Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sulla Comicità

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla comicità e sul comico. In senso generico, la comicità può essere definita semplicemente come ciò che tende a suscitare l'ilarità. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'umorismo, l'ironia, il ridicolo e il tragicomico. [I link sono in fondo alla pagina].
Poiché le persone ridono di noi, non credo che comprendano davvero
quanto siamo importanti per la loro salute mentale. (Groucho Marx)
Non c'è niente di più comico dell'infelicità.
Samuel Beckett, Finale di partita, 1957

Lavorare sul comico è difficile. Tempi precisi. Etimologie che spuntano. Parole che esplodono. Alta precisione, orologeria. Il fine segreto del caos. Difficile cambiare anche solo una parola. Ma si può fare.
Stefano Benni, Baol, 1990

Il comico non pretende di dare definizioni, ma di mettere in crisi le definizioni false, e di aprire un ulteriorità, una sporgenza per lasciar trovare alla fine una nuova verità.
Stefano Benni, Filosofia e comicità, su Micromega, 2001

Non esiste comicità al di fuori di ciò che è propriamente umano.
Henri Bergson, Il riso, 1899

La comicità definita come una lente che deforma le cose e gli uomini, e offre una immagine meno piatta della realtà.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

È comico tutto ciò che non è organico, naturale, essenziale. Soltanto la vita non è comica.
Francesco Burdin, Nuovi frammenti di un mondo in bilico, 2013

Nel nostro paese si confonde spesso il serio con il funereo e si scambia il comico con il ridicolo.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Un testo drammatico sopravvive a una cattiva recitazione, uno comico no.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Attraverso la comicità vediamo l'irrazionale in ciò che ci sembra razionale; il folle in ciò che ci sembra sensato; l'insignificante in ciò che sembra pieno di importanza. Essa ci aiuta anche a sopravvivere preservando il nostro equilibrio mentale. Grazie all'umorismo siamo meno schiacciati dalle vicissitudini della vita. Esso attiva il nostro senso delle proporzioni e ci insegna che in un eccesso di serietà si annida sempre l'assurdo.
Charlie Chaplin, La mia autobiografia, 1964

Per fare una comica non mi serve altro che un parco, un poliziotto e una bella ragazza.
Charlie Chaplin, La mia autobiografia, 1964

La miseria è il vero copione della comicità. È già tragedia, perciò si ride.
Peppino De Filippo, in Marco Giusti (a cura di), Pappagone e non solo, 2003

Il comico è riso, l'umorismo sorriso.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Il comico e l'umorismo sono il modo in cui l'uomo cerca di rendere accettabile l'idea insopportabile della propria morte - o di architettare l'unica vendetta che gli è possibile contro il destino o gli dèi che lo vogliono mortale.
Umberto Eco, Tra menzogna e ironia, 1998

Il contrasto di chi si illude e parte in quarta contro i mulini a vento è sempre motivo di comicità.
Federico Fellini, intervista di Gian Luigi Rondi, su Il Tempo 1982

La grande comicità, comunque, è come l'amore: prima ti fa ridere, poi ti fa piangere, poi ti fa capire come va il mondo.
Ermanno Ferretti, Per chi suona la campanella, 2011

Il comico è presto doloroso quando è umano. Talvolta non vi fa forse piangere don Chisciotte?
Anatole France, Il giardino di Epicuro, 1895

La comicità ci fa ridere; l'umorismo sorridere. Quella scende dalla cintola; questo, dalla cintola, sale.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La comicità ci fa vedere il ridicolo. L'umorismo ce lo fa capire.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

"Manca di comicità" - disse il critico d'uno scrittore di tragedie.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

La sana comicità, estro perduto, è retrocessa ormai soltanto a malinconici ruoli involontari.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Nel teatro del mondo la parte più ingrata, tristemente comica, toccò all'uomo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La comicità [...] implica l'esperienza indispensabile della serietà, mentre la serietà non implica affatto l'esperienza della comicità.
Alberto Moravia, Opere, 1927/47

Origine del comico. Quando si considera che per varie centinaia di migliaia di anni l'uomo fu un animale in sommo grado accessibile alla paura, e che ogni fatto improvviso e inaspettato gli imponeva di tenersi pronto a lottare e magari a morire; anzi che anche più tardi, nei rapporti sociali, ogni sicurezza fu basata su ciò che era scontato e tradizionale nel modo di pensare e di agire, non ci si può meravigliare del fatto che, per ogni parola e atto repentini e inattesi, quando sopraggiungano senza pericolo o danno, l'uomo prenda baldanza, trapassi nel contrario della paura: l'essere raggomitolato su se stesso e tremante di paura si rialza, si distende - l'uomo ride. Questo passaggio da momentanea paura a baldanza di breve durata si chiama il comico. Per contro nel fenomeno del tragico l'uomo trapassa rapidamente da una grande e durevole baldanza a una grande angoscia; dato però che fra i mortali la grande e durevole baldanza è molto più rara delle occasioni di angoscia, nel mondo c'è molto più comico che tragico; si ride molto più spesso che non si sia sconvolti.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Vi è una definizione comica della comicità: essa, secondo Vinet, sarebbe l'ingenuità del peccato.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

La vita, nonostante tutto, continua, e da questo alla fine non potrà che scaturire qualcosa di irresistibilmente comico.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Niente si sottrae al comico, neanche la riflessione sul comico.
Giuseppe Pontiggia, Le sabbie immobili, 1991

L'uomo, quando sa di essere una cosa comica, non ride.
Antonio Porchia, Voci, 1943

L'ironia, l'arguzia, in una parola il senso del comico, è una dote innata! Chi ce l'ha ce l'ha e chi non ce l'ha non ce l'ha! Inutile quindi cercare di capirne i segreti, i meccanismi, chiaro?
Silver, Lupo Alberto, 1974/...

Il comico è la lotta tra il bene e il male con la vittoria finale della vigilanza notturna.
Totò, citato in Stefano Benni, Filosofia e comicità, su Micromega, 2001

La comicità è una, è unica, ognuno penza ca inventa, ca fa qualcosa 'e nuovo, invece, purtroppo, quanno simme nate nuje tutti quanti già ce steva qualcuno primma 'e nuje. Quindi... Io penso che neppure a San Giorgio a Cremano, come passa 'o tiempo, e vene per me una targhetta, 'nu busto... certo là sotto non ci possono scrivere «Quello che inventò la comicità».
Massimo Troisi, in Marco Giusti (a cura di), Il mondo intero proprio, 1998

La comicità ti dà la possibilità di dire tante cose senza annunciare: «Sotto-ci-sta-questo-discorso». Se vuoi capire, bene. Se no, ti sei fatto una risata.
Massimo Troisi, ibidem

La comicità segue regole strane, spesso misteriose: ha una punta che si riesce a toccare solo in certi attimi, un giorno gliela fai e un altro no.
Massimo Troisi, ibidem

Il mondo ha sempre riso delle proprie tragedie, dato che questo è il solo modo di sopportarle. E, di conseguenza, tutto quello che il mondo prende sul serio appartiene al lato comico delle cose.
Oscar Wilde, Una donna senza importanza, 1893
Un bravo comico deve sempre difendere il suo Paese
da chi lo governa. (Roberto Benigni)
Se hai sempre fatto il comico, ed entri in un ruolo drammatico, aspetti cosa fa il pubblico: se piange, invece di ridere, ce l'hai fatta.
Diego Abatantuono (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un bravo comico deve sempre difendere il suo paese da chi lo governa.
Roberto Benigni, su Corriere della sera, 2007

Siate i comici di voi stessi. Fatevi da soli il vostro humour quotidiano.
Stefano Benni, Baol, 1990

Il mondo senza guai e gli uomini senza difetti, sarebbe la fine dei comici. Una tragedia!
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

In Italia, essere stato un comico è come avere precedenti penali.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Il comico è l'unico che interrompe, per un momento, quel filo tra noi e la morte.
Walter Chiari [1]

Stanlio e Ollio, questi comici che non fanno ridere nessuno, tranne il pubblico.
René Clair [1]

I critici al grande comico preferiranno sempre il grande cane drammatico.
Peppino De Filippo, in Marco Giusti (a cura di), Pappagone e non solo, 2003

Destino beffardo del comico che, come si sa, si nutre di ciò che va storto e spesso diventa malinconico e serio, senza nemmeno volerlo.
Gioele Dix, Manuale dell’automobilista incazzato, 2007

I poeti comici primi insegnarono a ridere anche delle cose serie.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Considero gli attori comici dei benefattori dell'umanità, come angeli dispensatori di gioia.
Federico Fellini [1]

I veri geni del comico non sono coloro che ci fanno ridere di più, ma coloro che svelano una zona sconosciuta del comico.
Milan Kundera, L'arte del romanzo, 1986

In una democrazia, un politico ha tutto il diritto di dire: "Quel comico non m'è piaciuto". Ma quando dice "Non m'è piaciuto, quindi non va più in onda", siamo al maccartismo. È censura ideologica, una cosa schifosa.
Daniele Luttazzi, a Decameron, 2007

La deontologia del comico consiste nel proporre solo battute che lo facciano ridere.
Daniele Luttazzi, La guerra civile fredda, 2009

Quando un uomo fa il comico di professione la gente si aspetta da lui che sia comico in ogni circostanza. Un violinista può lasciare il suo strumento a casa, un pianista può dimenticare di portare lo spartito, ma un comico non ha scuse. Se non è eccezionalmente divertente, viene considerato persona assai stolida e deludente.
Groucho Marx, in Gino e Michele, Le formiche e le cicale, 2003

La prima cosa a sparire quando un paese viene trasformato in uno stato totalitario è la commedia e i comici. Poiché le persone ridono di noi, non credo che capiscano davvero quanto siamo essenziali per la loro salute mentale.
Groucho Marx, in Paul Duncan e Douglas Keesey, Marx Bros, 2007

La malinconia dei comici è una di quelle leggende di cui nessuno dubita, come la collera dei calmi.
Giuseppe Pontiggia, Le sabbie immobili, 1991

Comico erudito: dotto di spirito.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Il comico deve essere antico e «lazziatore», cioè capace di inventare ogni volta lazzi e macchiette inedite e imprevedibili. Per un comico vero il copione non deve contare nulla.
Totò, citato in Matilde Amorosi (a cura di), Parli come badi, 1994

Non sarà vero che ogni comico dopo morto viene rivalutato e viene ricordato, però è vero che ogni critico dopo morto viene dimenticato.
Massimo Troisi, in Marco Giusti (a cura di), Il mondo intero proprio, 1998

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Umorismo - Ironia - Ridicolo - Tragicomico

Nessun commento: