Aforismi, frasi e citazioni sui Moralisti

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui moralisti. qui considerati come coloro che giudicano cose e persone da un punto di vista morale, spesso con intransigenza e con una vena di ipocrisia. Per frasi sui moralisti intesi come scrittori e pensatori, vedi il link sulla massima riportato in fondo alla pagina].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul moralismo, sul giudicare gli altri, sugli ipocriti e sui pregiudizi.
Nella mia vita ho conosciuto molti furfanti che non erano moralisti,
ma non ho mai conosciuto un moralista che non fosse un furfante.
(Ernest Renan)
Il moralista, come il Tartufo di Molière, si atteggia a moralizzatore integerrimo, poi fa quello che vuole. Ha sempre in bocca espressioni morali come diritto, dovere, bene, male, giusto, ingiusto. Però, come nella parabola del Vangelo, vede il fuscello nell'occhio dell'altro, non la trave nel suo.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

Il moralista condanna, si indigna, protesta, stigmatizza, chiede giustizia, punizioni esemplari. Guarda sempre gli altri, mai se stesso.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

Ci sono virtù delle quali i moralisti non sospettano l’esistenza.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Moralista è diventato sinonimo di piagnone, di pedagogo inascoltato e un po’ ridicolo, di predicatore al vento, di fustigatore dei costumi, tanto noioso quanto, fortunatamente, innocuo. Se volete far tacere il cittadino che protesta, che ha ancora la capacità d’indignarsi, dite che fa del moralismo. È spacciato.
Norberto Bobbio, Elogio della mitezza, 1994

Il nome moralista suona come una perversione, non ci si meraviglierebbe di trovarla improvvisamente già descritta in Krafft-Ebing. [2]
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Non ho mai sentito parlare di un uomo che abbia attaccato il potere senza volerlo per sé, e in questo i moralisti religiosi sono i peggiori.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Amavo, ero amato, stavo bene, avevo molto denaro e lo spendevo, ero felice, e me lo dicevo, ridendo degli sciocchi moralisti che dicono che non c'è vera felicità sulla terra.
Giacomo Casanova, Storia della mia vita, 1789/98 (postumo, 1825)

In questo secolo licenzioso l'«immoralista» è l'eroico assaltatore di fortezze senza difensori.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il moralista è un segnale stradale che indica la direzione di un luogo, ma lui non ci va.
Charles Dickens [1]

Non resta altro mezzo per rimettere in onore la politica, si devono come prima cosa impiccare i moralisti.
Giuliano Ferrara, su il Giornale, 2009 (attribuito a Friedrich Nietzsche - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Il fallimento frequente del moralista in molte situazioni della vita non dimostra affatto che i suoi principi siano sbagliati.
Franz Fischer, Aforismi, 1979

Le sette moralistiche sono inutili; non occorre iscriversi da nessuna parte per comportarsi bene.
Franz Fischer, ibidem

Per il moralista è ovvio che egli faccia parte dell'umanità fallibile da lui criticata. Un moralista presuntuoso non può considerarsi tale!
Franz Fischer, Aforismi, 1979

Se non ci fossero i cattivi, tutti i moralisti sarebbero disoccupati.
Antonio Fogazzaro [1]

Il moralista è chi ha avuto un'esperienza deludente dell'umanità.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Alle prove il moralista preferisce gl'indizi, che gli offrono bersagli più facili e vaghi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Molti moralisti non sono che peccatori senz'occasioni.
Roberto Gervaso, ibidem

Il moralista non condanna il male perché male. Lo condanna perché non ne trae sufficiente profitto.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Delle proprie vittime il moralista odia più le virtù che i vizi.
Roberto Gervaso, ibidem

I nostri moralisti o hanno la barba o la fanno venire.
Roberto Gervaso, ibidem

Il moralista denuncia, il virtuoso dà l'esempio.
Roberto Gervaso, ibidem

Il moralista, impegnato a predicare la virtù, difficilmente troverà il tempo di praticarla.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il moralista è un cinico che simula l'intransigenza del fanatico.
Roberto Gervaso, ibidem

Il moralista non ama la Verità, ma la "sua" verità.
Roberto Gervaso, ibidem

Il moralista o è un immorale frustrato o un amorale travestito; o vorrebbe commettere i peccati che condanna o è ad essi indifferente.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il moralista non ha principi, ma mire.
Roberto Gervaso, ibidem

Il moralista, prima di giudicare, condanna.
Roberto Gervaso, ibidem

In ogni moralista sonnecchia il persecutore.
Roberto Gervaso, ibidem

L'intransigenza di tanti moralisti è direttamente proporzionale alla labilità delle loro convinzioni morali.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La giustizia invocata dai moralisti porta all'inquisizione e ai roghi.
Roberto Gervaso, ibidem

La prima virtù dei nostri moralisti è 1'ambizione.
Roberto Gervaso, ibidem

Molti moralisti condannano ciò che avrebbero desiderato fare ma che, per mancanza di occasioni o di coraggio, non hanno fatto.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989
Il moralista condanna, si indigna, protesta, stigmatizza, chiede giustizia,
punizioni esemplari. Guarda sempre gli altri, mai se stesso.
(Francesco Alberoni) Foto: Alberto Sordi, Il moralista, 1959
Un tempo lo strumento della spregevolezza, ora il virtuoso, l'illibato! una volta il ghignante pagliaccio, ora il moralista! una volta rimpiattato dietro l'ignobile bandito di redattore, trionfatore plebeo, e ora il raffinato aristocratico che sta a tavola con conti e baroni; e tuttavia, nonostante tutte queste metamorfosi (l'unica cosa notevole!) sempre lo stesso.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

La morale paralizza, monta al cervello, acceca, asciuga le linfe vitali, indurisce le arterie. Non possiamo intraprendere nulla a questo mondo, esercitare un lavoro, risolvere un problema senza che si faccia sentire l'influsso corruttore della morale. Se si tratta di una questione di evoluzione artistica, siamo moralisti; se si tratta di novità di ordine pratico, siamo moralisti; uno muore per la febbre, e noi in sovrappiù lo contagiamo con la morale.
Karl Kraus, Die Fackel, 1899-1936

I moralisti ipocriti non sono odiosi per il fatto che ciò che fanno non coincide con ciò che professano, ma perché professano qualcosa che non coincide con ciò che fanno. Chi condanna l'ipocrisia della morale deve fare meticolosa attenzione per non essere scambiato per un amico della morale, mentre quegli altri, per lo meno segretamente, la tradiscono. Non il tradimento della morale è da condannare, ma la morale. Essa è in sé ipocrisia.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

I moralisti si rivoltano da sempre contro il fatto che il valore della donna stabilisca il suo prezzo. Intanto già da molto tempo è il prezzo a stabilire il suo valore, e con questo fatto nessuna morale riesce a sbrogliarsela.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Il delitto - la musa dei predicatori e dei moralisti.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Colui che predica la morale limita di solito le sue funzioni a quelle d'un trombettiere di reggimento, che dopo aver sonata la carica e fatto molto rumore, si crede dispensato di pagar di persona.
Charles Lemesle, Misophilanthropopanutopies, 1833

Il moralista borghese è l'uomo della lettera anonima.
Mario Mariani, Per l'ultima volta, 1922

Conosco molti furfanti che non fanno i moralisti, ma non conosco nessun moralista che non sia un furfante.
Indro Montanelli, su il Giornale, 1993 [citazione di Ernest Renan] [4]

Sono sempre più i moralisti senza morale.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Non è un male da poco rendere noiosa la verità. È uno dei molti rimproveri che faccio ai cristiani e alla maggior parte dei moralisti.
Multatuli, Idee, 1862/77

Per i moralisti, tu sei naturalmente cattivo. La bontà sarà una disciplina imposta dall'esterno. Tu sei un caos e l'ordine deve essere instaurato da loro; saranno loro a portare l'ordine. E hanno fatto del mondo intero un pasticcio, una confusione, un manicomio, perché hanno continuato a fare ordine per secoli e secoli, a disciplinare per secoli e secoli. Hanno insegnato così tanto che coloro cui è stato insegnato sono impazziti.
Osho, Discorsi, 1953/90

Quando t'imbatti in un moralista, consideralo con rispetto, ad una prudente distanza, perché la morale è come la trichina: [3] vive nella carne del porco.
Pitigrilli (Dino Segre) (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Si diventa morali non appena si è infelici.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

I moralisti non riusciranno mai a capire che l'infelicità sessuale è parte integrale dell'ordinamento sociale che essi difendono.
Wilhelm Reich, La rivoluzione sessuale, 1936

Uomini mediocremente morali hanno scritto eccellenti massime; invece uomini virtuosissimi nulla fecero per far durare la tradizione della virtù.
Ernest Renan, Vita di Gesù, 1863

Nella mia vita ho conosciuto tante canaglie che non erano moraliste, ma non ho mai conosciuto un moralista che non fosse una canaglia.
Ernest Renan, XIX sec. [1]

I moralisti che decantano il lavoro mi fanno pensare a quei tipi che sono stati ingannati dal richiamo di un baraccone di fiera e, per vendicarsi, cercano di farci entrare gli altri.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Il moralista incensa di notte il luogo che deplora di giorno.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

I moralisti sono persone che rinunciano a ogni piacere eccetto quello di immischiarsi nei piaceri  altrui.
[Moralists are people who give up on all pleasure save that of mixing in other people's pleasure].
Bertrand Russell [1]

L'intolleranza è fondata su distinzioni religiose e morali. Veramente tollerante è soltanto l'uomo irreligioso e il non-moralista.
Lou Andreas-Salomé, Libro domestico di Stibbe, 1882

La morale è moralistica soltanto quando è in imbarazzo.
Lou Andreas-Salomé, ibidem

Era un tale moralista che perseguitava le congiunzioni copulative.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

Lo spettacolo del vizio incita in generale alla virtù; non però così immancabilmente come la frequentazione di un moralista disgusta e fa prendere in odio la morale.
Ardengo Soffici, Giornale di bordo, 1915

I moralisti han torto. La sessualità non si vince soltanto con l'astinenza ma anche con la lussuria.
Italo Tavolato, Contro la morale sessuale, 1913

Diventerò moralista il giorno in cui uno mi dimostrerà di aver pensato durante il coito alla generazione futura.
Italo Tavolato, Contro la morale sessuale, 1913

Per fare il moralista con garbo, convien trarre la norma dei mali altrui e dei rimedi dai propri difetti.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

La ferocia dei moralisti [...] è superata soltanto dalla loro profonda stupidità.
Filippo Turati, Discorso parlamentare, 1907

Un uomo che moraleggia è di solito un ipocrita, una donna che moraleggia è invariabilmente brutta.
Oscar Wilde, Il ventaglio di lady Windermere, 1892

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Krafft-Ebing: psichiatra e neurologo tedesco naturalizzato austriaco, autore del celebre Psychopathia sexualis del 1886. [cfr. citazione di Canetti]
  3. Trichina:  parassita che si rinviene in tutto il mondo e su un gran numero di specie animali, compreso l'uomo [cfr. citazione di Pitigrilli].
  4. "Vorrei ricordare a Scalfari un detto di Renan: 'Conosco molti furfanti che non fanno i moralisti, ma non conosco nessun moralista che non sia un furfante'". Purtroppo Aforismario non è riuscito a rintracciare la fonte originale di questa frase di Renan citata da Montanelli.
  5. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Moralismo - Principi Morali - Ipocriti - Giudizio degli Altri - Massima e Moralisti

Nessun commento: