere.

Cleptomane. Un ladro ricco.

Codardo. Uno che prevede il futuro.

Collera. Breve follia.

Comico. Il tragico visto di spalle.

Commercio. Scuola di frode.

Complimento. Bugia in abito da sera.

Computer. Cretino ad alta velocità in dotazione, spesso, a cretini molto lenti.

Congratulazioni. Veste elegante dell'invidia.

Conservatore. Un uomo troppo vigliacco per lottare e troppo grasso per scappare.

Consumatore. Uno che crede alla pubblicità.

Conto corrente. Offerta volontaria al mantenimento della vostra banca.

Contratto. Due diffidenze e un notaio.

Conversazione. Gara nell'interrompersi a vicenda.

Coppia. 1. Una comunità i cui membri hanno perso la loro autonomia senza liberarsi della solitudine. 2. Un insieme di tre persone di cui una è momentaneamente assente. Coraggio. 1. Paura che resiste un po' più a lungo. 2. L'arte di aver paura senza che la gente se ne accorga.

Coraggioso. Uno che è privo d'ogni immaginazione.

Corpo. Un vestito che si logora.

Cortesia. La forma più accettabile dell'ipocrisia.

Coscienza. Bussola dell'ignoto.

Cosmetica. Scienza del cosmo della donna.

Cosmetici. Armi chimiche della donna per la conquista dell'uomo.

Cristianesimo. Negazione della volontà di vita divenuta religione.

Cristiano. Seguace degli insegnamenti di Cristo finché questi non contraddicano i peccati cui indulge più volentieri.

Critica. Imposta che l'invidia percepisce sul merito.

Critico. Autore mancato.

Culo. 1. Anticoncezionale per eccellenza. 2. La faccia dell'anima del sesso.

Cultura. 1. Quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno. 2. Ciò che resta quando si è dimenticato tutto.

D
Danza. Espressione verticale di un desiderio orizzontale.

Debito. Unica cosa rimasta che si possa fare senza denaro.

Decenza. Abito di circostanza.

Deista. Ateo col beneficio d’inventario.

Demonio. La donna che si ha. (Vedi Angelo).

Denaro. 1. Chiave che apre tutte le porte. 2. Ottimo mezzo per sopportare la povertà.

Dentista. Prestigiatore che, dopo aver messo del metallo nella tua bocca, tira fuori monete dalle tue tasche.

Desiderio. Malattia incurabile.

Destino. Invenzione della gente fiacca e rassegnata.

Diagnosi. Una delle malattie più diffuse.

Diavolo. L'alibi di Dio.

Difficoltà. Un'occasione in abito da lavoro.

Dio. 1. Gigantesco eufemismo. 2. Il più grande atto di superbia dell'uomo. 3. La via più breve da zero all'infinito, in un senso o nell'altro. 4. Parola inventata per spiegare il mondo. 5. Una spiegazione che risparmia una spiegazione. 6. La personificazione dell'incomprensibile. 7. L’unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere. 8. Stampella dei paralitici dello spirito.

Diploma. Permesso di dimenticare o di non imparare più.

Diplomatico. Colui che ricorda sempre il compleanno di una donna e mai la sua età.

Diplomazia. La via più lunga tra due punti.

Disperazione. 1. Unica forma disinteressata di esistenza. 2. La dolorosa avidità d'una speranza non esaudita.

Distrarsi. Cambiare genere di noia.

Disumanità. Caratteristica tipica degli esseri umani.

Dittatore. Un folle che ha trovato credito.

Dittatura. Sistema di governo nel quale tutto ciò che non è proibito è obbligatorio.

Divorzio. Sacramento dell'adulterio.

Dogma. Esplicito divieto di pensare.

Donna. 1. Diavolo senza il quale la vita sarebbe un inferno. 2. Bell'animale senza pelliccia la cui pelle è molto ricercata. 3. Per certuni un buco: per altri un abisso. 4. Piacevole errore della natura. 5. Essere dai capelli lunghi e dalle idee corte. 6. Un maschio imperfetto.

Dovere. 1. Ciò che si esige dagli altri. 2. Quello che nessun altro ha voglia di fare.

Dubbio. Cancro della fede.

E
Educazione. Tentativo di impedire ai bambini di imitare gli adulti.

Egoismo. La più grande forza produttiva.

Egoista. Chi non si sacrifica al nostro egoismo.

Eleganza. 1. Qualità del comportamento che trasforma la massima quantità di essere in apparire. 2. L'arte di non farsi notare.

Erotismo. Pornografia di classe.

Esistere. Fenomeno colossale che non ha nessun senso.

Esperienza. 1. La somma delle nostre delusioni. 2. Nome che ciascuno dà ai propri errori.

Etilista. Un alcolizzato ricco.

F
Fallo. Agricoltore della natura.

Fame. Il miglior condimento del cibo.

Famiglia. 1. Piccola azienda a tasse agevolate per la produzione di contribuenti. 2. Stato che riceve autorità dalla noia, dalle convenienze e dalla paura di morir soli in casa.

Fanatico. Uno che non può cambiare opinione e non vuole cambiare argomento.

Fascino. Ciò che negli altri ci rende più soddisfatti di noi stessi.

Fede. 1. Credere senza prove a ciò che ci viene detto da uno che parla senza cognizione di causa di cose senza paragone. 2. Una credenza assurda nell’eventualità dell’improbabile. 3. Non voler sapere quel che è vero.

Fedele. Uno cui manca l'occasione di non esserlo.

Fedeltà. Caratteristica che riguarda esclusivamente i cani.

Felicità. 1. Gradevole sensazione suscitata dalla contemplazione delle miserie altrui. 2. Insieme di sventure evitate. 3. Essere stupidi e avere un lavoro.

Fidanzamento. Prefazione divertente di un libro noioso.

Filantropia. Forma caritatevole della curiosità.

Filatelico. Collezionista di sputi internazionali.

Filosofia. L'arte di trovare cattive ragioni a ciò che si crede in virtù di altre cattive ragioni.

Filosofare. Burlarsi della filosofia.

Fine del mondo. Semplice strizzatina d'occhio di un universo eterno.

Flemmatico. Uno che si è abituato a vivere.

Follia. L'entusiasmo degli altri.

Formica. Esempio di serietà naturale.

Fortuna. 1. Unica spiegazione ammissibile per il successo altrui. 2. Un baro che fa vincere qualche volta, per allettare gli altri.

G
Gallina. Il modo per un uovo di fare un altro uovo.

Gastronomo. Cuoco che ha fatto il liceo.

Gatto. Ornamento vivente.

Gelosia. Un abbaiar di cani che attira i ladri.

Genio. 1. Una varietà della pazzia. 2. Colui che fornisce idee ai cretini vent'anni dopo.

Gentiluomo. 1. Un lupo paziente. 2. Uomo che tiene aperta la porta dell'albergo affinché la moglie possa portar dentro i bagagli. 3. Non ce ne sono.

Gesto eroico. Colpo di testa da ricondurre in genere a una mancanza di alternative.

Ginecologo. L’unico uomo che effettivamente non può vivere senza donne.

Giornalismo. 1. Mestiere nel quale si passa la metà del tempo a parlare di ciò che non si conosce e l’altra metà a tacere ciò che si sa. 2. Storiografia dell'istante.

Giornalista. Uno che viene pagato per ciò che non scrive.

Gloria. Il risultato dell'adattamento di uno spirito alla stupidità nazionale.

Golf. 1. Un modo costoso di giocare alle biglie. 2. Gioco in cui una pallina di quattro centimetri di diametro viene piazzata su una palla di quarantamila chilometri; l'intenzione è quella di colpire la pallina più piccola e non quella più grande. 3. Inutile tentativo di dirigere una sfera incontrollabile verso un buco inaccessibile, con strumenti inadatti allo scopo.

Goloso. Uno che si scava la fossa con i denti.

Governare. Creare dei malcontenti.

Gravidanza. Malattia da cui ci si riprende in 18 anni e 9 mesi.

Guerra. Il sistema più spiccio per trasmettere una cultura.

I
Idiota. Saggia istituzione della natura che permette agli stupidi di ritenersi intelligenti.

Illusione. Il più solido piacere di questa vita.

Imbecille. Chi non la pensa come noi.

Immortalità. Perpetuazione in eterno di un grande errore.

Indifferenza. Vendetta che il mondo si prende sui mediocri.

Indossatrice. Animale pregiato allevato in riserve ed esposto al pubblico due volte l'anno.

Inferno. Gli altri.

Innamorarsi. Sopravvalutare sproporzionatamente la differenza fra una donna e l'altra.

Intellettuale. Persona che ha scoperto qualcosa di più interessante del sesso.

Intelligente. Chi trova difficile ciò che agli altri sembra facile.

Intelligenza. Una candela in pieno vento.

Internet. Oceano dove molti navigano su una zattera.

Invidia. Una specie di lode.

Io. 1. Abbreviazione di Dio. 2. La cosa più importante del mondo.

Ipocrisia. Un omaggio che il vizio rende alla virtù.

Irreligiosità. La più diffusa fra tutte le grandi religioni della terra.

L
Laconismo. Lingua non più parlata.

Lacrime (femminili). La più potente forza idromotrice del mondo.

Ladro. Finanziere che ha fretta.

Latte materno. Il latte nella confezione più eccitante.

Laurea. Pezzo di pergamena che si dà ai diplomati all'Università, per coprire le loro nudità intellettuali.

Lavoro. Tutto ciò che non si ha voglia di fare.

Legge. Tela di ragno che arresta le mosche ma lascia passare gli uccelli.

Leggere. Modo ingegnoso per evitare di pensare.

Letteratura. 1. Stupidità stampata. 2. Cannibalismo con la macchina per scrivere.

Lesbica. Donna che ama più la sua prossima che il suo prossimo.

Liberale. Un radicale che ha moglie e figli da mantenere.

Libero pensatore. Un signore che si riserva la libertà di non pensare a niente.

Libertà. 1. Il diritto di poter dire stronzo a tutti quanti. 2. Il diritto di fare tutto ciò che le leggi permettono.

Libreria. Deposito dei libri che ci hanno dato in prestito.

Libro. 1. Oppio dell'Occidente. 2. Un buon rifugio per gli inetti alla vita.

Lucciola. Mosca al neon.

Nessun commento: