Poesia "Istanti" attribuita a Jorge Luis Borges

Qui di seguito, la celebre poesia Istanti (o Se potessi vivere nuovamente la mia vita), in italiano, spagnolo e inglese, poesia apocrifa comunemente (ed erroneamente) attribuita al poeta argentino Jorge Luis Borges (1899-1986).  Seppure sembra ormai accertato che Borges non  abbia mai scritto questa poesia (che per il tema trattato ricorda la sua Il rimorso), non si hanno notizie certe su chi sia il  vero autore. 
Secondo alcuni, Istantes sarebbe una traduzione in spagnolo di un testo pubblicato nel 1978 dalla statunitense Nadine Stairs (forse 1892-1988), ma persino sull'identità di questa presunta autrice ci sono parecchi dubbi. 
La tesi più accreditata, almeno fino a oggi, è che qualcuno abbia plagiato e tradotto in spagnolo un testo in prosa, pubblicato sul Reader's Digest nel 1953, dello scrittore e umorista americano Don Herold (1889-1966) dal titolo If I had my life to live over (Se potessi vivere nuovamente la mia vita). 
Se potessi vivere nuovamente la mia vita nella prossima cercherei di
commettere più errori. Non cercherei di essere tanto perfetto,
mi rilasserei di più. (Poesia Istanti)
Istanti
Se potessi vivere nuovamente la mia vita
Anonimo (attribuita a Jorge Luis Borges)

Se potessi vivere nuovamente la mia vita
nella prossima cercherei di commettere più errori.
Non cercherei di essere tanto perfetto, 
mi rilasserei di più.
Sarei più sciocco di quanto lo sono stato,
di fatto prenderei ben poche cose sul serio.
Sarei meno igienico.

Correrei più rischi,
farei più viaggi,
guarderei più tramonti,
salirei più montagne,
nuoterei in più fiumi.

Andrei in più posti dove mai sono andato,
mangerei più gelati e meno fave,
avrei più problemi reali e meno immaginari.

Io sono stato una di quelle persone che ha vissuto sensatamente 
e proficuamente ogni minuto della sua vita;
certo che ho avuto momenti di gioia.

Ma se potessi tornare indietro cercherei
di avere soltanto buoni momenti.
Che se non lo sapete, di quello è fatta la vita,
solo di momenti; non ti perdere l'oggi.

Io ero uno di quelli che non
andava mai da nessuna parte senza un termometro,
una borsa d'acqua calda,
un ombrello e un paracadute;
se potessi tornare a vivere, vivrei più leggero.

Se potessi tornare a vivere
comincerei ad andare scalzo all'inizio
della primavera
e continuerei così fino alla fine dell'autunno.

Farei più giri in calesse,
contemplerei più albe
e giocherei con più bambini,
se mi trovassi di nuovo la vita davanti.

Ma guardate, ho 85 anni e so che sto morendo.

Instantes
Si pudiera vivir nuevamente mi vida,
En la próxima trataría de cometer más errores.
No intentaría ser tan perfecto, 
me relajaría más.
Sería más tonto de lo que he sido,
de hecho tomaría muy pocas cosas con seriedad.
Sería menos higiénico.

Correría más riesgos,
haría más viajes,
contemplaría más atardeceres,
subiría más montañas,
nadaría más ríos.

Iría a más lugares adonde nunca he ido,
comería más helados y menos habas,
tendría más problemas reales y menos imaginarios.

Yo fui una de esas personas que vivió sensata
y prolíficamente cada minuto de su vida;
claro que tuve momentos de alegría.

Pero si pudiera volver atrás trataría
de tener solamente buenos momentos.
Por si no lo saben, de eso está hecha la vida,
sólo de momentos; no te pierdas el ahora.

Yo era uno de esos que nunca
iban a ninguna parte sin un termómetro,
una bolsa de agua caliente,
un paraguas y un paracaídas;
si pudiera volver a vivir, viajaría más liviano.

Si pudiera volver a vivir
comenzaría a andar descalzo a principios
de la primavera
y seguiría descalzo hasta concluir el otoño.

Daría más vueltas en calesita,
contemplaría más amaneceres,
y jugaría con más niños,
si tuviera otra vez vida por delante.

Pero ya ven, tengo 85 años y sé que me estoy muriendo. 

Instants
If I had my life to live over
If I had my life to live over,
I'd try to make more mistakes next time.
I would relax. I would limber up.
I would be sillier than I have on this trip.
I would be crazier. I would be less hygienic.
I would take more chances, I would take more trips.
I would climb more mountains, swim more rivers, 
and watch more sunsets.
I would burn more gasoline. I would eat more ice cream and less beans.
I would have more actual troubles and fewer imaginary ones.
You see, I am one of those people who lives
prophylactically and sensibly and sanely, 
hour after hour, day after day.

Oh, I have had my moments
And if I had it to do over again, I'd have more of them.
In fact, I'd try to have nothing else. 
Just moments,one after another.
Instead of living so many years ahead each day.
I have been one of those people who never go anywhere
without a thermometer, a hot water bottle, a gargle, a
raincoat, and a parachute.

If I had to do it over again, I would go places and do things.
I'd travel lighter than I have.
If I had my life to live over, I would start barefooted
earlier in the spring and stay that way later in the fall.
I would play hooky more. I wouldn't make such good grades
except by accident.
I would ride on merry-go-rounds.

I'd pick more daisies!

Note
Vedi anche: Lentamente muore di Martha Medeiros

Nessun commento: