Autori di Aforismi Inediti dalla F alla L

Elenco degli autori di aforismi inediti le cui iniziali del cognome dalla F alla L. Tutti gli autori che riescono a pubblicare almeno 50 aforismi, avranno a disposizione un'intera pagina personale sul sito Aforismario. Per leggere le istruzioni su come inviare i tuoi aforismi vai alla pagina principale degli Aforismi inediti.
Aforismi inediti by Aforismario
Antonio Farina Sansone
(Roma, 1946)

Sei il ponte di Brooklyn della mia vita ma il viadotto Morandi dei miei sentimenti.

Antonella Ferrini
Quando l'esistenza diventa un incubo l'unica possibilità di sopravvivenza è rifugiarsi in un sogno...


Raffaele Funaro
  1. Detesto l’adolescenza e la prima giovinezza: sono quelle età dove si è troppo seri o troppo stupidi per apprezzare l’ironia del mondo.
  2. L’uomo è un animale politico. No. L’uomo è un animale polemico.
  3. L’aforisma è descrizione senza culto dell’oggettività.
  4. Tra il dolore e la vergogna, lacerarsi. Questo è scrivere.
  5. Dobbiamo imparare a diffidare dei nostri momenti mistici. Sono quelli dove la capacità di auto ingannarsi spesso rasenta la perfezione.
  6. Il fascino di alcune persone deriva dalla loro morale a scatole cinesi.
  7. Non ho mai guardato all'essere umano come qualcosa da amare o da odiare ma come qualcosa da smontare, comprendere e rimontare.
  8. Un abile politico non sposta mai montagne ma si muove per scarti differenziali; le sue prese di distanze non sono mai estreme e per questo egli può vivere nel sistema e all'occorrenza corroderlo dall'interno.
  9. L’ottimista non è colui che pretende un cielo sempre sereno ma colui che è capace di ritrovare il Sole anche dietro le nuvole più nere.
Federico Mario Galli
(Landriano 1993) - Vai alla pagina con più di 100 aforismi di Federico Mario Galli

Mattia Gargano
  1. Lo stretto istante che separa la speranza dal rimpianto, si chiama “ vita”.
  2. La grandezza della mente umana non sta nell’essere riuscita a comprendere ciò che ha compreso, ma l’ essere riuscita a porsi domande a cui non v’è risposta.
  3. Quello che veramente ammazza un Uomo è non avere una Donna. O averne troppe. O averne solo una.
  4. La più grande fortuna nel nascere femmine sta nel fatto che non si avrà mai una moglie.
  5. Un italiano che nasce in Italia ha due scelte: restare in Italia e rimpiangere questa scelta per il resto della propria vita o andarsene via all'estero e rimpiangere questa scelta per il resto della propria vita.
  6. Ho sempre riferito la verità. Solo una volta ho detto una bugia, ma mentivo.
  7. L'Italia è una Repubblica democratica fondata sulla pausa caffè.
Eleonora Gaudiosi
  1. Amarezza: il vero sostantivo del verbo amare.
  2. La difficoltà nei rapporti umani sta proprio nel fatto che spesso non ci si confronta con esseri umani.
  3. Avere cervello, per una donna, è un dramma simile all'essere brutta.
  4. L'ottimismo è l'illusione dell'ignorante.
  5. L'amore è un male passeggero.
Mario Gennatiempo
(Cinquefrondi 2001) - Vai alla pagina con più di 100 aforismi di Mario Gennatiempo

Barbara Ginocchio Badiale
Colui che sa riconoscere i propri limiti ne ha già superato uno di essi.
    Santy Giuliano
    (Oberhausen 1963) - Vai alla pagina con più di 300 aforismi di Santy Giuliano

    Andrea Gora
    (1975)
    1. La felicità è una zingara. Non sai mai quando arriva, quando se ne va e cosa si porterà via.
    2. Se l'anima è ciò che ci anima, la mente è ciò che ci mente.
    3. Da bambino, ogni volta che spegnevo le candeline chiedevo di diventare grande. Ora mi rendo conto che avrei potuto desiderare di meglio.
    4. Metà della vita di una persona è fatta di progetti per la felicità. L'altra metà, di spiegazioni del perché non hanno funzionato.
    5. Fate l'amore non la guerra. Se invece volete fare entrambe le cose, sposatevi.
    6. Una volta che hai provato a cambiare il mondo, scoprirai che è un sacco più facile cambiare idea.
    7. Il bello di essere un pessimista è che o avrai sempre ragione, o piacevolmente torto.
    8. In un mondo di pazzi, essere normali è la vera follia.
    9. Le parole sono come le pallottole, meno te ne servono per colpire a segno e più bravo sei.
    10. Ottimismo: le convinzioni di chi ignora la storia.
    11. Qualcuno l'ha detto prima. (1° legge dell'aforismario industriale)
    12. La saggezza non è avere tutte le risposte, ma sapere quali domande trascurare.
    Giuseppe Gragnaniello
    Piuttosto che trovarmi nei posti che contano, preferisco contare nei posti in cui mi trovo.
      Carmelo Grasso
      (Barcellona Pozzo di Gotto, 1978)
      I petali del king Flower
      1. Corri leggero sull'autostrada della vita ma portati sempre un paio di scarpe di ricambio.
      2. Ricordati che devi morire, ma nel frattempo vivi!
      3. Un albero secolare nella sua maestosità può essere abbattuto, trasportato e usato ma lascerà sempre un seme per la rinascita… niente muore per sempre...
      4. Vedo tanta gente vivere come se fosse dentro un orologio... si muove solo perché è seduta sulle lancette del tempo.
      5. Vivi come vuoi e morirai come sei.
      6. Vivo di notte perché mi hanno detto che un giorno morirò...
      Mariella Gualtieri
      (Vasto)
      Chi è privo di umanità non diventerà mai un grande artista.
        Graziano Guerra
        Prima di proclamarti pubblicamente paladino dell'ordine morale, accertarti che non ci sia disordine a casa tua.

        Simona Ingrassia
        Vai alla pagina con più di 50 aforismi di Simona Ingrassia

        Giacomo Innocenzi
        1. Le frequentazioni sono come i discorsi. Una volta che si perde il filo, non lo si ritrova più.
        2. La paura è la virtù dei deboli.
        3. La caffettiera è come la chitarra. Rendono meglio a maggior utilizzo.
        4. Utilizzare Facebook è come essere single. Hai tutti ma non hai nessuno.
        5. I problemi sono per chi se li crea.
        6. lo scetticismo è il sale della sperimentazione.
        Zak Ir
        La curiosità è l'unica cosa che ci lega veramente alla vita.
          Volodymyr Knyr
          (Ucraina)
          1. Peggio per la diva quando attorno non c'è anima viva.
          2. Anche chi non è Bruno sul rogo diventa bruno.
          Mariano Kosta
          (Torre Annunziata 1985) - Vai alla pagina con più di 100 aforismi di Mariano Kosta
            Masha Lambertelli
            (Sant' Elpidio a Mare, 1993)
            Non si comprende il proprio valore guardando dagli occhi degli altri. Troverai chi ti adora e te ne lusingherai, ma troverai chi ti disprezza e non devi lasciare che questo ti svigorisca.
              Laura Lapietra
              (Bari, 1975)
              Tutti infondo conserviamo accuratamente un segreto ben chiuso nello scrigno dell'anima, in un angolo dello scantinato del cuore! E il suo ricordo è la chiave.
                Alex Larini
                Solo chi non la conosce può limitar la poesia a strofe e parole. Le odi migliori sono fatte di sguardi, sospiri e passi di danza.
                  Valentina Librizzi
                  1. Solitudine e dolore non sempre portano ad un risultato negativo, anzi, ti costringono ad utilizzare quella straordinaria forza interiore che hai sempre posseduto, ma che non hai mai avuto bisogno di tirar fuori.
                  2. Amore è viversi occhi dentro occhi, attratti dalla voglia di stringersi, perdersi e ritrovarsi nella melodia di due cuori che battono all'unisono, al di sopra di ogni differenza, ascoltando, in silenzio, l'urlo di forti emozioni.
                  3. In fondo, siamo semplicemente uomini composti da acqua e presunzione.
                  Christian Lo Mastro
                  (Reggio Calabria, 1996)
                  1. Viviamo una vita in cui niente ha davvero importanza, costretti a dare importanza al niente.
                  2. Si sono trovati così bene nella propria famiglia d’origine, che non vedono l’ora di dare origine a un’altra famiglia.
                  3. Per rendere peggiore l’inferno bisognerebbe aggiungere un angolo di paradiso.
                  4. Vivere i propri giorni in replay, nella speranza che, prima o poi, cambi qualcosa.
                  5. Vestirsi scomodi per sentirsi a proprio agio.
                  6. Condannereste ancora la prostituzione, se fosse la vostra sola ed unica speranza?
                  7. Non credo che Dio possa avere rimorsi: chi più di lui può esser convinto della futilità di tutte le cose?
                  8. Traslocando, a volte, ci si porta dietro le cose più futili, mentre si abbandonano quelle più importanti.
                  9. I nostri amici a quattro zampe, è vero, non parlano, ma sanno colmarci di gioia con un solo gesto.
                  10. Dio - dispiaciuto di far soffrire il mondo intero - avrebbe deciso, per rimediare, di compiere, ogni tanto, un miracolo?
                  11. Ci sono momenti in cui troviamo conforto nel pensiero più terrificante.
                  12. Quando si diventa vegetariani non ci si riesce a credere di aver mangiato cadaveri per tutta la vita.
                  13. Vivere, in fin dei conti, è guardare dall'altra parte mentre si cammina verso la morte.
                  14. Se Dio avesse creato l’aldilà, questo mondo non avrebbe alcuna ragione di esistere, e non esisterebbe. Si potrebbe reagire alla scoperta dell’esistenza di Dio con un’alzata di spalle.
                  15. Se mio figlio non fosse padrone del proprio tempo, come potrei pensare di avergli donato la vita?
                  16. È proprio vero che Dio è per noi come un padre: entrambi, infatti, non si sono fatti molti problemi a metterci in un mondo pieno di sofferenza e morte.
                  17. Dio: un imputato seduto al posto del giudice. Ma forse anche lui è innocente.
                  18. Certi genitori si fanno più problemi quando devono fare uscire i propri figli la sera di quanti se ne siano fatti prima di farli entrare nel mondo.
                  19. Dei genitori indegni cosa ci si può aspettare che tramandino ai propri figli? Una religione su cui non hanno mai riflettuto, la squadra del cuore, la povertà... che altro? Ah già! La propria immensa stupidità!
                  20. Lavorare tre volte la settimana, per quattro ore, sarebbe accettabile; ma dover lavorare otto ore al giorno, sei giorni su sette... c’è da spararsi in testa.
                  21. Lavorare, fare ogni giorno lo schiavo di qualcuno e del bisogno; impiegare il proprio tempo - e quindi la propria vita - indegnamente, per un misero stipendio, senza nessuna possibilità che le cose cambino. È vero, ci sono lavori e lavori, ma più che altro lavorare significa questo.
                  22. “Tutti vorrebbero non lavorare”. Così mi sono sentito dire più di una volta. Davvero? Questa vi sembra una società in cui le persone non vogliono lavorare? Allora ditemi: a quali sacrifici sareste disposti, voi e tutti gli altri, pur di lavorare il meno possibile?
                  23. Ci sono belli che vivono come se fossero brutti, e brutti che vivono come se fossero belli.
                  24. I credenti vorrebbero che nessuno mettesse in discussione davanti a loro l’esistenza di Dio; non si rendono conto che, in questo modo, desiderano essere trattati come bambini, davanti ai quali è proibito smentire l’esistenza di Babbo Natale.
                  25. La morte è la beatitudine eterna dei mortali.
                  26. Per alcuni, non la morte è tra i mali della vita, ma la vita è un male tra la morte.
                  27. Mi reputo una persona fortunata a cui le cose sono andate piuttosto male.
                  28. Si pensa che il libero arbitrio darebbe a Dio il diritto di punirci, ma non è così. La piena responsabilità non è possibile: dietro ogni male del mondo ci sarebbe sempre Dio.
                  29. Noi saremmo forse il surrogato dei figli di un dio? Una ben misera consolazione, generare noialtri a causa dell’impossibilità di dare vita ad altri dèi.
                  30. Sono quattro le possibili intenzioni di Dio: buone, cattive, egoistiche, e buone e cattive al tempo stesso. Non penso che Dio ci abbia creato per farci del male, e mi pare evidente che non ci stia proprio facendo un favore; ma ancora più assurda mi sembra l’ipotesi che Dio abbia sia buone che cattive intenzioni, come sarebbe nel caso di un dio vendicatore e rimuneratore. Il desiderio di dispensare beatitudini eterne mi sembra incompatibile con quello di infliggere torture senza fine e fini a se stesse. In questo caso, Dio sarebbe allo stesso tempo un diavolo e un filantropo, ma sarebbe meglio dire, semplicemente, che sarebbe pazzo.
                  Massimo Lo Pilato
                  (Atripalda, 1975). Vai alla pagina con più di 50 aforismi di Massimo Lo Pilato

                  Francesco Locurcio
                  (Roma, 1985)
                  1. L'amicizia è come una formica, facilmente calpestabile.
                  2. Non pretendere di capire gli altri se ancora non hai capito te.
                  3. Non so chi sono ma mi basta esserci.
                  4. Il bello di essere se stessi e che non devi assomigliare a nessuno.

                  Note
                  1. La proprietà intellettuale degli aforismi pubblicati in questa pagina è dei loro rispettivi autori. È possibile citare l'aforisma di un autore riportando sempre nome e cognome e la fonte: "Aforismi inediti su Aforismario".
                  2. Nel 2009, Aforismario ha fondato un gruppo facebook dove è possibile condividere i propri aforismi e commentare quelli degli altri. Sono escluse, ovviamente, le citazioni di autori noti. Il gruppo, rispetto a quelli dello stesso genere, è oggi tra i più attivi e frequentati. Per iscriverti vai al: Gruppo Facebook di Aforismi Inediti
                  3. Se desideri condividere questa pagina sui tuoi social network preferiti (Facebook, Twitter, Google+, ecc.), clicca sulle rispettive icone qui in basso.

                  Nessun commento: