Frasi attribuite a Woody Allen

Raccolta di frasi e battute attribuite in maniera errata o dubbia a Woody Allen (New York, 1935), regista, scrittore, attore e comico statunitense. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni tratte dai libri di Woody Allen e una di battute tratte dai suoi film. [I link sono in fondo alla pagina].
Dio è morto, Marx è morto, e anch'io non mi sento tanto bene.
God is dead, Marx is dead, and I'm not feeling that good myself.
Dieu est mort, Marx est mort, et moi-même je ne me sens pas très bien.
(Woody Allen o Eugène Ionesco?)
Battute senza fonte o attribuite 
Selezione Aforismario

Di solito mi sento abbastanza giù. Le altre volte, mi sento giù del tutto.

Dio non è morto. Sta solo cercando un posteggio.

Dio non esiste. Però noi siamo il suo popolo eletto.

È assolutamente evidente che l'arte del cinema si ispira alla vita mentre la vita si ispira alla TV.

E se nel 2315 ci svegliassimo per sentirci raccontare che il fumo non aveva mai fatto male a nessuno?
Fino all'anno scorso avevo un solo difetto. Ero presuntuoso.

Ho fatto un corso di lettura veloce, ho imparato a leggere a piombo, trasversalmente la pagina, e sono riuscito a leggere Guerra e pace in venti minuti. Parla della Russia.

Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.

Ho sognato di essere il collant di Ursula Andress.

Ho un rapporto catastrofico con la tecnologia: se passo sotto ad un lampadario a gocce, si mette a piovere.

Ho un solo rimpianto nella vita: non essere qualcun altro.

I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno e ne vengono dieci.

Io non so se Dio esiste. Ma se esiste, spero che abbia una buona scusa.

I miei problemi sono iniziati con la prima educazione. Andavo in una scuola per insegnanti disagiati.

Il giorno del Giudizio Universale, quando una voce ordinerà «Tutti in piedi», riuscirò a trovare le mie pantofole?

Il mio dottore dice che facendo le scale a piedi si guadagnano minuti di vita. Rampa dopo rampa ho guadagnato due settimane, durante le quali pioverà sempre.

Il mio primo film era così brutto che in sette Stati Americani aveva sostituito la pena di morte.

La psicoanalisi è un mito tenuto vivo dall'industria dei divani.
La psicoanalisi è un mito tenuto vivo dall'industria dei divani. (Woody Allen)
Foto: Woody Allen, Io e Annie © United Artists, 1977
La punizione capitale sarebbe più efficace come misura preventiva se fosse amministrata prima del crimine.

Le maggiori differenze fra i vari canali televisivi riguardano tuttora le previsioni del tempo.

Leggo per legittima difesa.

Meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita!

Non investite mai dei soldi in nessuna impresa in cui uno dei soci è soprannominato «Il marsigliese».

Non si conosce una donna fino in fondo finché non la si incontra in tribunale.

Oggi sono più conosciuto: faccio cilecca con le donne più belle.

Ogni volta, quando un mio film ha successo, mi chiedo: come ho fatto a fregarli ancora?

Perché la carne di maiale sia proibita dalla legge ebraica è tuttora poco chiaro e alcuni studiosi ritengono che la Torah suggerisca semplicemente di non mangiarla in certi ristoranti.

Provo un intenso desiderio di tornare nell'utero – di chiunque.

Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli.

Quando ero piccolo i miei genitori mi volevano così bene che misero nella culla un orsacchiotto. Vivo.

Quando ero piccolo, mia madre mi diceva sempre: "Se uno sconosciuto ti avvicina, ti offre caramelle e ti invita a salire in macchina con lui, vacci!".

Quel ballerino aveva una calzamaglia così stretta che non solo si distingueva il sesso, ma anche la religione.

Ringrazio Dio di non avermi fatto nascere donna. Avrei passato tutto il giorno a toccarmi le tette!

Si vive una sola volta. E qualcuno neanche una.

So aver cura di me stesso. In caso di pericolo io ho questo serramanico che mi porto sempre dietro. In caso di vero pericolo schiaccio il pulsante e si trasforma in un bastone da tip tap, così posso fare simpatia.

Sono l'unico giocatore di scacchi che si è infortunato durante la preparazione atletica.

Sono timidissimo, le ho prese anche dai Quaccheri.

Un automobilista pericoloso è quello che vi sorpassa malgrado tutti i vostri sforzi per impedirglielo.

Un vantaggio di essere poveri è che quando hai settant'anni i tuoi figli non cercano di dichiararti legalmente incapace d'intendere per prendere il controllo delle tue proprietà.

Dio è morto, Marx è morto e anche io non mi sento tanto bene...
(attribuita anche a Eugène Ionesco - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Grazie a Dio, sono ateo.
[frase di Luis Buñuel - vedi "Citazioni errate" su Aforismario]

Se vuoi far ridere Dio, raccontagli i tuoi progetti.
(Proverbio yiddish)

Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio; fanno arrivare tardi alla cerimonia.
(Antonio Ricci - vedi "Citazioni errate" su Aforismario).

La cosa più ingiusta della vita è il modo in cui finisce. Voglio dire: la vita è dura,  occupa un sacco del nostro tempo. E cosa ottieni alla fine? La morte. Che significa? Che cos'è la morte? Una specie di bonus per aver vissuto? Penso che il ciclo vitale dovrebbe essere del tutto rovesciato. Bisognerebbe iniziare morendo, così ci si leva subito il pensiero. Poi si vive in un ospizio dal quale si viene buttati fuori perché troppo giovani. Ti danno una gratifica e quindi cominci a lavorare per quarant'anni, fino a che sarai sufficientemente giovane per goderti la pensione. Seguono, feste, alcool, erba ed il liceo. Finalmente cominciano le elementari, diventi bambino, giochi e non hai responsabilità, diventi un neonato, ritorni nel ventre di tua madre, passi i tuoi ultimi nove mesi galleggiando, e finisci il tutto con un bell'orgasmo!
[Questo pezzo, in lingua italiana, è di solito attribuito a Woody Allen, mentre in lingua inglese a George Carlin. In realtà si tratta di un testo del comico americano Sean Morey. Vedi "Citazioni errate" su Aforismario].

Nessun commento: