Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Aforismi, frasi e citazioni sul Raccoglimento

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul raccoglimento interiore, cioè l'atteggiamento di concentrazione spirituale; il raccogliersi in riflessione o meditazione astraendosi da ogni altro pensiero o attività. Scrive il teologo Romano Guardini:
"Esaminiamo il nostro interno per vedere che aspetto abbia. Che guazzabuglio di impressioni! Che disordine di pensieri! Che altalena di emozioni e di desideri! Che inquietudine e che malcontento! Ed anche quante brutture! È proprio necessario che sia così? Qui è al suo posto ciò che l’ascetica chiama la «custodia dei sensi», la disciplina dell’ attenzione. Esercitare il raccoglimento vorrebbe dunque dire che qui si intervenga. Che non si lasci entrare tutto quello, che batte alla porta dei sensi e dell’attenzione; che si sappia distinguere fra il bene e il male, fra ciò che è nobile e ciò che è ignobile, fra quello che ha valore e ciò che non val nulla, fra quello che porta consapevolezza e ordine e ciò che crea soltanto confusione e trascina in basso". [Il bene, la coscienza e il raccoglimento, 1929].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla meditazione, la concentrazione, la riflessione e la preghiera. [I link sono in fondo alla pagina].
Raccoglimento significa che sappiamo, una buona volta,
non tanto fare, quanto vivere. Avere un’esistenza tranquilla.
Un’esistenza piena, libera dall’ossessione del fare e del volere.
(Romano Guardini)
Rientra in te stesso: è nel cuore che abita la verità.
Agostino d'Ippona [1]

Ovunque andiate, sui monti, nei boschi, sulla riva dei laghi o dei mari, se volete manifestarvi come figli di Dio che aspirano a una vita più spirituale e più luminosa, dovete mostrarvi consapevoli della presenza delle creature eteriche che vi abitano. Accostatevi a loro con rispetto e raccoglimento, cominciate col salutarle, poi testimoniate loro la vostra amicizia, il vostro amore e chiedete le loro benedizioni.
Omraam Mikhaël Aïvanhov, Discorsi, 1938-1986

Sulla religione e sui riti religiosi è stato scritto tutto e il contrario di tutto e la religione, dopo aver metabolizzato il progresso, è sempre riemersa più viva e moderna. È sempre riemersa perché, nel raccoglimento della preghiera, l’uomo trova la serena sopportazione degli affanni quotidiani adagiandosi nella riposante giunzione fra il nulla e l’infinito.
Giuseppe Alvaro, Dizionarietto, 2017

Il raccoglimento, il ritorno al divino: sono necessari per attraversare la vita, le sue tentazioni, le sue dissipazioni, senza evaporare, dissiparsi o corrompersi. Questa fede interiore, poi, chiede di essere rinnovata tutti i giorni.
Henri-Frédéric Amiel, Grani di miglio, 1854

Ho tolto di mezzo Dio per bisogno di raccoglimento, mi sono sbarazzato di un ultimo seccatore.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Minuto di raccoglimento: assaporare la voluttà di non pensare a niente, riposarsi nella consapevolezza di una nullità calma, di una pausa nel supremo.
Emil Cioran, Quaderni, 1957-1972 (postumo 1997)

Onde interrogare qualche volta la coscienza, raccogliersi nello spirito o contemplar la natura, è senz'altro voglia di far niente. 
Pietro Ellero, La tirannide borghese, 1879

In bilico tra il sospetto che la vita pulsi altrove e il desiderio che nulla stemperi il mio raccoglimento.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Raccogliti in te come il monaco si raccoglie nella sua cella.
Fausto Gianfranceschi, ibidem

Raccoglimento, figliuol divino, padre d’ogni cosa grande.
Franz Grillparzer, Dezemberlied, 1827 

Nelle nostre azioni e aspirazioni di tutti i giorni noi siamo trasportati dalla corrente impetuosa degli avvenimenti. «Raccoglimento» significa qui l’uscire da questo vortice e mettersi in pace. Portar calma nel nostro essere, nelle nostre forze, nella nostra volontà. Far penetrare la pace sempre più profondamente in noi stessi. 
Romano Guardini, Il bene, la coscienza e il raccoglimento, 1929

Noi facciamo sempre questo o quello, siamo sempre in attività, progettiamo, vogliamo, organizziamo, facciamo. Quando non facciamo niente, diventiamo nervosi e intorno a noi sentiamo il vuoto. La voce ha come un’eco cupa; ci si sente a disagio e ci si annoia. E al di là di tutto l’agire e il fare, noi non siamo, non esistiamo. Idolatriamo l’attività e perdiamo l’uomo.
Romano Guardini, ibidem

Raccoglimento significa che sappiamo, una buona volta, non tanto fare, quanto vivere. Avere un’esistenza tranquilla. Un’esistenza piena, libera dall’ossessione del fare e del volere.
Romano Guardini, ibidem

Noi tendiamo sempre ad una mèta, poi ad un’altra ulteriore, e cosi di seguito. Sempre verso qualche cosa che non esiste. Sbrighiamo una cosa e la gettiamo dietro le spalle. Viviamo gli avvenimenti, rapidamente e già essi non sono più. Cosi viviamo sempre scivolando fra quello che non è più e quello che non è ancora. Raccoglimento significa qui creare il presente, sostare e divenir presenti. Presenti in noi stessi, realizzare l’«oggi» per quanto è concesso alla nostra instabilità; almeno averne l’intenzione e la disposizione
Romano Guardini, ibidem

Vivere tranquillamente l’attimo fuggente è appunto raccoglimento.
Romano Guardini, ibidem

Raccoglimento vuol dire richiamare noi stessi a noi stessi; le nostre forze dalla dispersione all’unità. Superare la confusione e ristabilire una tranquilla semplicità. Sgombrare il guazzabuglio, per attenerci a pochi, forti e buoni pensieri. Semplificare i nostri desideri; imparare a riposare in noi stessi senza brame, a diventar tranquilli e sereni. Apprendere ad esser padroni di noi stessi.
Romano Guardini, ibidem

Il nostro interno è spesso oppresso da preoccupazioni, agitato da passioni e accasciato dalle contrarietà e dalle sofferenze. Qui il raccoglimento significa che interiormente torniamo a noi stessi. Che in noi si levi qualche cosa di profondo, che a tutte queste cose per noi ripugnanti dica: «Questo veramente non mi appartiene. Devo sopportarlo e lo farò lealmente, ma non sono tutt’uno con esso. C’è in me qualche cosa al di là di tutto questo. Questo qualche cosa è sereno, è forte, è l’essere vivente del mio spirito».
Romano Guardini, ibidem

Il raccoglimento è la dimora per Iddio stesso.
Romano Guardini, ibidem

Raccoglimento nel senso più stretto: Che tutta la molteplicità delle forze venga energica mente disciplinata da un punto interiore; che tutta l’attività abbia un solo punto di partenza e, per vie spesso nascoste, ad esso ritorni; che la vita abbia un centro e perciò un ritmo.
Romano Guardini, ibidem

Si può dire che, sotto un certo aspetto, tutta la formazione morale e spirituale si riassume nell’esercizio del raccoglimento.
Romano Guardini, ibidem

La forma più ovvia del raccoglimento sarebbe certo l’ordine. Ordine della vita e del lavoro quotidiani, degli oggetti in camera e in casa, delle occupazioni nel corso della giornata e dei giorni; della lettura, dei pensieri e così via. L’ordine raccoglie.
Romano Guardini, ibidem

Esercizio del raccoglimento significa che di fronte al disordine del caso, alle pressioni da destra e da sinistra, alla folla delle impressioni e delle vicende, a tutto ciò che ci turba, ci eccita e ci inquina, sappiamo diventare indipendenti. Che di fronte a tutto impariamo a conservar la nostra calma. Che sappiamo passare al vaglio le nostre impressioni. Che troviamo un piacere, anzi direi uno sport molto nobile, nell’impegnar la lotta contro la prepotente barbarie che ci circonda; la lotta per non essere lo zimbello del caos culturale che ci attornia, e per diventare al contrario liberi padroni di noi stessi.
Romano Guardini, Il bene, la coscienza e il raccoglimento, 1929

Gli uomini di oggi sono più che abili nell'organizzare ogni cosa, ma non sono più all'altezza del raccoglimento per la Notte. Nel "movimento" noi sembriamo essere qualcosa e fare qualcosa – ma dove sono quiete e inattività, non sappiamo più far nulla di noi stessi. 
Martin Heidegger, lettera a Elisabeth Blochmann, 1929

Una poltrona è proprio un ottimo mobile; è soprattutto di una estrema utilità per ogni uomo amante del raccoglimento. Nelle lunghe serate invernali, è talvolta dolce, e sempre prudente, distendervisi mollemente, lontano dal fracasso delle assemblee numerose.
Xavier de Maistre, Viaggio intorno alla mia camera, 1794

Il vero raccoglimento si riconosce dai suoi effetti: pace, silenzio interiore, tranquillità del cuore. 
Thomas Merton, Nessun uomo è un'isola, 1955

Lo spirito raccolto è quieto e distaccato, almeno nelle sue profondità. Non è turbato perché le passioni sono momentaneamente tranquille. Tutt’al più riescono a turbare solo la superficie dell’anima raccolta.
Thomas Merton, ibidem

Non c'è Yoga che tenga. Chi ha personalità, deve escogitare un metodo personale di raccoglimento e introspezione per superare i momenti critici.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Quanto più oggi l'uomo si sente interiormente ricco, quanto più polifonico è il suo soggetto, tanto più potentemente agisce su di lui la simmetria della natura; noi tutti riconosciamo [...] nella natura il grande mezzo di acquietamento dell'anima moderna, ascoltiamo il battito di pendolo del più grande orologio con una nostalgia di pace, di familiare raccoglimento e di silenzio, come se potessimo assorbire dentro di noi questa simmetria e solo cosi giungere al godimento di noi stessi.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Come ricompensa di molto disgusto, scontentezza e noia − tutte cose che una solitudine senza amici, libri, doveri e passioni deve portare con sé − si raccolgono quei quarti d'ora di profondissimo raccoglimento in sé e nella natura. Chi si trincera completamente contro la noia, si trincera anche contro se stesso: non riceverà mai la bevanda più energicamente ristoratrice della propria fonte intima.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Restaurare la calma e il silenzio nel regno dell'intelletto, eliminare il fracasso moderno. Gli uomini dovranno essere assaliti da una smania di raccoglimento e di concentrazione senza precedenti, una volta che si saranno stancati della fretta moderna.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869-1889

Bisogna avere il coraggio di creare qualche volta - almeno di domenica - un'oasi di silenzio, introducendo una sorta di dieta dell'anima e della mente, perché abbiano spazio la riflessione, il pensiero, il raccoglimento.
Gianfranco Ravasi, Le parole del mattino, 2011

Il silenzio e il raccoglimento sono la sorgente dei buoni pensieri, da cui derivano naturalmente azioni virtuose.
Joseph Sanial-Dubay, Pensieri sull'uomo, il mondo e i costumi, 1813

Ricchezza interiore senza capacità di raccoglimento interiore è un tesoro sepolto.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

È uno spirito leggero e incapace di raccoglimento interiore quello che porge attenzione ad ogni voce e a ogni avvenimento accidentale.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

C’è più passione per dio nell’improvvisa bestemmia di un povero disgraziato che nella raccolta preghiera del pio.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Per le persone colpite Dio destina i giorni di malattia a diventare giorni di raccoglimento interiore.
Adrienne von Speyr [1]

Prendete un vaso pieno di liquore e tappatelo con cura: solo così conserverete il liquore per tutto il tempo che vorrete. Allo stesso modo, se dopo la comunione custodiste con cura Nostro Signore nel raccoglimento, sentireste più a lungo quel fuoco che divora.
Jean-Marie Baptiste Vianney [1]

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Meditazione - Concentrazione - Riflessione - Preghiera

Nessun commento: