Cerca Autori o Argomenti in Aforismario

Frasi e poesie attribuite a Charles Bukowski

Frasi e poesie attribuite a Charles Bukowski (Andernach 1920 - San Pedro 1994), poeta e scrittore statunitense di origine tedesca. 
Negli ultimi anni, specie dopo la diffusione dei social network, Charles Bukowski ha avuto una straordinaria notorietà in Italia, e le sue frasi, semplici e dirette, senza essere mai banali, sono continuamente citate.
Purtroppo, però, stanno aumentando anche le frasi e le poesie che gli vengono attribuite in maniera arbitraria e senza alcun riscontro bibliografico. Non di rado, si tratta di frasi di adolescenti affascinati da Bukowski, che tentano di emularlo; più spesso si tratta di frasi anonime che nulla hanno a che vedere con lo stile di Bukowski, e che probabilmente gli sono attribuite da chi non ha mai letto nemmeno un suo libro. 
Per quanto riguarda, poi, le "poesie" che gli vengono attribuite, si tratta di poesiole sentimentali che Bukowski avrebbe potuto scrivere a 13 anni in un momento di crisi adolescenziale. Ma forse nemmeno... Insomma, nei social network si è venuta creare una falsa immagine di Bukowski, potremmo dire un Bukowski all'acqua di rose, un Bukowski edulcorato buono per tutti quegli utenti ai quali il vero Bukowski non piacerebbe perché troppo aspro e che, pertanto, non sarebbe utile a raccattare più like possibili.

Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni (autentiche!) di Charles Bukowski tratte dai suoi racconti e dai suoi romanzi; una selezione di aforismi (mai tradotti prima in italiano), un'antologia con alcune delle sue più belle poesie e frasi tratte da sue interviste. [I link sono in fondo alla pagina].
Certo, il guaio di ogni aforisma, di ogni affermazione, è che può
facilmente diventare una mezza verità, una fregnaccia, una bugia
o un appassito luogo comune. (Charles Bukowski)
Frasi attribuite o molto dubbie
Per approfondimenti vedi "Citazioni errate" su Aforismario

A fine anno non tiro le somme, la matematica non è mai stata il mio forte. Spero di essere rimasto nel cuore di qualcuno o contrariamente nel cestino della carta di qualcun altro.

A volte devi indietreggiare di uno o due passi, riconsiderare, staccare per un mese. Non fare niente, non volere niente. La pace è fondamentale, il ritmo è fondamentale. Qualsiasi cosa tu voglia non l'avrai provandoci con troppa insistenza.

A volte ho la sensazione di essere solo al mondo. Altre volte ne sono sicuro.

A volte mi manchi così tanto che credo di non farcela. Poi ce la faccio, però mi manchi lo stesso. 

Accontentarsi di chiunque pur di non restare soli. Se dovessi spiegare a parole l'infelicità, lo farei così.

Al contrario di un uomo, una donna non ti sfiora mai per errore o per distrazione.

Alcune persone non meritano il nostro sorriso, figuriamoci le nostre lacrime.

A me piacciono quelle persone un po' distratte; quelle che appena le abbracci sembrano ricomporsi, mentre prima cadevano in mille pezzi.

Aveva il sorriso contagioso di chi aveva sofferto tanto. Era dannatamente bella vestita dei suoi sbagli.

Avevo visto un sacco di donne più belle di lei, ma aveva qualcosa di caldo, di attraente.  Non pensava continuamente al fatto di essere donna

Avrei potuto anche accontentarmi, ma è così che si diventa infelici.

Bisogna essere coraggiosi e anche un po' folli per aprire il cuore e donarlo a qualcuno.

Certe sere hai solo bisogno di silenzio per poter pensare. E di un abbraccio forte per smettere di pensare.

Che poi non sono tanto le prediche, ma i pulpiti da cui vengono fatte che fanno cagare.

Chi rideva pur non sapendo niente della felicità, chi piangeva pur non sapendo niente del dolore, chi parlava pur non sapendo un cazzo della verità.

Ci sarà sempre qualcuno che, nonostante tu non lo voglia, sarà la tua debolezza; se ti sorride, tu sorriderai, se ti parla, tu risponderai e se ha bisogno di te, tu continuerai a esserci.

Ci sono fantasie che non sai nemmeno di avere, finché non entri in sintonia con la mente giusta... e si può andare in Paradiso senza bisogno di morire.

Ci sono i nostri sogni, c'è la nostra realtà e ci sono dei meravigliosi esseri umani che li fanno incontrare.

Ci sono persone con cui perdi tempo e persone con cui perdi il senso del tempo. È tutta questione di scelte.

Ci sono persone indimenticabili. E nessuna cura.

Con lei è bello anche senza il sole. Con lei è bello anche quando si sta in silenzio senza dirsi niente.

Cosa rende una persona attraente? Gli occhi! Non importa il colore, se una persona sa usarli, beh, sei finito. Lei sapeva baciarmi anche con gli occhi. Non avevo visto mai occhi così belli. La finestra era aperta e il sole li illuminava. C'era l'anima in quegli occhi.

Dentro ad un abbraccio puoi fare di tutto: sorridere e piangere, rinascere e morire. Oppure fermarti a tremarci dentro, come fosse l'ultimo.

Devo riconoscertelo. Sei stato il mio addio più faticoso. Sei stato il mio addio che non volevo pronunciare. Sei stato il mio addio ripetuto tantissime volte. Sei stato quello gridato, sussurrato, detto con odio, con amore, con tutti i sentimenti possibili. Sei il mio addio che metterò sempre in dubbio. 

E quando la sera non ti aspetta nessuno. Quando puoi fare quello che vuoi. Come la chiami? Libertà o solitudine?

E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse, e io ti penso ma non ti cerco.

E ricordati che ti penso, che non lo sai ma ti vivo ogni giorno, che scrivo di te.

E se trovate una persona che vi fa sorridere solo con un ciao, che vi sa tenere testa, che con un abbraccio vi tira su e che vi sta accanto anche dopo tutto, anche dopo avervi conosciuti davvero, vi prego, tenetela.

È vero, possiamo solo lasciarci guardare. Ma poi scegliamo noi a quale mani  appartenere.

Era di un'eleganza erotica, aveva il cervello con i tacchi a spillo e sculettava nell'anima.

Esprimete ciò che sentite, non abbiate paura delle conseguenze, perché il tempo non fa sconti a nessuno. Amate, odiate, buttatevi a capofitto in ogni cosa che vi dia emozioni forti.

Hai mai desiderato di avere una seconda possibilità di incontrare qualcuno per la prima volta?
[Do you ever wish you had a second chance to meet someone again for the first time?].

Ho ancora qualcosa da rinfacciarmi, ma sto cercando di andarmi d’accordo.

Ho sempre voluto trovare qualcuno che rimanesse, anche dopo aver visto quanto posso essere spiacevole.

Ho visto persone a pezzi aiutare chi aveva solo una crepa.

I furbi ci fottono sempre al momento giusto, nel posto giusto, col sorriso giusto. Camminano con sprezzo anche sopra la loro merda.

Il mondo sarebbe un posto di merda senza le #donne. La donna è poesia. La donna è amore. La donna è vita. Ringraziale, coglione!

Il problema è che cerchiamo qualcuno con il quale invecchiare insieme, mentre il segreto è trovare qualcuno con cui restare bambini.

Il segreto della mia pazienza è comportarmi come se avessi già mandato tutti affancul*.

Impara a non distruggere con le parole quello che hai creato con il silenzio.

Innamoratevi. Almeno una volta nella vita, non importa per quanto, come o di chi, ma innamoratevi. È tutto un gran casino, ed è bellissimo. 

Io la penso così: due che si vogliono davvero dovrebbero aversi.

Io non lo so cos'è che hai, proprio non te lo so dire, ma se si tratta di te il cuore fa rumore.

Io sono contro lo spreco. Sono contro quelle persone meravigliose buttate nelle braccia di chi non sa apprezzarle neanche un po'.

Io sono un paranoico: penso che il mondo intero ce l’abbia con me. Ecco perché mi state tutti sul cazz^.

L'amore è quando vuoi portare una persona nella tua vita, non a letto.

L'amore di un solitario è il più autentico che ci possa essere, perché ama per scelta, non per compagnia. 

L'amore ti faceva male. Il sesso era più semplice, ma dovevi sdoppiarti, non portare con te quell'altra te stessa che era docile e fragile, dolce, insicura. Col sesso potevi giocarci e fregartene. Col cuore no. Presto o tardi l'avresti rotto. Ma saresti cresciuta.

La bellezza è relativa. Alcuni pensano che hai la donna più bella quando tutti si girano a guardarla. Io credo che ce l'hai quando non sei più tu a girarti per guardare le altre.

La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato a essere brutto, perché se a qualcuno piaci, sai che è per qualcos'altro.

La gente si aggrappa all'abitudine, come ad uno scoglio, quando, invece, dovrebbe staccarsene e tuffarsi in mare. E vivere.

La nostra natura ci impone di mandare messaggi subliminali, comunicare con i gesti, perché abbiamo paura di esporci per come siamo. Anche a noi stessi.

La sua dolcezza era strana perché era una dolcezza molto rara da trovare dentro una persona, era una dolcezza selvaggia, dolce al punto giusto, al punto che ti restava dentro, nei pensieri, nella pelle.

La testa la si deve perdere in due, altrimenti è un'esecuzione.

La tristezza è causata dall’intelligenza. Più comprendi certe cose, e più vorresti non comprenderle.
[Sadness is caused by intelligence, the more you understand certain things, the more you wish you didn't understand them].

La vita è fatta di scelte. Chi sceglie di perderti è perché non ha avuto il coraggio di viverti.

Le anime gemelle si incontrano poiché hanno trovato lo stesso nascondiglio.

Le donne sono fatte per sopportare i tacchi non gli imbecilli.

Lei aveva questo modo particolare di guardare negli occhi. Non era né timida né sexy, era perfetta.

"Lei è fantastica", dissi a un mio amico, e lui mi disse: “Scopa bene?” “Sì, ha tolto la polvere dal mio cuore.

Lei è stato un evento che mi ha travolto fortemente, troppo fortemente. E io, forse, ero troppo distratto o troppo disattento per non innamorarmi.

Lei non era matta,  era una creatura fatta in un momento cui Dio semplicemente non aveva voglia delle solite donne in serie, gli era venuta la vena poetica e l’aveva creata.

Letali, semplicemente letali sono quei rapporti che non riesci né a coltivare né a chiudere.

Ma alla fine non conta neanche quello che fai o ciò che sei. Perché chi non ti vuole troverà una scusa per andare e chi ti vuole troverà una scusa per restare. Indipendentemente da tutto.

Mentre gli uomini si vantano di cose che non sono mai accadute, le donne hanno avventure che mai racconteranno.

Mi guardo bene dal tenermi in gola le parole: ho passato gran parte della mia vita a non dire le cose volevo dire, e me ne sono pentito.

Mi manca. E glielo sto dicendo con tutto il silenzio di cui sono capace.

Mi piacciono le persone riservate, perché se smettono di esserlo con te significa che ti hanno scelto.

Mi piacciono le persone che sono come me, che hanno le stesse stranezze, la stessa curva di particolarità, il peso delle esperienze e una certa eccentricità. Mi piacciono le persone come me, che conservano la loro bellezza nell’imperfezione, nelle tracce di non banalità.

Mi sento male perché sento di non viverle, queste cazzo di giornate. Sento che le faccio passare, che faccio scorrere il tempo senza usarlo, senza prenderlo per il culo e magari farmi quattro risate e basta. Non sto vivendo, io sto solo passando.

Nessun rapporto è una perdita di tempo: se non ti ha dato quello che cercavi, ti ha insegnato di cosa hai bisogno.

Noi passionali non abbiamo una temperatura ideale. Se non bruciamo, geliamo.

Non c'è niente di peggio del “troppo tardi”.

Non ci sei più, e pensavo: “Forse mi abituerò". Non mi ci abituai mai... 

Non gradisco l’idea di attribuire le mie speranze alla fortuna perché è lunatica, come se fosse perennemente indisposta.

Non ho più tempo da perdere, per gente che crede di essere superiore o eletta. Non ho più tempo né voglia, di giustificare chi sono. Non ho più tempo per la gente ipocrita. Non ho più tempo, per tutto ciò che non ha un’anima. Non ho più tempo da sprecare.

Non promettersi niente, forse è la più vera delle promesse.

Non promettiamoci di stare sempre insieme. Promettiamoci che, se ci faremo del male, sarà per poi farci bene di più. Che, se ci allontaneremo, sarà per ritrovarci più vicini. Che ogni nostra ultima possibilità sarà la penultima. Che arriveremo anche a odiarci, pur di non restarci indifferenti. Ma soprattutto promettiamoci che, se continueremo ad amarci, ci ameremo troppo. Perché un po’ meno non sarebbe abbastanza.

Non proverò a sostituirti, perché dimenticare una persona con un'altra è come fotografare il sole e sperare che di notte ci scaldi.

Non sei il tipo di persona  che si accontenta, tu vuoi qualcuno che ti dia l’anima perché tu dai l’anima.

Nonostante tutto, se mi prefisso un obbiettivo do per scontato che io ci possa riuscire, e se non ci riesco, pazienza.

Ogni notte è sprecata se passata da soli.

Ora mi sento come se stessi aspettando qualcosa che so non arriverà mai. Perché adoro illudermi e sperare, ti senti più vivo mentre lo fai.

Orgoglio e autostima non sono sempre sufficienti ad ammortizzare i miei fallimenti, i quali, a volte, sono così pesanti che mi spezzano la schiena.

Perché lei è mia, e sarebbe cosa mia anche se fosse di qualcun altro. Perché io e lei, anche lontani, siamo sempre noi.

Poi vai a letto. Mi piacciono i letti, credo che il letto sia l’invenzione più grande dell’uomo, quasi tutti siamo nati lì, si muore lì, si scopa lì, ci si abbraccia lì e si sogna lì.

Poteva toccarmi in un milione di modi. Decise di farlo nel modo più bello. Sfiorò la mia mente e nulla fu mai come prima. 

Puoi essere bella quanto vuoi, ma dimmi, se il mondo fosse cieco, quanta gente riusciresti ad impressionare?

Qualche mattina ti alzi dal letto e pensi “Non ce la farò”. Ma dentro ridi, ricordando tutte le volte che ti sei sentito così.

Qualcosa andrà storto, anche più di “qualcosa”, anche più di “storto”.

Quando tutti si è uguali, tutti si è nessuno. La perfezione è un uccellino in gabbia che vive, mangia, caga e muore con il solo scopo d'essere ammirato. Io voglio vivere libero, spiumato, infreddolito, denutrito ma libero.

Quando tutto sarà finito sono sicuro che mi verrà concesso un minuto per ripensare a tutte le volte che volevo urlare cosa sentivo, ma sono stato zitto per paura di non essere capito, e rimpiangerò gli obbiettivi che ho abbandonato perché il timore di fallire mi ha impedito di perseguirli.

Quando una donna è innamorata nessuno può portartela via, solo tu la puoi perdere strada facendo.

Quando una donna smette di crederci il mondo perde un po' di magia.

Questa vita è una puttana e probabilmente mi spezzerà il cuore, ma cazz*, sono innamorato.

Resistere ha senso solo se ne esci con qualcosa in mano alla fine. Ma resistere tanto per resistere è l'infelice condizione di milioni di persone.

Rimani con chi ti bacia l’anima, la pelle te la bacia chiunque.

Sappi che sceglierei te. Sceglierei te mille volte. Che fosse per me, sarei già lì ad abbracciarti per tutta la notte o tutta la vita.

Scopare la mente di una donna è vizio da raffinati intenditori, tutti gli altri si accontentano del corpo.

Se davvero Dio mi odia, mi accorgerò di aver finito il succo di frutta soltanto dopo aver bevuto l’ultimo bicchiere di rhum, e resterà un cattivo sapore sul mio palato. Ma sarò troppo ubriaco per rendermene conto.

Se il mondo dovesse finire domani, tu cosa faresti? Cercherei lei e ci farei l'amore fino a domani. 

Se non hai la birra puoi sempre trovare del vino o del whisky o delle sigarette, ma se non hai amore non hai un cazz*.

Sentirsi senza toccarsi. Ecco come le anime fanno l'amore mentre i corpi sono altrove.

Si litiga solo con chi si ha voglia di fare pace dopo. Gli altri si mandano a fancul*.

Si può dare un bacio senza necessariamente provare nessun amore, senza il minimo sapore. Sì, il bacio può ingannare facilmente, ma un abbraccio? Oh no, l'abbraccio non mente, perché quando una persona ti tira a sé e ti stringe forte è come se volesse farti entrare il suo cuore dentro al petto.

Siamo tutti la perversione di qualcuno, il sogno di un altro, il rimpianto di un altro ancora.

Siamo tutti malati di sogni.

Siete tutti così bravi, siete tutti così fighi, siete tutti così giusti eppure là fuori il mondo è ancora pieno di gente di merda.

Sono ancora convinto che il mondo sia pieno di persone splendide. È che rimangono chiuse in casa per non incontrare voi stronzi.

Sono stanco di vedere facce femminili ritoccate, tette strabordanti dalle scollature in concorrenza, culi in mostra, tacchi, trucchi fetish e gesti hard da donnacce, ormai non più distinguibili da quelle del mestiere. Voglio vedere donne con la loro femminilità nei gesti morbidi e gentili, nei sorrisi aggraziati, nelle movenze seducenti, ma accennate, dalle parole dolci e decise allo stesso tempo. Dai pensieri originali e nuovi. Vorrei vedere donne indipendenti, non succubi dell’uomo a cui immolano la propria dignità, femmine dai cuori di ghiaccio fuso, compagne e amiche dell’uomo, libere e sincere. Vere.

Stiamo tutti tentando di farcela, in una maniera o nell'altra, tentando di trovare l'amore, tentando di trovare il sesso, tentando di trovare un po’ di pace e un po’ di senso prima di gettare la spugna.

Tanti usano la parola amore come se parlassero sul serio. E troppi ci credono quando la sentono.

Tenetevi stretto chi vi ha notato quando eravate invisibili.

Tutto si riduce all'ultima persona a cui pensi la notte, è lì che è il tuo cuore.

Una delle migliori sensazioni al mondo è quando abbracci qualcuno che ami e lui ricambia stringendoti più forte.

Una volta quelli che si baciavano per strada li odiavo. Adesso mi sembrano tra le poche persone che fanno ancora qualcosa di sensato.

Uno poi si stanca di spiegarsi, di parlare, di cercare in tutti i modi di farsi capire. A volte bisogna semplicemente sorridere e mandare a fancul*.

Va così, Rhum e Pera, perché ci sono dei momenti forti che ti lasciano l’amaro in bocca, e altri talmente belli da farti dimenticare quel retrogusto sgradevole che ha la vita.

Voi due non sarete mai amici. Non possono essere amici due che si guardano in quel modo, che si perdono di continuo e poi si ritrovano. Non possono essere amici due che devono sempre stare attenti ai passi falsi, che basta una parola di troppo per innamorarsi. Non possono essere amici due come voi, che vi cercate con gli occhi, e con le mani, che avete voglia di fare l'amore ogni volta che siete insieme e se non siete insieme, sognate di esserlo.

Alcuni non diventano mai folli. I loro vini devono essere proprio noiosi.
[Questa citazione, attribuita a Bukowski e diffusa come tale su internet, è una variazione di una sua frase presente in Barfly (1987): "Certe persone non impazziscono mai. Che vita orribile devono vivere" (Some people never go crazy. What truly horrible lives they must lead)].

Dietro quel seno, quelle labbra da baciare al sapore di pesca, si chiudeva a chiave e si portava dentro una piccola dispettosa bambina di cinque anni, lei che non voleva crescere, che non aspettava altro che le rimboccassero le coperte calde. Lei era magia incompresa, ma io l'avevo capita.
[Questo passo è attribuito (ma solo in lingua italiana) a Charles Bukowski. A chi ha letto i suoi libri, non può non sorgere più di un dubbio che una frase simile sia stata scritta da Bukowski: non è nel suo stile. Di certo la frase non si trova in nessuno dei suoi racconti e in nessuno dei suoi romanzi più noti].

Occhi. Quei maledetti occhi mi fottevano sempre. Ci facevo l'amore solo a guardarli.
[Questa frase è generalmente attribuita a Charles Bukowski e, secondo alcuni, si troverebbe nel suo libro Sfumature d'ombra [sic!]. Ebbene, bisogna precisare che Bukowski non solo non ha mai scritto un libro né un singolo racconto con questo titolo simile, ma non ha nemmeno scritto una frase simile. Da una semplice ricerca su internet risulta che un blog che riporta la frase in oggetto (attribuendola a Bukowski) s'intitola, guarda caso, Sfumature d'ombra (!); mentre in un altro blog si trova la seguente frase: "Mi sono persa nuovamente, questa volta totalmente. La mia lei non c'è più. Stavo così bene... questo stato mi fa più soffrire che star bene. Non mi fa vivere. Il problema è uno. Anzi due. Occhi. Sono quelli il mio problema. Quei maledetti occhi mi fottevano sempre. Ci facevo l'amore solo a guardarli. Ed ora...". Insomma, una piccola dimostrazione di come sia semplice – a causa dell'ingenuità e a volte della malafede di non pochi utenti – spacciare citazioni false su internet].

L'amore è quella persona che incontri su un milione. Ed è vero: l'amore è la persona che incontri, mentre sei impegnato a guardarne altre cento. La persona che non noteresti mai, e poi ti stordisce come un pugno in piena faccia. La persona che all'inizio odiavi, e poi, non si sa come, ti sei ritrovato ad amarla. La persona che prima degli occhi ti ha preso il cuore. La persona su cui non avresti scommesso un centesimo, ed ora possiede la tua anima. La persona a cui urleresti le peggiori cose, per poi prenderla, baciarla, e non lasciarla più andare. La persona a cui hai detto “Il perdono va meritato”, e a cui poi hai perdonato tutto, anche se non lo meritava. La persona che stringeresti con trenta gradi anche sotto un piumone. La persona a cui prima di chiedere hai dato. La persona a cui hai dato tutto. E la persona per cui hai versato lacrime e per cui ne verseresti altre cento, mille. È proprio vero, l'amore è la persona che arriva proprio nel momento in cui credevi non sarebbe più arrivata. 
Bukowski all'acqua di rose: romanticone e col cuoricino!
(Immagine un po' kitsch tratta da una delle tante pagine
Facebook dedicate a un irriconoscibile Bukowski).
Poesie attribuite a Bukowski
Selezione Aforismario

“L’hai amata, vero?” / Lui sospirò / “Come posso risponderti? Lei era matta” / Sì passò la mano tra i capelli / “Dio se era tutta matta. ogni giorno era una donna diversa / Una volta intraprendente, l’altra impacciata. / Una volta esuberante, l’altra timida. Insicura e decisa. / Dolce e arrogante. / Era mille donne lei, ma il profumo era sempre lo stesso / Inconfondibile / Era quella la mia unica certezza. / Mi sorrideva sapeva di fregarmi con quel sorriso / Quando sorrideva io non capivo più nulla / Non sapevo più parlare né pensare / Niente, zero / C’era all'improvviso solo lei / Era matta, tutta matta / A volte piangeva / Dicono che in quel caso le donne vogliono solo un abbraccio / Lei no / Lei si innervosiva / Non so dove si trova adesso ma scommetto che è ancora alla ricerca di sogni / Era matta tutta matta / Ma l’ ho amata da impazzire.
["You loved her, didn't you?" / He sighed: / "How can I answer you? She was crazy." / He ran his hand through his hair.  / "God if she was completely crazy. Every day she was a different woman  / One moment enterprising, the next awkward.  / One moment exuberant, the other timid. Insecure and determined.  / Sweet and arrogant.  / She was a thousand women, but the perfume was always the same  / Unmistakable.  / It was my only certainty.  / She smiled at me, she knew how to get me with that smile  / When she smiled I couldn't understand anything anymore,  / I did not know how to speak or think anymore  / Nothing, zero.  / All of a sudden there was only her.  / She was crazy, completely crazy.  / Sometimes she cried.  / They say that in that case women just want a hug,  / She does not.  / She gets nervous.  / I do not know where she is now, but I bet she is still looking for dreams.  / She was crazy, completely crazy.  / But I loved her madly].

Non ho smesso di pensarti, / vorrei tanto dirtelo. / Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare, / che mi manchi / e che ti penso. / Ma non ti cerco. / Non ti scrivo neppure ciao. / Non so come stai. / E mi manca saperlo. / Hai progetti? / Hai sorriso oggi? / Cos’hai sognato? / Esci? / Dove vai? / Hai dei sogni? / Hai mangiato? / Mi piacerebbe riuscire a cercarti. / Ma non ne ho la forza. / E neanche tu ne hai. / Ed allora restiamo ad aspettarci invano. / E pensiamoci. / E ricordami. / E ricordati che ti penso, / che non lo sai ma ti vivo ogni giorno, / che scrivo di te. / E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse. / Ed io ti penso / ma non ti cerco. [Erica Ronchi]

Due che si baciano / Su una panchina / Chissà se si amano / e altri due passeggiano / Ma non si parlano / Chissà se si amano / Io non lo so poi / Quanto dura / Questo eterno cercarsi / Questo eterno volersi / Senza volersi mai / E questo eterno ignorarsi / Volendosi sempre. / Forse l’amore è / Di chi si ama / Da lontano, / Perché bisogna amarsi / Col doppio / dell’amore.

Lui non ti darà più il buongiorno, né la buonanotte. / Non ti chiederà più come stai o che fai. / Non ti dirà che gli manchi, che ti pensa, che sei bella. / Non ti raggiungerà più là dove tu gli avevi detto di essere. Perché anche tu non gli scriverai più. / Non gli darai il buongiorno. / E il pensiero di te, di un tuo messaggio, non lo sveglierà più la mattina. / Non gli dirai che ti manca, o che stai andando a far la spesa, / né che stai facendo le pulizie o che stai ascoltando la stessa canzone per la ventesima volta. / Non saprà che mai ti abituerai alla sua assenza / e che per sempre un pezzo di te rimarrà a lui. / Il silenzio è l'unica risposta che ti rimane. / Un silenzio assordante che non sai decifrare, / ma a cui ti dovrai abituare.

Con lei potevi fantasticare per ore, ridere, giocare, o farci l’amore per tutta la notte. / Era una di quelle che, quando ti guardava, ti guardava con l’anima. / Una di quelle che, se ti sorrideva, lo faceva con tutte le sue parti del corpo. / Era una di quelle con cui potevi parlarci per ore. / Accarezzarla. / Non si sarebbe mai stancata di ricevere un po’ di attenzioni. / Ma si nascondeva sempre. / Si nascondeva nelle sue fragilità. / Nei suoi silenzi. / Dentro i suoi occhi c’era l’amore. / Uno tsunami d’amore che avrebbe voluto dare. / Quelle come lei le incontri una sola volta nella vita. / E devi essere davvero stupido per farla scappare via. / Perché una come lei, o la tieni stretta per tutta la vita o la rimpiangi per sempre.

Citazioni con fonte sconosciuta
Selezione Aforismario

Ero alla bancarotta, il governo era alla bancarotta, il mondo era alla bancarotta. Ma chi cazzo li aveva, i fottuti soldi?

Mi hanno piantato dentro così tanti coltelli, che quando mi porgono un fiore non capisco bene cosa sia. Ci vuole tempo.

Non cerco mai di migliorarmi o di imparare qualcosa, rimango esattamente come sono. Non sono uno che impara, sono uno che evita. Non ho voglia di imparare, mi sento perfettamente normale nel mio mondo pazzo; non voglio diventare come gli altri.

Ovunque vada la folla, tu corri nella direzione opposta. Loro sbagliano sempre. [Intervista]

Se mai dovessi parlare di amore e di stelle... uccidetemi!

Nessun commento: